1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

piante grasse e succulente con terra inzuppata dalla pioggia

Discussione in 'Piante grasse' iniziata da Danielepv, 30 Ottobre 2018.

  1. Danielepv

    Danielepv Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    18 Ottobre 2014
    Messaggi:
    49
    Località:
    Pavia
    Località:
    Pavia
    Buongiorno,

    Scrivo da Pavia, ho alcune piantine grasse e succulente sul balcone che in questi giorni, anche se pensavo fossero riparate dalle piogge, si sono ugualmente inzuppate di acqua.

    Mi consigliate di lasciarle all'aperto fino a quando le temperature si abbasseranno ulteriormente, o è meglio ritirarle in modo che magari il calore nell'abitazione aiuti a fare asciugare la terra?

    Grazie,
    Daniele
     
  2. danielep

    danielep Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    882
    Località:
    san donà di piave
    Dipende soprattutto dal terreno impiegato e dalle specie coltivate.
    Supposto che il terreno sia quello normale di coltivazione e non particolarmente ghiaioso e drenante io preferirei tenerle fuori, in una posizione sicuramente asciutta, e ritirarle più avanti.
    Asciugarle insomma in maniera più naturale, al sole, ammesso che riappaia.
    Dove le hai tenute l'inverno scorso?
     
  3. Danielepv

    Danielepv Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    18 Ottobre 2014
    Messaggi:
    49
    Località:
    Pavia
    Località:
    Pavia
    Grazie per la risposta...le echinopsis sono state fuori tutto inverno coperte da tnt e senza innaffiature, lo stesso per le echeverie. Alcune opunzie con le spine fittissime bianche rosse e gialle erano in casa...durante l estate ne ho acquistate altre specie, quindi nuove ma credo non potranno passare l'inverno fuori. Il terriccio è quello per cactacee e sono quasi tutte in vasetti con diametro 8 cm, alcune in piccoli vasi con diametro di 3 o 4 cm...le echeverie son in ciotole un po' piu grandi.purtroppo tutte sono inzuppate di acqua e il tempo al momento non promette nulla di buono...
     
  4. miciajulie

    miciajulie Fiorin Florello

    Registrato:
    16 Febbraio 2008
    Messaggi:
    20.922
    Località:
    alghero... milano...
    Località:
    .
    l'eventuale sole e il probabile vento le faranno asciugare naturalmente. basta che non si bagnino ulteriormente e che non abbiano sottovasi
     
    A danielep piace questo elemento.
  5. danielep

    danielep Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    882
    Località:
    san donà di piave
    Esatto(y)
    Molte "grasse" sopportano anche temperature basse, ma bisogna conoscere quali piante e fino a quanto basse.
    Per cui, prima dovresti procedere all' identificazione e, di conseguenza, decidere quali tenere fuori.
    La costante è, comunque, che, col freddo, non ricevano acqua, neanche dal cielo, altrimenti i tessuti patiscono e si deteriorano.
    In casa, parlo per esperienza diretta, purché il caldo sia moderato (meglio se fresco) e siano poste in posizione luminosa, svernano tranquillamente.
    Le Cactacee senza una goccia d'acqua, le Succulente ogni due/tre settimane.
    Queste sono indicazioni generali, l'esperienza e le relative deduzioni devi farle tu :)
    Se le hai comperate di recente e non le hai rinvasate personalmente dubito comunque che il "terriccio per cactacee" sia tale e non la solita torba che utilizzano per mettere in vasetti e vendere le piantine;)
     
  6. Danielepv

    Danielepv Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    18 Ottobre 2014
    Messaggi:
    49
    Località:
    Pavia
    Località:
    Pavia
    Le ho rinvasate tutte appena acquistate in vasi da 8cm visto che comunque son piccole...nei vasi piu piccoli ho piccole talee e polloni...proverò a lasciarle fuori fino a che le temperature scenderanno verso i 5 gradi, poi porterò all'interno a parte le echinopsis e echeverie...nel frattempo proverò a smuovere un po il terriccio per favorire l'asciugatura. Appena riesco farò delle foto
     
    A danielep piace questo elemento.
  7. danielep

    danielep Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    882
    Località:
    san donà di piave
    Troppo poco 5 gradi, anche se li possono tollerare, poi subiscono uno shock passando alla temperatura da appartamento.
    Per intenderci, io le ho ritirate tutte il 21 ottobre, per acclimatarle e per non far prender loro le piogge previste (ed arrivate).
     
  8. Danielepv

    Danielepv Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    18 Ottobre 2014
    Messaggi:
    49
    Località:
    Pavia
    Località:
    Pavia
    Purtroppo ho sbagliato pensando che la pioggia non arrivasse dove sono loro, perché si solito non è mai successo...questa volta con il vento la pioggia le ha raggiunte...aspetto ancora una settimana sperando che la terra asciughi un po e poi le porto in casa senza attendere temperature piu basse
     
  9. Danielepv

    Danielepv Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    18 Ottobre 2014
    Messaggi:
    49
    Località:
    Pavia
    Località:
    Pavia
    Sottovasi non ci sono, sono tutte a ridosso del muro sotto una tettoia, se uscisse un giorno di sole probabilmente riuscirrebbe ad asciugarle un po'
     
  10. Stefano Sangiorgio

    Stefano Sangiorgio Apprendista Florello

    Registrato:
    2 Settembre 2017
    Messaggi:
    4.333
    Località:
    Erba
    Località:
    Erba
    Tranquillo. Anche le mie piante succulente e cactacee sono ancora fuori e, in questi giorni, hanno preso delle benefiche piogge! Se il terreno DRENA bene (l'ho scritto in maiuscolo apposta per citare il credo di un notissimo forumista :LOL::ROFLMAO:) non hanno problemi. Guardando il meteo, dal 9 novembre in poi, torna il sole: si asciugheranno e, una volta asciutte le ritirerai. Non in casa in ambienti riscaldati: in locali molto luminosi e soleggiati ma non riscaldati pena il non vederle fiorire l'anno dopo. Le cactacee lasciale a secco da ora fino a marzo mentre se hai altre succulente le bagni un poco quando perdono il loro turgore. In questo modo avrai sempre piante tozze, non eziolate e con le caratteristiche della loro specie.
     
    A monikk64 e danielep piace questo messaggio.
  11. danielep

    danielep Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    882
    Località:
    san donà di piave
    Notissimo non credo, fissato e pedante, forse….:p
    Comunque, uno deve fare i conti con quello che ha a disposizione; avessi una stanza luminosa e non riscaldata, quello sarebbe il posto ideale per molte piante.
    In casa mia ho trovato la sistemazione e alcune (non posso sapere se lo farebbero anche altre , se….o_O) fioriscono regolarmente:)
     
  12. Danielepv

    Danielepv Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    18 Ottobre 2014
    Messaggi:
    49
    Località:
    Pavia
    Località:
    Pavia
    grazie dei consigli :) purtroppo ho solo una cantina fresca, ma non illuminata...lo scorso inverno alcune sono rimaste in casa e non hanno filato, a parte un'opuntia microdasys perchè per mio errore ho dato un goccio di acqua ed ha ripreso a vegetare:banghead:...speravo che mettendola all'aperto quelle pale filiformi sarebbero ingrassate, ma niente da fare, quindi le taglierò e proverò sdraiarle sul terriccio per fare delle telee... sperando che a loro volta facciano delle pale normali :D
     
  13. Stefano De C.

    Stefano De C. Florello Senior

    Registrato:
    22 Dicembre 2011
    Messaggi:
    8.331
    Località:
    Roma
    Le Mammillaria elongata che ho io di piogge ne hanno prese, tra un po' di giorni le sposto più dentro sul balcone dove non prenderanno acqua (le mie cactacee stanno fuori tutto l'anno, e le ho da anni)
     
  14. danielep

    danielep Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    882
    Località:
    san donà di piave
    Sì, ma stai a Roma;););)
     
  15. Stefano Sangiorgio

    Stefano Sangiorgio Apprendista Florello

    Registrato:
    2 Settembre 2017
    Messaggi:
    4.333
    Località:
    Erba
    Località:
    Erba
    Certo: a Roma...
     
  16. Danielepv

    Danielepv Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    18 Ottobre 2014
    Messaggi:
    49
    Località:
    Pavia
    Località:
    Pavia
    Purtroppo la situazione non migliora...anzi... Ho provato ad appoggiare i vasi su carta assorbente, ha asciugato un po' ma nulla di che. Oggi ho svasato un'echeveria e le radici stavano iniziando a marcire, ho sostituito tutto il terriccio con uno asciutto, ho fatto lo stesso con tre piccole grasse... Quando si dice di piantare nella perlite, si intende perlite pura senza altro tipo di terriccio? Stavo pensando di optare per questa.

    Grazie
    Daniele
     
  17. Stefano Sangiorgio

    Stefano Sangiorgio Apprendista Florello

    Registrato:
    2 Settembre 2017
    Messaggi:
    4.333
    Località:
    Erba
    Località:
    Erba
    meglio il sabbione (lapillo di piccola pezzatura 1-5 mm) o la marna: questi due elementi, per alcune succulente facili a marcire si possono usare in purezza.
     
  18. danielep

    danielep Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    882
    Località:
    san donà di piave
    Se le radici danno segni di marciume ti conviene eliminare tutte quelle marce o dubbie, immergerle in una soluzione di Aliette o altro prodotto per combattere il marciume radicale (principio attivo Fosetilalluminio) e lasciare la pianta ad asciugare , senza terra, distesa in posizione asciutta e ventilata, per una settimana.
    Ti faccio degli esempi, così non ti spaventi. L'unico neo possibile è che io questi interventi li ho effettuati, appena comperate, in aprile (2012), per eliminare la torba in cui erano piantate.
    Ora si sta andando verso la stagione meno adatta. Col marciume, però, non si scherza:(
    P1060225 - Copia.JPG P1060227 - Copia.JPG P1060231 - Copia.JPG
     
    A Stefano Sangiorgio piace questo elemento.
  19. Danielepv

    Danielepv Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    18 Ottobre 2014
    Messaggi:
    49
    Località:
    Pavia
    Località:
    Pavia
    Grazie! Le grasse per fortuna non erano marce, ho sostituito la terra così sto più tranquillo...le radici delle echeverie invece si, le ho tagliate finché mi sembravano sane, ma l ho subito ripiantata..domani la strappo di nuovo e la faccio asciugare..una piccola echeveria agavoides rossa invece è marcita del tutto...
     
  20. Danielepv

    Danielepv Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    18 Ottobre 2014
    Messaggi:
    49
    Località:
    Pavia
    Località:
    Pavia
    20181110_202217.jpg 20181110_202144-1.jpg alcune grasse sono queste, qualcuna è ancora fuori...ma le messe peggio son le succulente anche se credevo il contrario
     

Condividi questa Pagina