1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Real Orto Boanico di Napoli

Discussione in 'Incontri, Eventi, Reportages - Libri - Mercatino' iniziata da Alex88na, 8 Giugno 2012.

  1. Alex88na

    Alex88na Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Giugno 2012
    Messaggi:
    219
    Località:
    Na
    Ieri sono andato ad un convegno che organizza la Federico II di Napoli, questo mese si teneva all'orto botanico di Napoli e parlava proprio della storia di questo magnifico orto che è diventato tra i più importanti del mondo con oltre 9000 specie e oltre 25000 esemplari (wikipedia). HO scattato qualche foto, era di sera e non sono venute moltissimo... ci sono tante aree (macchia mediterranea, felci, arido, umido, le serre, ecc.) ma non essendo una visita non le ho potute vedere molte, mi fa piacere condividere con voi quello che ho visto :)

    Questa è la mappa dell'orto, si estende su 12 ettari (davvero molto se pensante che sta ai margini delle vecchie mura... poi vedrete)

    [​IMG]

    Questa è la zone delle felci, ce ne erano alcune altissime!!

    [​IMG]

    Questo invece è il castello che si trova all'interno dell'orto. In realtà non si tratta di un vero e proprio castello, ma di una vecchia masseria ma dato che ha due torrioni viene chiamata da tutti così... purtroppo la storia dell'orto è stata molto infelice in alcuni periodi, primo tra tutti quello della seconda guerra mondiale, ci hanno spiegato che il capo giardiniere ed un collega in quel periodo andava con un carretto di legno ed una botte a fare la fila per prendere un po' d'acqua per far sopravvivere quelle piante che senza un goccio d'acqua sarebbero morte... con il terremoto dell'80 il castello crollo e venne ricostruito com'è oggi giorno.

    [​IMG]


    Questa pianta fa parte della zona umida, che purtroppo non ho potuto vedere :(

    [​IMG]
     
    Ultima modifica: 8 Giugno 2012
  2. Alex88na

    Alex88na Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Giugno 2012
    Messaggi:
    219
    Località:
    Na
    Sono molte le piante che prendono il nome da antichi botanici che hanno contribuito a costruire questo orto, in particolare ci è stato raccontato che un botanico, di cui ho dimenticato il nome... diede il proprio nome ad un albero con il nome Eucalyptus camaldulensis facendo riferimento alla collina dei Camaldoli di Napoli, non si conosceva la provenienza, tempo dopo però venne scoperto che si trattava di un albero molto diffuso in Australia e che quindi c'era l'intenzione di cambiargli nome. L'attuale rettore trovò alcuni documenti e dimostrò che venne già catalogato moltissimo tempo fa, così un albero che che nonostante non c'entri nulla con i Camaldoli ha un nome che fa riferimento ai Camaldoli :)

    Qui ci troviamo nella zona che ho potuto vedere meglio, si tratta della zona delle piante grasse per la gioia di chi le ama in particolar modo... devo dire che quest'area è fantastica, cactus enormi e vigorosi, tutto tenuto alla perfezione, fantastico!

    [​IMG]

    [​IMG]

    [​IMG]

    Un'altra "chicca" che ci è stata raccontata è che l'orto è molto cresciuto grazie a scambi sia di semi che di piante, ma anche di donazioni... anche l'orto ha donato molto, ad esempio alcuni semi all'orto di Hiroshima, che 65 anni fa, con lo scoppio della bomba nucleare persero tutto... dopo ben 65 anni, i giapponesi si sono ricordati di noi napoletani e ci hanno voluto inviare una tegola (suppongo di qualche edificio del vecchio orto) che venne contaminata durante la seconda guerra mondiale in segno di ringraziamento... questa tegola verrà intitolata all'attuale prefetto Paolo De Luca che come detto quest'anno si dimetterà, a lui dobbiamo oltre alla sistemazione di varie zone anche la ricostruzione del castello dopo il terremoto ed in particolare la forte volontà di voler costruire un museo di paleobotanica ed etnobotanica.

    [​IMG]

    Queste le ho trovate stranissime, tutte sdraiate... a prendere il sole? :D

    [​IMG]

    [​IMG]


    Infine vi lascio con una parte delle vecchie mura aragonesi che oggi ospitano il giudice di pace.

    [​IMG]

    ...e la famosa porta Capuana davanti al più antico castello di Napoli, Castel Capuano.

    [​IMG]
     
  3. lore.l

    lore.l Moderatrice Sezz. Giardinaggio / Composizioni Flor Membro dello Staff

    Registrato:
    3 Giugno 2008
    Messaggi:
    25.455
    Località:
    prov.Cremona
    Bellissimo questo viaggetto che mi hai fatto fare virtualmente....e poi hai visitato proprio l'angolo "grasso"!!!Quelle sdraiate che si prendono il sole,forse la luna visto che era sera,dovrebbero essere piante di Machaerocereus eruca!!!ciao ciao
     
  4. Alex88na

    Alex88na Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Giugno 2012
    Messaggi:
    219
    Località:
    Na
    E' davvero bello, dovrei tornaci di giorno e visitarmelo tutto per bene... vi aggiungo una foto trovata in rete in cui si vede tutto l'angolo "grasso":

    [​IMG]
     

Condividi questa Pagina