1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

(Discussione molto triste) Quando vorresti proteggere un'amica...

Discussione in 'Parliamo di tutto un po'' iniziata da sabryina, 3 Ottobre 2019.

  1. sabryina

    sabryina Giardinauta Senior

    Registrato:
    18 Giugno 2019
    Messaggi:
    1.162
    Località:
    Marina di Carrara
    Quando vorresti proteggere un'amica dai pericoli, che già lontanamente odoravi...
    Quando la realtà supera il brutto pensiero che avevi nei confronti di una situazione... ovvero, pensavi che i risvolti fossero X, invece sono peggiori di X 5 volte...
    A volte pensi che forse avresti dovuto proteggerla da chi l'ha violentata. O meglio, ci hai provato, ma non è stato abbastanza.
    Non posso per ovvie ragioni raccontare gli episodi singoli, perché si tratta di 2 persone distinte (che nemmeno si conoscono) ma con esito uguale. Due ragazze violentate, fisicamente o psicologicamente. Due care amiche che si sono ritrovate a subire ciò che anch'io ho subito. Ma non voglio che siano sole nell'affrontare i postumi come è successo a me... voglio che sappiano che io ci sono, ci sarò.
    Com'è possibile che nel 2019 ancora esistano persone (uomini e donne) che violentano il/la proprio/a partner?
    Non so se mi senta più triste o arrabbiata...

    Non pretendo risposte a questa discussione, ma ho bisogno di sfogarmi...
     
    A CLEMETIS68, veciamarta, monikk64 e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  2. Dodi

    Dodi Giardinauta Senior

    Registrato:
    30 Gennaio 2019
    Messaggi:
    1.111
    Località:
    Tra Abruzzo e Basilicata
  3. Marcello

    Marcello Master Florello

    Registrato:
    27 Luglio 2009
    Messaggi:
    10.306
    Località:
    sud Sardegna
    Che sia il 2019 o un altro anno non cambia nulla. Il cervello delle persone è talvolta malato. La differenza sta nel conoscere attraverso internet a velocità supersonica ciò che prima non era dato sapere.Parlarne serve sempre
     
    A Vittoria 96, marco.enne, artemide e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  4. sabryina

    sabryina Giardinauta Senior

    Registrato:
    18 Giugno 2019
    Messaggi:
    1.162
    Località:
    Marina di Carrara
    Queste persone sono assolutamente malate, non è possibile neanche immaginare che per loro sia la "normalità" fare queste cose. Non si rendono conto...
     
  5. Sevi

    Sevi Fiorin Florello

    Registrato:
    29 Aprile 2006
    Messaggi:
    26.376
    Località:
    provincia di Piacenza
    Località:
    Piacenza
    Hai fatto bene, capisco (e anche immagino) la sensazione orribile, sia da una parte che dall'altra; perché sono diversi, e troppi, i modi in cui il male, soprattutto quel tipo di male, può arrivare a manifestarsi.

    Ferite che pur cicatrizzando, nel tempo, tornano comunque a sanguinare.
    Mi dispiace enormemente, per le situazioni vissute, e perché ti sto dando solo parole scontate che non servono a niente.
    È che le parole si ripetono nella verità di ciò che di scontato invece non ha proprio un bel nulla, poiché mai e poi mai dovrebbe accadere.

    Ti, e vi, abbraccio :bacio:
     
    A CLEMETIS68 e veciamarta piace questo messaggio.
  6. monikk64

    monikk64 Florello Senior

    Registrato:
    1 Agosto 2009
    Messaggi:
    7.510
    Località:
    cuneo
    Località:
    Borgo San Dalmazzo CN
    Dissento.
    A mio parere NON sono malate, non nel senso comune del termine.
    E si rendono perfettamente conto.
    Sono semplicemente persone arroganti e prepotenti, persone che non accettano un NO.
    E quando viene detto loro un no, si prendono con la forza quel che viene loro negato. Non per malattia. Per prepotenza.
    Eppure... eppure noi donne a volte ce li cerchiamo col lanternino, i tipi così....
    Incomprensibile, ma vero. O almeno, non li riconosciamo in tempo.... quasi come dovessimo autopunirci per qualcosa....:(
    Vi è mai capitato di conoscere qualcuna che inanella elementi così uno dopo l' altro???? A me purtroppo sì.....
     
    A marco.enne, garofano, Delonix e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  7. Marcello

    Marcello Master Florello

    Registrato:
    27 Luglio 2009
    Messaggi:
    10.306
    Località:
    sud Sardegna
    Malattia è un termine generale. ..Il principio del possesso di una persona che non si può difendere ed è costretta a subire fa parte in realtà di una cultura talvolta nazionale come in certi paesi arabi....Nel mondo occidentale le cose vanno meglio però esistono realtà mentali inconcepibili ancora radicate in certi luoghi....Non tutte sfociano in violenza ma si rivelano in vessazioni,obblighi,comandi e ruoli sociali definiti.....La soluzione non la conosco,credo però che siano proprio le donne,emancipandosi,a ridefinire i ruoli sociali traendo più importanza e meno assoggettamento....l'uomo di fronte a questi movimenti si spaventa e si dà una calmata
     
    A marco.enne e monikk64 piace questo messaggio.
  8. DryMan

    DryMan Guru Giardinauta

    Registrato:
    27 Luglio 2017
    Messaggi:
    3.611
    Località:
    Casalpusterlengo
    non sono persone malate, sono ignoranti, prevaricatrici e cattive nell'animo, esseri di cui il genere umano potrebbe privarsene senza rimpianto.
    Quando poi si entra nella spirale della paura diventa ancora più difficile superare il problema, ma dentro da qualche parte resterà sempre un cattivo pensiero è inevitabile.
     
    A marco.enne, Delonix, veciamarta e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  9. monikk64

    monikk64 Florello Senior

    Registrato:
    1 Agosto 2009
    Messaggi:
    7.510
    Località:
    cuneo
    Località:
    Borgo San Dalmazzo CN
    Stavolta condivido in pieno!
    ... e aggiungo che le donne devono ancora convincersi profondamente che è giusto pretendere rispetto.
    Questa consapevolezza non è ancora arrivata a "inzuppare" per bene l'anima delle donne....:banghead:

    E ora permettetemi un suggerimento pratico a tutte le donne (specie se giovani) : se volete testare le tendenze nascoste di un uomo conosciuto da poco, per scappare a gambe levate prima che sia troppo difficile, osservatelo quando ha bevuto alcoolici.... (metodo non attuabile con gli astemi per ovvi motivi...)
    Già gli antichi romani avevano capito che in vino veritas.... ed è un metodo infallibile. Se diventa anche solo leggermente iroso o violento, anche solo verbalmente... cambiate uomo. :su:

    Perdonate il malloppazzo ma è un argomento che mi fa diventare irrimediabilmente logorroica!!!!
     
    Ultima modifica: 3 Ottobre 2019
    A Delonix, artemide e DryMan piace questo elemento.
  10. monikk64

    monikk64 Florello Senior

    Registrato:
    1 Agosto 2009
    Messaggi:
    7.510
    Località:
    cuneo
    Località:
    Borgo San Dalmazzo CN
    Ola per @DryMan!!!
     
  11. sabryina

    sabryina Giardinauta Senior

    Registrato:
    18 Giugno 2019
    Messaggi:
    1.162
    Località:
    Marina di Carrara
    Credo che siano malati mentalmente per svariati motivi... Purtroppo l'esperienza mi dice che c'è sempre un evento traumatico alla base di questi violentatori (che ricordo essere sia al maschile che al femminile).
    Il mio ex era vissuto con genitori divorziati, rapporto morboso con la madre (finanche a sentire voci in cui asserivano avere rapporti incestuosi, spero sia falsa anche se non ho modo di confermare o smentire!), padre che se non ho capito male spacciava anche... Non mi stupisce che anche il padre picchiasse la madre quand'ancora erano sposati. Quindi una malattia che nasce da molto, molto, molto prima.
    Gli altri due fidanzati delle mie amiche erano diversi, anche se l'ultimo ricalca similarmente la storia del mio ex. Nell'altro credo ci sia della meschinità rabbiosa, forse quasi bipolare...
    Il tutto comunque condito da assoluto menefreghismo da parte dei loro genitori a portare i figli da professionisti alle prime avvisaglie di anormalità (perché forse anormali lo erano anche loro, vittime inabili ad uscirne o aguzzini).
    Le ragazze successive del mio ex mi hanno sempre cercata, ma ho visto che non ha cambiato... anzi, mi nominava sempre, come per dire "Tu non sei come la Sabryina, vorrei che fossi lei". Mi cercavano per chiedermi come sia riuscita a mollarlo e scappare da lui...
     
  12. CLEMETIS68

    CLEMETIS68 Master Florello

    Registrato:
    10 Febbraio 2015
    Messaggi:
    10.343
    Località:
    PRATO
    Ecco il problema ....questi esseri schifosi ..riescono non solo a umiliarti fisicamente
    ma è come se ,,fossero padroni del nostro io ..
    ecco perchè a una come me ,che ringraziando il cielo non è capitato, non capisce come
    una donna non riesca a lasciare questi esseri ...
    io penso che tu debba aiutarle a capire di lasciarli il prima possibile
    e a essere forte come TE
    Un abbraccio:bacio:
     
    Ultima modifica: 3 Ottobre 2019
    A monikk64 e Dodi piace questo messaggio.
  13. garofano

    garofano Maestro Giardinauta

    Registrato:
    30 Aprile 2013
    Messaggi:
    2.782
    Località:
    Roma
    Quello che hai condiviso con noi e' molto triste, ed e' una cosa che ahime' conosco molto bene, perche' anch'io a suo tempo ci sono andata molto vicino e sono riuscita a salvarmi per il rotto della cuffia.Mi ha fatto comunque molto male e c'ho dovuto lavorare parecchio per uscirne fuori.
    Purtroppo devo condividere l'opinione di chi ha detto che c'e' un'attitudine psicologica a fare il carnefice e c'e'un'attitudine psicologica della potenziale vittima ad essere tale.Il carnefice e la vittima hanno in fondo gli stessi meccanismi che li muovono, ma in uno c'e' il viraggio verso la violenza , nell'altra si vira verso il ruolo di vittima e per di.pou' spessissimo si instaura in meccanismo di coazione a ripetere.
    Per uscirne fuori , la vittima deve mettersi in discussione , esaminare il suo passato , scoprire cosa c'e' alla base di tutto questo e lavorarci di conseguenza, per non ricommettere gli stessi errori.Occorre rompere il cerchio, senno' non se ne esce.E'un lavoro molto difficile da fare da soli.
    Purtroppo si dice che per ogni carnefice esiste una vittima che "lo aspetta' per cosi' dire: le vittime d3vono imparare z non essere piu' tali.
     
    A CLEMETIS68, Picantina, monikk64 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  14. sabryina

    sabryina Giardinauta Senior

    Registrato:
    18 Giugno 2019
    Messaggi:
    1.162
    Località:
    Marina di Carrara
    Purtroppo si riesce a capire solo se ci si è passati, ma non perché voglia peccare di superbia ma... studiando un po' di psicologia, volenti o nolenti (come nel mio caso), arrivi a capire perché succeda.
    Conosco persone molto forti essere annientate, quelle di cui si potrebbe dire che spaccano il mondo e non si fanno mettere i piedi in testa.
    Ci sono tanti motivi per cui non molleranno facilmente il partner violento, ma spiego meglio elencando le varie fasi di transizione.
    1) Innamoramento
    2) Violenze "minori" ===> La vittima si chiede se è un caso o meno
    3) Perpetrarsi delle violenze ===> La vittima fa delle violenze la normalità
    4) Il carnefice dà la colpa alla vittima ===> La vittima vorrebbe cambiare se stessa
    5) La vittima inizia a capire qualcosa, ma con la sindrome della crocerossina spera che il partner cambi
    6) Evento fortemente traumatico ===> La vittima inizia a prendere coscienza del problema
    7) La vittima ha paura di scappare da questa situazione negativa per paura di ritorsioni anche violente

    Credimi, quando si arriva al punto n.7 devi trovare un coraggio non da poco conto... c'è chi non può più raccontarlo, nonostante abbia trovato il coraggio di provare ad uscirne :(

    Concordo, anche se la colpa per il 90% è del carnefice. Una vittima può esserlo tale ma vivere normalmente se non si dà modo di esserlo. Il carnefice per fermarlo devi attuare metodi coatti restrittivi.
     
    A CLEMETIS68 piace questo elemento.
  15. monikk64

    monikk64 Florello Senior

    Registrato:
    1 Agosto 2009
    Messaggi:
    7.510
    Località:
    cuneo
    Località:
    Borgo San Dalmazzo CN
    :su: :su: :su:

    Mi soffermo un attimo sul punto 5)...
    La sindrome della crocerossina ha mietuto più vittime di una catastrofe naturale....
    Donne, non illudetevi, NON riuscirete a cambiarlo/salvarlo.
    Mettetevi in salvo voi.
     
    A veciamarta, garofano, CLEMETIS68 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  16. sabryina

    sabryina Giardinauta Senior

    Registrato:
    18 Giugno 2019
    Messaggi:
    1.162
    Località:
    Marina di Carrara
    Cose che razionalmente non si può far altro che concordare.
    Ma in quei momenti la razionalità va a... "donnine"... :(
     
    A monikk64 piace questo elemento.
  17. monikk64

    monikk64 Florello Senior

    Registrato:
    1 Agosto 2009
    Messaggi:
    7.510
    Località:
    cuneo
    Località:
    Borgo San Dalmazzo CN
    Vero! A quello servono le amiche (tentano) : a ripeterti fino allo sfinimento quello che dovrebbe dirti la razionalità... Il più delle volte è un tentativo vano ma è anche vero che la goccia scava la pietra.....
     
  18. sabryina

    sabryina Giardinauta Senior

    Registrato:
    18 Giugno 2019
    Messaggi:
    1.162
    Località:
    Marina di Carrara
    Esatto. A volte i consigli pressanti allontanano la vittima dalle amiche perché non vuole vedere la realtà, altre volte essere vicine con costanza aiuta.
     
    A monikk64 piace questo elemento.
  19. sabryina

    sabryina Giardinauta Senior

    Registrato:
    18 Giugno 2019
    Messaggi:
    1.162
    Località:
    Marina di Carrara
    Una pagina Facebook ha condiviso questo.
    Spero sinceramente che qualcuno faccia una perizia psichiatrica a costui, di cui purtroppo non si conosce identità in quanto hanno censurato il cognome.

    FB_IMG_1570446909292.jpg
     
    A CLEMETIS68 e monikk64 piace questo messaggio.
  20. Sevi

    Sevi Fiorin Florello

    Registrato:
    29 Aprile 2006
    Messaggi:
    26.376
    Località:
    provincia di Piacenza
    Località:
    Piacenza

    Che parole si possono trovare, dire, o anche solo pensare, di fronte a tanta ignoranza e cattiveria?

    Perché qui si tratta di cattiveria pura, eh, non è normale scrivere un commento così, da parte di un idiota simile.
    Ma che vergogna sono, per la società e per tutto il genere umano, certi "esseri"?

    Mi chiedo chi li ha cresciuti, da chi possa essere nata tanta....no, non voglio chiamarla ignoranza.
    L'ignoranza totale qui è soprattutto del cuore, e posso solo chiamarla cattiveria o crudeltà totale.

    Che schifo. Schifo. Schifo. Miliardi di volte schifo. Schifo.
     
    A CLEMETIS68 piace questo elemento.

Condividi questa Pagina