1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Terreno difficile

Discussione in 'Giardinaggio' iniziata da SUSANNA72, 4 Maggio 2013.

  1. SUSANNA72

    SUSANNA72 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    4 Maggio 2013
    Messaggi:
    15
    Località:
    RAVENNA
    Ciao a tutti
    Sono nuova è completamente imbranata nell'usare un forum, quindi abbiate pazienza. Sono un'appassionata di piante e in un giardino minuscolo sono stata capace di infilare centinaia di piante. Continuo ad avere però dei problemi di fioritura di ogni genere. Vi volevo chiedere un consiglio riguardo il terreno che mi trovo nel giardino. Abitando in Romagna ai piedi dell'Appennino, vicino a un fiume in una casa di nuova costruzione (quindi terra ribaltata dai fondali in fase di costruzione), mi chiedevo se conoscete qualche tecnica per migliorare il terreno argilloso assurdo che mi ritrovo. Come direbbero qui : è creta schietta. Ho provato di tutto. Ogni anno aggiungo letame vero, lo vango, lo sbriciolo con le mani ogni grumolo di argilla da due anni.Nonostante tutte le fatiche nel giro di una settimana mi ritrovo il terreno duro cme il cemento e con delle crepe, tipo deserto. A volte si vedono i semi degli ortaggi appena seminati attraverso le crepe.Aiuto!!!Ho capito che Faenza è la città delle maioliche e ha il terreno adatto per fare la ceramica, ma non è possibile che io non riesca coltivare niente per bene, quando intorno a me è pieno di terreni agricoli coltivati a frutta, con risultati eccezionali.Ditemi qualcosa di consolante per favore.
    Ciao
     
  2. Silvia

    Silvia Maestro Giardinauta

    Registrato:
    16 Marzo 2001
    Messaggi:
    2.856
    Località:
    Reggio Emilia
    Località:
    Reggio Emilia
    Prima di tutto, complimenti per la tenacia e il gran lavoro che hai finora dedicato al tuo terreno. Ho provato a cercare nel forum qualche indicazione, ma ho poco tempo e per ora ho trovato solo questa discussione, che parla di un giardino pensile ma forse ha spunti utili anche per te:
    http://forum.giardinaggio.it/prato/...rreno-cementico-strati-terreno-drenaggio.html.
    Puoi tu stessa, usando la funzione "ricerca" in alto a destra, trovare qualcosa di più adatto alle tue necessità. Auguri!
     
    A Marcello piace questo elemento.
  3. Marcello

    Marcello Master Florello

    Registrato:
    27 Luglio 2009
    Messaggi:
    10.306
    Località:
    sud Sardegna
    ciao Susanna,
    non è che vai da loro a chiedere come hanno fatto?? :)

    Silvia,quella discussione riguarda il prato pero'!
     
    Ultima modifica: 4 Maggio 2013
  4. alexia62

    alexia62 Giardinauta

    Registrato:
    25 Aprile 2012
    Messaggi:
    998
    Località:
    Coriano (RN)
    Ciao Susanna, io sono romagnola come te, e anch'io pur abitando distante avevo lo stesso problema nel mio giardino....completamente terra argillosa!...il primo anno abbiamo voluto seminare il prato lasciando la terra che c'era e non ti dico la scorsa estate... avevo il giardino pieno di crepe....tutto spaccato in poche parole!......poi piano piano mi sono documentata qui nella sezione PRATO e mi hanno dato molti consigli, prova a fare un giro lì.....
    Comunque ti posso dire che bisogna aggiungere molta sabbia silicea e lavorare la terra per mischiarla bene...noi lo stiamo facendo quest'anno, a breve dovremmo seminare il nuovo prato.....ciao e fa sapere!:lol:
     
  5. Melina.

    Melina. Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    5 Aprile 2013
    Messaggi:
    385
    Località:
    Parma
    per fare diventare il terreno argilloso più morbido si aggiunge la sabbia! :)
     
  6. Ennio Di Prinzio

    Ennio Di Prinzio Giardinauta

    Registrato:
    3 Aprile 2013
    Messaggi:
    534
    Località:
    Lanciano (Chieti)
    Ciao
    pensavo che solo in Abruzzo ci fossero questi problemi di terreni argillosi(appiccicosi in inverno e spaccati e duri in estate).Da noi sono i tipici terreni collinari della fascia adriatica,pensavo che da voi si limitassero alle colline,e non ci fossero in pianura o nei fondovalle(dove dovrebbero prevalere gli ottimi terreni limosi).Temo che l'impresa di costruzione abbia portato lì un terrenaccio argilloso,che dà questi problemi.peggio se cavato dal sottosuolo profondo dello scavo della casa(i terreni presi in profondità sono poco fertili per i primi anni).Credo che l'idea di integrare molto letame sia ottima,come pure incorporare sabbia silicea.Il terreno ideale è un mix equilibrato di argilla,sabbia ed ammendante vegetale,per cui basta aggiungere la quota degli altri due elementi alla tua argilla per avere un ottimo terreno(dopo una bella lavorazione per incorporarli tra loro).
     
  7. SUSANNA72

    SUSANNA72 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    4 Maggio 2013
    Messaggi:
    15
    Località:
    RAVENNA
    Grazie per i consigli. Ho pensato anch'io che la sabbia valga di più del letame, ma mio marito insiste che suo padre ha la terra buona (abita a 200 metri da noi) perchè sono anni che ci mescola il letame.Ovviamente io non vorrei aspettare anni e anni, anche perchè ogni anno vorrei mangiare qualcosa dal mio orto, visto che ci lavoro così tanto. Per quanto riguarda gli agricoltori intorno, ho chiesto anche a loro, ma giustamente loro passano del letame e vari "intrugli" introvabili per noi comuni mortali in misure industriali con i trattori. Io vorrei solo che i miei poveri gladioli ogni tanto riuscissero a fare anche qualche fiore, non parlando delle dalie, che ogni anno mi prometto di non piantarli mai più. Solo che ogni anno ci riprovo a rimescolare la terra per vedere se è migliorata, ma siamo sempre lì. Gli agricoltori vanno bene con le piante da frutto, che sembra che ci godano con questa terra fatta di "pongo"visto quanto è buona la frutta qui nella nostra zona. Adesso ci provo con la sabbia (accanto al buon vecchio letame) e vediamo cosa succede. Grazie a tutti
     
  8. scardan2

    scardan2 Maestro Giardinauta

    Registrato:
    27 Dicembre 2010
    Messaggi:
    2.324
    Località:
    friuli
    Io faccio così: scavo un mega-buco più largo e fondo che riesco, e lì cambio completamente la terra. La pianta svilupperà le sue radici tutte o quasi tutte in quella terra buona.
     

Condividi questa Pagina