1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Facciamo un megainfuso per l'autunno-inverno 2014 Open Source

Discussione in 'Fitoterapia' iniziata da sonapipian, 12 Maggio 2014.

  1. sonapipian

    sonapipian Giardinauta

    Registrato:
    25 Maggio 2012
    Messaggi:
    852
    Località:
    treviso
    L'idea sarebbe questa: creare un megainfuso con un sacco di varietà recuperabili fin da ora (a me vengono sempre in mente i fiori di sambuco...) e poi da gustare nella prossima stagione fredda, una volta preparate ed essiccate le varie essenze.

    L'idea sarebbe quella non di fare un semplice elenco di cosa potrebbe esserci, ma proprio di creare una miscela ben misurata ed equilibrata nel gusto in modo da creare una vera e propria ricetta!

    Che ne dite?

    :embarass
     
  2. garofano

    garofano Maestro Giardinauta

    Registrato:
    30 Aprile 2013
    Messaggi:
    2.431
    Località:
    Roma
    Ciao a tutti.L'idea è buona,ma bisogna tenere presente che anche per fare gli infusi e le tisane ci sono delle regole;non solo bisogna considerare cosa metterci dentro,ma come,in che misura e proporzione mettere gli ingredienti:senno',effettivamente ,si crea non solo un'accozzaglia di sapori,che puo' essere alla fine disgustosa.Innanzi tutto,occorre fissare delle proporzioni.Dovete considerare il tutto uguale a 100,o a uno.Nella composizione dell'infuso vanno di solito cinque ingredienti,senno'il troppo stroppia,e ci deve essere:1)un ingrediente principale 2)un ingrediente secondario 3)un ingrediente di terza categoria,o coadiuvante 4)un ingrediente che dia sapore,non solo terapia,5)un ingrediente che dia colore al'infuso,in modo che sia gradevole alla vista Le proporzioni possono essere:1/5,1/5,1/5,1/5,1/5 e sono detti "ana partes"(parti uguali) oppure,un'altra buona proporzione che si fa è questa,vela spiego usando i grammi:per cento grammi di infuso ,si mette 30gr.di ingrediente principale,20gr.di ingrediente secondario,20 gr.di ingrediente coadiutore,15 gr.di ingrediente per il sapore e 15 gr.di ingrediente per il colore.Per il sapore si usa mettere arancio scorze,menta,anice,liquirizia(ma attenzione all'ipertensione)cannella.Per il colore si usa molto, per esempio, mettere la malva in fiori,che da colore ed è delicatamente dolce di sapore.La malva ha proprietà emollienti,decongestionanti e non ha effetti collaterali.
     
    Ultima modifica: 15 Maggio 2014
  3. sonapipian

    sonapipian Giardinauta

    Registrato:
    25 Maggio 2012
    Messaggi:
    852
    Località:
    treviso
    Caspita è più complicato di quanto pensassi!

    Beh allora si possono fare più infusi, ancora meglio!
     
  4. garofano

    garofano Maestro Giardinauta

    Registrato:
    30 Aprile 2013
    Messaggi:
    2.431
    Località:
    Roma
    Certamente,si puo'.Quali Piante hai a disposizione?così vediamo come combinarle
     
  5. sonapipian

    sonapipian Giardinauta

    Registrato:
    25 Maggio 2012
    Messaggi:
    852
    Località:
    treviso
    Beh in casa ho melissa e malva (quest'anno la pianta deve ancora svilupparsi bene, e fiorire), in sambuco di casa ha già fiorito ma lo reperisco in zone più collinari dove sta fiorendo ora, ho delle piantine di camomilla nobile, quando sarà ora cinorrodi di rosa canina, molta ruta (ha qualche utilizzo in erborirsteria?)...

    altre piante invece le posso reperire in qualche escursione in collina, se mi indicate qualche specie vedo se la posso reperire nelle mie zone.
     
  6. Alberodicachi

    Alberodicachi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    14 Giugno 2014
    Messaggi:
    21
    Località:
    Limido Comasco
    L'idea è buona, ma attenzione:eek:gni erba ha delle proprietà specifiche e fare un mix secondo il gusto e la reperibilità delle piante può avere conseguenza imprevediili. Come nella medicina, anche nelle erbe vi sono principi attivi che espletano una determinata azione sull'organismo, che può essere in contrasto con quella di altre piante. Quindi, ci si dovrebbe innanzitutto domandare: un megainfuso con quale azione? Se da assumere in autunno-inverno, potrebbe andar bene una miscela che aumenti le difese immunitarie, oppure un mix rimineralizzante dopo la perdita di sali estiva. In alternativa, un bel tè disintossicante o depurativo non fa mai male. Forse l'idea migliore sarebbe scegliere l'effetto desiderato, farsi consigliare il mix e le dosi da un buon erborista e raccogliere le erbe "in proprio" durante l'estate...
     
    Ultima modifica: 17 Giugno 2014
  7. Marcello

    Marcello Master Florello

    Registrato:
    27 Luglio 2009
    Messaggi:
    10.240
    Località:
    sud Sardegna
    io miscelo rosmarino,salvia e menta.In aggiunta, la cicoria(amara) o l'aspraggine(piu' amara) bilanciata con la stevia che è dolce.

    adesso devo cominciare a seccare la menta,la stevia e la salvia,Quasi assenti in inverno.
     
  8. sonapipian

    sonapipian Giardinauta

    Registrato:
    25 Maggio 2012
    Messaggi:
    852
    Località:
    treviso
    si forse è meglio così!

    per effetti.

    Allora in giardino avrei Echinacea purpurea, mi pare vada bene per il sistema immunitario.
    Se questa fosse la base, quali altre piante potrebbero essere associate?

    E un buon infuso rimineralizzante estivo come potrebbe essere composto?
     
  9. Alberodicachi

    Alberodicachi Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    14 Giugno 2014
    Messaggi:
    21
    Località:
    Limido Comasco
    Mi piace il motto sull'essere umano bestia. Purtroppo è azzeccatissimo.
     
    A monikk64 piace questo elemento.
  10. Lylàn

    Lylàn Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    9 Aprile 2014
    Messaggi:
    339
    Località:
    Scascoli, Loiano [BO] ca 500m s.l.m.
    Per raccogliere le erbe officinali c'è un tempo balsamico e sarebbe opportuno seguire le fasi lunari, in modo da trarre il massimo dei benefici dalla parte della pianta di cui si vuole beneficiare.
    Inoltre ci sono piante che lavorano in sinergia tra loro e piante che tra loro non ci azzeccano proprio.
    Ci sono piante fredde e piante calde, piante umide e piante secche.
    Piante che per apportare i miglior beneficio devono essere infuse, altre decotte, altre macerate o estratte.
    Ogni pianta ha le sue proprietà specifiche e principi attivi e sarebbe opportuno mirarla e non lanciarla a casaccio.
    E' davvero molto generico creare un infuso sul modello del minestrone: se usato occasionalmente può essere un divertente intrattenimento che può suggerire approfondimenti interessanti, ma usato con frequenza può diventare uno spreco energetico e talvolta anche nocivo..

    Io sono 20 anni che ci lavoro e ci studio e ancora non la so tutta fino in fondo... :lol:

    Se sei interessata ad conoscere meglio ed utilizzare al meglio le tue piante, se vuoi possiamo studiare 3-4 composizioni standard in base alla stagionalità e alle funzioni, piuttosto che andare a casaccio.. :storto:
     
  11. cri1401

    cri1401 Giardinauta

    Registrato:
    30 Novembre 2010
    Messaggi:
    572
    Località:
    Asti
    Raccogliere le piante e le erbe nel momento balsamico giusto seguendo le fasi lunari è corretto, ma io ad esempio lo faccio quando ho tempo o quando vedo che le mie piante sono fiorite al punto giusto....purtroppo non faccio questo come lavoro a tempo pieno.
    Ad esempio quest'anno ho seminato della Calendula (con cui faccio un acetolito per i capelli) che mi sta danno molte soddisfazioni: sto raccogliendo i fiori man mano che fioriscono lasciandone qualcuno per i semi (quelli che sono già sfioriti quando effettuo la raccolta) così non la devo più comprare in erboristeria :D.

    Per il resto coltivo molte erbe e spezie che poi mi faccio seccare con questo (è fantastico per chi fosse interessato all'acquisto di un essiccatore come si deve).
    Essicco anche frutta (del mio frutteto o che mi regalano gli amici) e le verdure con cui faccio un ottimo brodo vegetale.
    Mi miscelo poi le erbe cercando di imitare le miscele più famose che si trovano in commercio :rolleyes:.

    Adesso sto seccando timo, timo serpillo, timo limone, santoreggia domestica, l'erba ciarea (è sempre una santoreggia) e la calendula.
    Questo fine settimana raccolgo lavanda, saponaria e altro.
     
  12. Lylàn

    Lylàn Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    9 Aprile 2014
    Messaggi:
    339
    Località:
    Scascoli, Loiano [BO] ca 500m s.l.m.
    La parte migliore dell'Echinacea p. è la radice che andrebbe raccolta dopo almeno il 3 anno di età.
    Se vuoi sfruttare i fiori, puoi associarli a Rosa canina bacche, Limone scorza, Sambuco fiori.
    Puoi aggiungere un 5° elemento a tuo piacimento così per sperimentare.
    La Rosa canina andrebbe mangiata fersca; tra essiccazione e calore, perde la gran parte delle proprità vitaminiche comunque.

    Per l'estate, un'erba sempre ignorata ma in realtà dalle mille proprietà è l'Ortica.
    La parte più ricca in minerali è il succo, così come per l'equiseto e gran parte dei frutti e delle verdure di stagione.
    Gli infusi, proprio perchè infusi, non estraggono a fondo quindi i minerali restano nella pianta.

    Buone proprietà rinfrescanti, dissetanti e "alleggerenti" in genere le trovi in Menta, Basilico, Finocchio, Coriandolo, Anice, Liquirizia in ottima associazione con Melissa e Verbena od.
     
  13. sonapipian

    sonapipian Giardinauta

    Registrato:
    25 Maggio 2012
    Messaggi:
    852
    Località:
    treviso
    Mi sa allora che ci rinuncio: per ora è troppo complicato.

    La mia echinacea è stata piantata l'anno scorso per cui non può ancora essere dissotterrata per prelevare porzioni di radice.
     
  14. Eva1984

    Eva1984 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    20 Settembre 2017
    Messaggi:
    123
    Località:
    Pietra Ligure
    Ciao, di solito uso gli avanzi di frutta (buccia, semi, torsoli, piccioli) per fare un infuso.
    Metto tutto in acqua bollente per circa 4 ore per poi filtrare e bere.
    Secondo voi estraggo qualcosa o non ne vale la pena?
     

Condividi questa Pagina