piante illegali

Discussione in 'Legalmente parlando' iniziata da dragone, 23 Aprile 2011.

  1. dragone

    dragone Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    2 Novembre 2010
    Messaggi:
    206
    Località:
    appennino tosco-emiliano
    Esiste un elenco delle piante che non si possono coltivare perche' illegali,velenose o altri motivi?
     
  2. scardan2

    scardan2 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    27 Dicembre 2010
    Messaggi:
    2.324
    Località:
    friuli
    Non so, ma direi tutte le piante dalle quali si possono facilmente ricavare stupefacenti.
    Penso che se una coltiva un campetto a marjuana e funghi allucinogeni, ad esempio, qualche annetto in prigione lo rischia.
    Non credo ci siano altre limitazioni.
     
  3. Green95

    Green95 Fiorin Florello

    Registrato:
    11 Settembre 2010
    Messaggi:
    22.210
    Località:
    Caserta
    Marjuana,papavero da oppio...come ha detto scardan :)
     
  4. elebar

    elebar Wonder Moderatrice Suprema Membro dello Staff

    Registrato:
    9 Febbraio 2002
    Messaggi:
    19.336
    Località:
    Burchio (Figline e Incisa V.no - FI)
    Ciao, la questione è molto complessa; più che "coltivare", ci sono leggi anche molto severe che regolano il modo di acquisto di alcune piante (fatte salve quelle espressamente vietate perchè ci si ricava droga) per il fatto che in natura stanno scomparendo, quindi è vietato prelevare in habitat, vendere e comprare queste piante, a meno che non siano accompagnate da un certificato che stabilisce come il venditore le ha avute (es. da seme).

    Animali e piante sono stati inseriti in un elenco, suddiviso a seconda del grado di "pericolosità di estinzione" e molti stati hanno sottoscritto questa "Convenzione" (acronimo CITES); QUI trovi l'elenco delle piante più a rischio.

    Per quanto riguarda le piante "vietate", ti rimando alla lettura di QUESTA vecchia discussione.
     
  5. pretorian

    pretorian Guru Giardinauta

    Registrato:
    16 Maggio 2010
    Messaggi:
    3.216
    Località:
    roma
    ad integrazione di quanto detto da elebar che piu' che giustamente cita il cites, vi sono piante (elencate in cites) di cui ne e' proibita la detenzione (come anche animali!, CITES contempla entrambi) perche' in ESTINZIONE O A RISCHIO DI .................... quello che vuoi .........

    a differenza, invece vorrei sottolineare che:

    le piante in estinzione o a rischio o elencate "critiche" in CITES ne e' proibita la coltivazione e la detenzione a prescindere per quanto ne so!. La riproduzione da seme non giustifica. Cites contempla anche limiti di quantitativi d'importazione e blocchi d'import a tempo etc.

    E' abbastanza complicato come dice Elena! La Phalaenopsis Pariscii a periodi ne e' impedito l'inport (se non hanno modificato) per protezione della specie (come esempio).

    In ogni caso, gli uffici CITES ed il Corpo Forestale ed il MINISTERO e' piu' che ben lieto "d'istruire" ...

    sono contattabili in loco o per telefono ed email. Per email sono un po' lentini.

    Riferimento online: www.cites.org
     
    Ultima modifica: 23 Aprile 2011
  6. Diletta

    Diletta Maestro Giardinauta

    Registrato:
    14 Febbraio 2011
    Messaggi:
    2.639
    Località:
    L'Aquila: 11 mesi freddi e uno fresco
    mia nonna coltivava papaveri da oppio perchè "erano bellissimi e alle galline piacevano tantissimo!"
     
  7. Diletta

    Diletta Maestro Giardinauta

    Registrato:
    14 Febbraio 2011
    Messaggi:
    2.639
    Località:
    L'Aquila: 11 mesi freddi e uno fresco
    scherzi a parte, secondo me anche in questo settore ci sono moltissimi "vuoti" legislativi...esempio: la datura è fortemente allucinogena, addirittura ha diversi livelli di velenosità su fusto fiori e radici eppure che io sappia non ne è vietata nè la coltivazione nè la vendita dei semi...
     
  8. pretorian

    pretorian Guru Giardinauta

    Registrato:
    16 Maggio 2010
    Messaggi:
    3.216
    Località:
    roma
    ecco, appunto lo stavo per dire ! molti funghi hanno effetti allucinogeni! anche nostrani! le tossine di lucertole tropicali e piu' semplicemente i rospi!.

    ........... spero che cio' che mosse all'origine la domanda non fosse teso a cio' ...
     
  9. dragone

    dragone Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    2 Novembre 2010
    Messaggi:
    206
    Località:
    appennino tosco-emiliano
    Grazie a tutti,grazie elebar per i link.
    Chiariamo subito che la domanda non faceva esplicito riferimento a stupefacenti, funghi allucinogeni e simili,anche se parlando di piante illegali si pensa subito a quelle.Certo che piante come il papavero da oppio e la marijuana sono nella lista nera ma puo' capitare di avere in giardino fiori , piante e cactus e non conoscerne la pericolosita' (intesa come legalita' e tossicita' per uomini e animali).
    Altra cosa,da poco ho sentito di una direttiva europea per mettere al bando le erbe officinali...cito:le erbe che utilizziamo per tisane e decotti potrebbero diventare illegali"link
    Ma non solo,faccio innesti e un ottimo portainnesto e' il biancospino (catraegus rosacee---correggettemi se sbaglio),il vicino e mio suocero mi hanno detto che FORSE e' proibito,che FORSE e' proibito anche seminarlo...tutto a causa della malattia colpo di fuoco batterico che colpi' le rosacee nel '97. La cosa che mi ha fatto preoccupare e' che non ho trovato piante di biancospino neanche nei vivai vicini a me.Da qui nasceva la mia domanda,esistera' una lista di piante illegali?
    Scusate se non sono stato chiaro fin da subito e la domanda sembrava troppo generica.
     
  10. patrizia

    patrizia Maestro Giardinauta

    Registrato:
    25 Ottobre 2009
    Messaggi:
    2.140
    Località:
    collina, Piemonte
    E' vero, in Emilia Romagna la malattia creò gravi danni alle colture, quindi fu proibito anche il biancospino perché poteva veicolare agenti patogeni verso le piante da frutto.
    Ma si tratta di un provvedimento regionale e non so se è ancora in vigore.
    In pratica un elenco completo, che tenga conto di tutte queste eventualità non esiste, ma ci sono vari elenchi di piante protette, proibite, nocive, sottoposte a vincoli ...
     
  11. artemide

    artemide Florello Senior

    Registrato:
    4 Novembre 2005
    Messaggi:
    7.303
    Località:
    Peschiera Borromeo -Milano-
    il biancospino sarebbe vietato? ma è una cosa recente o solo regionale allora! perchè una mia amica che da Milano si è trasferita qui nell'hinterland milanese 8 anni fa, nel suo giardino aveva fatto mettere una pianta di biancospino.
     
  12. dragone

    dragone Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    2 Novembre 2010
    Messaggi:
    206
    Località:
    appennino tosco-emiliano
    ciao artemide
    e' una cosa che non riesco a capire e forse si risolve telefonando alla forestale....ma la regione piu interessata era l'emilia-romagna,anche se ho sentito qualcosa anche sul lazio.
    Il divieto doveva scadere nel 2004,ma c'e' stata una proroga e non so' tutt'ora quale sia la norma vigente in materia;non volevo creare allarmismi,cercavo qualcuno che fosse piu' informato di me....appena chiamo in forestale,ci togliamo tutti questo dubbio.
    ri-ciao
     
  13. THEJAM1112

    THEJAM1112 Apprendista Florello

    Registrato:
    19 Gennaio 2011
    Messaggi:
    4.526
    Località:
    provincia di MODENA
    ...spero che questo link aiuti a far luce sul biancospino!!


    http://www.ermesagricoltura.it/Servizio-fitosanitario/Avversita-delle-piante/Cerca-avversita-per-nome/Colpo-di-fuoco-batterico/Normativa/Prorogato-il-divieto-di-impianto-dei-Crataegus-fino-al-31-dicembre-2013
     
    A dragone piace questo elemento.
  14. dragone

    dragone Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    2 Novembre 2010
    Messaggi:
    206
    Località:
    appennino tosco-emiliano
  15. boba74

    boba74 Esperto di alberi ed arbusti

    Registrato:
    26 Agosto 2004
    Messaggi:
    9.971
    Località:
    Ferrara
    Per il biancospino, ci spono voci che dicono che a breve toglieranno la proroga sulla coltivazione, anche perchè fa parte della flora naturale dell'Emilia ROmagna (e non solo), perciò va in controtendenza con la tutela forestale...

    Piuttosto esistono anche specie che per la loro invasività sono "vietate" nei giardini privati e pubblici, perchè ormai si sono naturalizzate e minacciano la flora spontanea (vedi Robinia, Ailanto, Acero negundo, ecc....)
     

Condividi questa Pagina