• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Graminacee ornamentali

Opuntia

Maestro Giardinauta
Ragazzi appassionati di graminacee e sicuramente esperti nel riconoscerle vi propongo questa bellissima piantina comprata pochi giorni fa e non ancora messa a dimora.Mi è stato detto che è una graminacea e basta ,anzi mi hanno aggiunto che resta bassa. Eccola P4240554.jpg è molto morbida e fittissima
non ho idea della sua identità
Aiutatemi e vi ringrazio in anticipo
ciao :Saluto::Saluto:
 

fabiengi

Giardinauta
Carissimi...in questi giorni alla Lidl ci sono le erbacee perenni. C'era veramente una vastissima scelta, ed io non ne conoscevo praticamente nessuna! Mi sono intanto ripromessa di approfondire l'argomento ed "a gusto" ho scelto: phlox panniculata (ho preso il color bianco, rosa e violetto), l'echinacea purpurea e le aquilegie mix. Volevo chiedervi quindi qualche consiglio sull'esposizione e sulla coltivazione di quelle che ho preso (soprattutto se sono rustiche poichè vivo in collina e d'inverno nevica e gela), e se secondo voi posso metterle tutte assieme per fare una sorta di angolo di perenni (eventualmente a che distanza vanno piantati i ritzomi). Grazie
 

Giuliacc

Aspirante Giardinauta
Festuca glauca 'Elijah Blue'


Descrizione: erbacea perenne, rizomatosa
Altezza: 20 cm
Portamento: eretto
Fogliame: semipersistente, foglie filiformi piuttosto rigide, glauche
Epoca di fioritura: giugno-luglio
Fiore: piccole spighe color paglia
Esposizione: soleggiata
Terreno: permeabile ed asciutto
Resistenza alla siccità: forte
Resistenza al freddo: media
Avversità: nessuna
Note: pianta particolarmente robusta e longeva

FestucaglaucaElijahBlue.jpg

Ciao!! Molto bello e interessante questo post! Per caso hai informazioni specifiche per la festuca intense blue e per la carex everlime?? Qui non mi sembra di averle viste! Grazie mille!
 

lisyy

Esperta in identificazione delle piante
Più o meno le varietà di uno stesso genere discostano di niente tra una o l'altra.
Personalmente ho coltivato solo una varietà di Carex variegata, tenuta a mezz'ombra (ma praticamente era in ombra filtrata dagli alberi tutto il giorno a parte un paio d'ore al giorno) in terreno fresco, non concimato, ma ricco di sostanza organica, al piede di una rosa. Nel giro di 5 anni si era allargato talmente tanto nell'aiuola, da diventare infestante: prima che diventasse ingestibile è stato tolto e sostituito con altre erbacee meno esuberanti.
Il tuo (da quanto leggo su internet) è una varietà di C. oshimensis, quindi mi sento di di consigliarti di trattarlo come tale:

Carex oshimensis 'Evergold'


Descrizione: erbacea perenne
Altezza: 30 cm
Portamento: cespitoso, arcuato
Fogliame: semipersistente, foglie lineri e ricadenti di coloreverde scuro con banda centrale gialla
Epoca di fioritura: aprile-maggio
Fiore: piccole infiorescenze a spiga
Esposizione: soleggiata o parzialmente ombreggiata
Terreno: tutti i tipi di suolo, anche umidi
Resistenza alla siccità: media
Resistenza al freddo: forte
Avversità: parassiti radicali, caldo eccessivo
Note: la striatura passa dal giallo crema delle foglie giovani al giallo marcato nelle foglie adulte

Tieni conto che i Carex non amano il sole del pomeriggio, quindi andrà bene un'esposizione che possa garantire sole al mattino e ombra pomeridiana.
Il terriccio dovrà comunque sgrondare bene l'acqua in eccesso, perché soprattutto in inverno possono soffrire l'accumulo di umidità, visto che abiti al Nord.
La Festuca andrà trattata diversamente, visto che preferisce il pieno sole e teme gli inverni molto umidi, ma anche le estati caldo-umide. Dovrai curare bene il substrato di coltura che dovrà essere ghiaioso e asciutto, da giardino roccioso, come scrive anche Hélène.
 
Ultima modifica:

Giuliacc

Aspirante Giardinauta
Più o meno le varietà di uno stesso genere discostano di niente tra una o l'altra.
Personalmente ho coltivato solo una varietà di Carex variegata, tenuta a mezz'ombra (ma praticamente era in ombra filtrata dagli alberi tutto il giorno a parte un paio d'ore al giorno) in terreno fresco, non concimato, ma ricco si sostanza organica, al piede di una rosa. Nel giro di 5 anni si era allargato talmente tanto nell'aiuola, da diventare infestante: prima che diventasse ingestibile è stato tolto e sostituito con altre erbacee meno esuberanti.
Il tuo (da quanto leggo su internet) è una varietà di C. oshimensis, quindi mi sento di di consigliarti di trattarlo come tale:

Carex oshimensis 'Evergold'


Descrizione: erbacea perenne
Altezza: 30 cm
Portamento: cespitoso, arcuato
Fogliame: semipersistente, foglie lineri e ricadenti di coloreverde scuro con banda centrale gialla
Epoca di fioritura: aprile-maggio
Fiore: piccole infiorescenze a spiga
Esposizione: soleggiata o parzialmente ombreggiata
Terreno: tutti i tipi di suolo, anche umidi
Resistenza alla siccità: media
Resistenza al freddo: forte
Avversità: parassiti radicali, caldo eccessivo
Note: la striatura passa dal giallo crema delle foglie giovani al giallo marcato nelle foglie adulte

Tieni conto che i Carex non amano il sole del pomeriggio, quindi andrà bene un'esposizione che possa garantire sole al mattino e ombra pomeridiana.
Il terriccio dovrà comunque sgrondare bene l'acqua in eccesso, perché soprattutto in inverno possono soffrire l'accumulo di umidità, visto che abiti al Nord.
La Festuca andrà trattata diversamente, visto che preferisce il pieno sole e teme gli inverni molto umidi, ma anche le estati caldo-umide. Dovrai curare bene il substrato di coltura che dovrà essere ghiaioso e asciutto, da giardino roccioso, come scrive anche Hélène.
Sei stata davvero gentilissima!! Vediamo se riuscirò a salvarle, per ora erano entrambe al sole del mattino ma non le vedo molto in forma. Soprattutto la festuca temo abbia sofferto molto la posizione e il tipo di terreno che secondo me ha trattenuto troppo l'umidità. Consigli il trapianto in terriccio più adeguati?? Spero di riuscire a farla riprendere!  :unsure::whistle:
grazie ancora!
 

lisyy

Esperta in identificazione delle piante
Non credo siano le temperature primaverili a creare sofferenza alle tue graminacee (non fa abbastanza caldo, ancora), piuttosto il terriccio usato, potrebbe non essere idoneo per entrambe. Che terriccio hai usato?
 

Giuliacc

Aspirante Giardinauta
No ma infatti credo abbiano preso troppo poco sole! Ho usato terriccio universale con argilla sul fondo, ma mi sa che è tropoo pesante! leggendo qui ho visto addirittura che si parlava direttamente di rocce per la festuca:eek:
 

lisyy

Esperta in identificazione delle piante
Magari solo rocce, no! Aggiungere però almeno della sabbia di fiume al terriccio, per migliorare il drenaggio, forse aiuterebbe.
 
Alto