• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Potatura lavanda

monicafoco

Aspirante Giardinauta
Ho una pianta di lavanda che è diventata enorme con solo la parte apicale verde e il resto lignificato.
Come mi suggerite di portarla?
 

Stefano Sangiorgio

Guru Master Florello
Ho una pianta di lavanda che è diventata enorme con solo la parte apicale verde e il resto lignificato.
Come mi suggerite di portarla?
Senza foto non è semplice.
La regola è potare tutti gli steli fiorali fino a dove trovi gli aghi. Poi pota ove c'è il fogliame in modo omogeneo lasciando sempre, nelle zone potate, ciuffi di aghi sennò la pianta muore.
Se il cespuglio ha più fusti, dopo la potatura che ti ho detto taglia alla base uno o due tra i rami più vecchi e grossi per stimolare butti nuovi dalla ceppaia. Superfluo dire che, all' inizio del lavoro, elimina senza indugio i rami totalmente secchi.
 

Pomacantide

Aspirante Giardinauta
Senza foto non è semplice.
La regola è potare tutti gli steli fiorali fino a dove trovi gli aghi. Poi pota ove c'è il fogliame in modo omogeneo lasciando sempre, nelle zone potate, ciuffi di aghi sennò la pianta muore.
Se il cespuglio ha più fusti, dopo la potatura che ti ho detto taglia alla base uno o due tra i rami più vecchi e grossi per stimolare butti nuovi dalla ceppaia. Superfluo dire che, all' inizio del lavoro, elimina senza indugio i rami totalmente secchi.
Ciao Stefano, scusami se mi riallaccio a questa tua risposta, ma vorrei trarne spunto per una mia Stoechas in una situazione simile. L'avevo presa a marzo già abbastanza cresciutella e abbastanza lignificata alla base poiché, probabilmente, mai potata prima. Piantata in piena terra ha fatto anche una discreta fioritura adesso ovviamente terminata. Adesso passo alle domande. Ciò che consigli in questo tuo intervento va già fatto tutto insieme adesso o meglio rinviare alcuni passaggi a febbraio/marzo e adesso limitarsi solo ad una leggera potatura? Quando dici di eliminare 2,3 fusti più vecchi e grossi, intendi fusti spogli e quindi teoricamente morti o fusti ancora con vegetazione? Quanto invece ai rami secchi, vanno eliminati tutti completamente adesso in modo da ripulire la pianta prima dell'inverno, o meglio lasciare qualcosa da finire poi di togliere successivamente in modo da lasciare un po' di sostegno alla pianta prima che vada in letargo?
 

Stefano Sangiorgio

Guru Master Florello
Ciao Stefano, scusami se mi riallaccio a questa tua risposta, ma vorrei trarne spunto per una mia Stoechas in una situazione simile. L'avevo presa a marzo già abbastanza cresciutella e abbastanza lignificata alla base poiché, probabilmente, mai potata prima. Piantata in piena terra ha fatto anche una discreta fioritura adesso ovviamente terminata. Adesso passo alle domande. Ciò che consigli in questo tuo intervento va già fatto tutto insieme adesso o meglio rinviare alcuni passaggi a febbraio/marzo e adesso limitarsi solo ad una leggera potatura? Quando dici di eliminare 2,3 fusti più vecchi e grossi, intendi fusti spogli e quindi teoricamente morti o fusti ancora con vegetazione? Quanto invece ai rami secchi, vanno eliminati tutti completamente adesso in modo da ripulire la pianta prima dell'inverno, o meglio lasciare qualcosa da finire poi di togliere successivamente in modo da lasciare un po' di sostegno alla pianta prima che vada in letargo?
I rami morti, totalmente secchi eliminali senza paura ora.
I 2 max 3 rami più vecchi e grossi (vivi) vanno segati alla base a marzo aprile per stimolare i nuovi ributti.
Adesso limitati a ripulirla da tutto il secco e darle una forma ordinata tagliando gli steli sfioriti.
Occhio che sui rami potati devi lasciare fogliame vivo (cioè aghi) pena la morte di tutto il ramo.
Buon lavoro!!
 

Pomacantide

Aspirante Giardinauta
I rami morti, totalmente secchi eliminali senza paura ora.
I 2 max 3 rami più vecchi e grossi (vivi) vanno segati alla base a marzo aprile per stimolare i nuovi ributti.
Adesso limitati a ripulirla da tutto il secco e darle una forma ordinata tagliando gli steli sfioriti.
Occhio che sui rami potati devi lasciare fogliame vivo (cioè aghi) pena la morte di tutto il ramo.
Buon lavoro!!
Grazie caro, gentilissimo come sempre. Si si, ho molte lavande e sono abbastanza pratico su come potarle, solo ho la sana abitudine di prenderle giovani e crescerle io come si dovrebbe, o almeno ci provo. Ma questa mi ha fregato e ci sono cascato, adesso vorrei però migliorarla e riprenderla, non ha tantissimo secco ancora. Però leggendo le tue istruzioni mi era venuto il dubbio appunto in merito all'intervento sui rami più vecchi che mi ero già programmato di fare verso marzo. Cerco di fare tesoro sui tuoi consigli in generale ma soprattutto sulle lavande che amo tantissimo
 

Pomacantide

Aspirante Giardinauta
Diciamo che finché una lavanda è giovane, e la si cresce personalmente nel tempo attenendosi quanto più scrupolosamente possibile ai consigli ed alle istruzioni in generale è molto più semplice. Diventa più complicato invece quando si pretende di riprendere una pianta già adulta, disordinata e con una percentuale di secco importante. In questo caso iniziano le paranoie, per la solita classica paura di tagliare e di sbagliare peggiorando le cose o compromettendo tutto e servono davvero mani abbastanza esperte (oltre che coraggio)
 

Luca Nasi

Giardinauta
Mi accodo a questa discussione visto che l'argomento è lo stesso.
Ho potato la mia lavanda giusto Sabato scorso. È il primo anno che la coltivo e non so onestamente se potrei potarla ancora di più. Così sarà sui 40 cm di diametro. Ho notato che all'interno sta già lignificando nella parte più bassa.
Lavanda_18092021.jpg
 
Alto