1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Piantina di Cedro dell'Atlante

Discussione in 'Tecniche di riproduzione' iniziata da StarFalcon, 6 Agosto 2018.

  1. Icchy92

    Icchy92 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2013
    Messaggi:
    2.302
    Località:
    Sesto san Giovanni
    Cavolo se non fosse parecchio lontano verrei lì a prenderne qualcuna, qui da me nei parchi non se ne vedono sotto gli alberi.
     
  2. StarFalcon

    StarFalcon Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Giugno 2018
    Messaggi:
    14
    Località:
    Sondalo
    OK
    piantine invasate e... "salvate"!
    ne ho prese 4 per il momento,
    il famoso Cedro Atlante, un Pino Strobo, due Tuje Giganti.
    Sono riuscito a prendere tutta la zolla di terra senza quasi disturbare le piantine,
    tutte salvate dalla strada
    (sembra una pubblicità progresso per San Patrignano! :LOL: )
    ne avrei a disposizione almeno un altro centinaio, facendo un bel giro nel parco col giardiniere ne sono saltate fuori davvero a bizzeffe.
    Per quest'anno vediamo con queste che succede.
    per il momento le tengo all'esterno, protette dal vento e dal sole diretto,
    ma come faccio quest'inverno?
    Le tiro in casa?
    Qui da me sono a 1100 metri, e in inverno la temperatura scende abbondantemente sotto zero.
    La mia idea sarebbe di lasciarle nel corridoio illuminato che ho a disposizione,
    pochissime correnti d'aria, niente sole diretto ma buona illuminazione e riscaldamento moderato.
     
  3. StarFalcon

    StarFalcon Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Giugno 2018
    Messaggi:
    14
    Località:
    Sondalo
    non mi dispiacerebbe riuscire a salvarne molte di più,
    qui nelle zone abbandonate del nostro parco ce ne sono davvero tante, e si tratta di alberi a fusto molto alto, difficili da piazzare dato il grande spazio di crescita necessario,
    tra l'altro ho incontrato moltissime difficoltà anche a far rimpiazzare le piante cadute nel parco, che non sono poche,
    il giardiniere è impegnato per mantenere a malapena le zone abitate del parco e le strade interne dell'Ospedale, figuriamoci se riesce a rimpiazzare le piante morte,
    si parla di un parco che ha più di 5000 piante, contando tutte le essenze!
     
  4. danielep

    danielep Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    746
    Località:
    san donà di piave
    Per ora mi limiterei a queste, per vedere come va. Non azzardarti a tirarle in casa, assolutamente!
    Se sono nate là non c'è motivo di far loro cambiare clima. La casa, nei nostri climi, va bene solo per le piante da appartamento che, a casa loro, stanno all' aperto tutto l'anno. Piuttosto, una volta passato il sole caldo ed attecchite, trova loro una buona posizione a ridosso della casa e, alle prime gelate, interrali in parte e ricopri i vasi di aghi . Ricorda che anche d inverno ci sono periodi siccitosi (da me) in cui è necessaria un po' d acqua.Tutto sto discorso vale se sopravvivono al trapianto, se hai usato la terra giusta ecc. ecc.. Per questo ti dico di trarre esperienza da queste ed operare sulle altre a fine inverno, con maggiori cognizioni. Intanto fa il censimento e segnati le prossime.
     
  5. Icchy92

    Icchy92 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    7 Ottobre 2013
    Messaggi:
    2.302
    Località:
    Sesto san Giovanni
    Ma vuoi pensarci tu a sostituire quelle morte? :D comunque concordo con daniele, se sopravvivono al trapianto tienile in vaso per qualche anno (vaso di adeguate dimensioni), in modo che riescano a crescere un po' prima di metterle in piena terra.
     
  6. danielep

    danielep Giardinauta

    Registrato:
    19 Gennaio 2016
    Messaggi:
    746
    Località:
    san donà di piave
    Per i primi anni usa però vasetti di misure non esagerate altrimenti le piantine, non in grado di produrre un apparato radicale adeguato, tenderanno a crescere stentatamente, col rischio di morire. Appena torno a casa dalle vacanze ti mando un paio di foto per darti l idea;)
     

Condividi questa Pagina