1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Mi aiutate a cominciare ???

Discussione in 'Piante grasse' iniziata da marco5011, 13 Settembre 2006.

  1. marco5011

    marco5011 Guest

    Dopo essermi dedicato per qualche tempo alle orchidee ho finito gli spazi utili, ma siccome non riesco a resistere senza prendermi ogni tanto qualche pianta, girando per un mercato ho trovato queste:

    [​IMG]
    [​IMG]
    [​IMG].

    Le trovo molto carine e non ho neanche dovuto fare un mutuo per comprarle;
    in media le ho pagate 1 euro l'una (sono in vasetti tra i 5 e gli 8 cm.).

    Il problema è che di loro so assai meno che di orchidee (e già ne so poco).

    Per far sì che non siano destinate al cassonetto, potreste darmi una mano a identificarle tanto per cominciare, e poi dividerle per gruppi che richiedano cure omogenee.

    Quindi sarebbe bello sapere quali siano queste cure in termini di acqua, temperature, substrati, concimazioni e rinvasi.

    Ovviamente la mia ambizione è di vederle crescere e (magari) fiorire.

    Però se riuscirete a permettermi di farle anche solo sopravvivere avrete conquistato un altro adepto alla congrega.

    Grazie per ora.

    Saluti a tutti.

    Marco
     
  2. luckybamboo

    luckybamboo Florello Senior

    Registrato:
    1 Febbraio 2005
    Messaggi:
    8.952
    Località:
    vicenza
    alla faccia....
    2-3, eh? :D
    allora, vediamo cosa conosco.

    4- lithops
    6- cereus peruviano (se non vedo male)
    11- non è uguale alla 6?......
    14- echinopsis subdenudata
    16 - mammillaria
    17 - mammillaria elongata
    19 - notocactus leninghausii
    20 - pachiphythum pringlei

    per le cure prova intanto adare un'occhiata alle FAQ di questa sezione, comunuqe in linea di massima il propcedimento è il rinvaso (puoi farlo ora o a primavera, ma ora va ancora bene come stagione) con cambio totale del terriccio (quello che hanno ora non va bene)

    acqua poca, nel senso che ne va data tanta (finchè esce dal foro di scolo)d'estate ma poco spesso (1 volta a settimana anche meno nella stagione calda)
    poi si diminiusce via via che si avvicina l'autunno, fino a sospendere del tutto durante l'inverno, se le lasci in posto freddo (che è la cosa milgiore per loro)
    se sei costretto a tenerle in casa a temepratura calda, allora devi continuare a bagnarle ogni tanto

    discorso a parte per i Lithops....quelli vogliono acqua un paio di volte l'anno e mai mentre fanno la muta delle "foglie".....sono sensibilissimi al marciume, vacci cauto....

    spero di averti aiutato
     
  3. cactustn

    cactustn Guest

    Allora:
    1 - Euphorbia horrida
    2 - E' una delle forme di Borzicactus, ma non so dirti quale (sulla sua destra vedo una crestatura).
    3 - Ferocactus glaucescens
    4 - Lithops sp. (per riconoscerlo meglio dovresti fotografarlo dall'alto)
    5 - Echinopsis sp.
    6 - Cereus peruvianus
    7 - Espostoa lanata
    8 - Euphorbia horrida
    9 - Oreocereus trollii
    10 - Echinocactus grusonii
    11 - Cereus peruvianus
    12 - Melocactus sp. (potrebbe essere il matanzanus)
    13 - Tephrocactus sp.
    14 - Echinopsis subdenudata
    15 - ?
    16 - Mammillaria sp.
    17 - Mammillaria elongata
    18 - Mammillaria sp.
    19 - Notocactus leninghausii
    20 - Pachicereus pringley

    Bagnale abbondantemente una volta ogni 15 giorni da metà aprile a metà settembre, in inverno assolutamente asciutte e falle svernare in una stanza fredda a più o meno 10/15 gradi. Nel periodo primavera/estate/autunno ovviamente amano il sole, più o meno intenso.
    Per il Lithops un discorso a parte: bagnalo una volta al mese dopo che la muta primaverile è finita (quando le foglie vecchie si sono aperte, hanno lasciato uscire quelle nuove e si sono completamente seccate) fino alla fioritura. Poi più nulla fino alla nuova muta.
    Terriccio drenante per tutte (fra le tue piante non mi sembra di vederne di quelle particolarmente sensibili al marciume radicale.

    Spero di esserti stato utile!
    Ciao
     
    A decky e milkshake piace questo messaggio.
  4. marco5011

    marco5011 Guest

    Grazie Lucky,
    giusto un paio di precisazioni.
    Quando dici posto freddo per l'inverno intendi tipo tromba delle scale non riscaldata o balcone ?
    Io vivo nel basso piamonte e l'anno scorso abbiamo avuto temperature abbondantemente sottozero per settimane.
    Per rinvasare devo aumentare la dimensione dei vasi ? (almeno per quelle che li occupano interamente, intendo).
    Per le due che si rassomigliano posso solo dirti che la 11 ha gli aculei molti più fitti e di un colore giallo-oro mentre quelli della 5, oltre ad essere più radi, tendono ad un colore ramato.
    Comunque ancora grazie.

    Marco
     
  5. reginaldo

    reginaldo Florello

    Registrato:
    9 Gennaio 2001
    Messaggi:
    6.944
    Località:
    Bologna
    Caro amico, credo che prima di andare cercare i nomi delle piante occorre imparare a coltivarle.
    Nella rete ci sono parecchi siti che indicano le caratteristiche delle famiglie.
    Si impare andando leggere e sfogliando libri e chiedendo, come hai fatto tu, ma non bisogna approffittare della bontà altrui: semmai si chiede a più riprese, non tutto in una volta, diventa difficile anche a risponderti.
    Vediamo di aggiungere altri tasselli a quelli che già ha detto chi mi ha preceduto:
    1) e 8) Euphorbia horrida; 2) forse Borzicactus; 10)Echinocactus grusonii sembra var. albispina; 13) Opuntia ; 16) e 18) Mammillaria oltre a quella già citata dall'amico che mi ha preceduto;15) Notocactus forse il warassii;20 Pachycereus pringley (l'amico che mi ha preceduto si è confuso ha scritto Pachyphytum che invece una Crassulacea); 7) Probabile Espostoa lanata, ma è ancora molto giovane può essere confusa con altre simili colonnari (vedi http://www.columnari-cacti.org/);14) Echinopsis subnudata.
    Per le altre ho dei dubbi, poi da tempo mi sono dedicata maggiormente alle Euphorbiaceae.
    Ciao
    Reginaldo
     
    Ultima modifica: 13 Settembre 2006
  6. appo85

    appo85 Giardinauta Senior

    Registrato:
    19 Giugno 2006
    Messaggi:
    1.717
    Località:
    Lucca
  7. antonellab

    antonellab Giardinauta Senior

    Registrato:
    13 Giugno 2006
    Messaggi:
    1.257
    Località:
    Palermo
    Essendo agli inizi come te posso girarti i consigli che mi hanno dato....libera le piantine dalla torba che li avvolge, aiutati magari con un getto d'acqua che ammorbidendo la terra la fa scivolare più facilmente....(ti consiglio di indossare i guanti)...una volta ripulite le radici lascia asciugare le piante per 5 - 6 gg. e poi procedi al rinvaso posizionando le piante in vasi leggermente più grandi, 1 cm. dovrebbe bastare... metti dell'argilla espansa o materiale inerte alla base e poi riempi di terriccio specifico per piante grasse... (essendo agli inizi non ti consiglio di miscelare da te, a me hanno consigliato il Compo che sembra essere il migliore).... non annaffiare le piante immediatamente ma lascia passare 1 sett. circa....e tienile al coperto lontano dal sole.
    Inoltre, ti consiglio di leggere i link che trovi nelle F.A.Q. di questa sessione. Io ti consiglio questo....

    http://www.cactofilia.com/Cactofilo.asp?IDLANG=1
     
  8. Filippo Z

    Filippo Z Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    18 Luglio 2005
    Messaggi:
    484
    Località:
    Verona (provincia), 40 m s.l.m.
    ciao marco, mi permetto di aggiungere anche il mio piccolo (davvero) contributo di apprendista cactofilo e coltivatore: ti allego il link per un sito che tratta molto bene un gran numero di piante, dando anche indicazioni sommarie sulla loro coltivazione e sulla composizione del terreno => http://digilander.libero.it/cacti/plants.htm
    ti accorgerai che ogni pianta necessita di esigenze particolari anche nella formula della composta in cui le metterai a dimora... cmq, un piccolo consiglio: non diventare matto :) e procedi gradualmente, ok?
    ah, benvenuto!
     
  9. marco5011

    marco5011 Guest

    Vi ringrazio tutti tantissimo.

    Credo proprio di aver avuto tutte le risposte che mi servono per cominciare.
    Prometto di impegnarmi, studiare e fare tutti i compiti per migliorarmi ma una base da cui partire mi serviva e me l'avete data.

    Grazie infinite, ancora, per la vostra pazienza.

    Marco
     
  10. sabbia

    sabbia Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    8 Marzo 2006
    Messaggi:
    446
    Località:
    Catania
    ma sono troppo belle! complimenti e in bocca al lupo....
     
  11. luckybamboo

    luckybamboo Florello Senior

    Registrato:
    1 Febbraio 2005
    Messaggi:
    8.952
    Località:
    vicenza
    ciao
    queste le puoi tranquillamente lasciare o nella tromba delle scale se hai posto, o anehc efuori nel balcone riparate da una serretta in nylon (asciuttissime tutto l'inverno, ricorda!)

    per la dimensione dei vasi, ti regolerai quando le svaserai per cambaire il terriccio, vedendo come sono le radici, ma indicativamente le piante grasse non hanno bisogno di vasi grandissimi, anzi.
     
  12. marco5011

    marco5011 Guest

    Sto cominciando a rinvasarle ed è una gran fatica,

    Toglietemi un dubbio; dopo che ho aspettato 5-6 giorni che si asciughino devo ribagnarle prima di metterle a dimora o no ?

    Marco
     
  13. appo85

    appo85 Giardinauta Senior

    Registrato:
    19 Giugno 2006
    Messaggi:
    1.717
    Località:
    Lucca
    no, dopo che hai aspettato 5-6 giorni le devi mettere a dimora aspettare altri 5-6 gg e poi puoi bagnarle..
     
  14. anto2006

    anto2006 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    16 Settembre 2006
    Messaggi:
    48
    Località:
    Sardegna
    Sono una più bella delle altre, sopratutto le due euphorbia, forse perchè non le posseggo ancora.
    La 15 potrebbe essere identificata come una parodia magnifica.
     
  15. coccinella40

    coccinella40 Master Florello

    Registrato:
    18 Marzo 2005
    Messaggi:
    13.016
    Località:
    ROMA
    Benvenuta nel forum Anto2006:froggie_r :froggie_r
     
  16. seya

    seya Master Florello

    Registrato:
    13 Ottobre 2004
    Messaggi:
    11.668
    Località:
    magenta (Milano)
    di norma, non so se te lo hanno già scritto, per regolarti con i rinvasi, dovresti cambiare il vaso vecchio con uno più grande di uno o due cm al massimo.
    la seya però ha rinvasato una crassula portulacea in un vaso ben più grande del precedente....proprio perhcè era troppo piccino già di suo...e un vaso poco più grande non era sufficiente ahimè.....
    tra l'altro è una pianta che cresce a dismisura.....quindi mi spiaceva costringerla ancora.....e rinvasarla da lì a poco...di nuovo....sarebbe stata una gran barba.

    buona coltivazione!
    prenditi qualche bel libro e comincia a studiare, altrimenti farai danni :)
    te lo dice una che ancora adesso combina guai, dopo due anni che ha iniziato con le ciccine.
    e sarebbe un gran peccato commettere un grassicidio, non trovi?


    Regi, ho scoperto da poco (sai che sono la solita tontolona:)) che hai scritto un libro !!!!!
    congratulazioni!!!!
     
  17. antonellab

    antonellab Giardinauta Senior

    Registrato:
    13 Giugno 2006
    Messaggi:
    1.257
    Località:
    Palermo
    Seya.... ma qualche titolo di libro da consigliare ad una pasticciona come me....
    Reginaldo il tuo come si intitola....
    grazieeeeeeeeeeee
     

Condividi questa Pagina