• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Una sconosciuta in pineta

Adurial

Giardinauta
Ciao
Passeggiando nella pineta ho notato una pianta che ha attirato la mia attenzione.
Sapreste dirmi di quale pianta si tratta?

produce piccoli bacche tondeggianti dal sapore dolciastro

20191216_104806_opt.jpg 20191216_104738_opt.jpg 20191216_104947_opt.jpg
 

pluteus

Esperto di piante spontanee
Non è Solanum chenopodioides, che, tra l'altro, è tossico in ogni sua parte. (Vedi scheda di Acta Plantarum https://www.actaplantarum.org/flora/flora_info.php?id=7371)
Dalla forma della pianta e dal suo habitat (sotto bosco di conifere) potrebbe trattarsi di Solanum nigrescens, le cui bacche prima di diventare nere come
il più diffuso Solanum nigrum passano ad uno stadio color arancio. Anche questa pianta comunque, come quasi tutte le solanacee selvatiche è tossica
i tutte le sue parti.
Le Solanacee è una grande famiglia con più di 2000 specie, e conoscerle tutte non è uno scherzo e di sicuro io non mi ci metto nemmeno...:D:ciao:.
 

Kevin17

Aspirante Giardinauta
Non è Solanum chenopodioides, che, tra l'altro, è tossico in ogni sua parte. (Vedi scheda di Acta Plantarum https://www.actaplantarum.org/flora/flora_info.php?id=7371)
Dalla forma della pianta e dal suo habitat (sotto bosco di conifere) potrebbe trattarsi di Solanum nigrescens, le cui bacche prima di diventare nere come
il più diffuso Solanum nigrum passano ad uno stadio color arancio. Anche questa pianta comunque, come quasi tutte le solanacee selvatiche è tossica
i tutte le sue parti.
Le Solanacee è una grande famiglia con più di 2000 specie, e conoscerle tutte non è uno scherzo e di sicuro io non mi ci metto nemmeno...:D:ciao:.
Mi sa che hai ragione. Comunque ho fatto qualche ricerca e il chenopodioides ha frutti commestibili ma solo quando maturissimi, al punto da staccarsi dalla pianta (non è questo il caso).

Inviato dal mio SNE-LX1 utilizzando Tapatalk
 

Adurial

Giardinauta
eccomi eccomi.........tutto bene;)
dal riscontro che ho fatto direi si tratti proprio del Solanum nigrescens.

le cui bacche prima di diventare nere come
il più diffuso Solanum nigrum passano ad uno stadio color arancio.
ma lo stadio finale di maturazione non è color rosso-arancio?

Kevin,
non ho mangiato il frutto, l'ho solamente schiacciato con le dita e toccato con la punta della lingua
 
Ultima modifica:

pluteus

Esperto di piante spontanee
frutos-maduros.jpg

Solanum nigrescens allo stadio massimo di maturazione.
Con bacche rosso /arancio allo stadio massimo di maturazione conosco solo il Solanum dulcamara e i Solanum pseudocapsicum e
Solanum capsicastrum
Ce ne sono altri che non conosco e non ne ho mai visto un esemplare dal vivo che abitano altri continenti diversi dal nostro
ad esempio il Solanum villosum
images
oppure il S.xochipilli eccetera eccetera, a proposito, ho già detto che le solanacee contano
più di 2000 varietà diverse ?
Solanum_villosum_01-10-2005_11.10.56.JPG


:ciao::ciao:
 

Adurial

Giardinauta
Pluteus, l'ultima foto che hai postato a quale Solanum si riferisce? vedo che ha le foglie molto simili alla pianta che ho fotografato.
La Nigrescens non mi convince tanto paragonando la forma delle foglie con quella in questione.
 

pluteus

Esperto di piante spontanee
è una solanacea del centro America ritenuta sacra dai sacerdoti degli Incas, il Solanum villosum "Xochipilli"
hyosciamus%20albus20.JPG

Con il termine indigeno Xochipilli veniva chiamato nche il Solanum nicotiana anche per il quale si riteneva che possedesse virtù magiche
dai "curanderos" locali.:ciao:
 
Alto