1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Manutenzione del tagliasiepi a scoppio (a carico del proprietario o utilizzatore)

Discussione in 'Macchine - Meteorologia - Tecniche' iniziata da peppone69, 20 Gennaio 2014.

  1. peppone69

    peppone69 Esperto in Macchine agroforestali e da giardino

    Registrato:
    20 Aprile 2009
    Messaggi:
    3.484
    Località:
    NORD ITALIA
    trattiamo oggi la

    MANUTENZIONE ORDINARIA DEL TAGLIASIEPI A SCOPPIO

    attrezzatura necessaria

    un set di chiavi combinate
    una chiave candela (quella in dotazione o altra assimiliabile)
    un cacciavite piccolo a taglio
    un compressore oppure una bomboletta di aria compressa
    un pennello con punta di circa 1 cm e mezzo a setola piatta rigida
    detersivo per piatti
    sgrassatore per la casa
    un bicchiere di benzina o di gasolio
    uno straccio
    un calibro o un foglio di carta millimetrata
    una lima per metalli piatta fine o grano abrasivo
    una pietra cote da affilatura
    alcool o acqua ossigenata
    olio lubrificante spray
    grasso al bisolfuro di molibdeno
    una pistola ingrassatrice

    manutenzione del gruppo motore

    pulizia del filtro dell'aria (ogni circa 10 ore di lavoro della macchina)

    vi sono attualmente sul mercato due tipi molto diffusi di filtri aria: in spugna o in carta-tessuto.
    i filtri in carta-tessuto vanno soffiati con compressore a bassa pressione o con una bomboletta di aria compressa oppure spennellati con un pennello asciutto.
    i filtri in spugna vanno invece lavati (con benzina o con detersivo per piatti) e lasciati poi asciugare o asciugati con aria soffiata fredda (non il phon per capelli).
    per chi disponesse di tagliasiepi assai vecchi con prefiltro in retina esso va pulito con benzina oppure gasolio.

    per effettuare tale operazione il filtro va rimosso dalla sua sede.
    per fare ciò si apre lo scatolo di protezione che si trova sopra il carburatore e che può avere questo aspetto sui modelli più moderni
    OMHC265XPsx.jpg
    (foto proveniente da HC 265 XP )

    si estrae il filtro e si procede alla sua pulizia.

    pulizia dell'alloggiamento del filtro dell'aria.

    anche l'alloggiamento (scatolo di protezione e vano di inserimento) del filtro dell'aria, quando puliamo il filtro, va accuratamente svuotato di polvere, terriccio e quant'altro contenga.

    per fare ciò si impiega un compressore o un pennello asciutto.
    particolare attenzione va posta nella pulizia del vano di inserimento (ossia laddove il filtro va ad otturare il canale di aspirazione del carburatore).
    per evitare che pulendo possa introdursi nel carburatore sporcizia è sempre necessario "chiudere l'aria", ossia portare l'otturatore dell'aria in posizione di avvio a freddo di modo che esso copra il canale di aspirazione
    1.jpg
    (foto proveniente da Carburatore decespugliatore Kawasaki TD40 e TD48 Collebeato - Casalinghi - Articoli per casa e giardino )

    pulizia dell'esterno del gruppo motore e della ventola di raffreddamento (ogni circa 10 ore di lavoro)

    pulire con un compressore a forte pressione o con una bomboletta di aria compressa oppure con un pennello asciutto le seguenti parti:
    alette di raffreddamento
    CH62EA2st.jpg
    (foto proveniente da Tagliasiepe professionale Kawasaki ed Hitachi )

    ventola di raffreddamento
    CH62EA2stbis.jpg
    (foto proveniente da Tagliasiepe professionale Kawasaki ed Hitachi )

    pulizia della candela (una volta all'anno)

    anche la candela va saltuariamente controllata e pulita.
    il colore della ceramica di una candela che lavora su di una macchina che carbura bene deve essere nocciola e la distanza fra gli elettrodi di circa mezzo millimetro (salvo diverse indicazioni del costruttore).
    la pulizia si effettua con uno straccio pulito e la regolazione degli elettrodi con un cacciavite piccolo a taglio (per alzare l'elettrodo ed aumentare la distanza) e con un martellino (per l'operazione inversa).

    si raccomanda delicatezza nel caso si voglia alzare o abbassare la distanza fra gli elettrodi.
    verificare con un calibro o con un foglio di carta millimetrata la distanza ottenuta.

    pulizia del filtro carburante (in caso di scarso afflusso di carburante)

    il filtro pescante alloggiato nel serbatoio in teoria, se si usano olii miscela e benzine i qualità e se il tappo del serbatoio è ben serrato, non dovrebbe mai otturarsi. tuttavia, nel caso capitasse, introdurre un fil di ferro ad uncino nel serbatoio di modo da agganciare il tubicino di gomma ed estrarre il cilindretto del filtro, smontarlo e pulirlo in ogni sua parte con benzina.
     
    Ultima modifica: 20 Gennaio 2014
  2. peppone69

    peppone69 Esperto in Macchine agroforestali e da giardino

    Registrato:
    20 Aprile 2009
    Messaggi:
    3.484
    Località:
    NORD ITALIA
    manutenzione dell'apparato di taglio (lama)

    pulizia, disinfettatura ed oliatura dell'apparato di taglio (dopo ogni utilizzo)

    dopo ogni utilizzo l'apparato di taglio (ossia le lame) dovrebbe venir accuratamente pulito con un compressore a forte pressione o una bomboletta di aria compressa oppure un pennello.
    l'apparato di taglio deve essere poi disinfettato con alcool o acqua ossigenata (per non trasferire da una pianta a un 'altra eventuali batteri o patologie).
    infine va effettuate la oliatura delle lame con olio lubrificante spray. per fare ciò avere cura di far penetrare l'olio lubrificante in ogni interstizio fra le due lame da taglio (superiore ed inferiore), quindi avviare il tagliasiepi accelerando e decelerando per due o tre volte di modo da eliminare l'olio in eccesso e aiutare la completa lubrificazione.

    serraggio dei dadi di blocco lame (dopo ogni utilizzo)

    verificare sempre il serraggio dei dadi che bloccano le lame
    CH62EA2sttris.jpg
    (foto proveniente da Tagliasiepe professionale Kawasaki ed Hitachi )

    ingrassatura del riduttore (ogni 20 ore di lavoro)

    nella parte inferiore del tagliasiepi è quasi sempre presente una scatola di riduzione contenente grasso al bisolfuro di molibdeno
    Cattura3.jpg
    (foto proveniente da ISSUU - Oleo-Mac - Nuovi tagliasiepi professionali - HC 265 XP - HC 280 XP - HCS 280 XP by Emak Spa )

    l'ingrassatura si effettua con pistola ingrassatrice su questo ugello presente nella parte anteriore o centrale del vostro tagliasiepi
    Cattura4.jpg
    (foto proveniente da ISSUU - Oleo-Mac - Nuovi tagliasiepi professionali - HC 265 XP - HC 280 XP - HCS 280 XP by Emak Spa )

    affilatura delle lame (solo per gli utilizzatori manualmente più capaci)

    le lame del tagliasiepi vanno affilate con lima piatta a grana fine o con grano abrasivo (mai con il flessibile: perderebbero la tempra).
    l'angolo di affilatura è di 45 gradi con direzione lo spigolo tagliente e l'operazione va fatta con una sola passata (solo "andata" e non "ritorno").
    per perfezionare la affilatura passare una pietra cote.
    a fine affilatura ingrassare leggermente le lame con grasso al bisolfuro di molibdeno.

    se non vi sentite in grado di effettuare questa operazione (in verità semplice) rivolgetevi al vostro negoziante

    pulizia generale

    concludo dicendo che, ovviamente, ciascuna parte del tagliasiepi deve essere annualmente pulita (va benissimo lo sgrassatore per la casa): impugnature, carcassa del gruppo motore ed ogni componente.
    un tagliasiepi pulito e correttamente mantenuto durerà più a lungo.

    nb:
    - le nozioni di manutenzione contenute in questi post valgono per qualsiasi marca, modello o tipo di tagliasiepi. tuttavia possono esistere tagliasiepi per i quali, in aggiunta alle operazioni qui descritte, siano previsti ulteriori accorgimenti. siete pertanto invitati a controllare sempre quanto riportato nel libretto di uso e manutenzione del vostro tagliasiepi poiché la manutenzione ordinaria è un obbligo del proprietario e qualora non venga effettuata questo può comportare la perdita dell'assistenza in garanzia (che dura in genere 2 anni salvo alcuni marchi che la estendono a 5).


    saluti
    peppone
     
    Ultima modifica: 20 Gennaio 2014

Condividi questa Pagina