• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

strano comportamento cereus peruvianus

miciajulie

Fiorin Florello
buongiorno. ho un cereus per. prodottosi dalla talea inviatami 3 anni fa da un forumista. era piccolissima, stortignaccola, ferita, eppure piano, molto piano, ha radicato e quest'estate ha raggiunto la ragguardevole misura di 18 cm fuori terra. dai vari siti sembra che tale pianta possa resistere fino a -12. l'ho messa riparata da intemperie esattamente come l'anno scorso. e non siamo ancora arrivati mai a -12, abbiamo toccato solo un paio di mattine i -5. come mai l'ho trovata 'mollemente' sdraiata, in alcuni punti impallidita? per ora l'ho raddrizzata appoggiandola ad una parete, e l'ho collocata in un punto della casa dove tengo le euphorbie, luminoso e non caldissimo. secondo voi: 1, cosa può essere successo? 2, ho qualche speranza?
grazie
 

Mor@

Moderatrice Sez. Cactacee e Succulente
Membro dello Staff
Non vedendo foto :fischio:... nel dubbio, se fosse mio, e se fosse sospettosamente molle, io lo svaserei.
 

miciajulie

Fiorin Florello
scusa, e dopo che l'ho svasato? mah, non mi pare problema radicale. sai che aaaaaaamo far foto, mor@ettona bella! comunque, la ex talea quella che ha radicato, è soda. si è ammosciata la parte superiore, la 'crescita', ma non marciolentemente, bensì come 'da freddo'. e non è scurito, anzi in alcuni punti impallidito, quasi 'trasparente'
 

Mor@

Moderatrice Sez. Cactacee e Succulente
Membro dello Staff
Ah, ecco, la parte superiore... e scusa, tu parli di "mollemente sdraiata"! non si capisce in che punto eheh :martello2
Sarà una botta di freddo, unita a umidità? non so, aspetta gli esperti :lingua: :D
 

Stefano-34666

Master Florello
Ciao,

secondo me ha preso freddo e le si sono "surgelati" i tessuti.
Le temperature che hai segnalato tu sono da considerarsi valide in completa assenza di umidità. Se il freddo è umido, anche temperature più elevate possono produrre danni gravi.
Anche io lo scorso anno ne ho perso uno nello stesso modo. Quest'anno infatti l'ho ricoverato in un posto più caldo e soprattutto secco.
Purtroppo non ti resta che aspettare l'evolversi della situazione. Normalmente questa evoluzione è rapida.

Ste
 

miciajulie

Fiorin Florello
beh, se devo perderlo, spero di perdere la parte nuova... e di riuscire a conservare la base. attendo paziente. da me, serretta o non serretta, l'umidità la fa da padrona. però l'anno scorso non è che sia stato diverso, ed è stato benone. sono sempre più convinta che queste piante hanno una vita tutta loro, personale proprio!
 

Stefano-34666

Master Florello
Ciao,

purtroppo non è possibile paragonare gli anni in modo assoluto. Basta che sia diversa la sequanza di variazione climatica (ad esempio tre giorni di sole seguiti da tre di pioggia contro uno sole, uno pioggia etc.) per cambiare le condizioni ambientali.
Allo stesso modo non è possibile prendere alla lettera i consigli e le esperienze degli altri.
L'esperienza e, purtroppo, le perdite, fanno in modo che uno si crei un bagnaglio e si sappia regolare, prendendo poi autonomamente le proprie decisioni.
Io, ad esempio, preferisco tenere le piante un pochino più asciutte ed un pochino più al caldo rispetto a quanto consigliato sui testi.
Ho notato che un pochino di acqua in meno non fa' danni...un pochino di acqua in più può essere mortale. Un grado in più non fa' danni...un grado in meno può essere dannosissimo.

Ste
 

Erika

Moderatrice Sezz. Cactacee e Succulente / Parliamo
Membro dello Staff
Penso anche io che sia colpa del freddo umido, lo scorso è stato molto più secco di questo purtroppo :( una foto riesci a postarla?
 

Silene

Esperta di Cactacee
Ciao. I cereus peruvianus, quando li avevo (li ho regalati), li tenevo a 8/10° perchè avevo constatato che in serra fredda soffrivano o marcivano. Oltre ai siti che indicano -12, si trova anche un'indicazione diversa, vedi qui :rolleyes:
 

Stefano-34666

Master Florello
Ciao,

da me (e credo quindi anche nella zona di Milano) se va a -12 non solo patiscono i cereus ma patiscono anche molte piante autoctone.
Sono poche le piante che vanno a così basse temperature, per un periodo prolungato, e non subiscono danni.
L'anno scorso, dove ha fatto molto freddo (ma non si è mai arrivati così in basso come i -10) per tutto l'inverno, sono morte molte piante che sono tipiche della mia zona e che avevano resistito negli anni senza problemi.
Credo quindi che nessun cactus resista a quelle temperature con il nostro inverno freddo, lungo ed umido.

Ste
 
Ultima modifica:

Erika

Moderatrice Sezz. Cactacee e Succulente / Parliamo
Membro dello Staff
L'anno scorso qua abbiamo toccato i -12°c per un paio di notte consecutive ed i -8°-10° per una settimana di fila anche di giorno, roba da far piangere anche i sassi :cry:
Tengo tutti i cactus sotto una serrettina a tunnel, coperta solo da un telo di nylon e devo dire che, a parte 4-5, tutte le piante hanno passato l'inverno alla grande (ho lasciato fuori solo quelle che, secondo la mia esperienza personale, sono le più resistenti).
Questo inverno comunque è diverso da quello passato, c'è molta più umidità e le piante ne risentono.
 

miciajulie

Fiorin Florello
credo che proverò a tenerlo dritto, a non farlo sdraiare, se tra un paio di gg vedo che nulla è cambiato, pensavo di tagliare di netto la 'crescita' e lasciare solo la talea iniziale, che è bella salda. e di medicarla con un po' di cicatrene o di rame.
 

Stefano-34666

Master Florello
Ciao,

come ho già segnalato in altri post, il problema di effettuare adesso i tagli è quello della lentezza con la quale si forma il callo o la cicatrice.
La ferita, se rimane troppo tempo esposta all'aria, è una porta di ingresso eccezionale per le malattie. Inoltre il taglio "umido" è a serio rischio di ulteriore marciume.
Io, se non è strettamente necessario, rimando a primavera tutte le amputazioni.

Ste
 

Iolanda08

Giardinauta Senior
micia è successo anche a me!!! proprio con il cereus! lo tengo in serra sul terrazzo (costruita con policarbonato), dopo quei giorni di intenso freddo e gradi sotto zero anche di giorno l'ho trovato molle in alcune parti e schiarito- mi è preso un colpo! perchè l'inverno scorso è stato fuori sul balcone e non ha avuto nessuno problema. allora l'ho messo in serra fredda (10°circa) e ho provato ad incidere le parti molli, ma mi è stato quasi impossibile, nel senso: sono molli ma non marce e sotto il tessuto è verde. l'ho tenuto per 2 settimane lì e adesso l'ho rimesso fuori, lo rimetterò dentro se ritorniamo a quelle temperature.
 

miciajulie

Fiorin Florello
grazie iolanda. il problea è tenerlo su... sembra un ubriaco che non vuol stare il piedi... domani, pioggia prermettendo, frugherò nella cassapanca giardinicola e vedo cosa posso fare per fargli un'impalcatura. buona serata!
 

Commelina

Master Florello
e metticela una foto,Micia..... come si fa ad andare così a "senso"??? e pure con la foto non sarà facile:astonished:
 

miky80

Maestro Giardinauta
:lol:oddio commelina nooo non gliela chiedere:D...se micia metterà una foto:azz:..ci sarà una nevicata extraordinaria sul nord italia...:lol::lol::lingua:
 

Erika

Moderatrice Sezz. Cactacee e Succulente / Parliamo
Membro dello Staff
:lol:oddio commelina nooo non gliela chiedere:D...se micia metterà una foto:azz:..ci sarà una nevicata extraordinaria sul nord italia...:lol::lol::lingua:

Nevicata a parte, a volte è difficile capire cosa può avere una pianta pur avendola in mano....senza foto la vedo ben dura dal momento che non abbiamo in dotazione la sfera di cristallo.
 

rOHpota

Giardinauta Senior
si, è una questione di umidità più che altro.
i cactus resiston si a temperature molto basse, ma solitamente il loro inverno è completamente secco, a differenza dei nostri che son tipicamente umidissimi.
ebbene, anche se le nostre T non son certo rigidissime (andate a dire ad un polacco che a Bergamo fa freddo..), è l'umidità costante ed opprimente a fregare tali essenze esotiche!
 
Alto