• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Coltivazione Castagno

Redflash

Aspirante Giardinauta
Ciao A tutti!
Come recita il titolo, vorrei mettere a dimora nelle prossime settimane un Castagno,
purtroppo non vivo in un posto molto adatto, almeno credo, perche sto a poco più di 200 mt slm,
e il terreno è argilloso.
Ora, per il terreno potrei fare qualcosa, grossa buca con un mezzo meccanico e riempita di terra alleggerita
con letame, terriccio da giardino e se necessario anche della sabbia.
Ma ciò che mi preoccupa di più, è l'esposizione.
Leggendo in rete ci sono opinioni molto contrastanti: chi a est non a ovest, chi il contrario, chi a nord.
l' unica cosa che mi sembra chiara è che il castagno predilige una posizione riparata dal caldo estivo.

Qualcuno di voi ha esperienze in merito?

Piantarlo vicino ad un altro albero ad alto fusto potrebbe essere una buona idea
per fargli avere più ombra d'estate?
 

Icchy92

Guru Giardinauta
Per il terreno come intendi agire va bene, mi lasciano un po' perplesso le temperature estive però, come sono solitamente? Mal che vada la pianta non sarà vigorosa come nel suo habitat.
 

NicolaScru

Giardinauta
Ciao.
Visto la profondità e l'ampiezza che raggiungono le radici io credo sia una impresa disperata tentare un adattamento.
Per la posizione mi limiterei a non metterla al sole diretto tutto il giorno, ma all'ombra di qualche pianta.
Nel caso di un fallimento purtroppo probabile con il normale impianto, suggerisco di provare ad innestare un castagno su quercia. Questo albero permetterebbe con le sue radici di ovviare al problema di terreno e di necessità idriche (elevate rispetto la pianura).
Io sto provando ma non ho avuto successo finora
 

Redflash

Aspirante Giardinauta
Le temperature di quest'anno sono arrivate fino a 38°, ma è vero anche che questo è stato un anno anomalo, anche se credo che in
futuro capiterà sempre più spesso.
La mia speranza per la riuscita , è data dal fatto che ho già una piantina nata da seme 3/4 anni fa che ancora riesce a sopravvivere
nonostante la mia ignoranza sulle necessità di questa pianta.
Uno dei miei dubbi era proprio il fattore temperatura perchè, la piantina che ho io , ha sempre le foglie bruciate in estate,
allora cercavo notizie sulla migliore esposizione .
Certamente il discorso che hai fatto tu NicolaScru è sensato, però ho saputo di persone che da queste parti ci sono riuscite.
Se siano leggende metropolitane o meno , non lo so, però almeno un tentativo vorrei farlo.
Anche il discorso innesto non è male, cercherò qualche informazione in merito.

Per essere un pò piu dettagliato, abito nella collina Maceratese a una 20 di km dal mare .
 

Icchy92

Guru Giardinauta
La pianta si può adattare a quel clima, però come ho scritto sopra potrebbe non essere molto rigogliosa e anzi soffire parecchio le estati calde. O magari dopo i primi anni si irrobustisce e cresce relativamente bene, provare non costa nulla.
 

monikk64

Guru Master Florello
se la cosa ti può consolare, anni fa ho visto con mio sommo stupore, un castagno bel-lis-si-mo e sanissimo e pieno di ricci, tieniti forte....
a Cannigione, paesino in Sardegna, vicino alla costa Smeralda, a 20 mt. dal mare.....e in questo posto fa un caldo da urlare, in estate, perchè è anche riparato dal maestrale che da quelle parti è l'unica fonte di refrigerio....
devo dire che quando l'ho scorto, nel giardino di una villetta, sono rimasta qualche attimo impietrita...non credevo ai miei occhi, l'ho guardato e riguardato per essere sicura di non sognare....ma era proprio un castagno, indiscutibilmente...perciò non ti scoraggiare e prova! :)
:ciao:
 

Redflash

Aspirante Giardinauta
monikk64 Grazie per l' incoraggiamento!
Provo ad essere positivo, ma le piante sono proprio come le persone, più ci tieni, più è facile che ti "tradiscano".
Ne è una prova la Pianta di Kaki che ho messo a dimora quest'anno, tutte le altre a cui non ho badato particolarmente,
sono una meraviglia, il Kaki invece che ha ricevuto tutte le attenzioni possibili, è mezzo secco. Pazienza.
Scherzi a parte, questa è un' avventura in cui mi devo lanciare e basta, e la tua testimonianza, mi fa sperare per il meglio.
 

Mrerik

Aspirante Giardinauta
Buongiorno a tutti! Approfitto di questo thread poiché ho un dubbio simile a @Redflash
Ho, da quasi tre anni, una pianta di castagno in vaso e nata da seme. Ormai ha raggiunto i due metri e mezzo di altezza ed è sanissima. Vorrei provare a piantarla in terra.. Io abito in Romagna, in zona collinare a 325 mt slm. L'unico problema è il terreno, poiché nel mio giardino è argilloso. Mi chiedevo se scavando una buca grossa e profonda in giardino e riempiendola di terreno per acidofile, potrei ovviare al problema e permettere una crescita sana alla pianta. Il mio dubbio è questo: quando le radici avranno riempito la zona di terriccio acido e cercheranno di espandersi nel terreno sottostante, cosa accadrà alla pianta? Mi rincuora in fatto che in questi giorni ho visto piante di castagno in luoghi insperati, (come a Cesena). C'è un castagno anche vicino a casa mia (un pò più in basso come quota). Non ha le foglie perfette, forse una leggera clorosi, ma è lì già da parecchio e ha una bella chioma. Questo mi fa ben sperare...
 

Icchy92

Guru Giardinauta
Quasi 3 anni ed è già così alto?? Comunque non dovresti avere particolari problemi, in ogni caso verso marzo quando deciderai di trapiantarla dovrai fare una buca grande almeno il doppio del vaso in cui si trova la pianta ora, lavorando poi il terreno aggiungendo compost, un po' di sabbia/pomice/lapillo e anche del terriccio per acidofile. Controlla poi che le radici non si siano compattate e nel caso cerca di allargarle il più possibile, in questo modo si svilupperanno bene nel terriccio morbido e non faranno fatica ad avventurarsi in quello adiacente.
 

Mrerik

Aspirante Giardinauta
Quasi 3 anni ed è già così alto?? Comunque non dovresti avere particolari problemi, in ogni caso verso marzo quando deciderai di trapiantarla dovrai fare una buca grande almeno il doppio del vaso in cui si trova la pianta ora, lavorando poi il terreno aggiungendo compost, un po' di sabbia/pomice/lapillo e anche del terriccio per acidofile. Controlla poi che le radici non si siano compattate e nel caso cerca di allargarle il più possibile, in questo modo si svilupperanno bene nel terriccio morbido e non faranno fatica ad avventurarsi in quello adiacente.
Grazie per la risposta. Eh si, è parecchio alto. L’ho concimato con il concime “crescita miracolosa” e devo dire che ha sortito i suoi effetti. Ora però ho smesso perché sta crescendo troppo
 
Alto