• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Che ne pensate di questo articolo sul rimboschimento?

Spulky

Moderatrice Sezz. Orchidee e Giardini d'Acqua
Membro dello Staff
è interessante e all'apparenza condivisibile, ma servirebbe un articolo completo con l'esposizione del metodo dall'inizio alla fine

perchè i 3 alberi a mq una volta cresciuti... andranno diradati, penso al mio pinoso con un tronco del diametro >= al metro

lui dice che è proprio la competizione che ne favorisce, all'inizio, la crescita veloce

appunto che vorrei capire dopo i 2-3 anni che facciamo?
 
Ultima modifica:

ares333

Aspirante Giardinauta
è interessante e all'apparenza condivisibile, ma servirebbe un articolo completo che l'esposizione del metodo dall'inizio alla fine

perchè i 3 alberi a mq una volta cresciuti... andranno diradati, penso al mio pinoso con un tronco del diametro >= al metro

lui dice che è proprio la competizione che ne favorisce, all'inizio, la crescita veloce

appunto che vorrei capire dopo i 2-3 anni che facciamo?
Infatti ci sono alcune cose che non riesco bene a comprendere, o in quel metro quadro si intende sia alberi che arbusti (allora inizierebbe ad avere più senso) o magari per le specie che in genere trattano loro la densità non è un grosso problema.
In genere nei boschi gli alberi non sono troppo ravvicinati.

Qui c'è un documento scaricabile dove viene spiegato in modo un po' più approfondito ma sempre superficiale:
 

peppeorchid

Maestro Giardinauta
nel lontano 1995 piantumai un bosco misto non produttivo, grazie ai contributi europei, 3 ettari di terreno con 2500 piante
c' era di tutto dai corbezzoli e biancospini fino alle roveri ontani glutinosi etc
l' agronomo della regione progettò il sesto di piantagione a file di 3 metri x 4 metri
le piante crebbero velocemente e nonostante la distanza incominciai a diradarle già dopo 6 anni,
dopo 18 anni l' ombra era così tanta da inibire la vegetazione sottostante
non credo che mettere a dimora piante così vicine come quel progetto sia salutare, poi la concorrenza rallenterebbe sicuramente la loro crescita
 

ares333

Aspirante Giardinauta
nel lontano 1995 piantumai un bosco misto non produttivo, grazie ai contributi europei, 3 ettari di terreno con 2500 piante
c' era di tutto dai corbezzoli e biancospini fino alle roveri ontani glutinosi etc
l' agronomo della regione progettò il sesto di piantagione a file di 3 metri x 4 metri
le piante crebbero velocemente e nonostante la distanza incominciai a diradarle già dopo 6 anni,
dopo 18 anni l' ombra era così tanta da inibire la vegetazione sottostante
non credo che mettere a dimora piante così vicine come quel progetto sia salutare, poi la concorrenza rallenterebbe sicuramente la loro crescita
Grazie per la tua opinione Peppe! Dalla tua esperienza che distanza daresti ad ogni pianta? se di taglia piccola, media o grande.
 

peppeorchid

Maestro Giardinauta
Grazie per la tua opinione Peppe! Dalla tua esperienza che distanza daresti ad ogni pianta? se di taglia piccola, media o grande.
io, come detto sopra, piantai in verticale a 3 metri ed orizzontale a 4 metri indipendentemente dal tipo di pianta in modo (il mio era un bosco misto) che crescendo dessero l' idea di naturalezza, poi dove le piante si "spingevano" troppo ho incominciato a diradare.
Sempre per ragioni estetiche per esempio se mi trovavo 4/5 lecci vicini, li lasciavo tutti per creare una macchia sempreverde, mentre volutamente abbiamo piantato a gruppi dei pini marittimi per la stessa ragione
ciao
 

MargiM

Giardinauta
nel lontano 1995 piantumai un bosco misto non produttivo, grazie ai contributi europei, 3 ettari di terreno con 2500 piante
c' era di tutto dai corbezzoli e biancospini fino alle roveri ontani glutinosi etc
l' agronomo della regione progettò il sesto di piantagione a file di 3 metri x 4 metri
le piante crebbero velocemente e nonostante la distanza incominciai a diradarle già dopo 6 anni,
dopo 18 anni l' ombra era così tanta da inibire la vegetazione sottostante
non credo che mettere a dimora piante così vicine come quel progetto sia salutare, poi la concorrenza rallenterebbe sicuramente la loro crescita
Mi intrometto in questa discussione, per non "spezzare" l'argomento in più thread...
Che tu sappia è possibile un'iniziativa del genere ora? Cioè disporre di terreni abbandonati , incolti per rimboscamento o comunque piantare alberi/arbusti da fiore/frutto?
Grazie!

Inviato dal mio MI 8 Lite utilizzando Tapatalk
 

ares333

Aspirante Giardinauta
Mi intrometto in questa discussione, per non "spezzare" l'argomento in più thread...
Che tu sappia è possibile un'iniziativa del genere ora? Cioè disporre di terreni abbandonati , incolti per rimboscamento o comunque piantare alberi/arbusti da fiore/frutto?
Grazie!

Inviato dal mio MI 8 Lite utilizzando Tapatalk
Se vuoi effettuare ciò di tua spontanea volontà lo puoi fare sicuramente e le piante le puoi facilmente richiedere in un vivaio forestale della tua regione (te le fornisce a prezzi minimali). Poi se esistono iniziative non saprei.
 

MargiM

Giardinauta
Mi piacerebbe, ma non ho un terreno:) mi chiedevo se esistono delle terre incolte, che ogni comune affitta/vende a fini agricoli a prezzi accessibili (tanto meglio in qualche modo coltivati che abbandonati).


Inviato dal mio MI 8 Lite utilizzando Tapatalk
 
Alto