• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Problema pseudobulbi Zygopetalum

PazzOrky

Aspirante Giardinauta
Buongiorno a tutti,
apro questo post perchè la mia prima (e finora unica) Zygopetalum sta perdendo inesorabilmente i suoi pseudobulbi.
L'ho acquistata un mese fa in un garden alla modica cifra di 8€ perchè sfiorita. All'epoca aveva quattro pseudobulbi, ma nel giro di tre settimane due sono diventati scuri e mollicci. Il giorno stesso in qui l'ho acquistata l'ho rinvasata: il composto all'interno del vaso era completamente decomposto, ma le radici erano abbondanti e sane.
L'ho rinvasata con del bark e l'ho posizionata nella tromba delle scale, dove la temperatura non scende mai sotto i 12°C. Zygopetalum 1.jpg Zygopetalum 2.jpg
Ieri ho notato che anche lo pseudobulbo più grosso si sta scurendo.
Adesso bagno circa ogni 10/12 gg. Dovrei diminuire la frequenza delle bagnature?
Quello che mi dà speranza è il nuovo pseudobulbo che è spuntato, ma non vorrei che si "ammalasse" anche lui.
Come devo intervenire?
Grazie
 

Spulky

Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua
Membro dello Staff
ho trovato questa scheda in merito

Habitat
Come tutte le altre orchidee epifite, gli Zygopetlum hanno come habitat naturale le foreste tropicali ma con la particolarità però di vivere sui rami bassi degli alberi, più all’ombra, più umidi e coperti di muschio. Queste caratteristiche fanno sì che le cure colturali di queste orchidee siano del tutto peculiari.
Temperatura
Il loro biotopo tipo è quello della montagna e per questo motivo non amano ambienti troppo caldi e secchi, la temperatura notturna ideale in inverno è di 15°C, anche se gli ibridi moderni sono assai


un po' scarna ma è un punto di partenza
 

annamaria72

Aspirante Giardinauta
Ciao
anni fa avevo anche io uno Zygopetlum; in serra intermedia ma io e lui non ci siamo capiti già da subito....
la mia pianta ha avuto gli stessi tuoi problemi e l'ho persa per marciume...
Tmn 14-15° e T max 17°C ma secondo me di giorno vuole una temperatura più alta...
 

Spulky

Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua
Membro dello Staff
leggendo qua e là ho trovato che gradisce le escursioni quindi forse una linea quasi piatta tra 13 e 17 non è graditissima...

mal sopporta le disidratazioni, le radici si rovinano e poi marcisce, quindi mai farla seccare
 

PazzOrky

Aspirante Giardinauta
leggendo qua e là ho trovato che gradisce le escursioni quindi forse una linea quasi piatta tra 13 e 17 non è graditissima...

mal sopporta le disidratazioni, le radici si rovinano e poi marcisce, quindi mai farla seccare
So che deve essere sempre un po' umida, solo che devo ancora un po' regolarmi.
E se di giorno la tengo in casa e di notte sul pianerottolo delle scale?
Cmq grazie a tutti per le risposte.
 

JessOrchidLover

Giardinauta
Tutto questo mi fa venire in mente le miltoniopsis. Per quanto meravigliose siano, mi sono ripromessa di non prenderne altre, perché sono veramente difficili da gestire e comprendere, specialmente in un clima che non é a loro favorevole.
Non ho mai avuto una zygopetalum, ma posso raccontarti della mia esperienza con una miltoniopsis.

Presa intorno a metà maggio 2019 in orchideria, svaso: le radici erano quasi tutte marce. Taglio a zero e lascio due/tre monconi. Inizio recupero con algatron.

Luglio 2019: il caldo intenso quasi me la uccide, ma per fortuna nel frattempo erano cresciute nuove radici, la pianta sopravvive all'estate e mette su un nuovo pseudobulbo con tanto di radici.

Arriva la stagione fredda, a loro teoricamente più gradita. Controllo sempre il bark, appena vedo che é quasi asciutto, bagno.... Sennonché le radici finiscono per marcire di nuovo. Svaso, tolgo tutto a parte due/tre radicette dubbie, cambio bark, provo la coltivazione in bark misto argilla e riprendo con l'algatron.

Ora rileggi nuovamente ciò che ho scritto prima. Era un circolo vizioso, che non dava segni di miglioramento. Alla fine quest'estate ha avuto la meglio il caldo terribile combinato alla quasi totale assenza di radici (pensare che aveva pure buttato fuori uno stelo floreale...pazza).

Un'altra cosa che mi fai venire in mente, con il degrado così veloce degli pseudobulbi, é una brutta esperienza che ho avuto con una epidendrum quest'estate anche questa presa in orchideria, é durata in tutto si e no quattro mesi in casa mia. Come ha finito di fiorire hanno cominciato a marcire uno dietro l'altro gli pseudobulbi. Svasata la bellezza di tre volte, fatto trattamento antifungino due volte, ma niente l'ha salvata. Alla fine si é completamente sfatta.
 

annamaria72

Aspirante Giardinauta
Certo!
Un' ultima cosa: secondo voi a cosa è dovuto il marciume degli pseudobulbi? (Non penso di aver dato troppa acqua...)
Ciao
Secondo me le basse temperature anche con irrigazioni poco frequenti hanno indotto il marciume...
invece da me specie da serra intermedia/fredda come due Cambria che mi hanno regalato un paio di anni fa riescono a vivere degnamente perchè con le temperature che fornisco adesso (Tmin 12.5°C - Tmax 17.5) con buona illuminazione (luce da Sud-ovest ) e UR stabile su 60-70% (anche 80% quando irrigo) stanno abbozzando ora gli steli floreali come pure Oncidium e Laelio cattleya (quest'ultima poi x fiorire vuole proprio uno sbalzo termico, e non te lo spiega mai nessuno, l'ho scoprto casualmente... :pazzo:) ; per le irrigazioni mi regolo infilando delicatamente il dito nel bark: se sento asciutto do un goccio d'acqua e basta, ma é proprio un goccio...
L'ultima irrigazione con breve immersione l'ho fatta credo una settimana fa...
 

PazzOrky

Aspirante Giardinauta
Un'altra cosa che mi fai venire in mente, con il degrado così veloce degli pseudobulbi, é una brutta esperienza che ho avuto con una epidendrum quest'estate anche questa presa in orchideria, é durata in tutto si e no quattro mesi in casa mia. Come ha finito di fiorire hanno cominciato a marcire uno dietro l'altro gli pseudobulbi. Svasata la bellezza di tre volte, fatto trattamento antifungino due volte, ma niente l'ha salvata. Alla fine si é completamente sfatta.
Bhe, devo dire che questo non mi dà molta speranza...:rolleyes:;)
Cmq farò come precedentemente scritto e incrocio le dita.
 

peppeorchid

Maestro Giardinauta
le macchie nere alla base dei bulbi sono una pessima cosa,
Grazie Spulky.
Chiedo magari a @peppeorchid o @JessOrchidLover se mi possono dare maggiori consigli.
Grazie
le macchie nere alla base dei bulbi sono una pessima cosa, perso per perso tratterei con un fungicida tipo linfa anti pythium o simili, con le temperature fresche puoi bagnare anche meno frequentemente anche per evitare che le nuove ricrescite facciano la stessa fine.
E se di giorno la tengo in casa e di notte sul pianerottolo delle scale?
sbagliatissimo, ogni volta le orchidee cambiano locazione soffrono, anche quando questa migliori, se il pianerottolo non scende mai sotto i 10° io lascerei la pianta lì
 
Ultima modifica:

PazzOrky

Aspirante Giardinauta
Aggiornamento:
Dopo aver fatto 3 trattamenti fungicidi la pianta si presenta così:
Zygopetalum 3.jpg
Lo pseudobulbo grande malato dopo un paio di giorni l'ho eliminato completamente e i trattamenti li ho fatti con un prodotto fungicida della Cifo, dove non c'è scritto esplicitamente contro il pythium, ma una delle varie malattie che cura è il marciume bruno, ho pensato quindi (magari erroneamente) che andasse bene.
Da un paio di giorni, però, ho notato che anche lo pseudobulbo rimasto ha iniziato a scurirsi:cry: ma allo stesso tempo è spuntato un nuovo "germoglio".
Mi affido ai vostri sapienti consigli,
Grazie.
 

peppeorchid

Maestro Giardinauta
percarità basta con i trattamenti così ravvicinati, ora se hanno funzionato lo vedrai facendo passare un po' di tempo, dai pochissima acqua finchè il nuovo getto non sarà alto almeno qualche centimetro se vedrai nuove radici svilupparsi alla sua base
 
Alto