1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Un passaggio critico.

Discussione in 'Giardinaggio' iniziata da Cri__, 26 Maggio 2003.

  1. Cri__

    Cri__ Guest

    Le talee di ficus beniamino che avevo messo in acqua a radicare hanno fatto i primi piccoli filetti di radici.
    Ora arriva la parte più difficile no?
    Come si effettua il passaggio a terra?
    Il terriccio da talee basta o devo aggiungere anche un po' di terra universale?
    Vanno tenuti umidi o lesciati asciugare?

    Infine ho un'ultima domanda (sono un martello eh? :D )Ho delle talee di gelsomino, credo quello giallo invernale,si tratta di ramoscelli di circa una ventina di cm interriccio da talee...come si fa a capire quando passarli in terriccio normale e in sostanza metterli a dimora?
    Ciao a tutti e grazie
    Cristina
     
  2. abelia75

    abelia75 Giardinauta Senior

    Registrato:
    16 Gennaio 2002
    Messaggi:
    1.050
    Località:
    Roma
    Ciao Cri,

    con il ficus benjamin c'ho provato anch'io.
    Ho lasciato le talee in acqua per 2 mesi e 1/2 poi, un mese fa, le ho trapiantate in un vasetto con terriccio universale, una si è seccata, ma le altre tre stanno bene e stanno mettendo altre foglie, non so se il pericolo è scampato!!!
    Comunque le bagno una volta al giorno perché ho letto da qualche parte che avendo radici da acqua per far superare loro lo stress bisogna tenerle sempre bagnate...

    Ciao
    Abelia [​IMG]
     
  3. Cri__

    Cri__ Guest

    Grazie mille Abelia, ma dunque le tue radici erano già molto lunghe.... mi sa che mi conviene aspettare ancora un po'.
    Dici che si possa fare lo stesso coi geranei?
    Grazie mille, un bacione
    Cristina
     
  4. abelia75

    abelia75 Giardinauta Senior

    Registrato:
    16 Gennaio 2002
    Messaggi:
    1.050
    Località:
    Roma
    Con i geranei è tutto molto più facile; puoi anche mettere le talee direttamente nella terra schiacciando prima il fusto in corrispondenza di un nodo.

    Ciao

    Abelia [​IMG]
     
  5. Tp

    Tp Guest

    Con il ficus perchè non provi una coltura idroponica? Già ce l'hai pronta... Mi ha sempre incuriosito e quest'anno credo che mi cimenterò. Mi hanno detto che il periodo migliore per cominciare è giugno e che la gestione è anche più facile di una pianta coltivata tradizionalmente.
     
  6. Cri__

    Cri__ Guest

    Ho provato abelia a metterlo direttamente in terra e a mantenerla umida, ma non ha funzionato.
    Comunque magari ci riprovo, ho dei geranei il cui colore mi piace moltissimo e ottenendo qualche piantina in più per il prossimo anno potrei tapezzare anche il secondo terrazzo.
    Tp... che cos'è la coltura idroponica?(sono molto ignorante lo so!!!!)
    Grazie dei consigli
     
  7. Tp

    Tp Guest

    E' un metodo alternativo di coltivazione delle piante. Non c'è bisogno della terra, le piante sono in acqua, come le tue talee.
    Serve un vaso di vetro, o plastica ed un sostegno, per tenere la pianta eretta ed un po' sollevata dal pelo libero dell'acqua, in modo che prenda ossigeno. Il sostegno può anche essere fatto con quelle biglie colorate di vetro, oppure un cestino che lasci passare le radici, il limite sta solo nella fantasia. Si cambia l'acqua 1 volta al mese e si aggiunge una pasticca di concime specifico. Tutto qui, niente annaffiature, al limite dei rabbocchi quando il livello dell'acqua scende troppo.
    Sembra facile, ma te l'ho detto: io non ho mai provato. Il passo difficile è sempre far passare le piante dalla terra all'acqua perchè si rischia di far marcire le radici da terra prima che siano spuntate quelle da acqua, ma tu questo problema non ce l'hai...
     
  8. Cri__

    Cri__ Guest

    E' interessante, (caspita resisterebbero anche con mio marito). Sai quanti problemi risolverei sulle quantità di acqua da dare alle piante.... che non ci becco mai!!!!!!
     
  9. Tp

    Tp Guest

    Nel post precedente l'ho chiamata "coltura idroponica", ma mi sono sbagliata: quella che ti ho descritto è l'"idrocoltura". La differenza è sostanziale.
    L' idrocoltura avviene in acqua stagnante, cioè ferma nel vaso, ed è adatta alla maggior parte delle piante d'appartamento, che riescono a vivere anche meglio che con la terra. Anche la manutenzione è più semplice ed adatta a chiunque.
    La coltura idroponica invece è una tecnica professionale per ottenere il massimo sviluppo possibile delle piante. L'acqua è in circolo tramite una pompa, ci sono tanti parametri da controllare riguardo alle concentrazioni di O2, CO2, PH, alla temperatura e luminosità dell'ambiente. Assolutamente sconsigliata a chi non ha molta pratica, e credo anche eccessiva per delle semplici piante di casa.
    Scusa per la confusione... [​IMG]
     
  10. masso

    masso Guest

    Giusto in tema di ficus...In ufficio avevo un benjamin di circa una decina di anni. Dato che era tutto spelacchiato avendo perso durante l'anno una marea di foglie, all'inizio della primavera, l'ho messo sul balconcino per fargli prendere un po' di aria e sole. Fra un impegno e l'altro, é successo che é stato dimenticato (con orrore da tutto il forum..suppongo). L'ho rivisto due giorni fa....completamente secco! Alla fine, taglia e taglia, quello che é rimasto ancora di verdino, sono solo 3 monconi alti 10 cm. e una marea di radici. Dite che c'é possibilità di rianimarlo?
    Come faccio a capire se é morto del tutto?
    Dato che l'ho portato a casa, dite che potrei tentare di metterlo in terra? o é meglio lasciarlo nel suo vaso? Mah.
     
  11. Tp

    Tp Guest

    Ma da te d'inverno non gela? Se lo metti in terra poi muore sicuro...
    Comunque le potature non fanno bene ai ficus. Guarda il post in "piante d'appartamento".
     
  12. Cri__

    Cri__ Guest

    Allora non fa per me la coltura idroponica.... meglio l'idrocultura... già ho un bel da fare con l'acquario...!!!!
    Ora ho appena finito di mettere giù le talee di ficus in un vasettino, ho provato anche col geranio.
    Tenere umido e non al sole giusto?
    Vi farò sapere se funziona stavolta.
    almeno una talea sono riuscita a salvarla però sai? quella del rosmarino!!!!! (si comincia dalle più semplici!) Un bacione
    Cristina
     
  13. masso

    masso Guest

    Lo so che d'inverno da noi gela. Era solo un tentativo disperato per tentare di rianimarlo e comunque una situazione provvisoria . Quanto alla potatura, è stato come rompere degli stuzzicadenti. Non credo se ne sia accorto.
    E se mettessi le radici nell'acqua?
    Potrei ripercorrere quello che sta facendo Cri?
     
  14. miramira

    miramira Guest

    Ho visto rinascere completamente tre dei miei ficus che avevo drasticamente potato dopo la caduta di tutte le foglie. Non li ho interrati, li ho portati in giardino all'ombra e dopo diversi mesi sono comparsi i primi germogli nuovi. Anche a mia zia è andata bene tenendo la pianta alla luce accanto ad una porta-finestra. Diventano molto più belle delle piante forzate in serra, specie se hanno la parte legnosa invecchiata e contorta. Ti consiglio di non gettare la pianta neppure se sembra morta.
    Ciao.
     
  15. giuditta.2001

    giuditta.2001 Giardinauta

    Registrato:
    27 Marzo 2003
    Messaggi:
    950
    Località:
    Pedara m620slm, catania
    Il ficus sta benissimo all'aperto per tutta l'estate in un posto all'ombra . In inverno lo dovrai riportare in casa. La pianta ha sofferto la sete e , forse, il sole quindi l'apparato radicale dovrebbe essere sano. Pota tutto il secco e prenditi cura di lei in modo normale. Vedrai che si riprende :D
     
  16. masso

    masso Guest

    Grazie per i suggerimenti.
    Spero che funzioni anche se qui da me il clima non é certo paragonabile a quello che avete voi in sicilia e in calabria. Comunque sarebbe una bella rivincita per lui potersi riprendere, anche perché quando era vivo e vegeto, era meraviglioso!
    ciao
     
  17. Silvia

    Silvia Maestro Giardinauta

    Registrato:
    16 Marzo 2001
    Messaggi:
    2.554
    Località:
    Reggio Emilia
    Località:
    Reggio Emilia
    Se può servire, ti incoraggio anch'io: ho salvato un ficus proveniente dall'ufficio di mio fratello facendo all'incirca quello che hai fatto tu. Non esagerare con l'acqua. Per chiarire, il clima della collina reggiana non credo che sia più favorevole di quello che c'è dalle tue parti. Auguri!
     

Condividi questa Pagina