1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Pomodori: concime fogliare a base di calcio

Discussione in 'Orto e frutteto' iniziata da Marco.C, 9 Luglio 2007.

  1. Marco.C

    Marco.C Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    15 Marzo 2007
    Messaggi:
    172
    Località:
    prov. Reggio Emilia
    Qualcuno lo utilizza per combattere il "**** nero" (marciume apicale) dei pomodori?
    Che prodotto utilizzate (marca, dove reperirlo...)?
    State ottenendo risultati?
     
  2. kiwoncello

    kiwoncello Master Florello

    Registrato:
    29 Gennaio 2005
    Messaggi:
    10.070
    Località:
    Liguria, Golfo Tigullio
    In passato ho provato ad irrorare ripetutamente con calcio cloruro ovviamente ben diluito, scarsi risultati. Esistono vari prodotti commerciali appositi, da applicare quasi cronicamente in corso di sviluppo delle piantine e dopo, ma forse è preferibile una copertura con nitrato di calcio oppure banalmente evitare le varietà sensibili al marciume.
     
  3. Marco.C

    Marco.C Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    15 Marzo 2007
    Messaggi:
    172
    Località:
    prov. Reggio Emilia
    Ho letto che le cause del marciume si innescano almeno 10 giorni prima della comparsa dei sintomi.
    Comunque è una cosa indecente, uno poi si impegna a scacchiare tutti i getti, a mantenere un unico fusto, e quindi relativamente pochi pomodori, e poi ti trovi un intero palco marcito...:(
    Il nitrato di calcio (che, ahimè, immagino che minimo vada via a sacchi da quanto? mezzo quintale?) quanto impiega a scendere nel terreno? E' lento come certi fosfo-potassici oppure è più rapido?
     
  4. kiwoncello

    kiwoncello Master Florello

    Registrato:
    29 Gennaio 2005
    Messaggi:
    10.070
    Località:
    Liguria, Golfo Tigullio
    Il nitrato lo trovi a sacchi ma anche sciolto a peso (dipende dall'agraria cui ti rivolgi). In genere lo si sparge sul terreno quando le piante sono ancora in fase di sviluppo al fine di arricchire il terreno di calcio assorbibile; ovviamente avendo in se la componente azotata bisogna ridurre l'apporto di N che se in eccesso a sua volta può essere causa di marciume apicale. Ha il difetto che se in eccesso alcalinizza troppo il terreno stesso. Io comunque ho eliminate le varietà suscettibili (iniziando dai cuore di bue) facendomi le piantine da seme delle varietà che come constatato non mi hanno mai fatti scherzi.....
     
  5. Danilis

    Danilis Apprendista Florello

    Registrato:
    25 Dicembre 2003
    Messaggi:
    4.543
    Località:
    Firenze
    Ciao, il nitrato di calcio è un sale a idrolisi acida. Nel terreno lo ione nitrato (NO3-) si divide dall'anione del calcio (Ca++). Il calcio in questo caso è assorbito dalla pianta ma ha anche la funzione di unire le particelle di argilla nel terreno. Lo ione nitrato nitrato invece è assorbito in grandi quantità dalla pianta ed è piuttosto solubile sotto la forma di nitrato di calcio quindi è utilizzato come concime a pronto effetto. Per rispondere quindi alla tua domanda, il nitrato di calcio essendo piuttosto solubile, scende velocemente in profondità ma lo devi dare vicino alle radici della pianta e poco perchè altrimenti causi più problemi che altro. Un eccesso di nitrato infatti causa nella pianta una crescita eccessiva e indebolimento dei tessuti, oltre a non far produrre i fiori, e di conseguenza i frutti, alla pianta.

    Se invece utilizzi un'altra forma di azoto, come ad esempio l'azoto ammoniacale (NH4+) nella maggior parte dei casi si comporta da acido o leggermente basico e poche volte invece è molto acido. Una forma basica dell'azoto può essere per esempio l'ammoniaca (NH3). Queste due forme di azoto che ti ho detto non sono a pronto effetto. La più "lenta" è senz'altro l'ammoniaca, che deve essere transformata (insieme all'azoto ammoniacale) in ione nitrito e poi in ione nitrato.

    Spero che ti sia stato di aiuto :eek:k07: :Saluto:
     
  6. kiwoncello

    kiwoncello Master Florello

    Registrato:
    29 Gennaio 2005
    Messaggi:
    10.070
    Località:
    Liguria, Golfo Tigullio
    OK Danilis, assolutamente giustissimo quanto dici ma nel caso specifico la copertura con nitrato di calcio è mirata a supplementare calcio ovviandone alla carenza che è alla base del marciume apicale, non azoto che si suppone ci sia già e forse in abbondanza.
     
  7. nonmicresceniente

    nonmicresceniente Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    24 Luglio 2007
    Messaggi:
    72
    Località:
    Roma prov. Nord
    Mi accodo a questa discussione perchè è stato consigliato anche a me del nitrato di calcio per una macchia marrone che si viene a creare, sin dalla nascita del frutto, nella parte inferiore dei miei San Marzano. Essi sono in totale 4 piante: 2 sono piantate in un vaso circolare da 34x26cm e 2 nell' altro.
    Ormai questa macchia marorne è presente da più di 15gg e porta anche a far marcire il frutto. Ho cosparso, due gg fa, dello zolfo e poi del verde-rame.
    Mi è stato consigliato anche del nitrato di calcio. Pensate che sia ciò che manchi?
    Il terreno era concimato e l' acqua viene data tutti i giorni.
     
  8. kiwoncello

    kiwoncello Master Florello

    Registrato:
    29 Gennaio 2005
    Messaggi:
    10.070
    Località:
    Liguria, Golfo Tigullio
    Ormai a tacca presente i frutti intaccati sono da buttare. Aggiungerò che i San Marzano sono soggetti a questa fitopatia.
     
  9. contrada_blu

    contrada_blu Maestro Giardinauta

    Registrato:
    16 Febbraio 2007
    Messaggi:
    2.122
    Località:
    provincia di lecce
    pomodori: concime fogliare a base di calcio.

    ciao: se ti posso dare un consiglio non irrorare su degli ortaggi che consumi dei concimi chimici. Per combattere tutte le malattie dei pomodori si deve fare preventivamente una spruzzatina di zolfo quando le piantine sono piccole e basta. Vedi di dare poca acqua e il gioco è fatto. Infine se hai la possibilità di interrare letame stallatico maturo o di pollaio.Un saluto.
     
    Ultima modifica: 16 Agosto 2007
    A Commelina piace questo elemento.
  10. Commelina

    Commelina Master Florello

    Registrato:
    30 Giugno 2007
    Messaggi:
    12.700
    Località:
    Moricone
    Niente concimi chimici, d'accordo con Contrada, caro nmcn è meglio concimare il terriccio dei vasi prima dell'impianto. E ora poi quello che è fatto è fatto. Finisce che li avveleni e non guariscono. In tutti e due i casi non puoi mangiarli.
     
    A contrada_blu piace questo elemento.

Condividi questa Pagina