• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Dubbio su come agire su un prato ingrato...

fabio da rio

Aspirante Giardinauta
Ciao a tutti gli appassionati, espongo in breve il mio problema attuale:
  • prato sportplay sr seminato a set 2018
  • posizione, provincia di Venezia
  • top soil con circa il 50% sabbia di fiume
  • irrigazione automatica con irrigatori statici toro
  • arieggiato a metà marzo 2020
  • concimazione con green 7 a metà marzo 2020 dosaggio 40gr/mq
  • metà aprile (ai primi segni di aree secche) passato funghicida amistar dosaggio 28ml su 8 lt acqua per circa 170mq
Ora mi ritrovo con il prato a macchie di un verde abbastanza intenso e altre di secco (vedi foto). Di sicuro non ho abbontato con le irrigazioni ad aprile e garantisco che ci sono state 2 settimane di caldo estivo.
Vorrei sapere dagli esperti se è il caso di passare un funghicida tipo previter (propamocarb) oppure amistar (Azoxystrobin) o tebusip 46 (tebuconazolo), non capisco se il prato ha preso un fungo e se si di che tipo... Se mi poteste anche dare il dosaggio vi ringrazierei infinitamente.

Inoltre mi sono procurato il cifo s3 rinverdente per poter, una volta superato questo momento difficile, fare un trattamento rinverdente. Vorrei sapere se secondo voi è una buona idea e nel caso affermativo se mi confermate un dosaggio di 20ml x 100mq di prato con un trattamento completo suddiviso in 3 applicazioni a distanza di 7 giorni una dall'altra.

Grazie mille per i vs. consigli.
 

Allegati

  • prato 1 020520.jpg
    prato 1 020520.jpg
    311,4 KB · Visite: 14
  • prato 2 020520.jpg
    prato 2 020520.jpg
    336,8 KB · Visite: 19
  • prato 3 020520.jpg
    prato 3 020520.jpg
    329,3 KB · Visite: 17
  • prato 4 020520.jpg
    prato 4 020520.jpg
    339,2 KB · Visite: 13
  • prato 5 020520.jpg
    prato 5 020520.jpg
    304,9 KB · Visite: 18
  • prato 6 020520.jpg
    prato 6 020520.jpg
    331,8 KB · Visite: 16

marcobri

Apprendista Florello
Ciao..xké hai passato il funghicida? Cioè come hai dedotto si trattasse di fungo? Se il prato era decente prima di essere concimato potrebbe essere una concimazione non omogenea
Quanto e quando irrighi?
Esposizione? Ore di sole...?
 

fabio da rio

Aspirante Giardinauta
il prato è esposto al sole tutto il giorno, ho irrigato nelle due settimane di picco di temperatura circa ogni 4 giorni, mi regolo in base a quanta sofferenza vedo nelle lamine. irrigo per 8 minuti x zona. Ho usato il funghicida a "caso", ho visto le aree secche e ho pensato che si potesse trattare di un fungo (cosa accaduta l'anno prima e debellata con amistar) e così fedele al concetto "tanto non fa troppo male" ho dato una passatina. Ammetto che l'approccio è totalmente sbagliato, per questo oggi mi sono deciso a scrivere nel forum confidando in un vs. aiuto.
 

Jack1978

Florello
Ciao , secondo me non serve trattare , due domande : utilizzi un carrello centrifugo per la distribuzione dei granuli ? Sai con esattezza quanta acqua fornisci in 8 minuti come dici tu per zona ? Dalle foto si vede una non omogenea distribuzione riscontrata da chiazze più verdi e zone più chiare , da verificare nelle zone dove si vede il problema se il terreno tende a compattarsi e fare una prova prelevando una piccola porzione ( 10x10 ) di una zolletta così vediamo la stratificazione nei primi 10 cm di top soil
il prato è esposto al sole tutto il giorno, ho irrigato nelle due settimane di picco di temperatura circa ogni 4 giorni, mi regolo in base a quanta sofferenza vedo nelle lamine. irrigo per 8 minuti x zona. Ho usato il funghicida a "caso", ho visto le aree secche e ho pensato che si potesse trattare di un fungo (cosa accaduta l'anno prima e debellata con amistar) e così fedele al concetto "tanto non fa troppo male" ho dato una passatina. Ammetto che l'approccio è totalmente sbagliato, per questo oggi mi sono deciso a scrivere nel forum confidando in un vs. aiuto.
 

fabio da rio

Aspirante Giardinauta
la distribuzione dei granuli di fertilizante la faccio a mano. con il carrello facevo un disastro e così da un paio d'anni uso il sistema manuale. per la quantità d'acqa in 8 minuti devo fare la prova dei bicchierini che ho rimandato per ben 2 anni. oggi mi organizzo e vi mando dei risultati concreti. ora prelevo una zolla 10x1o la fotografo e vi mando il tutto. Per il discorso del prodotto rinverdente, cioè la somministrazione di ferro, dite che potrei pensare di partire con il trattamento già questo tardo pomeriggio (ho la sensazione di dover far qualcosa di urgente per questo prato e se non devo passare il funghicida allora... mi resta il ferro!!!!)....???
 

Jack1978

Florello
Il rinverdente puoi utilizzarlo ma non ti risolve il problema , il consiglio che posso darti è di utilizzare un carrello centrifugo per la distribuzione ed è molto strano che in 8 minuti specialmente nelle zone centrali riesci a fornire una giusta quantità di acqua , fai queste prove.
 

fabio da rio

Aspirante Giardinauta
Eccomi con i dati: analizzando una delle tre zone di irrigazione del mio prato (117mq) con 13 campioni il valore medio è 0,43ml/ su cm2 per 5 minuti . In sostanza ho disposto 13 scatolette diametro 10cm sul prato, ho acceso la zona interessata per 5 minuti e poi ho misurato con siringa graduata gli ml di acqua presente su ciascuna scatoletta. Il valore max era 30ml e il valore minimo 8ml. eliminandoli ho tenuto 11 valori la cui media è 13,5ml. facendo il rapporto 13,5ml(acqua media precipitata)/31.4cm2 (area scatoletta) ottengo 0,43ml su cm2 per 5 minuti di irrigazione. Ciò significa che ho dato al prato 0,68ml su cm2 ogni 4 giorni. Non so se i conti sono giusti e sopratutto non so se....è troppa/poca acqua!!!! Mi potete aiutare?
allego le foto della zolla appena estratta (era in una zona che si era seccata ed ingialita), le radici saranno profonde almeno 12/14cm...io non ho esperienza, mi rimetto al vs. giudizio.
 

Allegati

  • zolla 1 020520.jpg
    zolla 1 020520.jpg
    335,3 KB · Visite: 11
  • zolla 3 020520.jpg
    zolla 3 020520.jpg
    283,8 KB · Visite: 14
  • zolla 4 020520.jpg
    zolla 4 020520.jpg
    387,6 KB · Visite: 13
  • zolla 7 020520.jpg
    zolla 7 020520.jpg
    364,6 KB · Visite: 11
  • zolla 8 020520.jpg
    zolla 8 020520.jpg
    431,9 KB · Visite: 14
  • analisi irrigazione 020520.jpg
    analisi irrigazione 020520.jpg
    231,4 KB · Visite: 10

marcobri

Apprendista Florello
A me pare carenza idrica..il top sembra ok..
La stessa cosa successe lo scorso anno mi pare di aver letto...
Ma prima di concimare come era messo?
A quanto tagli?
 

fabio da rio

Aspirante Giardinauta
taglio a 6,5cm ogni 6 giorni. però la crescita è lenta. l'anno scorso ho avuto un pythium verso luglio, trascurato x mia negligenza (credevo fosse carenza idrica...). l'ho trattato terdivamente con 2 cicli di amistar (anche se non era l'ideale...) così quest'anno mi sono ripromesso di essere più diligente. ma ragionando al mq, ho visto che alcune persone consigliano fino a 35 litri a mq a settimana in estate. io con la mia verifica di oggi al max darò 5 litri a mq in pieno agosto...........forse sono verametne troppo tirchio di acqua...
 

Jack1978

Florello
Apri l’acqua.......... la misurazione non devi farla in ml ma devi misurare i millimetri di acqua all’interno di ciascuna scatoletta.
Eccomi con i dati: analizzando una delle tre zone di irrigazione del mio prato (117mq) con 13 campioni il valore medio è 0,43ml/ su cm2 per 5 minuti . In sostanza ho disposto 13 scatolette diametro 10cm sul prato, ho acceso la zona interessata per 5 minuti e poi ho misurato con siringa graduata gli ml di acqua presente su ciascuna scatoletta. Il valore max era 30ml e il valore minimo 8ml. eliminandoli ho tenuto 11 valori la cui media è 13,5ml. facendo il rapporto 13,5ml(acqua media precipitata)/31.4cm2 (area scatoletta) ottengo 0,43ml su cm2 per 5 minuti di irrigazione. Ciò significa che ho dato al prato 0,68ml su cm2 ogni 4 giorni. Non so se i conti sono giusti e sopratutto non so se....è troppa/poca acqua!!!! Mi potete aiutare?
allego le foto della zolla appena estratta (era in una zona che si era seccata ed ingialita), le radici saranno profonde almeno 12/14cm...io non ho esperienza, mi rimetto al vs. giudizio.
 

Jack1978

Florello
Ogni millimetro misurato corrisponde all’incirca ad 1 lt/mq di acqua , un prato in microterme necessità in estate di 5 lt/mq giornalieri , misura con un righello o altro e facci sapere.
 

fabio da rio

Aspirante Giardinauta
ottimo, grazie mille per il parametro. ho già pronto il calibro digitale (sono un metalmeccanico), avrai una misurazione in tolleranza +/- 0,1mm........
 

marcobri

Apprendista Florello
Infatti anche a me sembrano carenza idrica..mo con le prove del barattolo si riprende:LOL: anche se era meglio farlo di mattina
Attendiamo il righello:D
L amistar p.a. azoxystrobin...nn è x il pythium...vabbè dai sbagliando si impara
 

marcobri

Apprendista Florello
X me propamocarb fosetyl-al, benalaxil, metalaxil hanno la massima efficacia..mi disse qualcuno...forse tu:D 4 su,4...
L azoxystrobin forse 2 su 4 se parliamo di pythium..
 

Caleuche

Guru Giardinauta
Ricordo bene questo prato preso dal phytium, intervenne anche White Sand, notando che non abiti lontanissimo da lui e me, ne deduco quindi che abbia piovuto questi giorni pure sul tuo prato...situazione?!? Nei giorni scorsi con umidità al 25%, vento quotidiano e sole, toccava effettivamente irrigare ogni tre giorni, causa disidratazione velocissima

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 

Caleuche

Guru Giardinauta
Infatti anche a me sembrano carenza idrica..mo con le prove del barattolo si riprende anche se era meglio farlo di mattina
Attendiamo il righello:D
L amistar p.a. azoxystrobin...nn è x il pythium...vabbè dai sbagliando si impara
Copre anche il pythium, e andando a memoria, aveva dei segni dubbi da rizochtonia - pythium, motivo per cui gli facemmo fare una copertura ad ampio spettro, e funzionò perché lo recuperò subito..sempre andando a memoria...Fabio da Rio S. Martin

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 
Alto