1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Dragon Fruit (o Hylocereus, o Pitaya) - sostegno

Discussione in 'Piante grasse' iniziata da riscovo, 13 Luglio 2019.

  1. riscovo

    riscovo Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    22 Luglio 2016
    Messaggi:
    16
    Località:
    Amsterdam
    Località:
    Amsterdam
    Ciao!
    Ho delle belle piantine di Dragon Fruit germogliate da semi. 20190713_092354.jpg - 20190713_092258.jpg

    Ho trovato molte foto della pianta adulta, ho un idea di come viene costruito il sostegno per le grosse piante. Ma non riesco a trovare esempi di come sostenere la pianta in questa delicata fase in cui e' ancora piccina.

    La 'mia' varietà' presenta un fragilissimo stelo alla base, e sviluppa un segmento principale lungo fino a 10/15 cm, ovviamente sproporzionatamente pesante per lo stelo alla base.

    Ho letto che alcuni usano sostegni da orchidee, altri dei paletti, ok, ma il mio dubbio e': a differenza di altre piante io non ho proprio capito come questa vada collegata al sostegno, sono proprio confuso sulla morfologia. Grazie a tutti in anticipo!
     
  2. Sofia D.

    Sofia D. Giardinauta

    Registrato:
    18 Marzo 2018
    Messaggi:
    673
    Località:
    Cesena
    ciao
    la tua pianta non ha bisogno alcuno di sostegni: tutti i cactus giovani partono piccoli alla base e ingrossano col tempo, ricadendo su loro stessi. Prima o poi, a pianta adulta, dall'apice partiranno delle radici aeree e allora potrai fissarlo a una corteccia o a un muro, se vorrai, e lei si avvinghierà da sola.
    questi cactus in natura crescono strisciando verso il basso dall'incavo degli alberi in cui crescono, quindi non sono propriamente rampicantied è normale che il seedling strisci per un annetto
    un saluto!
     
    A Stefano Sangiorgio piace questo elemento.
  3. riscovo

    riscovo Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    22 Luglio 2016
    Messaggi:
    16
    Località:
    Amsterdam
    Località:
    Amsterdam
    Ciao Sofia!

    Grazie per la gentile e interessante risposta, sono proprio ignorante con le piante grasse.

    Ho capito, niente supporto. Ma di conseguenza ti chiedo: è normale che la parte basale (stelo?) delle mie piantine si stia rompendo? Lascio che questo accada naturalmente?

    Intendo dire (guarda le mie foto), alla base delle piantine, quel sottile stelo che esce dal terreno e da cui i segmenti di vero e proprio cactus prendono vita, si sta piegando e assottigliando fino a rompersi da solo su tutte le piantine (già successo sulla pianta più grande, non presente in foto). Davvero non serve sostegno, o altro intervento onde evitare che lo stelo si rompa su tutte le altre piantine? E una volta che si è rotto, come mi prendo cura dei segmenti di cactus caduti... li tratto come talee? A me pare tutto strano.

    20190713_092354bis.jpg

    Vedi... insisto su questa domanda dopo aver visto online moltissime foto e video di piccole piantine di Pitaya nate da seme. Non ne ho trovata nessuna con uno stelo lungo come quello che presentano le mie piantine. Le piante giovani che ho visto online hanno in qualche modo una 'base' più corta, apparentemente più solida, più... piazzata. E di solito iniziano a piegarsi quando i segmenti di cactus diventano un poco più pesanti e formati dei miei, che appunto stanno già cadendo via dal vaso. Che ne dici?

    Saluti!
     
    Ultima modifica: 13 Luglio 2019
  4. Sofia D.

    Sofia D. Giardinauta

    Registrato:
    18 Marzo 2018
    Messaggi:
    673
    Località:
    Cesena
    Allora, tieni conto che quello che tu vedi seccare e cadere non è uno stelo, bensí sono i due cotiledoni che, assolta la loro funzione nutriente e di prima fotosintesi, si seccano e si staccano per lasciar crescere la pianta vera e propria.
    Quella che mi indichi tu è una parte del cotiledone, mentre le parti serpentine dietro di essa sono le radici vere e proprie che crescono ^_^
    Quindi, massima serenità che la tua pianta sta crescendo bella e vigorosa
     
  5. Delonix

    Delonix Florello

    Registrato:
    2 Aprile 2012
    Messaggi:
    5.478
    Località:
    Bologna
    Potresti semplicemente fare una Montagnola di terra a ricoprire il sottile stelo. Così è come se la pianta nascesse all'altezza del primo nodo.
     
  6. riscovo

    riscovo Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    22 Luglio 2016
    Messaggi:
    16
    Località:
    Amsterdam
    Località:
    Amsterdam
    Ciao Sofia e Delonix,

    @Delonix: "Potresti semplicemente fare una montagnola di terra a ricoprire il sottile stelo. Così è come se la pianta nascesse all'altezza del primo nodo."\

    Si, è quel che voglio fare in effetti. Anzi, li rinvaso, abbassando la pianta di qualche centimetro, fino al primo nodo come dici tu. E per l'occasione aggiungerò un po' di terriccio specifico per piante grasse al mix, (l'attuale terriccio e' un generico cui avevo solo aggiunto un poco di sabbia, son stato fin troppo fortunato fin' ora con questi semi).

    @SOFIA:
    "quello che tu vedi seccare e cadere non è uno stelo, bensí sono i due cotiledoni"

    No no, ripeto (vedi ancora la mia foto) è proprio lo stelo che si sta lacerando sotto il peso della parte aerea della pianta accasciata. Non i cotiledoni. Credo invece che lo stelo sia ancora molto importante per la pianta aerea visibile visto che ne costituisce il collegamento unico con le radici. Come suggerisce Delonix, penso che sia opportuno proteggerlo, ricoprirlo. Prevenendone il deterioramento.

    E se sono fortunato riesco cosi' anche a dare più sostegno fisico alle piantine :)


    Grazie mille ad entrambi!

     
    A Delonix piace questo elemento.
  7. Sofia D.

    Sofia D. Giardinauta

    Registrato:
    18 Marzo 2018
    Messaggi:
    673
    Località:
    Cesena
    Io non lo farei, rischi il marciume del colletto... comunque prova, sperimenta
     
  8. Delonix

    Delonix Florello

    Registrato:
    2 Aprile 2012
    Messaggi:
    5.478
    Località:
    Bologna
    Il Dragon fruit non è molto soggetto al marciume. Però una pianta rotta non c'è rischio che marcisca.... :D
     

Condividi questa Pagina