• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

sogni ricorrenti

tartina

Florello
grazie ad una delle bellissime frasi della buonanotte che posta @monikk64, mi è venuto in mente di aprire questo 3d per sapere se, e sicuramente sarà così, avete dei sogni ricorrenti, a cui magari non riuscite a dare una spiegazione...

io ne ho diversi, ma riesco a spesso, con un pochino di autoanalisi, a capire da cosa derivano...

ne ho uno invece, che faccio da sempre, o almeno da quando ho la patente :D, a cui non riesco proprio a dare un significato, e in questi ultimi giorni si è ripresentato con prepotenza... sogno che non trovo più la mia auto dove l'ho parcheggiata, la cerco, la cerco ma non la trovo, finchè non arrivo alla conclusione che me l'hanno rubata... e il sogno è talmente reale, che a volte nel sogno stesso mi dico "ho sognato tante volte che mi rubavano l'auto, e ora succede veramente, ma perchè stavolta non è un sogno!!!!", e poi mi sveglio ed ovviamente era un sogno...
 

Puntina

Giardinauta Senior
Personalmente al risveglio ricordo gran parte dei sogni che ho fatto e periodicamente le tematiche possono essere simili ma non si manifestano con lo stesso copione.
Forse l'unico sogno che si ripresenta ogni tot è il perdere i denti (ho il terrore della cosa)...so che si dice "perdita di denti morte di parenti" ma vi assicuro che se avessi perso un parente ogni volta che ho sognato di perdere i denti a quest'ora sarei orfana di tutti
 

tartina

Florello
Forse l'unico sogno che si ripresenta ogni tot è il perdere i denti (ho il terrore della cosa)...so che si dice "perdita di denti morte di parenti" ma vi assicuro che se avessi perso un parente ogni volta che ho sognato di perdere i denti a quest'ora sarei orfana di tutti
infatti ci sarà una ragione psicologica sicuramente... non credo assolutamente che sognare qualcosa possa portare sfortuna o essere in qualche modo premonitore...
 

Puntina

Giardinauta Senior
Ti dirò che con gli elementi che mi ritrovo tra la parentela se il mito funzionasse e potessi indirizzare la "maledizione" non ci penserei su due volte!
(Non prendetemi male, non sono una persona cattiva, ma la gente ha la capacità di portarti all'esasperazione).
 

Waves

Master Florello
A me invece capita con le scale: sogno di essere su una scala e poi di cominciare a correre senza controllo decisamente troppo veloce e di non riuscire a fermarmi!
Non cado, semplicemente non riesco a fermare i piedi :notworthy::notworthy::LOL::LOL::LOL: premetto che non sono mai caduta dalle scale nè mi è mai capitato di correrci così veloce...correrci si ma svariati km/h no :rolleyes::ROFLMAO::ROFLMAO::ROFLMAO:
Altro incubo ricorrente è a tema galline-predatori, ma la matrice psicologica è chiarissima :ROFLMAO::ROFLMAO::ROFLMAO:
 

Datura rosa

Guru Master Florello
Tempo fa in una discussione analoga ho già inserito il mio sogno ricorrente (che è forse un po’LUCIDO – visto che finisce come avrei voluto in effetti?); lo propongo di nuovo perché mi incuriosisce :confused:e, finora,nessuno ha potuto aiutarmi a spiegarlo. Chissà se tra le tante persone nuove entrate a far parte della famiglia del Forum da allora, qualcuno non possa aiutarmi a interpretarlo.

Chiedo scusa per la ripetizioni a coloro che già dovessero averlo letto.:love_4:

Per anni, due o tre volte l’anno ho sognato che mi trovavo su una spiaggia. I colori erano vividissimi: la sabbia bianca, il cielo azzurro ed il mare di una tonalità appena più verde del cielo. Io avevo la sensazione di essere non una persona sulla spiaggia ma…come un obiettivo di una macchina fotografica. Ero presente ma defilata. Improvvisamente all’orizzonte compariva un piccolo aereo grigio che brillava al sole. Arrivato davanti a me si incendiava. Ricordo perfettamente le fiamme rosse e gialle che se ne sprigionavano. In tutto questo io non provavo alcuna sensazione: né paura, né preoccupazione…niente, ero presente e basta.
Nel tempo ho provato a cercare di individuare cosa potesse colpirmi da sveglia al punto da causarmi quel sogno: un effettivo incidente aereo verificatosi, la necessità da parte mia o di qualche amico di effettuare un volo, la fine di un rapporto di amicizia o amore, crisi in famiglia. Dovevano, comunque, essere, temporalmente collegabili al sogno. Non ho trovato mai nulla che potessi collegare.
Dopo circa 7/8 anni abbiamo fatto con degli amici un viaggio in auto da Parigi lungo tutto il corso della Loira. Durante questo viaggio uno degli amici (peraltro conosciuto due o tre anni dopo l’inizio del mio sogno) si è sentito poco bene.
L’estate successiva ho sognato che questo gruppo di amici veniva a casa mia e, mentre preparavo la cena, chiedevo all’amico che si era sentito male durante il viaggio, di mettere sul terrazzo il vaso con i fiori che mi aveva portato in dono affinché non risentissero del caldo che faceva in cucina. Stranamente la serranda che dava sul terrazzo era abbassata e lui era costretto a chinarsi per passare dal poco spazio disponibile.E rimaneva sdraiato sul pavimento: mezzo dentro e mezzo fuori. Preoccupata mi chinavo anche io chiedendogli cosa avesse. E lui mi chiedeva di guardare verso la piazza sottostante la mia terrazza; io guardavo e, in quel momento, un piccolo aereo si schiantava sull’asfalto. Sempre senza provare paura io pensavo fra me e me: ecco, adesso è successo veramente ed io non farò più il mio sogno.
E da allora non l’ho effettivamente più sognato.

Aggiungo che è difficilissimo che io al mattino ricordi quel che ho sognato la notte precedente.

Come si dice repetita iuvant (e spero non "stufant" :LOL:) e chi sa se ad oggi qualcuno non possa aiutarmi a interpretarlo.
 

tartina

Florello
è un sogno che faccio spesso anch'io quello dell'aereo che si schianta vicino a me, ma non mi provoca mai nessun danno, e nemmeno particolare paura...

nemmeno io mai capito da cosa possa essere provocato... ora è un pò che non mi capita più...
 

veciamarta

Giardinauta Senior
Ma che bel post!
Chissà che cosa significa l'aereo che esplode e precipita...
Ricordo a malapena i sogni che faccio, però quando li ricordo, li ricordo bene. C'è stato un periodo di particolare stress, sotto esame a scuola, che feci una serie di sogni dove in qualche modo mi trovavo a scappare da qualcuno che mi inseguiva. Una prima volta sognai che ero un'ebrea che stava scappando da un gruppo di soldati nazisti. Ben chiara la sensazione d'angoscia che provavo, mentre cercavo di seminarli inerpicandomi per un sentiero di montagna. Un'altra volta -sempre in piena guerra mondiale- ero una partigiana inseguita dai fascisti. Erano sogni molto, molto angoscianti. Fortuna che poi non li ho più fatti.
Ogni tanto sogno la mia vecchia casa, di trovarmici dentro ma sempre con quella sensazione di essere fuori posto.
 

veciamarta

Giardinauta Senior
Come si dice repetita iuvant (e spero non "stufant" :LOL:) e chi sa se ad oggi qualcuno non possa aiutarmi a interpretarlo.
Ciao Datura
ci ho un po' pensato e -la butto la- credo che forse la risposta stia nella tua stessa descrizione! L'aereo nell'immaginario collettivo rappresenta il viaggio, il fatto che tu l'abbia sognato in fiamme forse indica la voglia di evadere (il mare, in una bella spiaggia dai colori vivaci, che purtroppo non sei li), di viaggiare e l'impossibilità di farlo (aereo in fiamme che precipita). Qualche tempo dopo, hai fatto quel viaggio a Loira con i tuoi amici. Dopo di questo, hai sognato quel tuo amico del viaggio ( ti ringrazia con un fiore), che ti indica l'aereo che precipita. Inutilmente, perchè tanto quel viaggio che desideravi fare lo hai fatto (ecco, adesso è successo veramente ed io non farò più il mio sogno), per cui non ha più senso che precipiti.
 
Ultima modifica:

Delonix

Florello
Ciao a tutti, convengo con @veciamarta , è una gran bella discussione!

Confesso che credo di essere tra le persone che meno ricordano i sogni al mattino dopo. Sì e no ne ricorderò neanche 3 all'anno (forse perchè non mi interessa niente???).
Però, devo dire che un paio di ricorrenti ne faccio anche io.

Il primo, che però non si ripresenta da moltissimi anni, era ambientato nella mia casa precedente, in salotto: c'era una parete di vetro molto grande, da qui ad un tratto si vedeva all'orizzonte una enorme onda marina (uno tsunami) che si avvicinava ad era talmente alta da arrivare fin su al sesto piano, dove abitavo. Sinceramente però non ricordo come andasse a finire...

Il secondo, più che un sogno che si svolge sempre allo stesso modo, ha di ricorrente ciò che mi capita. In pratica io so volare: come fosse la cosa più normale del mondo ad un certo punto inizio a levitare e mi muovo ad una velocità superiore rispetto a chi rimane giù. A volte "pattino nell'aria" come se avessi le rotelle, altre invece non muovo le gambe, salgo e vengo quasi trascinato da un vento o da un filo invisibile. Altre volte il soffitto mi impedisce di salire indefinitamente, come un palloncino. Mi dà una sensazione piacevole non sentire la costrizione del suolo, non avere apparentemente peso, lo spostarsi con velocità e leggerezza...
C'è un po' di stupore nel mio volo, non perchè sia una cosa eccezionale, tutt'altro (!) ma tale stupore sta nel constatare che gli altri inspiegabilmente non ci riescano!

Ho dato una spiegazione ad una passione del mondo reale grazie a questo sogno: io credo di amare molto il nuoto perchè in fondo nuotando mi succede proprio come nel sogno: sono sollevato, mi muovo, ma "non ho i piedi per terra"!!!
 

Olmo60

Guru Master Florello
Delo! siamo in due! volare è al secondo posto come sogno ricorrente...che spettacolo! adoro sto sogno, mi fa stare d'un bene indescrivibile...la particolarità del mio è che ogni volta volo con un mezzo diverso: una volta ho sognato che mi sollevavo da dietro come con una folata di vento e poi galleggiavo sopra le cose....un'altra, con le braccia distese come un aereo, andavo in circolo come fanno i pipistrelli a una velocità supersonica...una terza, avevo una specie di zainetto che gonfiandosi faceva da aerostato e viaggiavo in orizzontale...ma il più bello e più frequente è il "volo spiccando un salto": nel sogno penso "ora mi sollevo" e con una rincorsa tocco il soffitto della casa, mi posiziono come un uccello sui fili della corrente ecc...ogni volta, prima di spiccare il salto, provo l' ansia di non farcela ma poi divento leggera e vai...spettacolo! :tupitupi:
ma al primo posto ci sono i discorsi, le parole. io ascolto: sogni pieni di conferenze, discussioni, liti, drammi verbali, battibecchi, a volte invece parlo una lingua inventata che nel sogno è perfettamente coerente, ma quando mi sveglio mi chiedo come caxxarola mi è venuta... Credo che i sogni non abbiano nessun significato recondito, che non svelino niente, e letture recenti me lo confermerebbero...ma chissà...nella testa non ci capisce niente nessuno....;):ciao:
 
Ultima modifica:

monikk64

Guru Master Florello
Quello di volare è anche per me un sogno ricorrente del passato...
Ma non era un volare vero e proprio... era un galleggiare nell'aria, come se nuotassi...
E ricordo che se mi veniva paura "atterravo" e non galleggiavo più e mi dispiaceva tanto... Allora cercavo di rilassarmi e qualche volta mi riusciva di levitare ancora un po', in altri sogni l'incanto era rotto e addio....
Ma era una sensazione bellissima.... :love:
 

monikk64

Guru Master Florello
Altro sogno molto ricorrente era quello di cadere o di dovermi buttare da un punto molto alto (finestra di un condominio, dirupo, altissimo muro), mentre cadevo pensavo "adesso muoio, beh, pazienza" e a poca distanza dal terreno la caduta rallentava fino a permettermi di atterrare dolcemente in piedi....
Se non è un simbolo di ottimismo questo...... :):V:V:)
 

veciamarta

Giardinauta Senior
I sogni di volo penso siano un classico! Non posso definirlo ricorrente, ma una volta ho sognato che ero un palloncino, e una mia amica (persona con i piedi per terra) mi tratteneva con uno spago perchè non volassi via. E a quanto pare non sono stata l'unica a fare un sogno così, in "8 e mezzo" di Fellini, c'è lui che sogna qualcosa di simile :LOL:! Mi sono sentita in buona compagnia.

Mi è tornato in mente un vecchissimo sogno, che feci quando avevo 4 - 5 anni. Lo sognai diverse volte, finchè come accadde a Datura, si concluse con una sorta di "consapevolezza", e non lo feci più. Era un incubo, in tutti i sensi. Mi ritrovavo sempre a camminare sola in una zona condominiale abbandonata, in penombra rossastra e inquietante, e nonostante volessi tornare indietro il sogno mi trascinava dentro l'appartamento di uno di questi condomini. Dentro c'era sempre la stessa signora che cuciva bambole. Premetto che avevo il terrore sia delle macchine da cucire che delle bambole. Le bambole poi, per me erano tutte possedute tipo "Chucky". Anche se questi sogni risalgono a prima della serie cinematografica. Se lo sapevo potevo vendere la mia idea (o i miei incubi :LOL:!)
 

monikk64

Guru Master Florello
il post di @veciamarta mi fa venire in mente che in tutti i miei incubi ricorrenti o meno, compare sempre la stessa casa che nella realtà non esiste...
o potrebbe essere una casa in cui potrei essere stata da piccolissima e non ricordarla consciamente, chissà.....
succede a qualcun altro, oltre a me?
 

tartina

Florello
a me no, non è mai successo...

è interessante scoprire come, per ora, non condivida nessuno dei vostri sogni tranne quello dell'aereo che cade...

condivido in parte quello di volare, ma solo come sensazione però, io sogno di nuotare, e mi dà un grande senso di serenità e di piacere, galleggio facilmente e nuoto senza nessuna fatica... forse sarà solo perchè non so nuotare, e mi piacerebbe tanto... però in realtà so galleggiare, il morto lo faccio benissimo....

però questo è un sogno che non faccio più da tempo, o almeno non lo ricordo, ricordo sempre sogni molto più... stressanti... cioè dove non riesco a fare o raggiungere qualcosa, o non ne ho il tempo, o mi dimentico... ma di questi non ho bisogno di cercare spiegazioni particolari, parlano da se... è sempre la perdita dell'auto che mi lascia perplessa, e mi perseguita...
 

Picantina

Fiorin Florello
Io, boh? Non mi dicono mai niente, non so mai niente. Cosa fanno i miei pensieri durante la notte? Si alleano tessendo trame di sogni inimmaginabili o ne hanno le scatole così piene che dormono tranquillamente? Del resto perché sbattersi per colossal che non ricorderò di aver visto? :confused::LOL::LOL::LOL:
 

Waves

Master Florello
Io me ne ricordo pochissimi, e quei pochi di solito sono incubi :LOL::LOL::LOL::LOL:
una volta ho sognato che trovavo sotto la quercia dei bambini, che poi si trasformavano in delle sorta di animaletti inesistenti mezzi criceti e mezzi cinghialini :ROFLMAO:
però erano carini lo stesso..uno dei pochi sogni carini che ricordo :D:D:D a parte quelli dove trovo gattini bellissimi...
giuro che non mi sto inventando niente! cosa combina il mio cervello di notte...:D
 
Alto