1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Fabbisogno irriguo tappeto erboso

Discussione in 'Progettazione giardino' iniziata da Maxipongo, 1 Dicembre 2006.

  1. Maxipongo

    Maxipongo Guest

    Ciao a tutti..Avrei bisogno di un importante consiglio. Ad Aprile verra impiantato nel mio giardino un tappeto erboso in zolle di Cynodon Dactilon varietà princess....Quanta acqua (mm di acqua o l/metro quadro e con che turni irrigare (quante volte al giorno)v all'inizio per fare ben attecchire il prato?
    E dopo? Soprattutto in estate?
    E in Inverno considerato che l'impianto si farà a Palermo?
    Una volte attecchito il prato quando e quanto concimare, e con che concime?
    Considerate che il terreno è abbastanza sciolto e di medio impasto
    Grazie.....Max
     
  2. stefanomotta

    stefanomotta Giardinauta

    Registrato:
    27 Settembre 2005
    Messaggi:
    783
    Località:
    Cervo (Im)
    Ciao Maxipongo. Non è possibile dare delle indicazioni precise del genere: tot mml/mq. Troppi fattori in gioco. Comunque, se sono zolle, occorre fare molta, molta attenzione al primissimo periodo. Queste zolle devono sviluppare radici profonde ed è una fase molto delicata. Io ti consiglierei caldamente di farti seguire da chi eseguirà il lavoro, almeno fino al completo attecchimento delle zolle. Anche perchè dipende molto dalle condizioni climatiche. Ne ho già visti due prati a zolle bruciati qui da me. E con il costo che hanno.....
    E dopo? A Palermo in estate? Moltissima acqua, meglio piazzare ( lo avrai già preventivato sicuramente) un impianto di irrigazione e regolarlo a "occhio". Mi spiego, osservando giornalmente come si comporta il tuo prato e agire di conseguenza. Attento però che troppa acqua può dare luogo a funghi &Co. Concime, anche li osserva come si comporta e in base a cio che vedi agisci di conseguenza. Non abbondare comunque perchè bruci tutto. Il prato in se è bello robusto di natura quindi sopporta relativamente tutto.

    Una sola curiosità se posso chiedere: perchè in zolle? Non è più pratico seminare?

    Ciao

    Stefano
     
  3. toti75

    toti75 Guest

    prato in zolle..

    Ciao Max,
    dato che siamo concittadini..perchè il prato in zolle? Visto che qui a Palermo seminiamo per tre quarti dell'anno con ottimi risultati? Non è che chi te lo propone lo vende anche? Considera poi che qui da noi lo "vendono" al doppio della media del nord italia anche se prodotto in zona. E poi perchè la princess? si tratta di una varietà di gramigna ed in inverno non si presenta di certo bella, se consideri che abbiamo la possibilità di vivere il giardino tutto l'anno...Altra cosa: prima l'impianto d'irrigazione e poi il prato, conditio sine qua non.
    Se proprio vuoi le zolle, perchè magari ti scoccia aspettare poche settimane (tra semina-germinazione-primo taglio-calpestabilità) rispetto al seme, considera che la preparazione del terreno è la cosa più importante per il futuro del prato e va fatta con la stessa perizia e metodo della preparazione per la semina. Irrigato nei primissimi tempi (fino all'attecchimento, in zolle infatti c'è il rischio di stress idrico) come se fosse seme, poco e spesso. Fertilizzazioni: in base alla stagione. Per avere un buon prato ornamentale dopo la concimazione di fondo (importantantissima) è necessariio intervenire ogni 40/60 giorni con concimi specifici per la fase vegetativa Starter/mantenimento/ripresa autunnale/riposo invernale etc etc.
    In bocca al lupo!
     

Condividi questa Pagina