un allontana "gatti"

Discussione in 'Giardinaggio' iniziata da tiziana74, 17 Maggio 2007.

  1. tiziana74

    tiziana74 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    19 Marzo 2007
    Messaggi:
    370
    Località:
    sardegna - prov.cagliari
    so che molte di voi ameranno queste bestiole, anche io .... non crediate, ma solo se non vengono a scagazzare nel mio giardino, dove trovo cacchetta di gatto le mie piante si seccano, e non è giusto! dopo che mi impegno a far crescere una piantina, che venga un gatto e ci faccia la cacchina sopra facendo seccare tutto.....:burningma :burningma :burningma
    perciò vi chiedo conoscente un trucco per allontanare i gatti?
     
  2. =Todd=

    =Todd= Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Maggio 2007
    Messaggi:
    207
    Località:
    Lugano
    Ciao tiziana,


    macché, ci vuoi dire che la cacchina dei gattini fa seccare le tue piante??!!!

    Mai sentito una cosa così....

    Non è possibile che potresti innaffiare un po' di più (purtroppo non scrivi di quali piante si tratta)?

    Cmq ci sono tanti modi per tenere lontano i gatti dalle aiuoline
    (un po' di fantasia, per piacere):

    - creazione di un'aiuolina giusto per i gatti che possono utilizzare come gabinetto (possibilmente dove si vede la terra nuda, facile per loro da scavare), o da te nell'angolo opposto del tuo giardino o dai proprietari

    - coltivazione di aglio e cipolle, di cui profumo ai gatti non piace

    - coltivazione di ibridi di Coleus Canina (cioè Plectranthus caninus) che allontana gatti e cani

    .....


    Sinceramente mi è un enigma come tante persone possano avere problemi con animali nel proprio giardino, domestici e non...

    È vero che al sud c'è il problema dei gatti abbandonati e selvatici delle città, ma questo problema è creato dall'incapacità e dalla mancanza di carattere da parte dell'uomo, mica del gatto. E più sud che si va, peggio diventa...

    No offense, ho anch'io degli antenati proprio della provincia di Cagliari, ma queste cose del sud non mi entreranno mai in testa.

    Vero che al nord ci sono altre cose abominevoli che al sud non esistono, ma in questo campo qui non capisco proprio cosa succede appena si entra nel mezzogiorno.
     
  3. Anitka

    Anitka Apprendista Florello

    Registrato:
    11 Settembre 2006
    Messaggi:
    4.462
    Località:
    Marche del sud, a 13km dal mare
    Todd
    credo proprio che il problema sia il rispetto tra le persone

    io non ho animali e mi irritano profondamente i miei vicini che mandano le loro bestiole fuori casa a fare i bisogni:

    I gatti vengono mandati da soli e fanno tutto dove capita (spesso nel mio giardino), i cani vengono portati al guinzaglio e gli viene permesso di fare pupu' nella microaiuola dell'alberello di fronte a casa mia e pipì contro il mio cancello.

    Io spendo soldi in varechina e tempo a pulire per non vivere in un letamaio

    Qst comportamento dei vicini cosiddetti amanti degli animali lo traduco come un: "casa mia deve restare pulita, porterò (o manderò) la bestiola a sporcare a casa degli altri"

    E non abito tanto a sud...

    ciao
    anitka
     
  4. Anitka

    Anitka Apprendista Florello

    Registrato:
    11 Settembre 2006
    Messaggi:
    4.462
    Località:
    Marche del sud, a 13km dal mare
    dimenticavo:
    ovviamente di paletta e sacchetto di carta si parla solo ad inizio estate in occasione dell'arrivo dei turisti e in molti casi restano, appunto, solo parole

    ciao
    Anitka
     
  5. Valtellinese

    Valtellinese Giardinauta Senior

    Registrato:
    6 Aprile 2007
    Messaggi:
    1.288
    Località:
    Valtellina (quota 900mt)
    Stesso problema ma abito nel profondo Nord!, il mio orto è sempre sotto sopracat: , c'è poco da fare, qui usano le bottiglie di plastica con dentro l'acqua ma non servono a nulla, ho provato un prodotto al supermercato (antigatto mi pare si chiami), và spruzzato vicino alle piante (non sopra attenzione, solo nelle vicinanze), in effetti vedo che non si avvicinano, certo però che dopo una pioggia sei punto e a capo:martello: , oltre al fatto che nell'orto certo non lo spruzzo visto che poi ne devo mangiare i prodotti!.
    :Saluto:
     
  6. =Todd=

    =Todd= Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Maggio 2007
    Messaggi:
    207
    Località:
    Lugano
    Ciao Anitka, ciao Valtellinese,

    chiaro che c'è disrispetto tra gli uomini e maltrattamenti verso il più debole anche al nord, purtroppo sì.

    Intendevo solo che i problemi che possono nascere tra i vicini di casa se non abitano a Palermo, Napoli, Bari, Cagliari, Atene, Tel Aviv o Algeri (dove effettivamente i problemi diciamo potrebbero essere più massicci, a meno che non si avvelinino tutti i gatti selvatici della città com'è successo per le olimpiadi di Atene... bel paese, la Grecia) sono ancora più o meno maneggiabili.

    Per esperienza mia e dei miei amici/familiari so che è molto difficile abituare un gatto che può entrare a e uscire da casa quando vuole a fare i propri bisogni a casa nel suo WC. Siccome è un animale che adora la natura, allora preferisce un'aiuola naturale. E a meno che io proprietario non lo accompagni al guinzaglio (mai fatto con un gatto?) l'affare sarà molto difficile, temo.

    Però a quella situazione le varie parti in causa possono porre rimedi, e non è difficile, ci vuole giusto una modesta dose di buon senso e un po' di fantasia.

    Diversa è la situazione riguardo ai cani, sicuramente più docili dei loro padroni e anche dei gatti (e scusami, anche la cacchina è di un'altra dimensione e qualità). Qua il costo per le parti in causa, specie per i proprietari, sono minimi.

    Un altro aspetto riguardo ai gatti: per millenni i gatti hanno procurato benessere e mantenimento della salute all'uomo cacciando i roditori portatori di pestilenze, e una volta che 'sti tempi sembrano lontani, allora il gatto non è più il benvenuto (un po' la situazione del cavallo dopo il diffondersi della macchina).
    Immaginate i vostri bei giardini senza la presenza dei gatti.
    Non so da voi, ma qua ci sono volpi, ghiri, faine, martore amatrici delle macchine specie giapponesi, serpenti, ratti ecc.. Appena non ci sono i gatti, tornano dalle foreste vicine... non li vedete spesso, ma le loro tracce inconfondibili sì. E loro sì che sono portatori di parassiti....

    Per intenderci: non ho niente contro quelle bestioline, però sono i gatti che tengono in equilibrio la situazione. E preferisco che i miei figli pestino una cacchina di gatto che non quella delle volpi....
     
  7. *Lucy*

    *Lucy* Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    25 Gennaio 2007
    Messaggi:
    410
    Località:
    Genova, ma sono calabrese!
    Forse hai bisogno di fare un bel viaggio in Italia, IN TUTTA L'ITALIA! Stare troppo a nord non ti fa essere obiettivo.Sarò forse un pò di parte, ma visto che abito a Genova,anche qui è la stessa storia,se non peggio.Nord o Sud non c'entrano niente,te lo garantisco.
     
  8. =Todd=

    =Todd= Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Maggio 2007
    Messaggi:
    207
    Località:
    Lugano

    Guarda che c'entra, e come.

    In effetti non intendevo tanto nord o sud d'Italia, ma il nord e il sud europeo.

    L'amore, o meglio rispetto, per gli esseri, animali inclusi, ti garantisco che in regioni com i Paesi Bassi, Danimarca, Svezia, Finlandia, Austria, Germania e Svizzera è definitivamente più diffuso, se lo attacchiamo all'argomento di animali abbandonati.
     
  9. Valtellinese

    Valtellinese Giardinauta Senior

    Registrato:
    6 Aprile 2007
    Messaggi:
    1.288
    Località:
    Valtellina (quota 900mt)
    Guarda io abito in montagna, di volpi, ghiri, faine ecc. ecc ne siamo pieni, i gatti li fanno un baffo!.
    Di solito sono i padroni i maleducati, vuoi un animale, beh lo tieni a casa tua, non vedo perchè deve andare in giro a far danni, fossero animali selvatici capirei ma così....
    :Saluto:
     
  10. =Todd=

    =Todd= Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Maggio 2007
    Messaggi:
    207
    Località:
    Lugano
    Vero, i gatti questi animali non li mangiano più, ma già la presenza dei felini attorno alle case fa sì che non si avvicinino troppo.....


    Vero che ci sono dei padroni maleduati.
    A volte però non è da evitare che il tuo gatto faccia la cacchina nella bella aiuola del vicino di casa... e non capisco come mai uno si possa tanto scandalizzare da una cosa del genere.

    Di nuovo, capirei se si trattasse di una grande città del sud o anche del nord (se vogliamo includere Genova nel nord :D ), dove gironzolano interi branchi di cani e gatti abbandonati in disperata ricerca di cibo (e sono delle scene che al nord o centro Europa non si vedono perché meno male non ci sono quei fenomeni), allora la gravità della situazione si presenterebbe ben diversa. Sarei più comprensivo, diciamo.

    Con quella logica, che i gatti danno per definizione fastidio, i bimbi sono troppo rumorosi, gli altri disturbano... non so dove arriviamo.

    Ma sapete cosa di solito apprezzo tanto ma tanto in Italia? Che c'è una tolleranza verso l'altro (e verso i suoi bisogni :D ) abbastanza sviluppata...

    :)
     
  11. Valtellinese

    Valtellinese Giardinauta Senior

    Registrato:
    6 Aprile 2007
    Messaggi:
    1.288
    Località:
    Valtellina (quota 900mt)
    Ti racconto la mia esperienza, io abito fuori dal paese, i miei vicini adorano i gatti , veramente piacciono anche a me!, beh comunque loro avevano una baita affianco a casa mia ove stazionavano sempre un gruppetto di gatti, il nonno di questi signori saliva dal paese quasi ogni giorno per dargli del cibo, d'inverno però se nevicava molto non saliva dal paese e tutti gli inverni al max ne rimanevano 2 o 3, da quando hanno sistemato la baita ci abitano quasi tutto l'anno, i gatti non hanno più avuto mancanza di cibo e si sono riprodotti a dismisura......2 anni fa eravamo arrivati a 15!!!, una disperazione, escrementi ovunque, risse per il territorio, cucciolate ogni 2x3!, ci siamo rivolti all'ASL, all'ENPA, alla fine siamo riusciti a farli prendere quasi tutti, son rimaste 5 gatte che sono state sterilizzate grazie ai volontari, i miei vicini nonostante fossero loro a sfamarli e tutto se ne sono sempre fregati ( Tra l'altro nei mesi invernali tornavano in città lasciandoci tutti i gatti sul groppone a noi!!!), alla fine abbiamo litigato e ora non ci parliamo più!.
    :Saluto:
     
  12. =Todd=

    =Todd= Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Maggio 2007
    Messaggi:
    207
    Località:
    Lugano
    Non so se a questo punto loro amano molto i gatti... penso proprio di no.

    Infatti, capisco benissimo che uno si possa incavolare assistendo a delle scene del genere (sia per il sonno mancato durante la notte, che per le povere bestie stesse, che per i giardini che forse assumono certe forme..)

    Quando però il numero dei gatti in giro per la zona è +- normale (cioè senza che ci siano troppo risse per i territori), e i vicini di casa con un sacco di difetti fastidiosi anche loro (dalle grigliate alle musichine della montagna ai bamibini che gridano continuamente) si lagnano delle cacchine dei gatti sul loro prato tagliato all'inglese (intanto non ci cresce nient'altro dopo i funghicidi ecc che hanno messo), allora a me girano...
    Pazienza, come ho detto prima, io tollero che parcheggi la tua Maserati eternamente davanti al mio garage, e che i tuoi bimbi fanno casino, ma per piacere, non ti lagnare che il mio gatto ogni tanto potrebbe lasciare una cacchina sulle tue rose, insomma...
    E purtroppo queste cose succedono, al nord e sud, est e ovest.
     
  13. tiziana74

    tiziana74 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    19 Marzo 2007
    Messaggi:
    370
    Località:
    sardegna - prov.cagliari
    mmmhhhh considerato che sono allergica al pelo del gatto e che se si avvicina un gatto mi viene un attacco d'asma, io non li vedo come portatori di benessere :ciglione:
    e poi la cacchina brucia le piante te lo posso assicurare, quando ti ritrovi una cacca di gatto sopra una porzioncina di alstroemeria e intorno alla cacchina è tutto giallo e il resto è verdissimo..... la prima cosa che mi viene da pensare è che la causa sia la cacchina, e non la pianta che sta male....
    ho parlato da "amante deglia nimali" ho sempre avuto cani a casa (sino a tre anni fa) e gatti quando ero molto piccola....infatti la mia domanda era: "come faccio ad allontanare i gatti dalle mie piante?" e tu giustamente mi hai dato due consigli che sicuramente valuterò, poi però ci hai ricamato un pò troppo su con discorsi di differenze trà nord e sud che sinceramente parlando, in questo contesto, non centrava assolutamente niente!:flower:
     
  14. =Todd=

    =Todd= Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Maggio 2007
    Messaggi:
    207
    Località:
    Lugano
    Sì che c'entra il discorso sui gatti abbandonati in giro,

    perché il fenomeno che descrivi (a parte che mi sembra allora bello esagerato), ha una certa sua validità se il tuo giardino si trova in una città di una certa dimensione del sud Europa (e tu scrivi che sei della provincia di Cagliari, quindi probabilmente non Cagliari centro, ma un sobborgo forse sì), perché in quei posti purtroppo è possibile che trovi nel tuo giardino regolarmente un branco di gatti abbandonati ed affamati. In una situazione del genere sarebbe difficile trovare una soluzione per le piantine del tuo giardino.

    Il giardino di uno che abita a Berlino difficilmente sarebbe confrontato da un fenomeno del genere.

    Quindi quello che cambia da una situazione all'altra è la probabilità quantitativa di trovare o meno cacchine in giro attorno a o sulla sua pianta, a dipendenza della posizione anche geografica (e qua il distintivo e nord o sud).
    Difficile non vedere questa correlazione.
    Con altre parole: i buoni consigli per allontanare gatti o cani dal tuo giardino possono funzionare in una piccola città o villaggio del sud, ma probilmente non tanto nei grandi centri abitati. Tutto qua.

    Tu dici che non vedi il supporto al benessere dell'uomo da parte dei gatti perché non hai vissuto nel secolo XIX dove tutte le grandi città specie del mediterraneo erano invasi da roditori portatori di malattie che senza la decimazione a opera dei gatti periodicamente facevano scattare delle epidemine....
     
  15. *Lucy*

    *Lucy* Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    25 Gennaio 2007
    Messaggi:
    410
    Località:
    Genova, ma sono calabrese!
    Concordo pienamente con Tiziana! Il discorso adesso sta prendendo una strada che proprio non ha nulla a che vedere col forum.Bene scambiare 2 pensieri e 2 opinioni, ma please, torniamo all'argomento: come allontanare quelle dolci bestioline che bruciano le piantine ( a me 2 primule....)con le loro amorevoli cacchette?
     
  16. =Todd=

    =Todd= Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    1 Maggio 2007
    Messaggi:
    207
    Località:
    Lugano
    Ciao Lucy,

    allora finora ho dato tre consigli per come fare ad allontanare i gatti, e ne ho dato anche i limiti di validità (quel discorso che non vi piace; non piace nemmeno a me il fatto che il fenomeno esiste, purtroppo).

    Valtellinese ha aggiunto che ci si può rivolgere alle istituzioni, e che conviene, nel limite del possibile, parlare con i vicini. Ha pure citato un esempio della propria esperienza dove ciò non è funzionato.

    Ciola.

    Sicuramente ci saranno altri consigli ancora, o da approfondire quelli proposti, però se non se ne vuole discutere... e se per voi i limiti indicati delle misure da adottare non c'entrano...
     
  17. eveljn

    eveljn Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    17 Febbraio 2007
    Messaggi:
    294
    Località:
    Monfalcone (GO)
    Salto a piè pari tutta la polemica (ne ho già lette a bizzeffe sul ng dei gatti, ho già dato :eek:k07: ) per cercare di risponderti.
    I gatti sono tra le bestie più difficili da dissuadere: se si mettono in testa una cosa, stai pur certa che la faranno. Dovessero anche attraversare un fiume a nuoto.
    L'erba cipollina non gli fa niente, il mio gatto se l'è sparata come fosse erba gatta per poi vomitarmela in giro per la casa.
    La ruta, che io ho piantato proprio per la curiosità di vedere se, come dice Desmond Morris, era antigatto, in realtà gli fa un baffo uguale.
    I prodotti specifici li ho provati io a casa mia, durano poco e cmq il gatto se ne frega.
    L'unica cosa che sembra funzionare, ma sulle aiuole la vedo poco praticabile, sono le bucce di agrumi. Ma dovresti usare diversi limoni alla settimana.
    E comprare un cane? :D
    eveljn
     
  18. tiziana74

    tiziana74 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    19 Marzo 2007
    Messaggi:
    370
    Località:
    sardegna - prov.cagliari
    considerato che ho due alberi di limoni.....

    ho due alberi di limone carichi e uno di mandarino, potrei provare con la bucia degli agrumi .... al cane ci penserò.....e se poi invece cane e gatto si coalizzano e mi scaggazzano entrambi i fiorellini? :lol: :lol: :lol:
     
  19. emilius

    emilius Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    26 Marzo 2007
    Messaggi:
    98
    Località:
    milano, ma vissuto in albenga
    ...se posso dare anche io un contributo al dibattito direi che qualsiasi prodotto chimico di sintesi sarebbe da evitare perche' il suo impatto ambientale, moltiplicato per il numero di utenti, lo renderebbe molto dannoso...cosi' meglio l'ortica del veleno per gli afidi etc...
    ma non si potrebbe, come ho in mente, seppellire degli stuzzicadenti appuntiti nelle zone da proteggere per indurre gli animali ad allontanarsi?? :)
     
  20. antonina

    antonina Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    3 Maggio 2007
    Messaggi:
    221
    Località:
    Basso Piemonte
    Vi racconto che soluzione ha trovato un mio vicino in Piemonte. C'è una signora che da da mangiare ai gatti randagi proprio vicino al suo orto. Lui ha comprato decine e decine di coleus piante che da piccole costano poco e ha piazzato vasi dove non vuole che passino i gatti. A parte che il tutto è molto decorativo é proprio vero che il coleus li tiene lontani. Ripete il rifornimento tutte le primavere.
     

Condividi questa Pagina