• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

orto sinergico, peronospora, dubbi

lu.na78

Aspirante Giardinauta
Ciao a tutti,
sono alla mia prima esperienza di orto.
Affascinato dalla filosofia dell'orto sinergico e delle consociazioni ho voluto sperimentarli anche io.
Sono però già iniziati i problemi.
Alcune piante di pomodori consociati con delle lattughe sono stati attaccati dalla peronospora.
Devo trattare i pomodori con del rame (che mi ha detto il venditore avere una carenza di 20 giorni), ma non riesco a evitare che questo vada a finire anche sulle lattughe consociate che però sono quasi pronte per la raccolta.
Come faccio?
Ovviamente la prima cosa a cui ho pensato oggi è stata: se avessi piantato solo pomodori non avrei avuto alcun problema nel trattamento.
Adesso chiedo a voi, che sicuramente avete più esperienza di me, come ci si comporta in questi casi?
Grazie a tutti quelli che mi risponderanno.
 

brandegeei

Esperto in Fitopatologie
Ciao
questo succede quando si vuole seguire certe filosofie di scarso valore, nel tuo caso devi coprire le piante con un telo, finchè il prodotto non asciuga.
 

stefanotex

Aspirante Giardinauta
sono tre anni che coltivo in modo sinergico con ottimi risultati e non lo tirengo assolutamente una filosofia di scarso valore
la peronospora certamente era già in carico alle piante di pomodori che hai acquistato
se inizi a trattare con dei "veleni" i pomodori lascia perdere l'orto sinergico
butta via quelle piante e comprale da un altro vivaio!!!
comunque per essere sicuri il prox anno parti dal seme oltre ad avere più sicurezza cè' molta più soddisfazione
 

lu.na78

Aspirante Giardinauta
sono tre anni che coltivo in modo sinergico con ottimi risultati e non lo tirengo assolutamente una filosofia di scarso valore
la peronospora certamente era già in carico alle piante di pomodori che hai acquistato
se inizi a trattare con dei "veleni" i pomodori lascia perdere l'orto sinergico
butta via quelle piante e comprale da un altro vivaio!!!
comunque per essere sicuri il prox anno parti dal seme oltre ad avere più sicurezza cè' molta più soddisfazione

Ciao,
in realtà ho letto che il rame è un prodotto naturale anche ammesso in agricoltura biologica.
Perchè parli di veleno?
Io credo che la causa sia stata l'abbondanza di piogge nelle tre settimane post-trapianto. Però sono alla mia prima esperienza e sono completamente inesperto.
Nel tuo orto sinergico cosa usi in caso di malattie o attacchi di insetti/parassiti?
Grazie!
 

stefanotex

Aspirante Giardinauta
Ciao,
in realtà ho letto che il rame è un prodotto naturale anche ammesso in agricoltura biologica.
Perchè parli di veleno?
Io credo che la causa sia stata l'abbondanza di piogge nelle tre settimane post-trapianto. Però sono alla mia prima esperienza e sono completamente inesperto.
Nel tuo orto sinergico cosa usi in caso di malattie o attacchi di insetti/parassiti?
Grazie!

ciao
in merito alla "filosofia" dell'orto sinergico lo scopo di coltivare piante in consociazione porta ad andare oltre al concetto di biologico e di lavorare il meno possibile
alla base di tutto come ho scritto sarebbe necessario partire dal seme e non importare piante acquistate in vivaio
in secondo luogo la base dell orto sinergico è creare un ambiente che si assesti in maniera naturale in quanto con la pacciamatura che io effettuo solo con paglia
crea con il tempo una sistema naturale di antagonisti che debellano gli eventuali attacchi
è necessario partire da un terreno che non sia stato sfruttato in precedenza o almeno lasciato riposare
lavorarlo solo con vanga e badile per creare i bancali
io di solito comunque do sempre del macerato di ortiche e ha sempre fatto la sua funzione
il rame per me è un veleno poi chi lo vuole dare può farlo....
comunque mi sono ispirato a questo libro
la rivoluzione del filo di paglia
saluti
 

brandegeei

Esperto in Fitopatologie
Ciao
i pomodori sono sensibili alla peronospora, alcune varietà molto più di altre, la consociazione con altre piante è totalmente ininfluente alla comparsa di tale malattia, usa pure un prodotto rameico per proteggere le piante di pomodoro.
 

piantas

Aspirante Giardinauta
brandegeei in parte a ragione quando dice che qualsiasi consociazione e
ininfluente per tale malattia,serve solo per proteggersi a vicenda dall'attacco di afidi,
bruchi,ecc,ecc..
il prodotto rameico per quanto consentito in agricoltura bio non vuole dire che l'ho possiamo
mangiare e bere,quindi non darlo sull'insalata e sulle aromatiche se tieni a te ed ai tuoi cari.
coltivo partendo dal seme biologicamente da diversi anni con ottimi risultati,
rinforzando il sistema immunitario delle mie piante con macerati e
perfezionando la pratica di coltivazione di anno in anno senza lasciare nulla al caso.
cio che mi da piu soddisfazione e che posso andare a lavorare lasciando i miei bimbi liberi di
cogliere e mangiare frutta e verdure non contaminate da chi dovrebbe proteggerli...
scandaloso il fatto che l'italia sia il primo produttore bio ed allo stesso tempo il maggiore consumatore
di pesticidi ed erbicidi in europa!...
la cosa preoccupante e che il privato sta diventando fanatico!

(Il fanatismo consiste nel raddoppiare i tuoi sforzi quando hai dimenticato lo scopo ultimo del tuo impegno)

saludos




saludos
 

Enzio

Aspirante Giardinauta
Fantastico questo post .
Se la peronospora è presente , anche il rame può far poco visto che è un prodotto di copertura .
Quando leggo queste affermazioni
rinforzando il sistema immunitario delle mie piante con macerati
penso che le streghe e i maghi son con noi hehehe
Le stesse persone magari assumono pastiglie per il mal di testa , per andare in bagno , per dormire , per il mal di schiena ecc .
Però l' orto è sinergico ...... , fanatici son loro .
 

piantas

Aspirante Giardinauta
non sono uno stregone,ne un mago..
non assumo medicinali se non proprio necessario..
il mio orto non e sinergico..ma...
non vedo cosa tu ne possa capire..
vivendo in mezzo all'oceano atlantico!
chi pensa che come noi le piante non abbiano
un loro sistema immunitario...?
mi dispiace ma...
CANCELLATEVI DAL SITO!

La lealtà ritorna a chi la pratica .
frase molto bella...
detta da chi ci crede!

saludos
 

BAOBAB

Aspirante Giardinauta
Ho avuto anch io la pronospera ai pomodori quest anno...stamani ho tolto quelli malati ,ho pulito tutto il terreno per bene Foglie,erbacce ecc.Chiuso tutto in un sacco e buttato,vangato nuovamente e rimesso altri pomodori "comprati in un altro vivaio".
Un peccato, avevano gia dei bei frutti e sinceramente volendole salvare ho dato anch io roba chimica...a malinquore perche non mi piace proprio per nulla usare quei prodotti ma se ti si ammalano tutte le piante? che fai ?non ci provi? Se avete soluzioni alternative io sono qui per essere consigliato.
 

Enzio

Aspirante Giardinauta
Ho avuto anch io la pronospera ai pomodori quest anno...stamani ho tolto quelli malati ,ho pulito tutto il terreno per bene Foglie,erbacce ecc.Chiuso tutto in un sacco e buttato,vangato nuovamente e rimesso altri pomodori "comprati in un altro vivaio".
Un peccato, avevano gia dei bei frutti e sinceramente volendole salvare ho dato anch io roba chimica...a malinquore perche non mi piace proprio per nulla usare quei prodotti ma se ti si ammalano tutte le piante? che fai ?non ci provi? Se avete soluzioni alternative io sono qui per essere consigliato.

A chi piace usare i fitofarmaci ; a nessuno !
Hai fatto come uno che malauguratamente ha preso i pidocchi , e per non usare lo sciampho apposito si è rasato a zero , pensa se erano le piattole , depilazione totale hehehe.
Purtroppo a volte bisogna usare anche i Fitofarmaci , rispettando le carenze e tutte le modalità in etichetta .
 

piantas

Aspirante Giardinauta
Quando avevo la febbre prendevo medicinali,
e dicevo accidenti in due giorni sono guarito!
adesso bevo succhi d'arancia e guarisco in due giorni
e dico accidenti in due giorni sono guarito!
vengo anch'io dalla guerra chimica nell'orto e adesso
alle piante riservo l'ho stesso trattamento naturale...
non so se sia meglio il chimico o il naturale...
ma io una decisione l'ho presa!
le multinazionali chimiche dicono e ci inculcano
ciò che gli fa più comodo..
ma io non riempirò più i loro tasconi già pieni!

saludos
 

nicola22

Giardinauta Senior
Baobab...evito la peronospora ramando i pomodori diverse volte..se l'aria è umida. sospendo quando i primi cominciano a schiarire.chiedo "se la peronospora l'avevi tra un mese...potevi estirpare tutto e ripiantare? fai come vuoi... però ti consiglio di ramarli...rischi di non avere pomodori quest'anno! a volte l'umidità in certe zone fa strage.
Piantas, concordo con te...ma da stirpe ortolana(io so fare poco)ricordo che i miei hanno sempre usato "verderame"(quello cristallino insieme a calce)per orto,vigna e frutteto (nei tempi e nei modi previsti). quando hai una polmonite avoja a curarti con le "tisane"....quando ce vò ..ce vò! anche se a malincuore.
 
Ultima modifica:

BAOBAB

Aspirante Giardinauta
Piantas rispetto la tua scelta, è molto salutare e impegnativa...è veramente una soddisfazione portare in tavola certi prodotti!
Magari hai più possibilta,più esperienza rispetto ad altri me incluso. Quando ti si ammala qualche coltura come fai?? per esempio pronospera come è capitato a me quest anno cosa avresti usato?e SOPRATUTTO per non farle ammalare cosa avresti fatto?. Te lo sto chiedendo seriamente perchè se c'è qualcosa di alternativo che usi e funziona mi piacerebbe saperlo.Ho scattato delle foto alle mie piante il giorno della cura col fungicida.
Ragazzi io avevo dato gia 2-3 volte il rame ai pomodori e ho usato un fungicida sistemico" eccezionale a dire del venditore" per la pronospera 2 giorni dopo che mi sono accorto della malattia (prima che ho potuto)ma ho comunque dopo una setimana buona buona dovuto buttare all aria tutto perchè ormai le piante erano ferme,andate. Vi dico la verita...se anche mi si fossero salvate non li avrei mangiati molto di gusto quei pomodori.
 

Allegati

  • IMG_20140528_172911.jpg
    IMG_20140528_172911.jpg
    100,9 KB · Visite: 113
  • IMG_20140528_172809.jpg
    IMG_20140528_172809.jpg
    101,3 KB · Visite: 88
  • IMG_20140528_172816.jpg
    IMG_20140528_172816.jpg
    102,7 KB · Visite: 106

Giasone

Giardinauta Senior
E cosa c'entra il fungicida in questo caso? Si tratta di virosi e nessun rimedio, sia convenzionale, che bio, esiste.
 

BAOBAB

Aspirante Giardinauta
...bene...Sei sicuro Giasone?.ho portato anche una piantina in un vivaio per farla vedere, e un altra in un consorzio vicino dove effettuano analisi per i vigneti delle zona e tutti mi hanno parlato di pronospera e indicato li prodotto.Io di mio sono ignorante, non ho esperienza in questo campo.
 

billgates13

Giardinauta Senior
la peronospora si combatte in prevenzione con rame se poi si vuol combattere anche l'oidio aggiungere lo zolfo.
Non esiste che le piantine dei pomodori sono vendute con l'infezione perché questa è portata dall'acqua.
Il problema è che bisogna dare il prodotto quando c'è bisogno e non così tanto per... e bisogna rispettare i tempi di scadenza del prodotto(nel rame ogni 6-8 gg) e ripetere.
Se vi sono delle piogge nel mezzo allora bisogna ritrattare come nel vigneto.

con il rialzo delle temperature(sopra i 30gradi ) lo zolfo non serve più.
 

piantas

Aspirante Giardinauta
Caro baobab quando si ammala qualche coltura e già troppo tardi,
hai ragione quando ti ritieni preoccupato di portare in tavola certi frutti e verdure "sane" esteriormente,
la mia pratica si basa sull'esperienza e su ciò che la coscienza mi consiglia,
per prima cosa vedo il tuo terreno zuppo d'acqua,troppa non va bene,da quando attecchiscono
una volta a settimana e sufficiente,comunque quando la pianta a bisogno d'acqua si vede..
possibilità non ne ho,ne di tempo ne economiche,ho un lavoro duro che mi impegna 10 ore al giorno e due figli piccoli.fai te'...
la mia pratica ti sembrerà lunga e impegnativa,ma in realtà non l'ho è!
io procedo cosi:
semina delle piante con luna buona
irrorare con poltiglia bordolese(bio)+ integratore per marciumi(bio),e altre malattie ogni 10 gg
si nota un'inspessimento delle foglie.
irrorare e concimare con macerato d'ortica fatto in casa ogni settimana
che aumenta la resistenza della pianta
eliminare le foglie piu vecchie di pomodori,zucchine,cetrioli,melanzane,ecc
con coltello di rame autoprodotto,oppure con una fiamma disinfettare spesso la lama.
copertura del terreno per evitare spaccature e dilavamenti,con erba sfalciata e potature non infette.
concimo il terreno con prodotti naturali tra cui compost autoprodotto.
cosa non da poco evito di coltivare varieta sensibili,come nel pomodoro il s.marzano(anche se mi piace).
consociazione in supporto alle coccinelle per attacchi di afidi,ecc
dove si avvelena anche gli insetti utili scappano,e la dipendenza da chimico diventa inevitabile..
per i commercianti e tutto eccezionale cio che vendono..
credo sia una pratica commerciale per aumentare i profitti a discapito di altri!
tutto nella norma!

saludos
 
Alto