1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

CILIEGIO AIUTOOO

Discussione in 'Parassiti e Malattie' iniziata da ediniosan, 11 Ottobre 2017.

  1. ediniosan

    ediniosan Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    11 Ottobre 2017
    Messaggi:
    5
    Località:
    pasturana
    Buongiorno a tutti, mi sono appena iscritto e parto subito all'attacco :)
    Ho un ciliegio ornamentale che presenta nel primo metro del tronco un evidente sfogliatura, come se il tronco si aprisse a libro. Allego alcune foto per farvi capire meglio. Mi hanno consigliato il verderame non troppo diluito ( poca acqua e una punta di vinavil ) a formare un impasto denso da spennellare, può essere un trattamento corretto da fare secondo voi? Grazie per la disponibilità 20170924_191043.jpg 20170924_191058.jpg 20170924_191051.jpg
     
  2. brandegeei

    brandegeei Esperto in Fitopatologie

    Registrato:
    29 Dicembre 2003
    Messaggi:
    17.019
    Località:
    lombardia
    Località:
    Pianura Padana
    Ciao
    ripulisci bene la zona dai lembi morti e secchi, scava un po sotto la zona morta e spennella tutto con del vinavil puro tutto il legno morto. Nel tempo puoi dare anche del verderame.
     
  3. ediniosan

    ediniosan Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    11 Ottobre 2017
    Messaggi:
    5
    Località:
    pasturana
    Ah ok quindi dici che non conviene fare tutto il procedimento ovvero :
    1 pulizia lembi morti
    2 stuccatura con mastice
    3 spennellata con verderame e vinavil
    Pensi sia un trattamento troppo invasivo da fare in un'unica volta? Per annientare la malattia basterebbe solo il vinavil?
     
  4. Alessandro2005

    Alessandro2005 Esperto in Fitopatologie

    Registrato:
    26 Settembre 2005
    Messaggi:
    4.376
    Località:
    Provincia Torino. Per giardinaggio anche Bordigher
    Il vinavil ha già di suo una azione disinfettante; io uso addizionarlo con ossicloruro rameico in polvere per aumentarne l'efficacia (il vinavil diventa semplicemente di color azzurro ma rimane sempre della sua propria consistenza). Circa il danno dalle foto non riesco a farmi una idea, nel senso che non vedo fuoriuscita di gomme né riesco a capire se ci sono cercini cicatriziali tipici del cancro: non hai idea di come si sia formata la lesione?
     
  5. ediniosan

    ediniosan Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    11 Ottobre 2017
    Messaggi:
    5
    Località:
    pasturana
    Per quanto riguarda la nascita del problema devo dire che è partito tutto l'anno scorso ma questa estate è aumentato considerevolmente. Abbiamo notato che delle formiche si erano fatte il nido, alla base del tronco ho anche notato dei residui come segatura ( Foto )
    Allego anche una risposta ricevuta in altro contesto, sto chiedendo un pò in giro per farmi un'idea avendo, come si può notare, il pollice nero ....
    Buongiorno Edoardo, Si tratta di cancro batterico della corteccia. Sitratta di un problema piuttosto grave di non certa guarigione: occorre trattare con fungicidi specifici, ad esempio Cupravit Blu 35 WG oppure Serenade Natria (entrambi della Bayer)
    lascerei perdere il verderame, piuttosto tratterei la zona (dopo l'applicazione dei fungicidi) con mastice cicatrizzante per piante 1507805270902.jpg 1507805293589.jpg 20171012_125117.jpg 20171012_125153.jpg
     
  6. brandegeei

    brandegeei Esperto in Fitopatologie

    Registrato:
    29 Dicembre 2003
    Messaggi:
    17.019
    Località:
    lombardia
    Località:
    Pianura Padana
    Ciao
    come ti ho detto devi pulire dalle parti morte ed eliminare le parti che si sfaldano e poi applicare il vinavil, che viene parzialmente assorbito dal legno e non deve essere addizionato con nulla. Mentre dopo puoi applicare qualsiasi funghicida, mentre parlare di una causa ormai è tardi, non avendo visto le fasi iniziali ogni idea è vera e falsa ugualmente. Mentre è sicuro che ci sia una carie in atto visto la profonda ed ampia lesione formatasi anni fa sotto cortex...
     
  7. ediniosan

    ediniosan Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    11 Ottobre 2017
    Messaggi:
    5
    Località:
    pasturana
    Grazie mille delle delucidazioni, domani provvederò a trattare il tronco come mi avete consigliato, una volta applicato il vinavil consigliate di aspettare un paio di giorni per applicare un fungicida o posso intervenire anche il giorno seguente? il trattamento ( vinavil ) va fatto una tantum o è consigliabile un paio di volte all'anno visto la profonda lesione? In pratica mi sembra di capire che il vinavil avrà la funzione di disinfettare e cicatrizzare le ferite giusto?
     
  8. Alessandro2005

    Alessandro2005 Esperto in Fitopatologie

    Registrato:
    26 Settembre 2005
    Messaggi:
    4.376
    Località:
    Provincia Torino. Per giardinaggio anche Bordigher
    Per quanto concerne come ricoprire la parte lesionata dopo la ripulitura (possibilmente fino a legno sano) rimango sul mio avviso anche perché esistevano mastici commerciali contenenti un fungicida, anni fa a base di ditiocarbammati (le cose sono molto cambiate in argomento di prodotti fitosanitari) ma ancora adesso ad es. la Bayer ne propone uno contenente rame ( http://www.bayergarden.it/Prodotti/m/Mastice-Pronto-Uso ) e altri fanno come me
    ( https://andreapagliantini.com/2015/...atrizzante-per-ferite-da-potatura-sui-frutti/ ); ci sono poi altri materiali adatti (es. a base di bitume).
    Scegli tu il metodo che valuti preferibile.

    Poiché in passato frequentai un laboratorio fitopatologico, per metodo so che occorre molta prudenza nella diagnosi anche quando si ha il campione o la pianta in campo sotto il naso (salvo manifestazioni palesi e sintomatologicamente inequivocabili): adesso vedo foto che mostrano disfacimento, ma senza poter osservare dal vivo posso solo congetturare sulla base di concetti patologici generali.
    I cancri sulle piante da frutto possono essere di origine fungina o batterica, ma la lesione è di regola accompagnata da emissioni di gomme o liquidi scuri; al piede ci possono essere attacchi da fitoftora, tuttavia si manifestano in forma prossima ai marciumi. Nel tuo caso la disgregazione può essere assimilabile a quella della carie bianca, provocata da funghi che si insediano all'interno della pianta e che demoliscono innanzitutto la lignina: se così fosse la malattia non è curabile ma puoi solo appunto tenere pulite le parti compromesse e disinfettare per prevenire ulteriori insediamenti di funghi e batteri saprofiti.

    Un trattamento generale con un rameico o dodina è utile in generale contro patogeni delle parte aerea della pianta, e sulle drupacee il momento più adatto per eseguirlo è nel periodo che va tra caduta foglie e inizio inverno.

    Ciao
     
  9. ediniosan

    ediniosan Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    11 Ottobre 2017
    Messaggi:
    5
    Località:
    pasturana
    Grazie ancora per tutti i consigli, in pratica sta pianta e più di là che di qua :(.... detto questo non demordo e mi attiverò immediatamente sperando che il fato mi dia una mano :rolleyes:. Ringrazio Alesandro2005 e brandegeei per la pazienza . Siamo pure "vicini" di casa tutti e 3 :ciao:. Grazie
     

Condividi questa Pagina