1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Marciume amaryllis

Discussione in 'Bulbi - Cormi - Rizomi - Tuberi' iniziata da neko23, 27 Marzo 2020.

  1. neko23

    neko23 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Settembre 2007
    Messaggi:
    465
    Località:
    Puglia
    Salve vorrei chiedervi un parere su un problema che non ho trovato in altre discussioni sul forum. Ho due amaryllis/hippeastrum acquistati pochi mesi fa che stanno terminando la fioritura. Dato che già l'anno scorso ne ho perso uno subito dopo la fioritura per marciume, con questi due ho deciso di svasarli, cosa che volevo fare già prima ma la fioritura in corso mi ha frenato. Anche su questi due bulbi svasati ho notato segnali di marciume, tipo macchie rossastre, strati scuri e fracidi, radici vuote e il terriccio stesso troppo bagnato nonostante io annaffio in maniera diradata. Ho tolto le parti danneggiate, gli strati del bulbo che non mi ispiravano molto e ora ho i due bulbi belli bianchi su un foglio di giornale ad asciugare, vi ho spolverato sopra della cannella (non voglio darvi una ricetta, so che ha funzione fungicida). Stanno così già da qualche giorno...vorrei chiedervi se il procedimento descritto secondo voi è corretto e se posso procedere a ripiantarli magari in un terriccio migliore, tenendo conto anche che stavano spuntando le foglie... Grazie dell'attenzione

    IMG_20200327_211258_480x640.jpg
     
  2. Mile

    Mile Florello

    Registrato:
    18 Settembre 2017
    Messaggi:
    5.488
    Località:
    Prov. Asti
    Località:
    Prov. Asti
    Io li ri pianterei. un terriccio drenante dovrebbe evitare marciumi. I bulbi così dovrebbero fare nuove foglie e nuove radici, immagazzinando energie per il prossimo anno
     
    A Stefano Sangiorgio piace questo elemento.
  3. Stefano Sangiorgio

    Stefano Sangiorgio Master Florello

    Registrato:
    2 Settembre 2017
    Messaggi:
    11.683
    Località:
    Erba
    Località:
    Erba
    Aggiungo una piccola nota in più a quanto ha detto @Mile: non interrare del tutto i bulbi ma lasciali fuori terra per almeno un buon terzo della loro altezza.
    Anche così si evitano marciumi indesiderati.
     
    A Mile piace questo elemento.
  4. neko23

    neko23 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Settembre 2007
    Messaggi:
    465
    Località:
    Puglia
    Grazie delle risposte, ho seguito i vostri suggerimenti, le foglie che erano già spuntate e stavano crescendo appaiono gialle e deboli ma penso sia dovuto al fatto che abbia estratto e lasciato fuori i bulbi qualche giorno, speriamo si riprendano....
     
  5. Alex81

    Alex81 Master Florello

    Registrato:
    28 Gennaio 2010
    Messaggi:
    14.476
    Località:
    Lago di Garda
    Si riprenderanno sicuramente, magari evita per un paio di settimane la luce diretta nelle ore calde della giornata, hanno già subito un forte stress, e non dare loro acqua per la prima settimana. Io mescolavo universale e inerte vario, spesso sabbia, 1 di sabbia 2 di universale, ma vado un po a ricordo...
     
    A Mile piace questo elemento.
  6. neko23

    neko23 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Settembre 2007
    Messaggi:
    465
    Località:
    Puglia
    Ciao Alex grazie dei tuoi suggerimenti, sono passati una ventina di giorni da quando li ho ripiantati. Non mi danno segnali di crescita riguardo alle foglie che sono rimaste così com'erano quando li ho interrati ma non vedo neanche segni di deperimento. Ho già ripreso ad innaffiare, il terriccio spero sia abbastanza leggero, ho mischiato l'universale con quello per le grasse che è più leggero e con del materiale inerte. Spero vada bene e ho messo i bulbi più sporgenti dal terreno come diceva Stefano Sangiorgio. Un po' di sole diretto glielo do soprattutto nel pomeriggio per far asciugare meglio anche il terreno dopo le innaffiature...
     

Condividi questa Pagina