1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Anzichè rifare il massetto, è possibile posare delle piastrelle su cementato di 10 anni?

Discussione in 'Arredo e illuminazione del giardino' iniziata da Pollicedaprincipiante, 13 Agosto 2017.

  1. Pollicedaprincipiante

    Pollicedaprincipiante Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    24 Luglio 2015
    Messaggi:
    8
    Località:
    Centro Italia
    Lo status del piazzale non è uniforme, in quanto una parte è stata fatta recentemente ( 1 anno fa) ; si tratta del piazzale antistante la casa ed il cementato in questione è alto circa 40 cm rispetto al giardino; in allegato inserisco la foto della parte più vecchia e "messa peggio" in modo da dare un'idea. La superficie totale è di 100 mq.
     

    Files Allegati:

  2. felo1992.ff

    felo1992.ff Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    18 Settembre 2016
    Messaggi:
    271
    Località:
    piacenza
    Dunque non sono un esperto quindi prendili solo come pareri, bisogna fare qualche precisazione....quando dici "posare" intendi giu a secco o con colla/cemento ?
    Per il fatto che si possa fare si puo fare, però valuta se sotto al cemento ci sono dei tubi/tombini vecchi e che magari sono da cambiare, e se ci sono delle grosse pendenze con annesse crepe che possono indicare un forte assestamento (quindi bisogna cambiare progetto per fare un lavoro duraturo)

    Inviato dal mio MotoG3 utilizzando Tapatalk
     
  3. felo1992.ff

    felo1992.ff Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    18 Settembre 2016
    Messaggi:
    271
    Località:
    piacenza
    Te lo dico perche anche io sono nelle tue stesse condizioni, ho il cortile di quasi 200 metri quadri, con tombini e tubi posati negli anni 60 , e il cemento superficiale rifatto ogni 10/15 anni , e anche io vorrei piastrellare ma prima mi toccano i tubi /tombini/pendenze nuove

    Inviato dal mio MotoG3 utilizzando Tapatalk
     
  4. Pollicedaprincipiante

    Pollicedaprincipiante Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    24 Luglio 2015
    Messaggi:
    8
    Località:
    Centro Italia
    Grazie per la risposta@felo1992.ff
    A dir la verità intendevo uno strato leggero di cemento per uniformare un pò la base (mi ero informato su internet riguardo il keralevel) e poi colla con piastrelle; tubi non ve ne sono, c'è una pendenza su un tratto di circa 10 mq e come vedi dalla foto, piccole crepe come quella che ho fotografato.
    Si, ci sono due tombini rialzati di circa 30x30 che in realtà sarebbero da "aprire" ogni tot mesi in quanto vanno controllati: in aggiunta sono rialzati di circa 3 cm, quindi non so cosa fare per questi. Cosa mi consigli?
     
  5. felo1992.ff

    felo1992.ff Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    18 Settembre 2016
    Messaggi:
    271
    Località:
    piacenza
    Allora per quanto riguarda il keralevel non so, anche perche oggi esistono un sacco di prodotti nuovi , io sono rimasto ancora al cemento classico ahaha , poi se ho capito bene questi due tombini sono piu alti del livello del cemento? quindi quasi inutili perche non prenderenno mai l acqua . In questo caso potresti avere dei vantaggi, cioé :
    tenendo conto di un paio di centimetri di spessore del collante e un 5 centimetri di una piastrella classica ( per esterno é meglio uno spessore importante se vuoi che reggano il passaggio delle auto) avresti un inalzamento di livello di quasi 7/8 cm , quindi controlla se a questo piazzale ci sono dei cancelli o porte di ingresso e se anche con questo livello piu alto si aprano correttamente . Io nel mio caso il cemento é a livello con il manto stradale ed é un punto a sfavore perche se i tombini stradali non tirano , l acqua mi arriva in cortile. Se anche tu hai una situazione simile alzati pure che fai solo bene, i tombini li puoi lasiare li dove sono e con il nuovo livello farai le pendenze nuove e inizieranno a riprendere acqua.
    Per quanto riguarda il fatto del controllo dei tombini (manutenzione che dovrebbero fare tutti almeno 1 volta ogni cambio stagione ) controlla se il fondo (che sarà in cemento) ha delle crepe che filtrano acqua nel sotto suolo ,cosi facendo lo "sporco" rimane incatenato sul fondo e non defluito negli scarichi

    Inviato dal mio MotoG3 utilizzando Tapatalk
     
  6. Pollicedaprincipiante

    Pollicedaprincipiante Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    24 Luglio 2015
    Messaggi:
    8
    Località:
    Centro Italia
    I tombini sono ok e con il livello di innalzamento arriverebbero a pari con il livello delle piastrelle. Inoltre non ci sono porte o altro quindi l'innalzamento non causerebbe alcun problema. Ora la domanda è: come poso le piastrelle? Tu mi hai detto che giustamente oggi esistono sempre più prodotitti nuovi, ma io vorrei evitare di fare un nuovo massetto: secondo lo stato del cemento che vedi dalla foto, cosa mi consigli di utilizzare? Qualche prodotto di facile uso come una sorta di malta preparata prima di posare la colla e le piastrelle?
     
  7. Skydrake

    Skydrake Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    21 Febbraio 2016
    Messaggi:
    66
    Località:
    Veneto
    Mah, dipende in che condizioni è il tuo massetto.
    Una decina di anni fa feci l'errore di stendere direttamente le piastrelle sul vecchio massetto (utilizzando una specie keralevel in versione economica), ma quella che era una semplice crepa poi si rivelò l'effetto della radici della mia imponente magnolia. La mia mangnolia dista parecchi metri di distanza, ma evidentemente le radici hanno raggiunto il massetto spaccandolo.
    Esamina molto bene le crepe presenti e, se hai il sospetto che la frattura sia profonda, utilizza una rete elettrosaldata. Se il massetto fosse spaccato, anche se seghi le radici che lo hanno spaccato, tra l'estate e l'inverno il terreno si potrebbe solleverare e abbassare per via dell'acqua nel terreno. È un movimento di un paio di cm, ma quanto basta per crepare qualunque piastrella che metterai sul punto di frattura del massetto.
     
  8. felo1992.ff

    felo1992.ff Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    18 Settembre 2016
    Messaggi:
    271
    Località:
    piacenza
    Ma io ho comprato i sacchetti di malta bastarda , e con la betoniera a noleggio buttavo dentro e via, é sicuramente piu costoso prendere i sacchetti gia miscelati , però non essendo un muratore non so bene le proporzioni per fare un bel lavoro. Quindi se te vai in un centro di materiale edile, e spieghi il lavoro che devi fare sicuramente ti diranno quale prodotto é meglio usare. Per il fondo dalla foto mi sembra abbastanza ruvido, quindi il prodotto dovrebbe aggrapparsi bene, ma per sicurezza potresti praticare dei fori (parecchi) con il trapano cosi il cemento riempendo i buchi cerca di fare uno strato unico.....ma attenzione questo va detto e chiarito due solette fatte e posate in due momenti diversi non saranno mai unite come un unica gettata, ma questo é un problema che si presenta chi ha forti discese /pendenze/ ecc . L acqua che penetra e poi ghiaccia e fa fluttuare l intero pavimento (ma é un problema che bene o male hanno tutti ) .
    Quindi ricapitolo , buchi con il trapano , prodotto che ti consiglieranno e piastrelloni 50 x 50 ,é una bella sgobbata da fare da solo. Valuta i prezzi del materiale +betoniera a noleggio e il tempo che ci mettarai tu, e confrontalo con una messa in posa di qualcuno che lo fa di mestiere. Magari i prezzi sono quasi uguali ma il risultato sarà differente

    Inviato dal mio MotoG3 utilizzando Tapatalk
     
    A marco.enne piace questo elemento.
  9. Caleuche

    Caleuche Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Maggio 2017
    Messaggi:
    409
    Località:
    Cessalto (TV)
    Oltre a tutti i giusti consigli di verificare che non ci siano soprattutto pozzetti da dover portare in quota, per non ritrovarti un domani a rompere per un'intasatura non programmata, l'unico consiglio che da tecnico vi posso dare, è che quando si intendono posare piastroni da 50x50, o massello autobloccante di qualsiasi tipo, sconsiglio il massetto in c.a., molto meglio un letto di posa di 10cm massimo in pietrisco 0/4mm con un tessuto non tessuto come divusione dal terreno di appoggio, se deve essere usufruito da veicoli, prima 20cm di ghiaia/riciclato sempre con il tessuto contro il terreno, poi il solito pietrisco! Si evitano ristagni d'acqua pericolosi in inverno, che poi fanno pure annerire i masselli, riempiendoli di muschio!
     

Condividi questa Pagina