1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Come preparare il terreno per la semina del Prato ?

Discussione in 'Il Prato' iniziata da Mirco65, 17 Aprile 2008.

  1. Mirco65

    Mirco65 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    17 Aprile 2008
    Messaggi:
    130
    Località:
    Avellino
    Buongiorno !
    Volevo chiedere un consiglio a qualche esperto per la preperazione del mio piccolo girardino davanti casa.
    Volendo seminare il prato, circa un mese fà ho eseguito la bonifica del terreno mediante spargimento sullo stesso di pesticida non selettivo.
    Dopo circa un mese, tutte le erbacce (gramegne ecc.) sono essicate sul terreno.
    Ho provveduto tre giorni fa a togliere superficialmente le erbacce secche e proprio ieri ho provveduto a zappare bene il terreno affondando con la zappa nel'interno per circa 20 o 25cm e tirando fuori eventuali residui.
    Poi ho livellato il terreno con un rastrello.
    Il terreno è pulito solo che ci sono sparsi piccoli residui qua e là.
    Ora Volevo fare prima l'impianto di irrigazione e poi cospargere del terreno pulito sopra (un piccolo strato) e provvedere alla livellazione e alla successivva semina.
    Volevo chiedere :
    E' corretta la mia operazione o procedimento?
    Ha senso spargere uno strato di terreno pulito sopra ?
    Non è che mi ritrovo di nuovo le infestanti fra il prato nei mesi avveniri ? Chiedo quest'ultima cosa perchè un'amico, mi ha suggerito di aspettare ancora che uscissero altre eventuali infestanti e ripassare con il pesticida e farlo tutte le volte che esce fino all'anno prossimo tempo giusto per procedere alla semina ed essere certo di aver distrutto tutto.
    Posso non dare ascolto a questo amico e procedere come ho esposto facendo in modo che se escono infestanti, provvederò successivamente a eliminarle con opportuno diserbante selettivo ?
    Insomma, qual'è il consiglio giusto dopo aver provveduto a quanto esposto all'inizio.
    Grazie anticipatamente.
    Mirco

    PS.: eventualmente che tipo di terreno pulito posso mettere e il tipo di prato a semi (quello migliore che non si alza molto)
     
  2. Vincenzo VA

    Vincenzo VA Florello

    Registrato:
    4 Febbraio 2007
    Messaggi:
    5.883
    Località:
    Varese città
    I semi sono il risultato sorprendente di un'evoluzione biologica durata milioni di anni.
    Le piante erbacee poi, sono gli ultimi "ritrovati" biologici di questo regno.
    Conclusione: non si riesce ad eliminare tutte le erbacce con uno o due passate di diserbante; i semi che si trovano in profondità possono restare quiescenti a lungo e germinare alla prima occasione; semi di altre infestanti arriveranno da fuori.
    Se desideri un prato all'inglese (che ti sconsiglio vivamente) devi curarlo....continuamente!!!:eek:

    Ottimo il lavoro che hai fatto.
    Se il terreno ti sembra poco drenante, aggiungi sabbia; se ti sembra povero aggiungi stallatico (4 kg per metro quadrato).
    Procedi pure alla semina, col rastrello copri un pochino i semi, passa il rullo (o i piedi) e tieni bagnato fino alla comparsa dei fili d'erba, ma non spostare i semi col getto d'acqua; taglia quando l'erba è a circa 10 cm di altezza. :Saluto:
     
    A GORMITA piace questo elemento.
  3. Vincenzo VA

    Vincenzo VA Florello

    Registrato:
    4 Febbraio 2007
    Messaggi:
    5.883
    Località:
    Varese città
    Che esposizione ha il giardino?
    Ci sono zone che ricevono un diverso soleggiamento?
    Quante ore esattamente?
    Ci sono alti alberi intorno?
    Dove vivi esattamente?
    Che uso farai del prato: lo guarderai, ci camminerai una volta alla settimana, ogni giorno, tutto il giorno, ci giocherai a rugby con il tuo mastino napoletano e i tuoi 4 figli? :Saluto:
     
  4. Mirco65

    Mirco65 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    17 Aprile 2008
    Messaggi:
    130
    Località:
    Avellino
    Il prato da mettere non è inglese ma a seme !
    Comunque il giardino è esposto a est dove sorge il sole, e l'esposizione dura 1/2 giornata riguardo agli alberi in una piazzola c'è sola una palma.
    Sono tre piazzole di cui una di 3,75x5,45, un'altra 2,75*3,70 e un'altra 1,50x3,75
    Il prato sarà calpestabile magari per passare qualche ora di relax.
    Grazie
     
    A GORMITA piace questo elemento.
  5. guppy79

    guppy79 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    3 Giugno 2007
    Messaggi:
    261
    Località:
    afragola (na)
    Cosa intendi a seme? Prato all'inglese è quello con loietto alto 10 cm e richiede tantissime cure, il prato del campo da calcio per intenderci, tutti i tipi di prato si ottengono da miscele di semi e a secondo dell'esposizione, del tipo di terreno e dell'uso che ne vuoi fare le miscele conterrano percentuali di seme di specie diverse.
     
    A GORMITA piace questo elemento.
  6. Mirco65

    Mirco65 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    17 Aprile 2008
    Messaggi:
    130
    Località:
    Avellino
    Scusa il ritardo !
    intendo non inglese quello a mantello o rotoli (coltivato per intenderci) ma che creo io con i sementi.
    Saluti
     

Condividi questa Pagina