• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

problemi con il gocciolante e la pressione

michele2080

Aspirante Giardinauta
salve a tutti,sono inesperto e alle prime armi nel giardinaggio,vista la perdita del lavoro ho deciso di coltivare a orto un piccolo terreno dei miei genitori.Dopo aver lavorato il terreno ho creato 30 filari di varie lunghezze(15 da 15 metri e le altre 15 di 25 metri)progettando con esiti fallimentari un impianto di irrigazione gocciolante.Ho collegato al tubo principale dell acqua un rubinetto al quale ho attaccato un tubo lungo da 16 che attraversa lateralmente il campo.A questo tubo ho fatto corrispondere per ogni filare,attraverso dei tagli e dei raccordi a croce un tubo gocciolante con chiusura finale con il tappo.il problema e' che i primi tre filari una volta aperto il rubinetto in poco tempo si allagano mentre a quelli successivi l acqua scende pianissimo nonostante abbia provato a mettere delle valvole in ogni filare con le quali chiudo l aflusso dell acqua.come posso risolvere vi sarei estremamente grato
 

marco.enne

Esperto di impianti di irrigazione da balcone
DOVRESTI adoperare per ogni filare delle ali gocciolanti AUTOCOMPENSANTI .....MA IL TUO PROBLEMA potrebbe benissimo (anzi quasi sicuramente) essere CHE NON HAI un adeguata ed insufficiente PRESSIONE E PORTATA in uscita dal rubinetto generale ....
Se non ci posti i relativi dati riguardanti sia la pressione sia la portata che ha quel rubinetto.....NON CREDO ti si potrà aiutare/consigliare adeguatamente una qualsivoglia soluzione.
 
Ultima modifica:

michele2080

Aspirante Giardinauta
ciao marco,non conosco la pressione e la portata in uscita,l acqua arriva da un pozzo distante una trentina di metri su una tubazione da 60 su cui ho collegato il rubinetto a cui e' collegato il sistema di irrigazione.Ho fatto delle foto per farti vedere come ho predisposto l impianto..e per farti vedere se le ali gocciolanti sono autocompensanti..
 

Allegati

  • 20210410_184245_easified (3).jpg
    20210410_184245_easified (3).jpg
    236 KB · Visite: 5
  • 20210410_181039_easified_easified_easified (1).jpg
    20210410_181039_easified_easified_easified (1).jpg
    864,2 KB · Visite: 5
  • 20210410_181054_easified_easified_easified (1).jpg
    20210410_181054_easified_easified_easified (1).jpg
    403,7 KB · Visite: 4
  • 20210410_181102_easified_easified.jpg
    20210410_181102_easified_easified.jpg
    240,2 KB · Visite: 4
  • 20210410_184147_easified_easified.jpg
    20210410_184147_easified_easified.jpg
    233,2 KB · Visite: 4
  • 20210410_181102_easified (1)_easified.jpg
    20210410_181102_easified (1)_easified.jpg
    241,8 KB · Visite: 3
  • 20210410_184147_easified (1)_easified.jpg
    20210410_184147_easified (1)_easified.jpg
    235 KB · Visite: 3

marco.enne

Esperto di impianti di irrigazione da balcone
1) nonostante a me possano anche sembrare ali normali ....IN VERITÀ io non ne sono assolutamente sicuro anzi credo che difficilmente si possano riconoscere "da fuori" ....se non sta scritto da qualche parte o sulle ali o nella loro confezione....

2) SERVE ASSOLUTAMENTE sapere quale portata e quale pressione si abbia in esercizio in uscita dal rubinetto della linea principale.
Perché probabilmente oltre alle ali FORSE non adatte quella linea principale O NON HA sufficiente portata ....o NON HA sufficiente pressione o nessuna delle due è sufficiente
(O non ha/da abbastanza acqua o non ha abbastanza pressione per spingere quell'acqua sino all'ultima parte delle ali gocciolanti e farla uscire dai loro microfori.)

in assenza di quei due fondamentali dati (pressione e portata) posso solo consigliarti di provare

1) ad aprire una derivazione dopo l'altra (prima ne apri una, poi alla prima aperta ne aggiungi aprendone una seconda, poi una terza ...e così via)
2) controlli se la prima eroga in modo ottimale per tutta la sua lunghezza
3) poi apri ANCHE la seconda e controlli se ANCHE con due entrambe erogano per tutta la loro lunghezza
4) E così via controllando SEMPRE che eroghino pervtutta la loro lunghezza....
5) quando vedi che ad un certo punto le derivazioni non riescono più ad erogare chiudi l'ultima ....
E a questo punto saprai almeno CON CERTEZZA che la linea principale riesce a sostenere SOLO (una derivazione/ala o due o tre ....quel che sarà)
6) e DOVRAI PER FORZA dividere la linea principale i DUE (o tre o quel che sarà) LINEE principali che saranno asservite, ognuna, SOLO a quel gruppo di tot X numero di derivazioni/ali che risulteranno funzionanti in modo ottimale
Le rimanenti funzioneranno con un'altra loro linea principale e così via....
Es. Provando si vedono funzionare insiene "solo" due ali/derivazioni ....
In totale hai tre gruppi da due ali...
Prendi la linea principale la dividi in tre ognuna con un suo rubinetto (o se avrai il programmatore automatico ognuna avrà una sua ELETTROvalvola) e ogni derivazione della linea principale avrà SOLO due ali direttamente collegate.

..e credo proprio che senza dati di pressione e portata ....nessun altro anche tra i veri esperti di irrigazioni per giardini ecc.( io mi barcameno in quelli da terrazzi e/o balconi) potrà o saprà darti un consiglio e/o una soluzione diversa.
 

michele2080

Aspirante Giardinauta
nell attesa di riuscire a misurare la portata e la pressione,ho fatto le prove con le valvole e praticamente l aflusso diminuisce drasticamente a meta' linea principale a meta' campo.questo in foto e' il tubo che ho utilizzato per le ali
 

Allegati

  • Screenshot_20210411-105151_Chrome.jpg
    Screenshot_20210411-105151_Chrome.jpg
    279,9 KB · Visite: 6

marco.enne

Esperto di impianti di irrigazione da balcone
Come già scritto a me non pare un ala autocompensante ..non ci sta scritto nella presentazione ....credo che neppure lo sarà nella descrizione delle sue caratteristiche. ..ne in altro modo, ignorando la marca o il modello specifico riuscirei a risalire alle sue reali caratteristiche per esserne davvero e sicuramente certo...da quel che ho visto di quella tua ala per me non è autocompensante.....ma lette le problematiche dubito che anche lo fosse possa adeguatamente risolverle...per me non hai abbastanza acqua o abbastanza pressione per rifornire tutte le derivazioni irriganti.

Riguardo alle "prove" l'importante è sapere quante derivazioni aperte riesca a supportare, facendole funzionare in modo ottimale, la tua linea principale...
Se riescono a funzionare in modo ottimale AD ESEMPIO solo DUE derivazioni ...e tu ne hai (sempre AD ESEMPIO) dieci attualmente collegate...tu DOVRAI suddividere la linea principale in CINQUE linee secondarie e ad ognuna di queste linee secondarie collegare SOLO DUE derivazioni irriganti.
E SARAI COSTRETTO ad aprire SEMPRE E SOLO UNA LINEA secondaria per volta.

le uniche altre due soluzioni POSSIBILI è sapere i dati di pressione e portata
1) E quindi ricalcolare in base al fabbisogno idrico dell'irrigazione attuale quale piu adatta pompa DOVRAI adottare a sostituzione di quella che attualmente hai nel pozzo

2) o comprare un adeguata, per capienza, cisterna/serbatoio che verrà riempito dalla già acclararamente provata come insufficiente pompa che hai nel pozzo
E per irrigare prelevare acqua da quel pieno serbatoio con UN ALTRA SECONDA POMPA ma più adeguatamente calcolata ed adatta con la giusta ottimale pressione e la giusta ottimale portata ...dedicandola appositamente ad alimentare la linea principale dell'irrigazione.
 
Ultima modifica:

Mania2

Giardinauta
salve a tutti,sono inesperto e alle prime armi nel giardinaggio,vista la perdita del lavoro ho deciso di coltivare a orto un piccolo terreno dei miei genitori.Dopo aver lavorato il terreno ho creato 30 filari di varie lunghezze(15 da 15 metri e le altre 15 di 25 metri)progettando con esiti fallimentari un impianto di irrigazione gocciolante.Ho collegato al tubo principale dell acqua un rubinetto al quale ho attaccato un tubo lungo da 16 che attraversa lateralmente il campo.A questo tubo ho fatto corrispondere per ogni filare,attraverso dei tagli e dei raccordi a croce un tubo gocciolante con chiusura finale con il tappo.il problema e' che i primi tre filari una volta aperto il rubinetto in poco tempo si allagano mentre a quelli successivi l acqua scende pianissimo nonostante abbia provato a mettere delle valvole in ogni filare con le quali chiudo l aflusso dell acqua.come posso risolvere vi sarei estremamente grato
ci fai un disegno dello schema dell'impianto con i diametri e lunghezze dei vari tratti. Comunque ho letto tubo da 16 mm, ma si usa nei terrazzi non per lunghezze di centinaia di m.
Dalla foto che mostri mi pare di aver letto che il tuo tubo gocciolante fornisce 4 l/h (penso il singolo gocciolatore) ma va verificato anche questo. Così potremo sapere di che portata hai bisogno.
 
Ultima modifica:

michele2080

Aspirante Giardinauta
allora il tubo da 16 me l ha consigliato un conoscente dicendo che viene usato anche nelle serre di grandi dimensioni.ti invio una "specie" di disegno del mio campo. Sarebbero 30 filari di cui 15 di una lunghezza di 15 metri e altri 15 di 20 25 metri.Tra un filare e' l altro ho lasciato un metro di distanza.L acqua proviene da un rubinetto su un tubo da 60,viene incalanata su un tubo principale dal quale partono 30 ali corrispondenti ai filari. 20210412_224747_compress67.jpg
 

Mania2

Giardinauta
provo a fare qualche calcolo. hai steso circa 562 m di tubo gocciolante con un ugello ogni 40 cm per un totale di circa 1400 ugelli; da ciascuno uscirebbe una portata di 4 l/h (valore da verificare) per un totale di circa 5600 l/h che corrispondono a circa 94 l/min. E' una portata elevatissima per un tubo di 16 mm (quello dal quale partono i 30 rami di ala gocciolante) che produce perdite di carico altissime e quindi limita la portata.
Per risolvere basta che sostituisci il tubo da 16 mm con due da 40 mm modificando un pò lo schema, infatti dovresti collegare al tubo da 60 due rami da 40 mm ai quali si dovrebbero collegare entrambe le estremità di ogni tubo da 16 di ala gocciolante.
Ovviamente una prima verifica da fare è se disponi della portata totale che desideri.
 

michele2080

Aspirante Giardinauta
provero questa soluzione,siete stati gentilissimi,un ultima cosa,mi chiedo come mai nell ala gocciolante da alcuni fori esca tanta acqua e da altri pochissima nonostante siano vicinissimi
 
Alto