• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Quattro anni di T.E.

giko

Aspirante Giardinauta
Buongiorno a tutti, innanzitutto volevo ringraziare tutti i partecipanti a questo meraviglioso forum per gli appassionati del prato
Dopo quattro anni dalla posa del mio prato di festuca e poa 2000 mq volevo condividere la mia esperienza fatta di errori spesso dettati dalla fretta di avere un prato come il vostro.
Partiamo dall'inizio.
Anno 2015
Termine lavori nuova casa con giardino maggio,posa tappeto 3 giugno le continue irrigazioni nei primi 30 giorni hanno visto proliferare tutti tipi di funghi estivi non usando fungicidi perché non conoscevo i funghi ,carenze idriche dovute ad uno scarso apparato radicale,concimazione abbondante fatta alla posa e per ultimo attacco massiccio di nottue che anno divorato quello che era rimasto.
Dopo un'estate passata con un t.e. In pessime condizioni mi sono deciso ad iscrivermi al forum e ho letto e riletto tutto quello che avete postato cercando di adattare le soluzioni.
Settembre 2015, quello che sembrava una distesa di terra dopo una concimazione starter a pronto effetto nel giro di 20 giorni a ripreso colore è consideratolo stato a fine agosto mi sembrava un bel prato certo con molti buchi zone rade qualche infestante ma era verde e questo mi è bastato,dopo aver finito le risorse economiche non potevo permettermi di rizzollare tutto , poi per la semina manco a parlarne non avevo esperienza e nemmeno il tempo.
Primavera 1 marzo
Preso dalla voglia di migliorare lo stato del T.e. Acquisto costosi concimi ,cartellino, bio stimolati,scarpe chiodate, umettanti del terreno ecc. faccio tutto e di più. A maggio risemino le zone rade e irrigo 3volte al giorno per un mese.Fine maggio prato bellissimo verde compatto ma appeno inizia il caldo (io vivo in Calabria) iniziano i problemi , se non irrigavo per un giorno carenza idrica , certo con le frequenti e poco abbondanti irrigazioni di maggio apparato radicale sviluppatosi in superficie, ma ormai era troppo tardi continuo ad irrigare tutti i giorni e i funghi fanno festa, non uso fungicidi(mia moglie e Vegana e ambientalista), a luglio arrivano le nottue ,insetticida manco a parlarne.Risultato estate di lacrime.
Settembre 2016
Finalmente decido di rispettare tutto quello che avevo imparato leggendo sul forum.
Arieggiatura energica , taglio basso, concimazione azotata ,risemina , il prato parte alla grande dopo un mese inizo ad irrigare con 15 mm al bisogno, riconcimata con potassico a novembre , concimo con organominerale a dicembre, passo insetticida granulare a settembre e ottobre ( approfittando di qualche assenza di mia moglie).
Primavera 2017 marzo
Parto con una concimazione pronto rilascio 300 gr azoto, poi a aprile e basta, metà giugno kaligazon 30 gr . Irrigazione ogni 3 gg 15 mm anche se c'è qualche sofferenza , analisi ph 8 , decido di acidificare dopo e porto il ph a 6,5 il prato è bellissimo, scompaiono i funghetti quelli veri di funghi dannosi manco a parlarne, nottue zero insomma un' estate tutto sommato ottima.
Considerazioni finali .
Forse l'uso preventivo dei fungicidi non permette al prato di sviluppare le difese immunitarie e crea resistenze.
Il ph basso contrasta i funghi e aiuta la festuca ad assorbire meglio i nutrienti.
I concimi economici se dati in maniera corretta fanno risparmiare denaro.
Dimenticavo in estate tagliate ogni 10 gg , alzate il taglio a 6 cm , le ferite continue da taglio (rotativo) indeboliscono il prato è aiutano i funghi.
La profondità delle radici dipende dalla profondità delle irrigazioni principalmente e dal top in maniera secondaria( il mio è un top franco argilloso e per questo divido i 15 mm in tre volte con pause di 20 min.
La condivisione della mia esperienza è rivolta a chi ha un prato di grandi dimensioni e non vuole spendere un patrimonio in p.a. concimi costosi e non ha il tempo e l'attrezzatura per fare le concimazioni fogliari sicuramente il massimo per un prato
Ammiro tutti voi per i risultati ottenuti e guardi e riguardo i vostri prati, forse un giorno ne avrò uno come il vostro


Ringrazio tutti per i consigli e le risposte veloci e professionali che date a chiunque è in difficoltà, quando vedo un bel prato penso che il proprietario si è formato sul forum.
Buona estate




Vedi l'allegato 450952 Vedi l'allegato 450954




Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

giko

Aspirante Giardinauta
8691f7f26208ddd37cd9bf3ddf999d0b.jpg
6fa74b5c4165bdaf6046db57b95ebc05.jpg




Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

Grappino

Esperto Sez. Prato
Guarda, le foto non si vedono, però per ciò che hai scritto ti farei un monumento. Tutto il mio ringraziamento per ciò che hai scritto ( e sicuramente quello degli altri non appena leggeranno) e la mia stima assoluta per portare avanti 2000 mq di festuca e poa in calabria. Considerazioni finali giustissime e frutto dell'esperienza e degli inevitabili errori che ognuno di noi commette i primi tempi quando ancora non conosce il suo tappeto erboso.
Sono queste le buone novelle che ci spingono a migliorarci sempre e a condividere le nostre esperienze con gli altri.
Grazie, grazie, grazie :).

Ps: Ora le foto si vedono, grazie anche per questa bella vista!!!

@white sand @Phil @Crasmen @biscia.luppoli @Jack1978 @GrayCloud @Romolo753 @sarab
 

pyca222

Aspirante Giardinauta
Grazie per quello che hai scritto, è un vero incoraggiamento e complimentoni per il bellissimo prato!
 

giko

Aspirante Giardinauta
Kaligazon , urea con zolfo, e concime organico. Ci vuole del tempo usati nei periodi giusti. L' esperienza è nata dalla gestione della piscina ho visto che con un ph vicino a 7 le alghe, non proliferano è si può usare meno cloro.Il problema del ph del terreno aumenta in estate per le irrigazioni fatte con acqua troppo calcarea,quindi partire a giugno con un terreno con ph 5,5 sarebbe l'ideale.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

giko

Aspirante Giardinauta
Dimenticavo l'uso di diserbanti ,antigerminello comunque in misura minore indebolisce il prato.Le infestanti di solito sono a periodi continuate a tagliare irrigare abbondantemente è poco frequentemente e vedrete che scompariranno.Non sfeltrate in primavera, il feltro in estate aiuta a combattere l'evaporazione dell'acqua e se qualche infestante nascerà avrà vita breve perché le radici si svilupperanno sul feltro e ai primi caldi moriranno(poa annua). Se il prato continua a crescere troppo a fine giugno vuol dire che avete concimato troppo, se volete un colore più verde da maggio usate meso e microelementi hanno lo stesso effetto dell'azoto ma non fa crescere la foglia,meno tagli meno acqua.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

Bolo

Giardinauta
Complimenti anche da parte mia per quanto hai ottenuto.
Il tuo esempio serve a far capire anche a noi meno esperti quanto sia importante seguire attentamente i consigli di chi ne sa e soprattutto migliorarsi e appassionarsi ogni giorno di più
Grazie.
 

ztm

Apprendista Florello
@giko complimenti, una qualità del genere per quella dimensione è veramente eccellente, soprattutto dopo le fatiche dei primi anni, che avrebbero abbattuto molti. Mi dici qualcosa di più sulla concimazione organica di dicembre? Sto cercando informazioni da un po' di tempo ma non mi è chiaro a cosa serva, che prodotti usare, etc. Grazie
 

Jack1978

Apprendista Florello
Gran bel risultato complimenti....... gestire 2000 mq di micro dalle tue parti è sicuramente difficile in 4 anni sei riuscito a migliorarti sempre , nel tuo racconto si legge che oltre la passione e la curiosità hai applicato la giusta dedizione per arrivare a migliorare le cose e queste foto rispecchiano il risultato di oggi...... mi raccomando non abbassare mai la guardia @giko continua così.
 

giko

Aspirante Giardinauta
@ztm qualsiasi concime con alta percentuale di azoto organico cerca i concimi contenenti Agrogel oppure dello stallatico pellettatto puzza un po' ma a dicembre non è un problema.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

danibike82

Aspirante Giardinauta
Complimenti @giko
Un gran bel lavoro: a conferma che far le cose per bene paga!!!
Hai parlato di una cosa secondo me fondamentale: osservare il proprio prato e agire di conseguenza!! Poi magari si sbaglia ma si impara molto anche da quello.
Molto spesso si pensa di trovare o di ricevere la ricetta perfetta per un immediato successo...
Complimenti davvero!!!!
 

herrdoctor

Giardinauta Senior
Ma oltre il prodotto da te indicato per acidificare il terreno, ci sn versioni a quantitativi minori?
Ho visto che sono parecchi kg di prodotto ...
 

ztm

Apprendista Florello
@ztm qualsiasi concime con alta percentuale di azoto organico cerca i concimi contenenti Agrogel oppure dello stallatico pellettatto puzza un po' ma a dicembre non è un problema.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Mi sfugge però perché dovrei dare dell'azoto a dicembre e anche perché dovrei dare quello organico invece del solito NPK. Ho letto che serve a prevenire gli ingiallimenti invernali, però non capisco perché.

Ho trovato questo:
https://www.perfarelalbero.it/ferti...concime-biologico-organico-azotato-25-kg.html

Consiglia di darne 80-120g, che con il 10% di azoto sono un'enormità, quasi la quantità totale che prevedo di dare in un anno intero...
 

giko

Aspirante Giardinauta
Può andare bene ma costicchia, dipende da quanto ne serve.comunque se hai fatto la concimazione potassica a novembre non serve un ternario.Altrimenti cerca con titolo 5 5 5. L'azoto a dicembre viene mineralizzato lentamente e si troverà pronto per la primavera


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 
Alto