• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Eche...che??(◍•ᴗ•◍)❤

Giorgio78

Giardinauta Senior
per la serie...qualche foto...!!!:p:p:p
P.S.: hai una raindrops spettacolare!!!
Innanzitutto ti ringrazio per i tantissimi apprezzamenti . Se c'è qualcosa che ti piace ne riparliamo a primavera.
La raindrops è venuta su bene . Dopo il taglio del primo pollone si è data alla pazza gioia generando più di dieci polloni. Sappi che sopporta bene il sole , anche quello siciliano . È una pianta di consistenza molto rigida , è facile capire quando ha sete . Più la trascuri , più accentua i colori.
 

extrasunny

Giardinauta
Innanzitutto ti ringrazio per i tantissimi apprezzamenti . Se c'è qualcosa che ti piace ne riparliamo a primavera.
La raindrops è venuta su bene . Dopo il taglio del primo pollone si è data alla pazza gioia generando più di dieci polloni. Sappi che sopporta bene il sole , anche quello siciliano . È una pianta di consistenza molto rigida , è facile capire quando ha sete . Più la trascuri , più accentua i colori.
Grazie per questi tuoi consigli...spero di metterli a frutto! È vero, ha sopportato il pieno sole di quest'estate senza una scottatura!
 

Giorgio78

Giardinauta Senior
Grazie per questi tuoi consigli...spero di metterli a frutto! È vero, ha sopportato il pieno sole di quest'estate senza una scottatura!
Con il tempo imparerai seguendo i consigli del forum . Substrato, irrigazione ,esposizione e travaso . Tutte queste variabili devi gestirle in base al tuo habitat di coltivazione. Ma il consiglio più importante che ho imparato da un grande del forum è l'osservazione delle piante. Ogni tanto devi fare un giro per fare la pulizia delle piante dalle foglie secche e nel frattempo controlli se ci sono parassiti se i fusti sono sodi e se sono presenti foglie molliccie e scure ( sintomo di marciume) da non confondere con il normale disseccamento delle foglie basali . Controlli se crescono belle compatte e non troppo aperte così capisci se l'esposizione è giusta . Questi consigli sono chiaramente specifici per le echeveria , visto che ti piacciono tanto. Ricordati anche di non toccare le piante con molta pruina altrimenti si macchiano . Inevitabilmente perderai delle piante perché quando ti accorgi del problema è già troppo tardi , soprattutto per il marciume. Abbi un po di riguardo per le piante giovani ( soprattutto quelle ottenute da talea di foglia) perché sono molto inclini a deformarsi , indebolirsi ed essere facile preda della cocciniglia. Non fossilizzarti troppo sull'irrigazione , le echeveria hanno una buona riserva di liquidi , sopportano bene la siccità , basta non esagerare per evitare un eccessivo disseccamento delle foglie alla basa con conseguente effetto tronchetto. Ricorda anche che nei periodi di siccità sono più inclini a scottature. Però meglio asciutte che marce .
Credo di essermi lasciato prendere la mano . Ho scritto un libro ! A quanto pare avrò una seguace anche se io non sono un santone !! Scherzo , sempre a disposizione.
 

extrasunny

Giardinauta
Con il tempo imparerai seguendo i consigli del forum . Substrato, irrigazione ,esposizione e travaso . Tutte queste variabili devi gestirle in base al tuo habitat di coltivazione. Ma il consiglio più importante che ho imparato da un grande del forum è l'osservazione delle piante. Ogni tanto devi fare un giro per fare la pulizia delle piante dalle foglie secche e nel frattempo controlli se ci sono parassiti se i fusti sono sodi e se sono presenti foglie molliccie e scure ( sintomo di marciume) da non confondere con il normale disseccamento delle foglie basali . Controlli se crescono belle compatte e non troppo aperte così capisci se l'esposizione è giusta . Questi consigli sono chiaramente specifici per le echeveria , visto che ti piacciono tanto. Ricordati anche di non toccare le piante con molta pruina altrimenti si macchiano . Inevitabilmente perderai delle piante perché quando ti accorgi del problema è già troppo tardi , soprattutto per il marciume. Abbi un po di riguardo per le piante giovani ( soprattutto quelle ottenute da talea di foglia) perché sono molto inclini a deformarsi , indebolirsi ed essere facile preda della cocciniglia. Non fossilizzarti troppo sull'irrigazione , le echeveria hanno una buona riserva di liquidi , sopportano bene la siccità , basta non esagerare per evitare un eccessivo disseccamento delle foglie alla basa con conseguente effetto tronchetto. Ricorda anche che nei periodi di siccità sono più inclini a scottature. Però meglio asciutte che marce .
Credo di essermi lasciato prendere la mano . Ho scritto un libro ! A quanto pare avrò una seguace anche se io non sono un santone !! Scherzo , sempre a disposizione.
Ti ringrazio! se iniziano a fare il tronchetto, le decapito? così riciccerà il tronco rimasto e farò una nuova pianta con la parte decapitata, giusto?
 

Giorgio78

Giardinauta Senior
Ti ringrazio! se iniziano a fare il tronchetto, le decapito? così riciccerà il tronco rimasto e farò una nuova pianta con la parte decapitata, giusto?
Dipende dai tuo gusti . Se non gradisci il fusto vuoto decapiti , ma assicurati che sia ben idratata prima di effettuare il taglio. Fai asciugare bene il taglio e poi metti a radicare anche in aria, appoggiandolo su un vasetto vuoto . Quando avrà radicato puoi rinvasare . Il tronchetto aiutalo con un po di concime e otterrai diversi polloni . Altra cosa , la decapitazione fa si che la pianta produca radici nuove che assorbono meglio i nutrimenti e in molti casi la pianta decapitata aumenta il suo diametro. Puoi
Provare questa esperienza con la Perla di Norimberga che è una delle piante che radica e si propaga facilmente, anche per foglia. La decapitazione viene usata per propagare particolari ibridi , tipo la tua Etna, perché non propagano per foglia e ci mettono tanto tempo a fare polloni o a volte non lo fanno .
 

extrasunny

Giardinauta
Dipende dai tuo gusti . Se non gradisci il fusto vuoto decapiti , ma assicurati che sia ben idratata prima di effettuare il taglio. Fai asciugare bene il taglio e poi metti a radicare anche in aria, appoggiandolo su un vasetto vuoto . Quando avrà radicato puoi rinvasare . Il tronchetto aiutalo con un po di concime e otterrai diversi polloni . Altra cosa , la decapitazione fa si che la pianta produca radici nuove che assorbono meglio i nutrimenti e in molti casi la pianta decapitata aumenta il suo diametro. Puoi
Provare questa esperienza con la Perla di Norimberga che è una delle piante che radica e si propaga facilmente, anche per foglia. La decapitazione viene usata per propagare particolari ibridi , tipo la tua Etna, perché non propagano per foglia e ci mettono tanto tempo a fare polloni o a volte non lo fanno .
Grazie!(◕ᴗ◕✿)
 
Alto