Potatura kiwi

Discussione in 'Orto e frutteto' iniziata da francesco49, 13 Gennaio 2012.

  1. francesco49

    francesco49 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    25 Dicembre 2008
    Messaggi:
    2
    Ciao a tutti.

    Vorrei sapere quando e come si potano kiwi. Può essere ora il momento giusto? (abito in Piemonte).

    Grazie
     
  2. LucaXY

    LucaXY Master Florello

    Registrato:
    25 Novembre 2007
    Messaggi:
    13.405
    Località:
    Provincia di Milano
    Ciao, la potatura è molto importante sia durante la crescita, nei primi 2 o 3 anni in estate, per dare una forma obbligata alla pianta (che da sola sarebbe incapace di raggiungere) sia nella frase produttiva, a fine inverno, per ottenere ogni anno una produzione costante, di buona pezzatura e di elevata qualità. Siccome il kiwi fruttifica su germogli derivati dalle gemme miste dei tralci di un anno, la potatura di produzione deve essenzialmente consistere nell'asportazione o nel raccorciamento, in inverno, dei tralci che hanno appena fruttificato, avendo cura però di posizionare (con legature) quelli di sostituzione , che fruttificheranno l'anno successivo. I tralci di sostituzione, d'altra parte, sono generalmente piuttosto lunghi, per cui richiedono comunque di essere in qualche modo raccorciati.
     
  3. francesco49

    francesco49 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    25 Dicembre 2008
    Messaggi:
    2
    Grazie innanzi tutto per la risposta.

    Come posso distinguere i tralci che hanno prodotto da quelli di sostituzione?
    E a quante gemme bisogna accorciare i tralci di sostituzione?

    Grazie
     
  4. ninovarga

    ninovarga Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    2 Febbraio 2007
    Messaggi:
    65
    Facilissimo!
    Sui tralci vecchi che hanno fruttificato si vedono i peduncoli dei frutti raccolti. Sono caratterizzati da brindilli e nuovi tralci piuttosto corti. I tralci di un anno partono maggiormente da gemme basali, fanno un bell'arco (come i getti d'acqua) hanno una corteccia leggermente pelosa, mentre quelli vecchi l'hanno piú liscia, piú simile a un ramo d'albero piú lignificato. Sulla prima foto vedi un ramo vecchio che ha fruttificato, sulla seconda e la terza vedi i nuovi tralci "buoni".
    Accorciando i tralci devi badare a mantenere una lunghezza finché lo spessore del tralcio permette, cioé il numero di gemme piú alto possibile. É importante perché le gemme miste contenenti i fiori sono nell'ultima metá o nell'ultimo terzo del tralcio. Tagliando a poche gemme praticamente asporti quelle che fruttificherebbero.

    http://imgfrm.index.hu/imgfrm/3/3/3/6/BIG_0008673336.jpg
    http://imgfrm.index.hu/imgfrm/3/3/3/0/BIG_0008673330.jpg
    http://imgfrm.index.hu/imgfrm/8/5/9/1/BIG_0003808591.jpg
     

Condividi questa Pagina