1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

ficus taiwan

Discussione in 'Bonsai' iniziata da alvises, 3 Febbraio 2007.

  1. alvises

    alvises Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    12 Giugno 2004
    Messaggi:
    167
    Località:
    ravenna
    Premesso che non so niente di bonsai, oltre al fatto che mi piaccione molto, ne ho appena comprato uno piccolissimo, semplice semplice, ma tenero. E' alto 20 cm circa. sul cartellino è scritto ficus taiwan, ma in rete non ho trovato nessuna informazione. Mi potete aiutare con qualche consiglio su come tenerlo?
    A parte il pane di terra attorno alle radici il resto del terriccio assomiglia più a ghiaino, è tutto a granelli marroncini, è terreno specifico per bonsai? posso lasciarlo? e se si fino a quando?
    grazie per l'aiuto
     
  2. alvises

    alvises Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    12 Giugno 2004
    Messaggi:
    167
    Località:
    ravenna
  3. Scarboc

    Scarboc Guru Giardinauta

    Registrato:
    3 Aprile 2006
    Messaggi:
    3.322
    Località:
    provincia di Cremona
    Bello!
    Sembra un ficus retusa.
    Io non sono esperta però,aspettiamo i Lab e i Marchesi e i vari esperti,sicuramente ti sapranno orientare.In bocca al lupo per il tuo piccino!:Saluto:
     
    A alvises piace questo elemento.
  4. alvises

    alvises Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    12 Giugno 2004
    Messaggi:
    167
    Località:
    ravenna
    Grazie Scar...
     
  5. EVANGELION

    EVANGELION Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    28 Gennaio 2007
    Messaggi:
    295
    Località:
    Milano
    CIAOOOOOOOOOOOO BEN VENUTO NEL MONDO DEI BONSAI!!:)

    allora premesso ke riceverai molti consigli dal Marchese e altri esperti :)
    alcuni consigli utili sono di nebulizzare cn acqua distillata la chioma del ficus molto spesso e la posizione ideale è davanti alla finestra senza mai spostarlo x nn stressarlo troppo!
    x ora va sempre tenuto in casa visto ke è ancora inverno e nn va messo in aria corrente!
    ora veniamo alle note dolenti L'INNAFFIATURA :burningma d'inverno si innaffia molto poko xkè il fiko rallenta il suo ciclo e vegeta molto meno xcui bagna solo qnd la terra è asciutta(per vedere prendi uno stuzzikadenti e infilalo nel terreno e se è umido allora nn va innaffiato;prova vari punti).
    usa acqua del rubinetto non fredda e se è molto calcarea alterna annaffiature con acqua distillata e rubinetto xkè il calcare è molto dannoso e modifica il ph del terreno!


    ora per quanto riguarda la concimazione d'inverno è meglio innaffiare senza concime ma quì troverai molte scuole di pensiero ke t suggeriran il contrario, insomma dovrai far esperienza insieme al fico e trovar un tuo stile!
    io t consiglio d concimare da marzo a settembre evitando i mesi + caldi come agosto xò x farlo riposare!

    il tuo fico ke è un bel FICUS RETUSA può esser esposto al sole diretto a patto d coprire le radici x nn farle surriscaldare!

    il suo legno è fibroso e molto flessibbile ma fa fatica a rimarginare le cicatrici!

    ora t lascio ai consigli degli altri esperti del forum ke t diran tutto e d+!

    CIAOOOOOOOOO E FACCI SAPERE :froggie_r :froggie_r :froggie_r
     
    A alvises piace questo elemento.
  6. ciao regà!
    alvises, benvenuto tra noi, come vedi ti è stato già detto di tutto e di più! Di certo il tuo ficus è un retusa, e questo è un bene perchè è tipo immortale..!.
    I suggerimenti di evangelion sono validissimi, aggiungo solo che io, per abitudine, rinvaso il bonsai che ho acquistato il prima possibile. Non mi fido se non dei miei terricci calibrati per le specifiche esigenze... se la terra non è perfetta il ficus, in inverno soffrirà o perlomeno avrà dei problemi...ergo: preparati ad un rinvaso ca**uto da effettuare a maggio-giugno con una bella potatura e pulizia delle radici; per ora aspetta la primavera, non annaffiare troppo e dagli più luce possibile. Nebulizza la chioma!
    In inverno il ficus è frustante, s'addorme fino ad aprile e viene spontaneo soffocarlo di cure... nel dubbio è bene non concimare, con la pratica, in futuro, vedrai se invece può essere il caso di dare una "spintarella" con un leggero concimetto magari per preparare l'albero ad un rinvaso. Ricorda che il ficus vive di niente, purchè il ph del terriccio sia acido...
    aspetta con fiducia primavera e il semplice e tenero alberello che ti ha intrigato ti ricompenserà diventando il TUO alberello, lasciandosi scoprire ed insegnandoti un sacco di cose... noi comunque siamo qui ...
    Auguri e complimenti
    Un saluto

    Er Marchese
     
  7. Robin1976

    Robin1976 Giardinauta

    Registrato:
    17 Ottobre 2006
    Messaggi:
    581
    Località:
    a 15 Km da Como
    Credo che sia Akadama ......... terriccio per bonsai .... E' presente anche sul mio ......
     
  8. ....akadama che è meglio del fango, ma senz'altro da cambiare con qualcosa di più adatto...
     
  9. Palir

    Palir Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    22 Dicembre 2006
    Messaggi:
    81
    Località:
    Roma
    Ciao guarda ti riporto un consiglio del mio Senpai per il terriccio (ovviamnete da re-invasare in primavera):

    La miscela di terriccio secondo me ideale sarebbe due parti di lapillo vulcanico e una di sabbia di fiume, nel vaso uno spesso strato di ghiaietta. Rispetto alla (pur ottima ma più "da conifere") soluzione offerta da Giò, ti suggerisco questa perchè il lapillo vulcanico ha l'acidità ideale (l'akadama è neutra) e la struttura perfette per le esigenze del ficus che -essendo anziano- trarrà enorme giovamento dai microelementi presenti nel lapillo e dalla naturale acidità del terriccio utile per assimilarne i nutrienti. Il drenaggio sarà perfetto, l'ossigenazione delle radici costante e il tuo vecchiarello si troverà in un ambiente ottimale per riprendersi e poter vegetare con vigore. Potrai concimare con del buon concime solido (biogold o simili) a lenta cessione che è l'ideale per i vecchi alberi perchè elimina quasi del tutto il rischio di sovradosaggi e permette una nutrizione più costante e "naturale".

    Ciauz!!!! :Saluto:

    Un saluto al mio SENPAI!!!!!! :D
     
    A alvises piace questo elemento.
  10. Robin1976

    Robin1976 Giardinauta

    Registrato:
    17 Ottobre 2006
    Messaggi:
    581
    Località:
    a 15 Km da Como

    :eek: :eek: Ma cosa mi dici mai ....... Ma l'akadama non è quella consigliata per i bonsai? :confuso:

    Io ho visto che dopo un po' di tempo (parlo di quella messa sopra) tende a sbriciolarsi ... E' per quello che dici che è poco meglio del fango?

    Quando rinvaserò ... se non trovo lapillo vulcanico o agriperlite, avevo intenzione di usare un miscuglio di terra per bonsai di quelli già preparati (che contengono anche sabbia di fiume e microelementi), aggiungendo un po' di Akadama e facendo uno strato di ghiaietto sul fondo del vaso ........ eventualmente mescolando anche una parte di ghiaietta al composto nel caso in cui mi sembrasse troppo compatto (non l'ho ancora acquistato)...
     
    Ultima modifica: 5 Febbraio 2007
  11. alvises

    alvises Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    12 Giugno 2004
    Messaggi:
    167
    Località:
    ravenna
    Grazie ragazzi, siete dei maghi!
     
  12. ecco robin, l'akadama a me non piace proprio perchè dopo qualche tempo o acquista una compattezza argillosa oppure, nel caso di acque calcaree come la mia, "sfarina" e diventa un polverone mortale. L'akadama è eccezionale per le conifere mescolata con sabbia, per gli olivi se miscelata con argille, humus e sabbia, è più o meno universale ma POVERISSIMA di nutrienti, ha un ph neutro che vira al basico dopo due annaffiature e si è costretti a concimare e "additivare" il terreno con roba artificiale che è una cosa che odio fare.
    Ecco perchè parlo di lapillo o pomice, pozzolana... i terricci universali, di cui parli,se di buona qualità sono comunque perfetti ed io ne ho sempre un po' con me per "correggere" miscele troppo grossolane o "aride"...
    Ho scoperto l'humus di lombrico che è una mano santa, se aggiunto ai terricci: molta flora batterica, nutrimento, lo uso addirittura nei rinvasi per nutrire senza bruciare le radici...

    Buonanotte a tutti!

    Er Marchese
     
  13. Robin1976

    Robin1976 Giardinauta

    Registrato:
    17 Ottobre 2006
    Messaggi:
    581
    Località:
    a 15 Km da Como
    Gracias ..... esauriente come sempre!!! :love_4:
     

Condividi questa Pagina