1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Torba

Discussione in 'Piante carnivore' iniziata da russomatteo007, 3 Gennaio 2018.

  1. russomatteo007

    russomatteo007 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Maggio 2017
    Messaggi:
    174
    Località:
    Campania
    Salve a tutti,dopo un anno che ho le mie dionee (ora due perché molte divisioni le ho cedute/vendute ad amici)sono andato a vedere la torba che utilizzo,un pacco da 250l con seguenti caratteristiche:azoto=1%,sostanze organiche 95%,pH=5/6 e rapporto C/N=50:1.Secondo voi vanno bene?Da sottolineare che io con le carnivore uso molta torba,e fino ad ora non ho avuto problemi,grazie.

    Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk
     
  2. vortice

    vortice Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    26 Aprile 2011
    Messaggi:
    413
    Località:
    LC
    l azoto è un po altino (<1) come il ph (3/3,5-4,5) sostanza organica va bene (>90) ci sarebbe poi l indice di von post che indica il valore di decomposizone della torba (valore compreso tra h2 e h4). questi i valori diciamo ottimali, l importante che sia una torba priva di ogni tipo di concime o altre sostanze che risulterebbero nocive per le pc.
     
  3. russomatteo007

    russomatteo007 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Maggio 2017
    Messaggi:
    174
    Località:
    Campania
    È priva di concime,ho postato propio perché ho notato che i valori erano un po alti,comunque so cos'è l'indice di Van Post ma vicico alla sacca non riesco a trovarlo,grazie.Ps:la torba la conservo fuori al balcone in un rivestimento in plastica però è soggetta alle intemperie(ma non dirette essendo coperta)va bene lo stesso?Oppure ora è da buttare?Grazie.

    Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk
     
  4. russomatteo007

    russomatteo007 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Maggio 2017
    Messaggi:
    174
    Località:
    Campania
    Ah e sì,mi dice chr per il rinvaso il ph è 5 ma che per la semina è 3,così come l'azoto.Come fa a variare?

    Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk
     
  5. Icchy92

    Icchy92 Giardinauta Senior

    Registrato:
    7 Ottobre 2013
    Messaggi:
    1.739
    Località:
    Sesto san Giovanni
    Località:
    Sesto san Giovanni
    Come torba dovrebbe andare, poi quando la finisci potresti valutare substrati alternativi.
     
  6. russomatteo007

    russomatteo007 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Maggio 2017
    Messaggi:
    174
    Località:
    Campania
    Grazie di tutto

    Inviato dal mio SM-G920F utilizzando Tapatalk
     
  7. marco-5337

    marco-5337 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    27 Luglio 2009
    Messaggi:
    2
    Località:
    Brescia
    premetto che il valore di pH va riferito sempre alla misurazxione in H2O.
    il valore di pH iniziale è molto importante perchè nel corso della coltivazione, aumenta. se per esempio il pH iniziale è 3,5, a fine anno subito prima del rinvaso successivo, tale valore sarà aumentato (può arrivare anche a pH 6,5). ciò dipende dalla rapida degradazione della torba (essendo composta principalmente da sostanza vegetale indecomposta) che trasformandosi sotto l'azione dei batteri produce una serie di sostanze basiche e azotate che innalzano appunto il pH.
    l'azoto invece, deve essere il più basso possibile perchè indica che quella torba sia già più o meno decomposta.
    l'indice di van post indica il grado di decomposizione ed è importante partire con un van post il più basso possibile (H1-H2 è l'ideale, H3 è accettabile, da H4 in su la torba non è idonea per carnivore); anch'esso si innalza man mano si procede con la coltivazione in vaso.
    la conservazione della torba è importante: non deve assolutamente essere conservata all'umidità e alla luce, preferire sacchi neri e posizioni non a diretto contatto con l'ambiente esterno, bisogna in pratica evitare lo sviluppo di colonie batteriche e alghe.
     

Condividi questa Pagina