• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Monstera deliciosa

Kirevam

Aspirante Giardinauta
C56F4C1D-FBF4-4E7A-A55D-5B9E1771C39F.jpeg F64B5FA6-CFB1-4675-BE65-604C3BCC6006.jpeg 60AF48F9-E767-40E7-95E7-5238CABC500A.jpeg Buongiorno a tutti!
Abbiamo acquistato a inizio anno la monstera deliciosa che vedete in foto, nei primi mesi soprattutto quelli primaverili ha sviluppato nuove foglie ed è cresciuta abbastanza in altezza.
In estate durante le ferie abbiamo dovuto purtroppo spostarla sul pianerottolo per due settimana, era al riparo dalla luce diretta del sole ma purtroppo le luci delle scale erano sempre accese durante la notte, quindi non si trovava mai al buio.
Da quando l’abbiamo riportata in casa ha iniziato piano piano a presentare delle macchie marroni sulle foglie più piccole e in un paio di foglie grosse.
In queste ultime settimane alcune foglie stanno ingiallendo e faticano a sostenersi da sole.
La pianta è sempre stata bagnata ogni 10/15 giorni circa facendo attenzione a non usare troppa acqua e che il terreno fosse asciutto.
Ho chiesto consiglio ad un vivaio per capire cosa stesse succedendo alla monstera, mi è stato consigliato di concimare la pianta una volta al mese fino a primavera in attesa di fare un rinvaso.
Vi chiedo aiuto per capire per cosa sia dovuto questo indebolimento della pianta con macchie marroni e ingiallimento. È corretto concimare in inverno? Il rinvaso va fatto in primavera o è possibile anticipare?
In che modo posso aiutare la pianta a riprendersi?
Vi ringrazio per le risposte e per l’aiuto!
Ciao
 

Allegati

  • 2F4AB632-ED3F-4A98-B592-AA3B1385EE50.jpeg
    2F4AB632-ED3F-4A98-B592-AA3B1385EE50.jpeg
    250,7 KB · Visite: 20
  • 1C2DE916-54DA-4C27-9509-FDEAFA98635A.jpeg
    1C2DE916-54DA-4C27-9509-FDEAFA98635A.jpeg
    233,8 KB · Visite: 19
  • 34EC1731-86C8-4C46-ADDC-D2C839701F42.jpeg
    34EC1731-86C8-4C46-ADDC-D2C839701F42.jpeg
    233,7 KB · Visite: 15
  • 8F47E8E3-1CCB-42CB-A59F-5996AD29AA95.jpeg
    8F47E8E3-1CCB-42CB-A59F-5996AD29AA95.jpeg
    306,9 KB · Visite: 9
  • 36DF1301-1485-47D4-AA8B-CE8659180061.jpeg
    36DF1301-1485-47D4-AA8B-CE8659180061.jpeg
    284,9 KB · Visite: 17

pNino

Maestro Giardinauta
ma le bruciature sono avvenute prima o dopo la concimazione perche' quelle sembrano proprio bruciature da eccesso di concime. Comunque io non concimerei una volta al mese in inverno; se poi la pianta e' pure malandata, non saprebbe che farsene di tutti quei sali in piu' che si accumulano sulle radici. La luce delle scale non crea problemi, la mia passa l'inverno sul pianerottolo perche' altrimenti fuori prenderebbe troppo sole ( in estate e' all'ombra, in inverno il sole si abbassa e la colpisce tutto il giorno) e a parte perdere qualche foglia basale sopravvive bene ed emette pure una foglia.
ps il rinvaso si fa a primavera, ma in casi di necessità di fa tutto l'anno
 

Kirevam

Aspirante Giardinauta
Le bruciature sono iniziate prima di usare il concime. Ad oggi è stata concimata una sola volta con concime granulare per piante verdi.
E anche l ingiallimento di alcune foglie è iniziato poco prima.
Pensavo fosse dovuto alla troppa luce del pianerottolo perché le bruciature sono iniziate subito dopo aver riportato la pianta in casa.
Secondo lei conviene fare subito un rinvaso? Potrebbe essere quello il problema? La pianta è alta circa 110cm in un vado di 24 cm di diametro.
 

pNino

Maestro Giardinauta
Le bruciature sono iniziate prima di usare il concime. Ad oggi è stata concimata una sola volta con concime granulare per piante verdi.
E anche l ingiallimento di alcune foglie è iniziato poco prima.
Pensavo fosse dovuto alla troppa luce del pianerottolo perché le bruciature sono iniziate subito dopo aver riportato la pianta in casa.
Secondo lei conviene fare subito un rinvaso? Potrebbe essere quello il problema? La pianta è alta circa 110cm in un vado di 24 cm di diametro.
non saprei proprio se e' questione di vaso. Che alcune foglie diventino gialle portandola dentro credo sia normale, deve abituarsi a luce, temperature e umidita' differente e lo stress causa l'ingiallimento di alcune foglie, ma se la pianta continua a deperire anche dopo diverse settimane probabilmente non e' piu' il semplice cambiamento d'ambiente ma qualcos'altro. Aspetta consiglio da qualche esperto, perche' sinceramente non saprei cosa possa essere.
 

Stefano-34666

Master Florello
Ciao,

secondo me il problema si è generato spostando la pianta senza variare la frequenza di somministrazione dell'acqua.
Le piante non amano troppo gli spostamenti.
Questi devono sempre essere seguiti da un adeguamento delle cure.
In casa le condizioni ambientali sono diverse rispetto al pianerottolo.

Inoltre, da quello che dici, c'è un altro errore. Non si bagna "usando poca acqua" ma si deve bagnare sempre bene (fino a quando l'acqua non esce dai fori di scolo del vaso) per poi non bagnare più fino a quando non serve.
Bagnare poco crea scompensi e non idrata in modo uniforme tutte le radici.

Non si concimano mai le piante in sofferenza. Il concime, se la pianta ha dei problemi, accentua i problemi stessi.

Fai attenzione al controvaso grigio, deve sempre essere vuoto per evitare i ristagni.

Ste
 

Kirevam

Aspirante Giardinauta
Ciao,

secondo me il problema si è generato spostando la pianta senza variare la frequenza di somministrazione dell'acqua.
Le piante non amano troppo gli spostamenti.
Questi devono sempre essere seguiti da un adeguamento delle cure.
In casa le condizioni ambientali sono diverse rispetto al pianerottolo.

Inoltre, da quello che dici, c'è un altro errore. Non si bagna "usando poca acqua" ma si deve bagnare sempre bene (fino a quando l'acqua non esce dai fori di scolo del vaso) per poi non bagnare più fino a quando non serve.
Bagnare poco crea scompensi e non idrata in modo uniforme tutte le radici.

Non si concimano mai le piante in sofferenza. Il concime, se la pianta ha dei problemi, accentua i problemi stessi.

Fai attenzione al controvaso grigio, deve sempre essere vuoto per evitare i ristagni.

Ste
Grazie mille per i tuoi suggerimenti.
A questo punto secondo te come meglio procedere? Il rinvaso lo devo fare? Meglio aspettare primavera?
Per poca acqua intendo che non abbiamo mai messo quantità eccessive e il vaso grigio è sempre stato asciutto, proprio per questo non capisco l’ingiallimento delle foglie.
Smetto da subito di dare concime sperando la pianta si possa riprendere.
Se avete consigli sono ben accetti! Grazie ancora!!
 

Stefano-34666

Master Florello
Ciao,

io, a meno di un tracollo repentino, lascerei che la pianta si stabilizzi, senza stressarla con un altro rinvaso.
A primavera poi svasa, cambia terra, metti un vaso un pochino più grande e metti la pianta (se puoi) all'aperto, in posizione ombreggiata.
Vedrai una ripresa rapida e vigorosa.

Per bagnare l'ideale è prendere la pianta e metterla dentro la doccia. Bagnare bene bene (senza farle la doccia ma con un annaffiatoio/bottiglia) tutta la zolla e lasciare che l'acqua scoli via di sotto. Passate un paio d'ore rimettere la pianta nel suo portavaso.
In questo modo tutta la zolla risulta bagnata ma non si avranno ristagni sul fondo del controvaso.
Poi non bisogna più bagnare fino a quando, infilando il dito in profondità nel terreno, non si sente la terra quasi asciutta.

Ste
 

marcobarbiero

Aspirante Giardinauta
ciao a tutti, mi inserisco anche io nella discussione perchè ho un problema analogo. La foglie della mia monstera continuano inesorabilmente ad ingiallirsi e negli ultimi 3 mesi ne ho già rimosse 6. Ho scoperto che aveva marciume radicale, ho cambiato il vaso e ho rifatto la zolla con torba e sabbia ma a distanza di 1 mese e mezzo la situazione non migliora. Fra l'altro, la cosa strana, è che ho 2 foglie nuove da 6 mesi ma non si aprono del tutto. Sono diventate coriacee come le foglie più grandi ma sono rimaste arrotondate come quando sono in fase di schiusa. Secondo voi quale può essere la causa?
Grazie!
 

Allegati

  • monstera1.jpg
    monstera1.jpg
    331,5 KB · Visite: 5

Stefano-34666

Master Florello
Ciao e benvenuto.

Per la soluzione del tuo problema ci vorrà del tempo.
Ricorda che la tua pianta aveva problemi radicali. Ha subito un rinvaso. E' entrata in autunno. Tutti questi fattori ne condizionano di molto la ripresa.
Secondo me sarà già un enorme successo se, durante tutto l'inverno, si stabilizzerà (rimanendo immobile o perdendo solo le foglie già danneggiate). Poi, a primavera, con la ripresa vegetativa, le radici asciutte e sane faranno il loro lavoro e la pianta ricomincerà a vegetare.
Avrai maggiori soddisfazioni se metterai la pianta all'aperto (quando le minime saranno stabilmente sopra i 10 gradi).
Per ora non concimare. Bagna quando il terreno è asciutto e, quando lo fai, bagna bene tutta la zolla. Tieni la pianta alla luce ma lontano dalle fonti di calore e dal sole. E mettici pazienza.

Ste
 

marcobarbiero

Aspirante Giardinauta
Grazie Stefano. Ok farò così, ci sono molto affezionato e vederla dimezzarsi per me è un grande dispiacere. Sul metterla all'aperto ho qualche dubbio, anche se ho un bel terrazzo, la casa è completamente esposta a sud e ho pochissime zone d'ombra che non coprirebbero tutta la pianta. E' comunque un esemplare da circa 1 metro quadro di ingombro. ;) Per adesso aspetterò la primavera sperando di non dover assistere ad uno spoglio completo.
Grazie, ancora. Buona serata.
 

Stefano-34666

Master Florello
Ciao,

non la puoi mettere in pieno sole, ma, se le trovi un angolo riparato, la pianta ne trarrà sicuro giovamento.
In casa tutte le piante patiscono.
Non ricevono aria ed umidità a sufficienza. Non ricevono luce a sufficienza. In inverno poi i riscaldamenti seccano l'aria e creano un clima che, rispetto al loro habitat naturale, non ci si avvicina minimamente.

Nessuna pianta è nata per stare in casa e quelle che, in natura, vivono in sottoboschi umidi, patiscono ancora di più.

Per questo le piante stanno bene nei vani scale (dove non ci sono i riscaldamenti e, di solito, c'è molta luce) oppure nei negozi di parrucchiera e nelle lavanderie che, a causa del lavoro svolto, presentano un clima caldo ed umido.


Ste
 
Alto