1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

YAMADORI... un po' di chiarezza

Discussione in 'Bonsai' iniziata da jobok, 22 Ottobre 2010.

  1. jobok

    jobok Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    9 Settembre 2010
    Messaggi:
    59
    Località:
    Cucciago
    Lo yamadori è una pianta raccolta in natura e con il tempo trasformata in un bel bonsai. Non ho chiaro il periodo di raccolta : ho letto su internet in alcuni siti che alcune specie si raccolgono prima della perdita delle foglie dell'albero, mentre in altri siti c'è scritto che si raccolgono assolutamente in primavera... Secondo me è meglio la raccolta nelle vicinanaze (magari in un bosco situato in un punto in cui le piante faticano a cerscere ed hanno dimensioni contenute, ma con un bel tronco) che in montagna in cui le piante essendo cresciute in condizioni estreme e facendo un viaggetto fino a casa non resisterebbero ( è un mio parere). Come pianta raccolta in natura spero di trovare una pianta resistente: preferisco un tasso, ma non lo so riconoscere in natura. L'albero che vorrei incontrare è uno con un tronco di grandi dimensioni, ma a cui partono dei rami, che diventeranno palchi. Vorrei quindi sapere quando si raccoglie, quando si imposta la pianta e come si riconosce un tasso...
     
  2. francobet

    francobet Moderatore Sez. Bonsai Membro dello Staff

    Registrato:
    19 Aprile 2005
    Messaggi:
    7.662
    Località:
    serramazzoni ( mo )
    innanzi tutto una precisazione sul termine YAMADORI( presa in prestito dall'amico Savini)
    Con il termine Yamadori, si intende andare nell’ambiente naturale più o meno ostile alla ricerca di alberelli o piccoli arbusti con delle caratteristiche molto sofferte. In questi territori infatti, le piante crescono con maggiori difficoltà, ed è per questo che si possono trovare dei preziosi alberetti da avviare in futuri Bonsai.

    appurato la definizione del termine ( di cui purtroppo tanti si "riempiono la bocca" e purtroppo anche le tasche.....) passiamo alla definizione etica della raccolta.
    io sono e sarò sempre contrario alla raccolta in natura, non per nulla proibita dalla legge e punita, moooolto più che giustamente, con un processo penale.

    facendo il conto che tiu abbia il permesso di raccogliere, ti ricordo che non è poi così gnocco raccogliere una pianta e farci un bonsai!!!
    a volte ci devi lavorare anni e anni....e a volte non ci ricavi nulla!!!
     
  3. francobet

    francobet Moderatore Sez. Bonsai Membro dello Staff

    Registrato:
    19 Aprile 2005
    Messaggi:
    7.662
    Località:
    serramazzoni ( mo )
    noto inoltre una tua poca esperienza nella coltivazione dei bonsai ( già il fatto di non riconoscere un tasso è indice di ciò che dico ), quindi ti sconsiglio vivamente di tentare degli espianti di piante in natura, per evitare delle delusioni alla morte, quasi inevitabile, della pianta.

    prima di tentare espianti, cerca di "accumulare" esperienze e nozioni botaniche tali, da essere sicuro del totale attecchimento delle piante.
    in caso di una incertezza, ti cosiglio di desistere dall'operazione, in quantom la predestinata piantina, starà sicuramente meglio dove è ora.
     
  4. francobet

    francobet Moderatore Sez. Bonsai Membro dello Staff

    Registrato:
    19 Aprile 2005
    Messaggi:
    7.662
    Località:
    serramazzoni ( mo )
    altra cosa: sai che piante vacchie possono avere apparati radicali di 1 M cubo?
    sai che per farle attecchire, devi usare accortezze e prodotti particolarissimi ?
     
  5. Greenray

    Greenray Esperto di Bonsai

    Registrato:
    12 Agosto 2009
    Messaggi:
    3.295
    Località:
    Milano
    Ciao.

    Sono anche io molto attratto dal prelievo in natura che ho anche io imparato a chiamare yamadori per brevità ed anche se non voglio confessarlo, forse per darmi delle arie.
    Pur rimanendomi forte il desiderio, sto via via adeguandomi nei miei esperimenti a tecniche di riproduzione che mal che vadano non tolgono nulla al creato, mentre lo yamadori se non ha successo fa stare proprio male, ma non per la fatica, il tempo e i soldi sprecati, ma proprio per il fatto che magari la piantina scelta era si sacrificata, ma viva, mentre dopo un insuccesso non è più ne l'una ne l'altra cosa, ma semplicemente non è più.

    Non voglio fare moralismi su questo, ma consiglio di fare attenzione attorno a noi perché se non si ha fretta di prendere un treno, vi sono molte occasioni in cui le piante vengono gettate via.
    • Un classico è il cassone degli "sfalci" nelle discariche, ma mi ci reco raramente solo all'occorrenza;
    • un altro caso sono i cantieri, dove tutta la discussione che stiamo facendo perderebbe di senso, visto che nella maggior parte dei casi si tratta proprio di "radere al suolo" ogni forma vivente;
    • un altro caso ancora sono i rifacimenti come quello della siepe recinto adiacente al mio palazzo, dove una infinità di ligustri dal diametro rilevante sono stati sostituiti dall'acciaio inox ed a me quando è balenata l'idea di chiederne uno mi sono anche risposto che lo avrebbero riutilizzato. (purtroppo le piante di una certa età per riadattarsi necessitano di cure che ad una siepe non è possibile offrire).
    Dobbiamo però esplorare certe realtà che cedono volentieri delle piantine come per esempio alcune Guardie Forestali, delle località più illuminate, dove magari basta farne richiesta per ottenere qualche piantina. Dobbiamo pensare che un certo numero di piante vanno per forza sacrificate per favorirne altre, ma che se anziché bruciate sono cedute a qualcuno che ne ha fatto richiesta, si fa un passo in direzione opposta all'estinzione di quella specie.

    Ciao
     
    Ultima modifica: 22 Ottobre 2010
  6. aurex

    aurex Esperto di Bonsai

    Registrato:
    17 Ottobre 2009
    Messaggi:
    4.991
    Località:
    Benevento
    io ho avuto la fortuna di beccare un cantiere ad inizio lavori dal quale ho preso tre roverelle delle quali solo due sono sopravvissute egregiamente....un altro cantiere invece ho fatto tardi ad arrivare e purtroppo era tutto raso al suolo....c'erano delle roverelle fantastiche tutte curvate e piene di rami....

    altra essenze che giù al mio paese in Puglia è considerata sterpaglia sono gli olivastri...crescono ovunque...ne ho ben 4 ....due piccoli e due abastanza grandi ....tutti prelevati in inverno....tranne uno bello grosso che ho prelevato a settembre ancora con il caldo....ma l'olivastro è stoico ...infatti già sta germogliando dopo una defogliazione totale.....( cosa che cmq non mi garantisce l'avvenuto attecchiemento...ma è un buon segno!!!!)

    la raccolta in natura può essere interessante ,ma come giustamente dice Franco, devi avere delle basi di botanica e un pò di tecnica di coltivazione ...altrimenti non ce la fanno.....
    questo è un hobby bellissimo ma a volte l'entusiasmo ti porta al desiderio di raccogliere qualsiasi cosa ti capiti vicino....
     
  7. aurex

    aurex Esperto di Bonsai

    Registrato:
    17 Ottobre 2009
    Messaggi:
    4.991
    Località:
    Benevento
    ti consiglio di valutare anche le piante da vivaio.....:Saluto:
     
  8. jobok

    jobok Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    9 Settembre 2010
    Messaggi:
    59
    Località:
    Cucciago
    Ho preso molte piantine di circa 7-13 cm nel mio bosco ( un tratto di 2 pertiche comasche, quindi 1309,04 m quadrati) ecco l'elenco:
    PIANTE CON RADICE
    Edera con foglie di colore verde scuro striato di bianco h 7cm
    Carpino h 12 cm circa
    Quercia americana di 8 cm
    Platano h 8cm
    TALEA LEGNOSA
    1 talea di salice (non piangente) h10
    4 talee di platano h circa 5cm
    1 talea di sambuco h 12cm

    Mentre ero nel bosco poi ho visto una quercia americana che cresceva con una robinia!!
     
  9. francobet

    francobet Moderatore Sez. Bonsai Membro dello Staff

    Registrato:
    19 Aprile 2005
    Messaggi:
    7.662
    Località:
    serramazzoni ( mo )
    purtroppo il Giappone insegna...
    erano presenti ginepri e pini fantastici, con vele di secco meravigliose, in notevoli quantità e secolari...
    poi una raccolta dissennata ha portato alla quasi scomparsa di questi esemplari, cosa questa che ha proibito la raccolta.

    cone green, pure io ho prelevato 2 ligustri dal vicino, che ha sbancato una aiuola per farci un posto macchina, ed era luglio.
    ho usato un terriccio particolare, imbustato le piante, trattato con stimolanti la chioma ( dal prezzo di 35 euro la confezione, ed uno che lo trovo negli U.S.A) e questo fino a settembre.
    poi lasciate ferme a vagetare per 2 anni.....
    il prossimo anno le rinvaserò in vasi adeguati, buttando la terra "torba" che avevo usato per impiantarli.
    e dopo attenderò un altro anno prima di metterci mano ( e ne sono già passati 3...).
    prima che si possano dichiarare piante guardabili o decenti, passeranno almeno 5 anni.....
    e non sono piante bellissime....però andavano buttate e così spero, in cuor loro, che mi ripaghino del mio salvataggio da morte sicura, impegandosi a "crescere" in modo decente!!!
     
  10. francobet

    francobet Moderatore Sez. Bonsai Membro dello Staff

    Registrato:
    19 Aprile 2005
    Messaggi:
    7.662
    Località:
    serramazzoni ( mo )
  11. GORLA

    GORLA Florello

    Registrato:
    11 Aprile 2008
    Messaggi:
    6.477
    Località:
    MI.MUSOCCO
    Località:
    Milano
    in che senso ,non ti seguo spiega .anna
     
  12. francobet

    francobet Moderatore Sez. Bonsai Membro dello Staff

    Registrato:
    19 Aprile 2005
    Messaggi:
    7.662
    Località:
    serramazzoni ( mo )
    parli con me?
    dimmi cosa non ti quadra che ti spiego.
     
  13. GORLA

    GORLA Florello

    Registrato:
    11 Aprile 2008
    Messaggi:
    6.477
    Località:
    MI.MUSOCCO
    Località:
    Milano
  14. francobet

    francobet Moderatore Sez. Bonsai Membro dello Staff

    Registrato:
    19 Aprile 2005
    Messaggi:
    7.662
    Località:
    serramazzoni ( mo )
    nel senso che, se senti in giro, ti propinano come yamadori piante importanti, e di un certo valore.
    la mia, per ora, di importante ha ...la risata che viene a vederla!!!!!
     
  15. francobet

    francobet Moderatore Sez. Bonsai Membro dello Staff

    Registrato:
    19 Aprile 2005
    Messaggi:
    7.662
    Località:
    serramazzoni ( mo )
    ma io non demordo e la tirerò su nel migliore dei modi!!!
     
  16. GORLA

    GORLA Florello

    Registrato:
    11 Aprile 2008
    Messaggi:
    6.477
    Località:
    MI.MUSOCCO
    Località:
    Milano
    io di vite sempre strappata per distruggere ,ne ho raccolta mota anche di grosse dimensioni non come la tua ,ma si e seccata marcita e poi seccata ,mi e rimasta una piccola ma mi piace molto trovo i colori di una bellezza dal verde al rosso ,poi ora da me ci sono gli alberi abbandonati pieni ,e sotto soffocati quasi morenti , ma ne ho messe una della sezione che metto i bonsai che e bellissima,e vedrai che anche tu che sei bravo ne farai qualcosa di bello
     

Condividi questa Pagina