1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Diplademia su balcone

Discussione in 'Progettazione terrazzi e balconi' iniziata da sasinasofia, 31 Luglio 2014.

  1. sasinasofia

    sasinasofia Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Luglio 2014
    Messaggi:
    23
    Salve a tutti!!!
    Qualcuno ha provato a far arrampicare la diplademia sul balcone??Si riesce a farla arrampicare orrizzontalmente??Suggerimenti???Sono alle prime armi con una rampicante!grazie!
     
  2. GabriGiardini

    GabriGiardini Giardinauta

    Registrato:
    10 Febbraio 2014
    Messaggi:
    996
    Località:
    pescara
    la dipladenia si arrampica attorcingliandosi a cose tonde se le metti delle stecche di bambu' in orizzontale penso che le usi volentieri andando cosi sia in orizzontale che in verticale altrimenti usera' le sbarre gia' presenti e andra' verso l'alto e poi ricadrebbe giu' arrivata in cima alla ringhiera.
    di solito le piante tendono ad andare cmq verso l'alto quindi magari le asticelle di bambu' potresti disporle a ventaglio cosi che la pianta abbia una leggera salita che la fara' attorcigliare bene
     
  3. sasinasofia

    sasinasofia Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Luglio 2014
    Messaggi:
    23
    [​IMG]
    Gabri ti allego una foto cosi lsarò piu chiara...mi chiedevo se fosse possibile farla arrampicare verso le balcone senza dover usare dei supporti verticali..in pratica se c è possibilità che la pianta possa snodarsi solo lateralmente probabilmente sto chiedendo una cosa sciocca!perdonate!
     
  4. sasinasofia

    sasinasofia Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Luglio 2014
    Messaggi:
    23
    *le sbarre del
     
  5. angelone54

    angelone54 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    4 Novembre 2012
    Messaggi:
    2.972
    Località:
    savona
    La ringhiera è più che sufficiente allo sviluppo aereo della pianta. L'unico inconveniente può essere dato dall'esposizione al sole di detta ringhiera. Troppo sole potrebbe surriscaldare il ferro a danno dei nuovi germogli. :ciglione:
     
  6. sasinasofia

    sasinasofia Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Luglio 2014
    Messaggi:
    23
    Quindi basta instradarla bene verso la ringhiera???È vero non avevo pensato che il ferro potrebbe surriscaldarsi anchese il sole diretto è solo per qualche ora al giorno ed affacciandosi su un fiume l aria è parecchio umida potrei magari nebulizzare piu frequentemente...ci penserò su mi sarebbe piaciuto molto abbellirlo con la mia bella piantina..Se avete altri consigli fatevi avanti!Grazie
     
  7. GabriGiardini

    GabriGiardini Giardinauta

    Registrato:
    10 Febbraio 2014
    Messaggi:
    996
    Località:
    pescara
    penso che si metta ad intorcigliarsi alle barre laterali gia' presenti e che rametti vari tenderanno a cascare giu' liberi,secondo me viene molto bello.
    questa pianta ama poco il sole,la quantita' di ore dipende anche da dove ti trovi e cmq l'importante e' che non siano quelle centrali(12/13-16/17)
     
  8. angelone54

    angelone54 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    4 Novembre 2012
    Messaggi:
    2.972
    Località:
    savona
    Se il sole diretto dura poche ore il rischio di surriscaldamento non esiste. Per riempire bene la ringhiera dovresti guidare e bloccare i rami più spessi con le apposite linguette di fil di ferro/plastica.:Saluto:
     
  9. fannyger

    fannyger Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    19 Agosto 2014
    Messaggi:
    7
    Località:
    Lombardia
    image.jpg
    La mia arrampicata sulla ringhiera... lateralmente.
    Ciao ciao
     
  10. Inter1908

    Inter1908 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    22 Giugno 2014
    Messaggi:
    149
    Località:
    Pompei
    Approfitto di questa discussione per chiedervi dettagli sulla potatura.

    Il mio vivaista mi ha consigliato di potare la dipladenia nel mese di febbraio e non in autunno in quanto con il calore potrebbe germogliare di nuovo.

    La potatura sarebbe drastica potando tutti i rami a 10 cm dal terreno.

    Voi cosa ne pensate?
     
  11. angelone54

    angelone54 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    4 Novembre 2012
    Messaggi:
    2.972
    Località:
    savona
    Visto che abiti a Pompei il clima è piuttosto mite anche d'inverno per cui seguirei il consiglio del tuo vivaista.:D
     
  12. Inter1908

    Inter1908 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    22 Giugno 2014
    Messaggi:
    149
    Località:
    Pompei
    Il fatto che le piante sono sul terrazzo devo per caso spostarle nel vano scala?
    Inoltre la dipladenia può vivere e fiorire in appartamento o vano scale?
     
  13. GabriGiardini

    GabriGiardini Giardinauta

    Registrato:
    10 Febbraio 2014
    Messaggi:
    996
    Località:
    pescara
    si anche perche' i rampicanti si potano solamente per togliere i rami rovinati e morti e al risveglio in primavera quindi e' il momento migliore

    Inviato dal mio GT-S5570I con Tapatalk 2
     
  14. Inter1908

    Inter1908 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    22 Giugno 2014
    Messaggi:
    149
    Località:
    Pompei
    Grazie. Quindi le poterò verso la metà di Febbraio ( a 10 cm dal terreno ).
    Considerando che vivo in una città dove non ho i freddi polari ma che comunque sono posizionate su un terrazzo, quello che ora vorrei capire:
    - Durante il periodo delle pioggie devo metterle al riparo per evitare che il terreno si inzuppi?
    - Può vivere in un vano scala o appartamento?
    - Quando posso raccogliere le talee per la moltiplicazione?

    Grazie a tutti,
    A.
     
  15. sasinasofia

    sasinasofia Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Luglio 2014
    Messaggi:
    23
    Anzititto complimenti perchè è bellissima!Io non sono un esperta è questa è la mia prima esperienza con una rampicante e con la diplademia e credo che mi regolerò a seconda della temperatura visto l estate climaticamente strana che abbiamo passato!probabilmente da me in calabria fino a dicembre le temperature saranno abbastanza alte quindi concordo con il consiglio del vivaista!
     
  16. angelone54

    angelone54 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    4 Novembre 2012
    Messaggi:
    2.972
    Località:
    savona
    Le piante non sono da spostare nel vano scala in quanto, li a Pompei, il clima invernale è piuttosto mite. In caso contrario, se la temperatura scende sotto i 5 gradi, le sposti in casa in una stanza molto luminosa e priva di riscaldamento. Il vano scala va bene se riceve molta luce. :Saluto:
     
  17. Inter1908

    Inter1908 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    22 Giugno 2014
    Messaggi:
    149
    Località:
    Pompei
    Grazie. Ma sul fatto che stando all'esterno si inzupperanno di acqua con le pioggia invernali?
     
  18. GabriGiardini

    GabriGiardini Giardinauta

    Registrato:
    10 Febbraio 2014
    Messaggi:
    996
    Località:
    pescara
    per la potatura devi apettare che si risveglia e cosi individui i rami rovinati e morti e togliere solo quelli.
    per la pioggia quella autunale non fa niente che la prende al massimo alle prime piogge comincia un trattamento con un anticrittocramico(il sistemico viene assorbito e quindi non v via con le piogge)ma non chiedemi nomi perche' non li so io uso il rame sua sulle foglie che sul terriccio poi se arriva il freddo serio cioe' sotto i 5 gradi puoi prendere della plastica a bolle e usarla per rivestire i vasi(fermandola con lo scotch) anche un po' rialzati e ripiegati attorno ai rami ma non stretta ma lasciando un po' di spazio

    Inviato dal mio GT-S5570I con Tapatalk 2
     

Condividi questa Pagina