• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Prato da rifare ogni anno

castagno

Aspirante Giardinauta
Vi chiedo aiuto per il prato di casa. Vivo in zona Milano e tutti gli anni mi ritrovo il prato sostanzialmente da rifare.

Ormai da qualche anno il ciclo è questo:
- Ottobre: semino con GreenUp Gold (microterme). Faccio un pastone con semi, terriccio, cornunghia ed eventualmente torba. Vedo che mi aiuta molto a far germinare e attecchire
- Primavera: il prato è ottimo, molto folto e piacevole
- Da fine giugno a luglio: irrigazione per ca. 15 min la mattina presto, ma la parte più assolata comincia a bruciare irrimediabilmente
- Agosto: spesso sono via per ca. 3 settimane e non riesco a tenere tagliato il prato. Quando torno è una terribile foresta di erbacce: portulaca, euphorbia maculata, gramigna,….
- Settembre: estirpo a mano tutte le erbacce e il prato sostanzialmente non c'è più. E' più terra che prato. Per ora non ho usato diserbanti.


Si tratta di un prato esposto a SUD di ca. 15x5 metri chiuso tra il muro di casa e una siepe abbastanza alta. Si forma quindi un microclima per cui la temperatura è abbastanza alta.
Inoltre il terreno è leggermente inclinato verso la siepe: la parte dove secca l'erba più facilmente è infatti quella verso la casa.

Cosa mi consigliate? Dove sbaglio?
Ha senso mettere macroterme invece di microterme? Mi sembrano in realtà più adatte a climi dell'Italia meridionale.
 

Admantix

Aspirante Giardinauta
Ammesso che tutto sia fatto a dovere fino alla primavera, non ho sentito parlare di concime e soprattutto il bruciato di cui parli forse è figlio dell'irrigazione, forse poca.
Quindi devi fare il test dei barattoli per verificare quanta acqua fornisci al t.e. , devi pianificare un piano di concimazione e inoltre dovresti fare un test del terreno per vedere che tipo di sottofondo hai e poi lascia stare le macroterme al nord....

Un ruolo fondamentale ce l'ha anche la falciatura che deve essere quanto più regolare nei tempi e nell'altezza.
Potresti pensare ad un robot tagliaerba per il periodo estivo

Poi se posti qualche foto, ti possiamo aiutare meglio

A presto
 

castagno

Aspirante Giardinauta
Grazie @Admantix ! ok rimango sulle microterme allora e provo a verificare l'irrigazione
Concime: metto cornunghia in ottobre, insieme alla semina
Falciatura: con robot (tranne le 3 settimane in cui sono via....) e mi trovo molto bene

Faccio la prova del barattolo e qualche foto
 

Mike1983

Giardinauta
Grazie @Admantix ! ok rimango sulle microterme allora e provo a verificare l'irrigazione
Concime: metto cornunghia in ottobre, insieme alla semina
Falciatura: con robot (tranne le 3 settimane in cui sono via....) e mi trovo molto bene

Faccio la prova del barattolo e qualche foto
Concimi solo ad ottobre in fase di semina? Il minimo sindacale sono le 4 concimazioni annuali con relativi concimi adeguati (marzo /giugno /fine agosto / novembre)

Inviato dal mio CLT-L29 utilizzando Tapatalk
 

Admantix

Aspirante Giardinauta
Oltre alle concimazioni che vanno fatte come riportato da @Mike1983 (controlla il tipo di concime nei vari post che trovi- il concime non è tutto uguale) , controlla quanta acqua eroghi, taglia regolare e probabilmente il prato non lo rifarai più....

Una curiosità: ma se hai il robottino e lo usi sempre perché il prato diventa una foresta?
Se usi il robottino normalmente aumenta il feltro e quindi devi arieggiare

Ciao
 

castagno

Aspirante Giardinauta
Ecco alcune foto del prato, così si capisce meglio.
Ho fatto la prova del barattolo; sinceramente, pur essendomi documentato, faccio fatica ad interpretare i diversi strati. E' cmq una terra piuttosto dura e con molti sassi.

Il robottino funziona benissimo; è solo nel periodo di vacanza (diciamo 3 sett ad agosto) che non posso farlo andare e le erbacce (che già c'erano però!) crescono alla grande.

Mi studio un piano di concimazione. Comprendo quindi che devo anche pensare a qualcosa di più articolato della semplice cornunghia.
 

Allegati

  • 20210827_191018 (FILEminimizer).jpg
    20210827_191018 (FILEminimizer).jpg
    345,8 KB · Visite: 27
  • 20210827_191023 (FILEminimizer).jpg
    20210827_191023 (FILEminimizer).jpg
    374 KB · Visite: 18
  • 20210827_191030 (FILEminimizer).jpg
    20210827_191030 (FILEminimizer).jpg
    338,4 KB · Visite: 17
  • 20210827_191045 (FILEminimizer).jpg
    20210827_191045 (FILEminimizer).jpg
    309,2 KB · Visite: 25
  • 20210830_133339 (FILEminimizer).jpg
    20210830_133339 (FILEminimizer).jpg
    132,7 KB · Visite: 25

AleZanot

Aspirante Giardinauta
Non sono assolutamente un esperto, ma avendo avuto più o meno i tuoi stessi problemi, ed essendomi documentato in giro mi verrebbe da chiederti se la consistenza del terreno non sia troppo sabbiosa o troppo ricca di sassi. Questi tipi di terreno drenano troppo l'acqua e bruciano inesorabilmente il prato.
Inoltre la prova dei barattoli che ti hanno suggerito consiste nel posizionare dei barattoli sparsi nel giardino mentre l'impianto di irrigazione è in azione, al termine dell'irrigazione verificare quanta acqua c'è nei vari barattoli e verificare se è abbastanza oppure no (spesso ci sono zone poco "coperte" dagli impianti).
 

castagno

Aspirante Giardinauta
Non sono assolutamente un esperto, ma avendo avuto più o meno i tuoi stessi problemi, ed essendomi documentato in giro mi verrebbe da chiederti se la consistenza del terreno non sia troppo sabbiosa o troppo ricca di sassi. Questi tipi di terreno drenano troppo l'acqua e bruciano inesorabilmente il prato.
Inoltre la prova dei barattoli che ti hanno suggerito consiste nel posizionare dei barattoli sparsi nel giardino mentre l'impianto di irrigazione è in azione, al termine dell'irrigazione verificare quanta acqua c'è nei vari barattoli e verificare se è abbastanza oppure no (spesso ci sono zone poco "coperte" dagli impianti).
dal barattolo dici che è terreno troppo sabbioso?
A me sembra una terraccia molto dura piuttosto...

Proverò (con il barattolo :) ) anche l'irrigazione
 

AleZanot

Aspirante Giardinauta
Dalla foto è difficile a dirsi! Magari non è sabbiosa ma avendo tanti, o forse troppi sassi, è estremamente drenante e quindi l'acqua non è mai abbastanza per il prato che quindi brucia!
 

Mike1983

Giardinauta
Ecco alcune foto del prato, così si capisce meglio.
Ho fatto la prova del barattolo; sinceramente, pur essendomi documentato, faccio fatica ad interpretare i diversi strati. E' cmq una terra piuttosto dura e con molti sassi.

Il robottino funziona benissimo; è solo nel periodo di vacanza (diciamo 3 sett ad agosto) che non posso farlo andare e le erbacce (che già c'erano però!) crescono alla grande.

Mi studio un piano di concimazione. Comprendo quindi che devo anche pensare a qualcosa di più articolato della semplice cornunghia.
I sassi sono in profondità nel terreno oppure sono abbastanza in superficie? Se fosse la seconda ipotesi c'è anche la possibilità che diano problemi di surriscaldamento in estate e brucino le radici (non sono un esperto), comunque sia i sassi più ne togli meglio è

Inviato dal mio CLT-L29 utilizzando Tapatalk
 
Alto