• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Metodi di semina

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Nicola96

Aspirante Giardinauta
Buongiorno, sto per acquistare semi di: acero rosso giapponese, ginepro cinese, pino bianco.
Trovandoci nel periodo tra fine gennaio e inizio di febbraio vorrei dei consigli su come seminare questi semi, utilizzando la stratificazione in frigo o altri metodi.
Ringrazio anticipatamente chi mi potrebbe spiegare nel dettaglio cosa fare.
 

PuPpEt

Aspirante Giardinauta
Quindi mettere i semi in acqua per circa 24h e poi inserirli nel vaso con terriccio in questo periodo è sconsigliato? Grazie
Come dice Stefano devi vernalizzarli, ma l'immersione in acqua per 24h fa comunque bene al seme (prima di metterli in frigorifero); ancora meglio dell'acqua è se li immergi per 0smopriming per 24h, ovvero soluzione di 2,1g di sale in 100ml d'acqua (21g in 1 litro): per osmosi le particelle d'acqua arrivano al meglio nel nucleo del seme, garantendo maggior percentuale di germinazione.
Finita l'osmopriming puoi vernalizzare, ancora meglio del terriccio sono le garze/scottex imbevute d'acqua (non stra-fradice) con cui avvolgerai i semi e metterai il tutto all'interno di un sacchettino alimentare sigillato / vaschettina alimenti ben sigillata che aprirai ogni 2/3 giorni per far ricircolare l'aria; il tempo di vernalizzazione varia di varietà in varietà, germineranno comunque nel frigorifero ed a quel punto potrai seminare (fai uscire la radichetta almeno di 1 cm circa, vedi tu).
Se vuoi accelerare ancora di più i tempi (anche in modo quasi drastico) e ancora di più la percentuale di germinazione, sempre dopo l'osmopriming, le garze/scottex imbevile di acido gibberellico (lo trovi su ebay in polvere, da diluire con alcol)
 

danielep

Florello
Come dice Stefano devi vernalizzarli, ma l'immersione in acqua per 24h fa comunque bene al seme (prima di metterli in frigorifero); ancora meglio dell'acqua è se li immergi per 0smopriming per 24h, ovvero soluzione di 2,1g di sale in 100ml d'acqua (21g in 1 litro): per osmosi le particelle d'acqua arrivano al meglio nel nucleo del seme, garantendo maggior percentuale di germinazione.
Finita l'osmopriming puoi vernalizzare, ancora meglio del terriccio sono le garze/scottex imbevute d'acqua (non stra-fradice) con cui avvolgerai i semi e metterai il tutto all'interno di un sacchettino alimentare sigillato / vaschettina alimenti ben sigillata che aprirai ogni 2/3 giorni per far ricircolare l'aria; il tempo di vernalizzazione varia di varietà in varietà, germineranno comunque nel frigorifero ed a quel punto potrai seminare (fai uscire la radichetta almeno di 1 cm circa, vedi tu).
Se vuoi accelerare ancora di più i tempi (anche in modo quasi drastico) e ancora di più la percentuale di germinazione, sempre dopo l'osmopriming, le garze/scottex imbevile di acido gibberellico (lo trovi su ebay in polvere, da diluire con alcol)

Sarà senz' altro attendibile questo "dotto" procedimento, ma cerchiamo anche di rendere le cose semplici;).
Aggiungerei che, se i semi sono vecchi ed hanno perso la germinabilità, ammesso che spuntino, la percentuale di nascite sarà inferiore o nulla , alla faccia di qualsiasi trattamento.
Quindi, a monte, va sempre messa la freschezza del seme che deriva dalla serietà del venditore.
C'è da aggiungere che l'acero palmato viene meglio se seminato direttamente in autunno e che difficilmente riprodurrà i caratteri della varietà desiderata.
 

acerpaul

Aspirante Giardinauta
Perdonami @PuPpEt , forse mi sono espresso male. Non intendevo dire che ci fosse qualcosa di chimico nelle procedure...ma sono io che ho dei limiti appunto, verso queste ultime! :D
Come "metodi naturali" intendevo dire...la classica semina all'aperto in tardo autunno ed avere la pazienza che la natura faccia il suo corso...senza l'intervento o aiuto dell'uomo.
:ciao:
 

danielep

Florello
Perdonami @PuPpEt , forse mi sono espresso male. Non intendevo dire che ci fosse qualcosa di chimico nelle procedure...ma sono io che ho dei limiti appunto, verso queste ultime! :D
Come "metodi naturali" intendevo dire...la classica semina all'aperto in tardo autunno ed avere la pazienza che la natura faccia il suo corso...senza l'intervento o aiuto dell'uomo.
:ciao:
Si, faccio ammenda anch'io, il massimo rispetto per il procedimento di Puppet, ma siccome, nella maggioranza dei casi, i semi sono germinati secondo il metodo naturale (tuttalpiù previa stratificazione) non vedevo il caso di complicarsi la vita:).
Per indole (e per età) sono propenso alla bellezza delle cose semplici....
 

Nicola96

Aspirante Giardinauta
Buongiorno, vorrei aggiornarvi sulla stratificazione dei semi di acero rosso e pino bianco.
Dopo aver lasciato i semi per 24h in acqua sono andati tutti a fondo, dopo ho utilizzato dei fogli di scottex umidi per avvolgere i semi e gli ho risposti in frigo all'interno di una vaschetta trasparente. Ogni 5/6 giorni controllo la vaschetta e cambio i fogli di scottex.
Dopo quasi un mese i semi sono rimasti uguali, ancora non è uscita nessuna radichetta.
Qualche consiglio o è tutto normale?
Grazie
 

Stefano Sangiorgio

Guru Master Florello
sostituisci lo scottex con torba e sabbia leggermente umide.
Ancora un mese poi nati o no li semini all'aperto. E germineranno a loro tempo.
Solo l'acero rosso non germina in quanto il 90% dei suoi semi sono sterili.
 

acerpaul

Aspirante Giardinauta
Perdonatemi, ma ho riletto un po' la discussione e vorrei un po' di chiarezza..

Cosa intendete per "Acero rosso giapponese"? E di conseguenza che significa "sto comprando semi di acero rosso giapponese"?

Chiedo perchè...aldilà della marea di bischerate che si leggono su internet...non esiste una cultivar che si chiama appunto "acero rosso giapponese", ma varie cultivar a foglia rossa che hanno ognuna il proprio nome (fireglow, red-flash, bloodgood ecc...).
Quindi...o stiamo parlando dell'acer Rubrum, (acero rosso) che non centra nulla con il Giappone o stiamo parlando di un acero "giapponese" ovvero un "acer palmatum"...

Seconda questione...i semi.
Se si tratta di acer palmatum, come è possibile sapere/dire "semi di acero rosso"? In quanto non vi è mai la certezza che nasca una piantina a foglia rossa o verde...
 

danielep

Florello
Perdonatemi, ma ho riletto un po' la discussione e vorrei un po' di chiarezza..

Cosa intendete per "Acero rosso giapponese"? E di conseguenza che significa "sto comprando semi di acero rosso giapponese"?

Chiedo perchè...aldilà della marea di bischerate che si leggono su internet...non esiste una cultivar che si chiama appunto "acero rosso giapponese", ma varie cultivar a foglia rossa che hanno ognuna il proprio nome (fireglow, red-flash, bloodgood ecc...).
Quindi...o stiamo parlando dell'acer Rubrum, (acero rosso) che non centra nulla con il Giappone o stiamo parlando di un acero "giapponese" ovvero un "acer palmatum"...

Seconda questione...i semi.
Se si tratta di acer palmatum, come è possibile sapere/dire "semi di acero rosso"? In quanto non vi è mai la certezza che nasca una piantina a foglia rossa o verde...

E' un dubbio che era sorto anche a me, tanto più che ho letto su un qualche forum (questo?- boh?) di chi aveva seminato " Acero rosso" e gli era spuntato acero platanoides rosso.
Pur di vendere scriverebbero qualsiasi cosa.
Avevo segnalato questo negozio online; la germinabilità ancora da verificare (hai detto niente !) , ma la scelta, il servizio e i prezzi sono OK:)
https://forum.giardinaggio.it/threads/negozio-semi-online.252366/#post-3191856
 

acerpaul

Aspirante Giardinauta
Ok...fatta chiarezza! Grazie :su:
Adesso , se avrai risultati positivi...vedrai tra un paio di anni se le piantine saranno a foglia rossa o a foglia verde...
Se i venditori hanno realmente prelevato i semi da un atropurpureum sarà effettivamente maggiore la probabilità che tu abbia piantine a foglia rossa...(d'estate te lo dico...tendono a verdeggiare!) ma non la certezza al 100%.
E come già detto in altro topic...prossimo anno semina all'aperto!! ;)
 

Nicola96

Aspirante Giardinauta
Si infatti penso propio di seminare all’aperto l’anno prossimo, perché con la stratificazione ancora non riescono a germogliare nonostante stiamo in frigorifero da più di un mese
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto