1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Prove di talea, consigli?

Discussione in 'Piante grasse' iniziata da Diego_85, 7 Giugno 2018.

  1. Diego_85

    Diego_85 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    24 Maggio 2018
    Messaggi:
    8
    Località:
    Santa Maria di Sala
    Salve a tutti, sto provando a fare delle talee, mi date dei consigli?

    Nelle foto allegate vedete tre foglioline ed un fusto; ho lasciato tutto ad asciugare per una settimana lontano dalla luce diretta del sole.
    IMG_20180606_191644.jpg IMG_20180606_191654.jpg Il fusto può già essere interrato?
    le foglioline invece?
    solo appoggiate o le infilo nel terreno?

    Ho provato a fare altre talee di foglie, le ho lasciate sciate asciugare un paio di settimane, le ho interrate per 1-2 cm e nel giro di due giorni si sono seccate tutte!!!
    Ho speranze o sono andate?


    grazie a tutti :)
     
  2. reginaldo

    reginaldo Florello Senior

    Registrato:
    9 Gennaio 2001
    Messaggi:
    7.835
    Località:
    Bologna
    Puoi appoggiare il tutto o su pomice o su terriccio molto poroso (la presenza di materiale drenante è basilare), per la talea di Sedum palmeri come la metti va sempre bene , radica facilmente; per le foglie, dipende quale sono le foglie, basta leggermente infilarle nella miscela. Occorre vigilare costantemente e se necessario nebulizzare qualora ci siano segni di avvizzimento. Occorre prima come hai detto per la tale di fusto che il taglio si asciughi, che essendo il diametro non grosso, bastano pochi giorni di ombra assoluta, per le foglie non è strettamente necessario purché la miscela usata per far radicare sia non troppo umida (meglio se asciutta). Il tutto va tenuto rigorosamente all'ombra fin tanto che la pianta da segnali di ripresa. Come ho detto occorre tenere sotto controllo evitando avvizzimenti inutili.
     
    A Stefano Sangiorgio piace questo elemento.
  3. calma

    calma Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    20 Agosto 2014
    Messaggi:
    358
    Località:
    milano
    Sicuramente i consigli di Reginaldo sono giusti ma ti assicuro che per il sedum palmeri puoi fare come ti pare.
    Io ho fatto decine di talee in varie stagioni, in qualunque tipo di terreno, senza mai far asciugare il taglio e spesso lasciando anche al sole le talee appena piantate e si sono moltiplicate a meraviglia!!!
     
  4. djinn95

    djinn95 Guest

    Ciao!
    Io ci ho fatto un pratino sotto l'acero: ho interrato i fusti in argilla e adesso ho un bel pratino di sedum verde :)
    È una pianta infestante praticamente, come la interri lei produce
     

Condividi questa Pagina