1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Orchidee: GLOSSARIO

Discussione in 'Orchidee - ibridi e botaniche' iniziata da Iacopo, 13 Marzo 2005.

Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.
  1. Iacopo

    Iacopo Giardinauta Senior

    Registrato:
    5 Settembre 2004
    Messaggi:
    1.107
    Località:
    Lucca
    Mettendo insieme varie fonti specifiche inizio a pubblicare questo glossario che con la supervisione dei "guru" possiamo, correggere e ampliare:

    A:

    Agar-agar = Gelatina naturale solubile in acqua, derivata da un'alga, utilizzata come medium per la germinazione dei semi.

    Allogamia = impollinazione di un fiore con il polline proveniente da un altro fiore.

    Antera = parte superiore dello stame che contiene il polline.

    [​IMG] colonna di una Cattleya. a: antera, b: stigma.

    Apice (n.) apicale (agg.) = la sommità o l’estremità di qualche elemento della pianta o del fiore.

    Ascella = attaccatura di una foglia allo stelo.

    Areale = area geografica di distribuzione di una specie.

    Autogamia = autoimpollinazione.

    Autoimpollinazione = Autogamia, impollinazione di un fiore con il polline che esso stesso produce.


    B:

    Bark = corteccia di conifera, generalmente di abete, spezzettata più o meno finemente. E’ il più diffuso tipo di substrato utilizzato per la coltivazione delle orchidee.

    Basale = attinente alla base di qualche elemento.

    Beuta = Contenitore sterile da laboratorio nel quale vengono fatti germinare i semi e coltivate le orchidee nei primi mesi di vita.

    Brattea = foglia modificata che avvolge o accompagna i fiori prima che sboccino.

    Bulbillo = piccolo pseudobulbo o bulbo prodotto da alcune specie in varie parti della pianta per la riproduzione vegetativa.

    C:

    Callo = insieme di piccole creste, protuberanze, longitudinali poste sul labello di molte specie.

    [​IMG] callo del labello di una Bletia gracilis

    Capsula: ovario di un fiore fecondato nel quale si sviluppano fino a completa maturazione i semi.

    [​IMG] capsula

    Caudicola = il piccolo stelo che unisce il retinacolo alla massa pollinica.

    Caule = genericamente fusto della pianta.

    Colchicina = Alcaloide molto velenoso contenuto nei tuberi e nei semi del Colchicum autumnale, pianta bulbosa perenne, utilizzato per raddoppiare il numero di cromosomi nelle cellule vegetali ottenendo esemplari e ibridi vigorosi, con fiori più grandi dai colori più saturi e sgargianti.

    Cooling = Sistema di raffreddamento/umidificazione dell’atmosfera di una serra che sfrutta il passaggio di un flusso d’aria forzato a caricarsi di umidità passando dentro un condotto dalle superfici molto estese e umide.

    Colonna = La parte centrale del fiore di un’orchidea che porta la parte terminale dell’organo femminile: lo stigma, e l’organo maschile: lo stame che produce i pollini contenuti nell’antera.

    [​IMG] Colonna di una Bletia rosea
     
    Ultima modifica: 13 Marzo 2005
    A Ronin, EMY, Pat e 1 altro utente piace questo messaggio.
  2. Iacopo

    Iacopo Giardinauta Senior

    Registrato:
    5 Settembre 2004
    Messaggi:
    1.107
    Località:
    Lucca
    Glossario lettere D E F G H I J K L

    D:
    Decidua = che perde le foglie durante la stagione di riposo.

    E:
    Endemica = che si trova in una zona geografica ben definita.

    Epifita
    = Pianta che vive su un’altra pianta senza esserne parassita.


    F:
    Famiglia = Categoria sistematica che raggruppa diverse specie affini fra loro. Es. Orchideacee.

    Fimbriato = orlato come da una frangia.

    G:
    Gamosepalo = nome con cui si indicano nelle Masdevallia i tre sepali uniti per buona parte della loro lunghezza in una specie di tubo

    Genere = categoria sistematica che raggruppa diverse specie affini fra loro. Es. :Oncidium, Phalaenopsis, Laelia, ecc.

    Guaina: foglia modificata di vari colori e fogge che avvolge e protegge i nuovi getti o le infiorescenze nascenti.

    I:
    Infiorescenza = l’insieme del fiore o dei fiori con lo stelo e la relativa bratea , bratee o guaine.

    Internodo: Porzione di un fusto compresa fra due nodi.

    Ibrido: Pianta prodotta naturalmente o artificialmente dall’incrocio di due specie differenti.

    K:
    Keiki = bambino, pianticelle che consentono la riproduzione vegetativa di alcune specie. Si producono ai nodi degli pseudobulbi in alcuni dendrobium oppure su steli floreali in alcune Phalaenopsis o alla estremità di stoloni prodotti dalla pianta madre o alla sommità dei vecchi pseudobulbi (bulbilli delle Pleione).

    L:
    Labello = petalo centrale modificato delle orchidee dalle forme più varie e dai colori più sgargianti che avvolge o accompagna la colonna e in molti casi funge da pista d’atterraggio e da percorso forzato per gli insetti che devono impollinare il fiore.

    Lanceolato = simile alla punta di una lancia.

    Litofila = pianta che vive su formazioni rocciose.
     
    Ultima modifica: 13 Marzo 2005
  3. Iacopo

    Iacopo Giardinauta Senior

    Registrato:
    5 Settembre 2004
    Messaggi:
    1.107
    Località:
    Lucca
    Glossario: M N O P

    M:
    Meristema = tessuto giovanissimo, costituito dalle cellule non ancora differenziate contenute nelle gemme, che possono essere divise e coltivate in provetta per produrre numerosi cloni della pianta madre.

    Micorriza: fungo attraverso il quale, in simbiosi, germinano i semi delle orchidee.

    Monopodiale = Orchidea che si accresce indefinitamente in modo verticale sviluppando le nuove foglie alla sommità della vegetazione.

    Muschio = classe di piante primitive che prolificano in ambienti umidi formando soffici tappeti colonizzando rocce, tronchi, terreni umidi. Molte orchidee epifite convivono con i muschi.

    N:
    Nectarium = l’organo che produce e raccoglie il nettare del fiore.

    Nervatura = parte strutturale della foglia da cui si diramano i vasi linfatici.

    Nodo = punto di divisione fra due segmenti di un fusto, di uno pseudobulbo o di uno stelo floreale.

    O:
    Orchidario = Teca, più o meno grande, predisposta per la coltivazione delle orchidee in casa. Per estensione, serra dedicata a una collezione di orchidee.

    Orchidofilo/a: Esemplare maschile o femminile di Homo sapiens affetto da una incontrollabile pulsione istintiva, spesso monomaniacale per le orchidee. Le orchidee tendono ad approfittarsi senza ritegno della sua pazienza.

    Orchidologo/a = Esemplare maschile o femmminile di Homo sapiens che cerca di catalogare, studiare, ordinare le orchidee con una logica sistematica: le orchidee in genere si divertono molto a tirargli bruttissimi scherzi.

    Osmunda = Fibra prodotta dai rizomi dell’Osmunda regalis, una felce oggi protetta, utilizzata in passato per la coltivazione delle orchidee.

    Osmosi inversa = Processo di purificazione dall’acqua attraverso una membrana impermeabile al passaggio di sali e altri elementi in essa disciolti.

    Ovario = Parte inferiore dell’apparato femminile del fiore nel quale sono contenuti gli ovuli pronti a essere fertilizzati dal polline.

    P:
    Peduncolo = gambo che sorregge un fiore o un’infiorescenza.

    Perlite = Roccia vulcanica effusiva che cotta in forno si espande con una struttura microspugnosa. E’ un materiale inerte e leggero utilizzabile in molti substrati, ha la capacità di assorbire l’umidità e rilasciarla lentamente.

    Plicato = pieghettato

    Pollinio = Pollinodio = Pollinia = grani polline delle orchidee addensati assieme in piccole masse contenute nelle antere.

    Protocormo = Nome con il quale si indica lo stadio intermedio di sviluppo di un seme d’orchidea appena germinato fino al momento in cui sviluppa struttura ed organi analoghi a quelli di una pianta adulta.

    Pseudobulbo: struttura della pianta, stelo rigonfio, utilizzato dalle orchidee per accumulare sostanze nutritive e acqua.
     
    Ultima modifica: 13 Marzo 2005
  4. Iacopo

    Iacopo Giardinauta Senior

    Registrato:
    5 Settembre 2004
    Messaggi:
    1.107
    Località:
    Lucca
    Glossario lettere R S

    R:
    Retinacolo = Viscidio = piccola superficie appiccicosa collegata alla massa pollinica che serve ad attaccarsi all’insetto impollinatore.

    Rizoide = Sorta di radice primitiva attraverso la quale il potocormo attinge il nutrimento dal substrato.

    Rizoma = parte strisciante della pianta dalla quale si sviluppano le radici e i nuovi getti e pseudobulbi.

    Rostello = Piccolo rostro parte dello colonna che divide lo stimma dalle antere con i pollini e produce una sostanza vischiosa che aiuta i pollini ad attaccarsi all’insetto impollinatore.

    S:
    Saprofita = orchidea o pianta sprovvista di clorofilla che si nutre solo attraverso la simbiosi con alcuni funghi che si nutrono di sostanze organiche in decomposizione.

    Serra = edificio dalle pareti e tetto trasparenti nel cui interno a temperatura e umidità controllate possono essere coltivate molte varietà di orchidea. Serra fredda minimo invernale notturno 9°/12° massimo diurno estivo 24°. Serra temperata: minimo notturno invernale 13°/15° massimo diurno estivo 26°/28°. Serra calda minimo invernale notturno 16°/18° massimo diurno estivo 30°/32°.

    Sepali = In un orchidea sono tre uno dorsale centrale e due laterali: costituiscono la corolla più esterna del fiore.
    [​IMG]
    1 sepalo dorsale, 2 petalo, 3 labello, 4 sepalo laterale.


    Sinsepalo = Sepalo ventrale = nelle cypripedioideae (Cypripedium, Paphiopedilum, phragmapedium) i due sepali laterali si sono fusi in un unico sinsepalo centrale simmetrico al sepalo dorsale.

    Sfagno = Genere di muschio che cresce in fitti tappeti nelle torbiere e in zone paludose con acque particolarmente pure. Ha il pregio di assorbire molta acqua rilasciandola lentamente. Quando è vivo ha proprietà antibatteriche e antifungine per questo è utilizzato come stimolatore della radicazione per piante malandate o in convalescenza. Secco è mescolato in molti substrati.

    Simpodiale = Orchidea che si accresce lateralmente partendo sempre dal rizoma, con nuovi getti che hanno un ben definito ciclo di sviluppo.

    Specie = Categoria sistematica che riunisce esemplari simili fra loro che si possono fecondare generando nuovi esemplari a loro volta simili ai genitori e fertili.

    Spiga floreale = Infiorescenza che porta molti fiori.

    Stame = Organo maschile del fiore alla sommità della colonna che produce il polline.

    Staminodio = Stame sterile modificato attaccato alla colonna caratterizzato da varie fogge e posizioni utile a identificare le specie.

    Stigma = Stimma = Parte terminale femminile del fiore deputata a ricevere il polline.

    Stoma = pori delle foglie che permettono lo scambio gassoso con l’atmosfera.

    Substrato = Composto di vari elementi inerti e organici sul quale vive o si coltiva una pianta.

    Sinonimo = nome scientifico considerato equivalente ma non più usato per designare una specie.
     
    Ultima modifica: 13 Marzo 2005
  5. Iacopo

    Iacopo Giardinauta Senior

    Registrato:
    5 Settembre 2004
    Messaggi:
    1.107
    Località:
    Lucca
    Glossario lettere T U V Z

    T:
    Tassonomia = disciplina delle scienze biologiche che si occupa di identificare gli esseri viventi e fossili, distinguere le differenze tra le specie e nominarli per fornire le informazioni necessarie alla classificazione.

    Terrestre = Specie che vive sul terreno.

    Tubero = organo di riserva sotterraneo caratteristico di molte specie di orchidee terricole.

    V:
    Varietà = Categoria sistematica all’interno di una stessa specie che raggruppa individui aventi alcuni elementi caratteristici e simili in comune.

    Velamen = tessuto chiaro e spugnoso che avvolge le radici delle orchidee.

    Viscidio = Retinacolo = piccola superficie appiccicosa congiunta alla massa pollinica che le permette di attaccarsi al dorso dell’insetto impollinatore.

    Z:
    Zattera: Pezzo di corteccia, sul quale si possono coltivare alcune specie epifite similmente a quello che avviene in natura.
     
    Ultima modifica: 13 Marzo 2005
    A valentinaTS piace questo elemento.
Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.

Condividi questa Pagina