1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Disastro con peonia arborea

Discussione in 'Giardinaggio' iniziata da Spulky, 20 Febbraio 2019.

  1. Spulky

    Spulky Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua Membro dello Staff

    Registrato:
    29 Maggio 2008
    Messaggi:
    16.852
    Località:
    Parco del Ticino (Mi)
    Premessa, nella vecchia casa di famiglia del mio lui stanno facendo dei lavori
    è sorta la necessità di intervenire in una specifica posizione dove ci sono i pozzetti di collegamento degli scarichi.... proprio sotto la peonia storica di mia suocera, minimo 40 anni che stava lì più probabile 50-55

    Insomma all’alba delle 17 lui mi dice, recupera un cestone di quelli che utilizziamo per gli scarti del giardino e vai a recuperare la peonia che i muratori oggi l’hanno dovuta estirpare.......

    Radici nude a fine febbraio, tranciate in malo modo, era in un angolo decisamente ostico per lavorare, lunghezza radici max 30-40 cm

    L'ho parcheggiata nel cestone, ho messo quel che avevo, corteccia sminuzzata sul fondo e terriccio universale sopra e l’ho bagnata.....erano quasi le 20 quando abbiamo finito


    Ok questo è quanto

    Ditemi cosa devo fare per rimediare il più possibile ai danni ed evitare di perdere la pianta, la fioritura me la scordo, a parte quel che si è rotto non so quanto sopporterà lo sconvolgimento, ma rischio di perdere la pianta?

    Consigli?

    Grazie
     
  2. monikk64

    monikk64 Florello Senior

    Registrato:
    1 Agosto 2009
    Messaggi:
    9.282
    Località:
    cuneo
    Località:
    Borgo San Dalmazzo CN
    :cry: :cry: :cry: :cry: :cry:
     
    A Spulky piace questo elemento.
  3. Mameha

    Mameha Giardinauta

    Registrato:
    9 Aprile 2018
    Messaggi:
    919
    Località:
    Rivalta Torino
    Io ho anche alcune peonie arboree, una di queste l'anno scorso ha rischiato davvero molto, una storia simile alla tua ed esattamente a marzo di un anno fa. la mia peonia avrà un quinto degli anni della tua però, se l'avessi persa mi sarebbe dispiaciuto. Ma la peonia da mezzo secolo mi farebbe incazzare (e non poco) se me la estirpassero cosi!
    La mia è stata un piena terra pochi mesi nell'autunno/inverno, dove ho scoperto un gatto del vicinato pisciarci sopra senza pietà (e l'ho salvata al pelo, non aveva tutte le radici bruciate dall'urina per fortuna) Allora decisi di rimetterla in vaso e riportarla sul balcone, li il mio cucciolo preso poco più di un anno fa l'ha svasata e masticata ben bene. Ci credi che non aveva una sola radice? Ed eravamo a febbraio forse marzo 2018. Ero scoraggiata... Ma l'ho ridratata e rimessa in vaso, intimidito bene il terreno e tenuta sott'occhio in serra (poi tolta da lì verso maggio). Ha fatto delle piccolissime foglie striminzite verso aprile e non si è mossa di lì, ma è salva e adesso è piena di bocci.
    Le peonie sono molto resistenti a quanto pare, ho visto anche che sia arboree che erbacee venivano vendute a radice nuda nei mercatini dedicati qui da me nel mese di aprile. Quindi, si suppone, che riescano a radicare e a non morire così facilmente.
    Spero che la tua riesca ad essere salvata! Facci sapere
    Ho trovato la discussione, che era esattamente il mio Topic di presentazione
    https://forum.giardinaggio.it/threads/ciao-a-tutti-domanda-flash.255582/ ahahhah che storia
     
    Ultima modifica: 21 Febbraio 2019
    A Spulky piace questo elemento.
  4. lisyy

    lisyy Esperta in identificazione delle piante

    Registrato:
    9 Maggio 2009
    Messaggi:
    5.049
    Località:
    Udine
    Mi dispiace molto leggere quanto è successo alla peonia di famiglia.
    Quello che mi sentirei di consigliarti, o perlomeno che farei io al tuo posto, sarebbe di interrarla il prima possibile (ove sia possibile!). Immagino abbia un apparato radicale molto più sviluppato di quello che consenta di accogliere un normale "grande" vaso o contenitore, quindi, o pensi a dividerla in modo da ottenere più esemplari, oppure la interri intera, così come sta. La divisione ti permetterebbe di invasarla in contenitori più piccoli, nel caso non avessi il posto per metterla di nuovo in giardino. Insomma, ci sono diverse opportunità che ti si presentano di fronte, mettiamola così: prendiamo il poco di buono da una brutta situazione.
    La condizione provvisoria in cui versa attualmente non credo possa pregiudicarne una futura ripresa, soprattutto se la tieni idratata e con le radici ben coperte, magari potrebbe perdere la fioritura di questa stagione, cosa a cui sei già preparata. Ovviamente sarebbe opportuno interrarla/invasarla tempestivamente. Sono fiduciosa sulla sua ripresa, soprattutto visto che si tratta di una pianta matura.
    Nel caso dovessi trovarti a dividerla, ci sono alcuni accorgimenti che dovresti adottare:
    - usare cesoie e coltello con lama affilata e sterilizzata;
    - tener conto dell'aspetto generale della pianta e cercare i punti di naturale divisione del ceppo, che presentino sia rami che radici o eventuali germogli che stiano spuntando dalla corona basale;
    - forse potresti essere costretta a dover segare la radice dura e legnosa, quindi ti servirà un altro paio di mani!
    - Pulisci le radici, taglia quelle annerite e riduci eventuali tagli irregolari.
    - Per non sovraccaricare le radici (che dovranno riprendersi da una tale operazione) riduci a un terzo i rami fuori terra.
    So che sei una giardiniera esperta, penso che siano superflui consigli su substrato e concimi da utilizzare. Sono certa che saprai cavartela bene!
     
    A Spulky piace questo elemento.
  5. Spulky

    Spulky Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua Membro dello Staff

    Registrato:
    29 Maggio 2008
    Messaggi:
    16.852
    Località:
    Parco del Ticino (Mi)
    nel we vedo se le sorelle del mio lui vogliono una parte di pianta, visto che già anni fa una lo aveva espresso come desiderio
    in quel caso ne approfitto e la divido
    per ora è nel cestone, interrata, ha i buchi di scolo, temporaneamente la lascerei lì
    c'è la possibilità che torni al suo posto a breve, entro un mese una volta finiti i lavori
    se invece mi danno risposta affermativa le sorelle.. mi cimento nella divisione

    diciamo che i consigli su substrato e concimazioni li accetto volentieri...

    le altre che ho le ho sempre gestite in condizioni normali e soprattutto piante in vaso di piccole dimensioni

    Grazie

    D.
     
  6. Spulky

    Spulky Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua Membro dello Staff

    Registrato:
    29 Maggio 2008
    Messaggi:
    16.852
    Località:
    Parco del Ticino (Mi)
    Fatto


    Ho diviso il ceppo, aveva 3 grosse ramificazioni, volevo dividerlo in 2, ho cominciato con un sega a tagliare, dopo poco ho fatto pressione con le mani e la pianta si è divisa,
    Ho notato che le parti unite erano davvero piccole porzioni, come se la pianta si fosse già divisa autonomamente, o meglio, se fosse cresciuta radicando in modo quasi indipendente i vari rami.

    Ripulendo si sono staccate 2 porzioni, da 2 piccoli rametti, tipo quelle che comperi per capirci, solo che hanno un apparato radicale molto più sviluppato queste
    Un’altra piccola pianta con un solo ramo

    Ho tolto almeno 3 radici vecchie con i rami spezzati alla base, già staccati dal resto della pianta che erano ingarbugliate alla base,

    Poi con una minima pressione ho diviso ancora il ceppo restante
    Quindi 3 ceppi da 3 vecchie ramificazioni diametro 6/8
    2 piccole e 1 mini

    Io ne ho tenuto uno più i microbi, e gli altri due quello più ampio in quanto a radici e quello più alto, ma con meno radici, li ho dati alla cognata.... vediamo che succede (li ho tutti ridimensionati un po’ in quanto a chioma)

    Nel mastellone ho messo la grande e il microbo
    E le altre le ho messe in vasi autonomi

    Un altro rametto avanzato senza radici, però che era interrato e aveva diverse gemme che puntavano, l’ho messo in vaso con una delle piccole.... vediamo se combino qualcosa

    Sabbia e terriccio universale, e un po’ di corteccia fine sul fondo con qualche sassetto

    Bagnato per bene....

    Vediamo che succede, perché tra una cosa e l’altra..... che evito di esporre... mi è andata decisamente in odio sta pianta!!! E per giunta non è nemmeno gialla!!!

    :cool:
     
    A Mameha piace questo elemento.
  7. lisyy

    lisyy Esperta in identificazione delle piante

    Registrato:
    9 Maggio 2009
    Messaggi:
    5.049
    Località:
    Udine
    Hai fatto bene a seguire il naturale porzionamento della pianta, speriamo riescano a riprendersi. L'importante è che, sia esse siano state messe in terra o in contenitore, abbiano a disposizione molto spazio per crescere indisturbate.
    Ho un dubbio che la porzione che presenta solo le gemme nuove alla base, ma priva di radici, possa svilupparsi. Comunque ci si prova sempre.
    Sabbia e terriccio, in fase provvisoria, poi per l'impianto definitivo andrebbe meglio un terreno un po' più strutturato, fertile (con compost o sostanza organica), ben aerato e smosso in profondità correggendo, eventualmente, una struttura troppo argillosa con sabbia e materiale drenante.
    La concimazione, preferibilmente organica, sarebbe opportuno concentrarla a fine estate/inizio autunno quando le peonie intensificano l'attività di sviluppo radicale.
    Ovviamente da interrare a 10-12 cm di profondità il punto d'innesto o comunque la base con le gemme florali nuove.
     
    A erilla e Spulky piace questo messaggio.
  8. Spulky

    Spulky Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua Membro dello Staff

    Registrato:
    29 Maggio 2008
    Messaggi:
    16.852
    Località:
    Parco del Ticino (Mi)
    :D si anche io, ma provare non costa niente, come ho provato, per l'ennesima volta a tentare di far talee con i rami tagliati dal ridimensionamento :D le altre volte mai riuscita!! non che sia un tecnico delle talee....


    dalle nostre parti il terreno è estremamente argilloso, a casa mia in particolare, zone storicamente coltivate a marcite e risaie, ho già individuato la posizione, dovrò scavare un po' per dare spazio alle radici in futuro,

    grazie per le indicazione sulla concimazione, può andare del letame maturo?... se si.. è prassi di mia mamma in autunno inverno sparpagliarne e poi vangarlo sotto dopo qualche mese... alternativamente posso pensare al pellettato



    dalle cognate è meno argilloso perchè sono sopra un terreno estremamente sassoso e drenante (a 50 metri da dove stava prima) quindi direi che dovrebbe essere ben gradito alla pianta, sicuramente meglio che da me



    :ciao:
     
  9. lisyy

    lisyy Esperta in identificazione delle piante

    Registrato:
    9 Maggio 2009
    Messaggi:
    5.049
    Località:
    Udine
    Per quanto riguarda la propagazione attraverso talea si trovano veramente poche informazioni, tranne le solite generiche che ti riporto qui:
    1) asportare in primavera e autunno (meglio sarebbe agosto) porzioni di ramo apicale di 10-15 cm con una piccola parte di legno vecchio;
    2) eliminare le foglie basali e ridurre le foglie apicali;
    3) mettere in vaso con terriccio possibilmente sterilizzato da tenere in serra o cassone freddo fino alla radicazione.
    Si dice solo che è molto difficile che attecchisca.
    Quindi non è di certo colpa tua, tranquilla.
    Per il terreno argilloso, invece qualcosa puoi fare. Basta che prepari il terreno in anticipo rispetto alla piantumazione, lavorando la terra dello scavo fino a 40-50 cm di profondità modificandone la struttura. Potresti aggiungere una parte di sabbia fine e una buona dose di materia organica (compost di foglie secche, letame maturo o stallatico in pellett, per es.) e altri concimi organici come cornunghia e cenere di caminetto. Sul fondo dello scavo metti qualche cm di materiale drenante (sassi, cocci, pietrisco, quello che hai sottomano) e poi la miscela di terra lavorata, lasciandola assestare per un certo tempo. Quando sarà ora di mettere giù la pianta, non dovrai fare altro che fare una buchetta e disporre le radici rispettando la profondità d'impianto.
    Anch'io uso il pellett di stallatico, ma anche cornunghia e da quest'autunno sto provando con il dermazoto, ovviamente da smuovere e incorporare alla terra in superficie con una leggera zappettatura in primavera.
     
    A Spulky piace questo elemento.
  10. Spulky

    Spulky Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua Membro dello Staff

    Registrato:
    29 Maggio 2008
    Messaggi:
    16.852
    Località:
    Parco del Ticino (Mi)
    Rieccomi :LOL:

    Riparto dalla lista piante risultata dalla divisione

    Intanto sono sbocciati a metà si o no 3 fiori tra tutte, uno alla mia grande piccoletta, a metà perché le piante non ce l'hanno proprio fatta, non hanno nemmeno steso completamente le foglie, anzi penso che per le 3 grandi porzioni possano essere seccati i rami

    Riepilogo...3 ceppi piuttosto grandi 2 andati ad una cognata, il terzo all’altra, mi sono raccomandata di annaffiare molto, ma non è che qualcuno abbia dato ascolto....

    Le prime 2 sono vive, avevo ridotto circa alla metà la parte aerea, è praticamente seccato tutto, ci sono alcune gemme alla base e una foglia, sempre alla base, bella verde.... in entrambe le piante.. acqua vista poca, fortuna a maggio ha piovuto tantissimo, almeno un minimo di assistenza a inizio stagione lo hanno avuto

    La terza, vista solo da lontano. Credo sia uguale

    Le 3 piccolette, le mie, una, quella più dotata di radici con 2/3 rami, aveva un bel vaso grande ed è stata tenuta sotto impianto di irrigazione, al piede, ha salvato le foglie, un po’ rovinate, ma tutte vive e aveva portato a metà fioritura un boccio,
    Le altre due,una mono rametto l’altra con 2 ma molto meno sviluppata rispetto alla prima, non hanno fatto nessuna foglia dalle gemme, ma hanno entrambe diverse gemme nella parte bassa dei rami, vengono bagnate regolarmente ma non sono sotto impianto, quindi forse prendono un po’ meno acqua, ma sono in salute, sono soddisfatta.

    Quindi.. io ho 3 nuove piccole peonie che al momento rimarranno in vaso

    Sono un po’ perplessa per le porzioni grandi delle cognate, attendo con ansia la primavera per vedere come evolve la cosa
     
    Ultima modifica: 7 Settembre 2019
    A Mile e monikk64 piace questo messaggio.
  11. lisyy

    lisyy Esperta in identificazione delle piante

    Registrato:
    9 Maggio 2009
    Messaggi:
    5.049
    Località:
    Udine
    Giustamente toccherà aspettare primavera prossima per avere un responso definitivo, ma io sarei moderatamente fiduciosa nella riuscita delle grandi delle tue cognate, visto che a maggio (il primo momento più critico) hanno preso acqua in abbondanza. Poi saranno andate a riposo col caldo dell'estate.
    Tanto per continuare a dare il tuo apporto (anche se inascoltato) consiglia loro di fertilizzare in questo periodo (e fino all'aututnno) con un concime organico.
     
    A Spulky piace questo elemento.
  12. Spulky

    Spulky Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua Membro dello Staff

    Registrato:
    29 Maggio 2008
    Messaggi:
    16.852
    Località:
    Parco del Ticino (Mi)
    vagamente depressa.... :(

    delle mie 3 pulcette, prometto farò foto....

    una, la più grande, quella che è stata annaffiata abbondantemente e regolarmente tutta estate, ha emesso i nuovi getti su tutto il ramo, da manuale di peonia in forma

    mentre le altre 2 sembrano completamente secche

    vedo che spunta qualcosa dal basso....lo spero tanto
     
    Ultima modifica: 5 Novembre 2019
    A monikk64 piace questo elemento.
  13. lisyy

    lisyy Esperta in identificazione delle piante

    Registrato:
    9 Maggio 2009
    Messaggi:
    5.049
    Località:
    Udine
    Non scoraggiarti troppo, io darei fiducia fino a primavera e poi aspetterei ancora... potrebbero sempre nascere i fiori dalla radice portainnesto, come è successo alla mia vicina di casa: che ha perso una stupenda rosso-bordeaux, ma ha guadagnato un'erbacea a fiore semplice, bianco rosata, con i petali leggermente ondulati, veramente carina.
     
    A Spulky piace questo elemento.
  14. Spulky

    Spulky Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua Membro dello Staff

    Registrato:
    29 Maggio 2008
    Messaggi:
    16.852
    Località:
    Parco del Ticino (Mi)
    riguardo al lasciare e attendere sono maestra, a volte ripaga..... però sono davvero poco ottimista

    mi sono accorta di aver scritto male "vedo SE spunta qualcosa dal basso"
    al momento non spunta nulla, ma c'era una fogliolina su entrambe a fine agosto....

    riguardo al portainnesto...
    sono piante vecchie, divisioni di vecchie divisioni, la casa vicina ne ha una uguale grande uguale(circa) mamma della nostra, nel senso che era stata divisa per darne una porzione a noi... così raccontavano, gli eredi hanno giusto venduto la casa l'estate scorsa ed è una delle poche piante che ha lasciato la nuova proprietaria

    mi chiedevo se avesse un porta innesto... o se a questo punto si stia "muovendo" sulle proprie radici
     

Condividi questa Pagina