• Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Back to Eden Garden

lisyy

Esperta in identificazione delle piante
Viste le dimensioni dello spazio, non rimane altro da fare che sfalsare di poco la posizione dei fruttiferi (alcuni a 1,5 e altri a 2 m rispetto al confine col vicino) e "disegnarci" attorno un contorno sinuoso per definire la gilda e che fungerà da camminamento per i lavori di manutenzione e raccolta.
Mi sono permessa di mettere giù un disegnino (prendilo giusto come spunto di base per un ragionamento sugli spazi delle gilde e loro riempimento). I 4 m di larghezza, secondo me non sono un grande limite, anzi forse io li vedo come un opportunità per concentrare soprattutto la posizione delle piante arbustive che, ritrovandosi abbastanza vicine, possono svolgere la loro funzione su più gilde. Correggimi se ho sbagliato qualcosa nell'interpretazione del sistema.
Mi sono permessa di ipotizzare anche lo spostamento della zona compostaggio nei pressi della serra, definendo così più uno spazio di servizio nell'orto e che lascerebbe visivamente più libera ed esteticamente più bella la parte giardino/frutteto. Faccio come fosse casa mia!
Sempre nell'orto, il lato lungo della staccionata potrebbe diventare una gilda coltivata a piccoli frutti (n.3 nel disegno): lamponi, ribes, uva spina, ecc. consociata con cavolo nero, il tuo immancabile Sinfito (Comfrey), cipolla, santoreggia, salvia, nepeta (visto che non ti vuoi arrischiare con la menta) e alcune erbacee e bulbose da fiore.
Nel frutteto, invece, ho pensato che arbusti come le ginestre (sia Spartium junceum che Cytisus) potrebbero essere affiancati a Eleagno e Hippophae, che con la loro fioritura (così come fanno lavanda e rosmarino) attirerebbero anche insetti preziosi, ed essendo leguminose (questo lo sapevo anche io) assolverebbero anche la funzione di azotofissatrici e sarebbero anche di più facile gestione come crescita e manutenzione. Le Rose rugose che tanto vorresti io le confinerei nella gilda in ombra della casa (cerchi rossi con R nel disegno). In questa posizione fiorirebbero di più rispetto ad una posizione più soleggiata, essendo rose che apprezzano i climi freschi. In questa zona ombreggiata andrebbero anche posizionate le felci, sempre per lo stesso motivo.
In alternativa alle erbacee spontanee usate dal canadese (silene, Chenopodium, Solidago, ma soprattutto Tarassaco, ecc. ) che convincono poco anche te, ti suggerirei di sostituirle con le più controllabili Tanacetum cinerariifolium, Artemisia absynthium, Nepeta, Thymus, Lunaria annua, Tagete, Cosmea, Borragine. Io non rinuncerei invece ai Topinambur: magnifici a fine estate, e se risultassero troppo prolifici, li puoi sempre diradare.
Oltre alla Hemerocallis che già possiedi, anche i Muscari sono una bulbosa coprisuolo tra le prime a fiorire e ad attirare gli impollinatori.
 

Allegati

  • Matt985.pdf
    226,1 KB · Visite: 5

Matt985

Aspirante Giardinauta
Grazie di cuore lissyy per il tuo graditissimo contributo! Mi serviranno almeno un paio di ore per valutare le tue interessanti proposte e cercare su google tutte le essenze che mi hai segnalato. Ne prenderò buona nota e non mancherò di farti sapere che ne penso.

Mi permetto, spero non ti dispiaccia, di condividere il tuo schizzo in modo che sia visibile direttamente nel thread e non solo allegato:
lissy piantina.png

Ho realizzato anche io uno schizzo per rendermi conto degli spazi, l'ho finito ieri sera ma era molto tardi ed ero troppo stanco per condividerlo in un post con tutte le considerazioni del caso. Spero di riuscire a farlo quanto prima forse già stasera dopo cena.

E... piccola novità... condivido per la prima volta le foto dell'area dove verrà installato il frutteto. Lo so, lo so, non si capisce una mazza!! D'altronde è ancora un cantiere! (se notate macchie di colore sullo sfondo è perchè per privacy ho cancellato le case dei vicini).

La striscia:
20211005_174301.jpg

Il bagolaro visto dalla strada:
20211005_174712.jpg

Altra prospettiva:

20211005_174733.jpg


Quando la guardo così mi sembra strettissima, spero che i 4 metri della parte più stretta siano una larghezza sufficiente!
Ora devo scappare, a dopo!

Ciao
 

lisyy

Esperta in identificazione delle piante
Hai fatto bene a condividerlo tu, vista la mia incapacità!
Per quanto riguarda le dimensioni, ti toccherà abbozzare e fare di necessità virtù, se non puoi più cambiare il progetto allargando anche di un solo metro e rubandolo a quella che immagino sia un'area di parcheggio lastricata (come da foto allegata al post #66).
 

Matt985

Aspirante Giardinauta
Come accennavo due sere fa mi sono divertito ad abbozzare questa piantina:

PLANT MAP rd.png

LEGENDA (le misure sono riferite al diametro):

LEGENDA PIANTINA.png

Facendo un rapido conteggio nella mappa sono contenuti:

- 3 alberi alto fusto
- 10 alberi
- 19 arbusti
- 47 cespugli
- 102 fiori
- 11 asparagi
Tot 192 piante

Sono ordinati in base al diametro ma un "cespuglio" potrebbe benissimo essere anche una erbacea come un rabarbaro od un carciofo che possono avere un diametro notevole. Un ciuffo di erba cipollina o una borraggine viene invece messa nella categoria "fiori".
Anche sugli alberi dipende molto da cosa si intende per alto fusto, ho visto ciliegi colonnari alti un metro e mezzo o piante enormi, l'idea sarebbe quella di mettere tre essenze che potenzialmente possono crescere in altezza più delle altre e lasciarle andare senza troppe potature.

Il bagolaro per ovvie ragioni ha già la sua dimora fissa. I tre alberi più grandi sono posizionati dietro la casa in modo che possano svettare sopra la zona d'ombra. I dieci alberi da frutto sono posizionati principalmente lungo le staccionate che sono anche la zona con la migliore esposizione. Arbusti dove ci stanno e cespugli ed essenze erbacee/fiori ovunque a riempimento.
L'idea è quella di riempire quanto più possibile lo spazio con piante ed essenze di vario tipo proprio perchè in base ai principi della food forest un maggior numero di piante equivale ad una maggiore fertilità.

Considerando gli spazi non occupati è una media di più di una essenza a mq. Mi rendo conto di quanto possa essere forse troppo astratta una piantina di questo tipo. Veramente gli alberi ci staranno? Non faranno ombra uno con l'altro? i camminamenti saranno agevoli? Un conto è disegnare dei cerchietti con paint ed un conto è mettere a dimora le piante. Non essendo un progettista di giardini devo un po andare a sentimento, d'altronde da qualche parte devo pur cominciare a pianificare. Forse un progettista od una persona con più esperienza potrebbe dirmi la sua opinione, sarebbe sicuramente utile.

Il progetto della food forest mi sta prendendo molto, vedendo anche progetti di altre persone su YT sento che è veramente quello che voglio realizzare in questa parte di giardino!
 

Matt985

Aspirante Giardinauta
Passo in rassegna il tuo post lissyy con le varie considerazioni:
Viste le dimensioni dello spazio, non rimane altro da fare che sfalsare di poco la posizione dei fruttiferi (alcuni a 1,5 e altri a 2 m rispetto al confine col vicino) e "disegnarci" attorno un contorno sinuoso per definire la gilda e che fungerà da camminamento per i lavori di manutenzione e raccolta.
Esatto, inoltre le piante arbustive possono essere posizionate a 50 cm dal confine.

I 4 m di larghezza, secondo me non sono un grande limite, anzi forse io li vedo come un opportunità per concentrare soprattutto la posizione delle piante arbustive che, ritrovandosi abbastanza vicine, possono svolgere la loro funzione su più gilde. Correggimi se ho sbagliato qualcosa nell'interpretazione del sistema.
Corretto, si cerca di avere la maggior densità possibile di piante su più livelli.

Mi sono permessa di ipotizzare anche lo spostamento della zona compostaggio nei pressi della serra, definendo così più uno spazio di servizio nell'orto e che lascerebbe visivamente più libera ed esteticamente più bella la parte giardino/frutteto. Faccio come fosse casa mia!
:lol: Io ho posizionato la zona compost in mira all'accesso principale per renderla più comoda/fruibile. Inoltre anche se nella piantina non l'ho messo nella zona libera tra la compostiera e l'accesso principale vorrei mettere un tavolino con due sedie: una mini zona relax/lavoro. La tua è comunque una opzione da considerare.

ti suggerirei di sostituirle con le più controllabili Tanacetum cinerariifolium, Artemisia absynthium, Nepeta, Thymus, Lunaria annua, Tagete, Cosmea, Borragine. Io non rinuncerei invece ai Topinambur: magnifici a fine estate, e se risultassero troppo prolifici, li puoi sempre diradare.
Ho dato un occhiata su wikipedia e sono tutte essenze interessanti. Per quanto riguarda l'olivello spinoso e l'olivagno le avevo già messe nella ma check list che prima o poi condividerò ma sento che non è ancora pronta adesso.

Qui però devo prendere una decisione forte: nella food forest voglio avere solo piante commestibili con rare/rarissime e motivate eccezioni.
Questo per svariati motivi:
1 - rendere lo spazio a disposizione più produttivo possibile, la food forest è una coltivazione biointensiva.
2 - una mia fissa mentale di poter realizzare un giardino completamente commestibile.
3 - con un po di ricerca sono sicuro che salteranno fuori arbusti ed erbacee anche poco conosciute ma comunque commestibili.. la varietà delle piante è così ampia!

Per quanto riguarda le dimensioni, ti toccherà abbozzare e fare di necessità virtù, se non puoi più cambiare il progetto allargando anche di un solo metro e rubandolo a quella che immagino sia un'area di parcheggio lastricata (come da foto allegata al post #66).
No, non è modificabile. Di necessità virtù!
 

Matt985

Aspirante Giardinauta
Potresti fare dei cilindri di rete metallica tipo quella da conigliera o da pollaio che dir si voglia, come quelli che facevano da ciminiera al tuo compost nel cassone, solo di diametro mooolto più grande, in doppio strato con le maglie sfalsate per ridurre le dimensioni dei buchi.......

Detto fatto monikk64!

Ho acquistato al brico la rete metallica in offerta: 5 metri per 14 euro (ne sarebbero bastati anche 3 ma il rotolo era da 5). Un doppio anello nella parte inferiore con delle rete che avevo già per rafforzare, qualche giuntura di filo di ferro per chiudere il cilindro e in 10 minuti la compostiera era pronta. Ho optato in questo caso per un "lazy compost": non ho triturato nulla, semplicemente vi ho riposto i tagli di siepe togliendo solo i rami più grossi. Il volume non è molto consistente quindi probabilmente non si scalderà. Sicuramente ci vorrà più tempo per ottenere il prodotto finale ma non è un problema.


COMP EASY.jpg
COMP EASY 2.jpg

Grazie ancora per il suggerimento!

Ciao
 

Harma

Giardinauta Senior
Questa compostiera è appoggiato sul cemento? E i lombrichi?
Io non sono assolutamente una progettista, ansi il mio giardino è cresciuto insieme a me, però ti consiglierei di non piantare tutto insieme, magari primo gli alberi da frutto e qualche arbusto poi aspetterei, poi osservi bene le ombre e la luce e usi la fantasia perché tutto cresce ;)
 

Matt985

Aspirante Giardinauta
Questa compostiera è appoggiato sul cemento? E i lombrichi?

Ciao Harma, in realtà anche la compostiera principale quella che vedi nel post #22 resta addirittura sopraelevata rispetto al cemento.
Ciononostante brulica di lombrichi, insetti ed insettini di una miriade di specie comprese larve di quella che credo sia citonia, ve le mostrerò più avanti. Forse se fosse a contatto con la terra la microfauna si svilupperebbe prima ma vedo che la compostiera viene colonizzata alla svelta in ogni caso. Idem anche per i cassoni, ho notato però che per far si che si sviluppi devono essere all'esterno. Se li porto nel capannone le cose non funzionano altrettanto bene.

Ne approfitto per aggiornarvi sulle mie letture, sono alla ricerca di piante interessanti da mettere nel giardino ed ho preso in biblioteca qualche libro, Il primo che ho letto è il seguente:

1634153039891.png
Un piccolo libercolo che tratta perlopiù di raccolta di erbe spontanee. In realtà non ci ho trovato nessuna pianta da inserire nel mio giardino ma alcune chicche. Certe ricette sono squisitamente demodè se non addirittura di altre epoche.
Si va dall'insalata di foglie di faggio alla calcatreppola marittima candita che come tutti ben sappiamo accompagna egregiamente il pasticcio di midollo :eek: (?!). Si passa poi dalla gelatina di alghe raccolte sulle fredde costiere della Bretagna al ketchup di fungo coprino.

Ma attenzione attenzione la ricetta che mi ha conquistato è lo schwarzwurz.

Per i pochi che non fossero a conoscenza di questo delizioso piatto specifico che si tratta di fritelle tedesche a base di consolida maggiore ovvero comfrey o sinfito. Ora lissy potrai dire che sono davvero fissato con questa pianta :lol::lol:.

Per dovere di cronaca ve la riporto:

RICETTA PER LE SCHWARZWURZ

1 Uovo
50g di farina
250 ml di latte o acqua
1/4 di cucchiaino di sale
burro od olio per friggere

Mescolate farina, sale, uova, latte. Fate una pastella fluida. Impastellate le foglie di consolida e friggete per non più di due minuti. Per un risultato più saporito sovrapponete due o tre foglie. Questo piatto accompagna molto bene il pesce fritto che richiama la forma delle foglie.


DISLCAIMER: aggiungo io che per chi volesse far divenire lo schwarzwurz il suo piatto quotidiano di non esagerare poichè la consolida è blandamente tossica ed un uso prolungato può avere effetti epatotossici. In Italia e negli USA l'uso della consolida è vietato negli integratori alimentari. (fonte wikipedia).
 

Harma

Giardinauta Senior
Bene a sapersi... Io rimango sempre meravigliata che gli insetti sanno esattamente dove andare per procurarsi del cibo.... Grazie per la ricetta dello
Schwarzwurst, lo proverò senz'altro. Hai mai letto qualcosa di Libereso Guglielmi? L'uomo che mangiava le piante!
 

lisyy

Esperta in identificazione delle piante
Non penso affatto che sia una fissazione, tranquillo. Anzi, dopo che ne hai parlato tu, mi sono incuriosita e ho cercato su internet, fino ad imbattermi su YouTube in alcuni episodi di un programma televisivo della BBC sul giardinaggio. Ho seguito il loro link e ho trovato le stagioni che vanno dal lontano 2002 agli anni più recenti. In molti episodi decantano i benefici del Comfrey a livello del terreno e nel compost, di come farne il macerato ed utilizzarlo sulle piante. Fino ad ora nessuno ha parlato di mangiarlo, ancora, ma non ho terminato di vedere tutte le stagioni, quindi non so riportare il parere dei giardinieri inglesi.
Per quanto riguarda le piante commestibili, oltre a quelle canoniche, posso testimoniare, per averli mangiati, che coi germogli del Humulus lupulus (urticiòns, in friulano) e le ortiche ci si fa un buon risotto; con lo sclopìt (Silene vulgaris), frittate e altro; mia madre raccoglieva le giovani piantine di tarassaco e le mangiava bollite (amare come poche! Brrrr!!!). Sicuramente anche dalle tue parti si terranno delle feste/mostre di primavera a tema Erbe spontanee con degustazioni varie, come qui in Friuli.
Un esempio: http://www.rossanomalgeri.altervista.org/moodle/mod/forum/discuss.php?d=90
Quindi non c'è niente di strano nel desiderio di voler sfruttare in tutti i sensi, sia per beneficio della terra che per l'uomo, la consociazione di piante spontanee con le coltivazioni "normali" di frutta e ortaggi.
Anche lo Youtuber canadese aveva la Silene e il Tarassaco nel suo "orto", chissà se li mangiava anche?
 

Matt985

Aspirante Giardinauta
Benritrovati cari threaders (si può dire?) :)

Facciamo un pochino di toto-piante?

Vorrei iniziare a decidere le tre piante che andranno ad occupare l'importante posizione "alto fusto".
Sinteticamente ricordo che si tratta di una posizione soggetta a maggior ombreggiamento e che di conseguenza è preferibile scegliere piante che possano svilupparsi in altezza in modo da svettare sopra il profilo della casa. Aggiungo che un plus sarebbe avere frutti che cadono dalla pianta una volta maturi visto che raccoglierli in altezza sarebbe disagevole.

nr plant.png

Propongo anche una lista di piante da frutto ma sentitevi liberi di aggiungerne se ritenete alcune più adatte.

☐ MELE
☐ PERO
☐ FICHI
☐ PRUGNA
☐ CILIEGIO
☐ PESCO
☐ KAKI
☐ ALBICOCCO
☐ MELOGRANO
☐ NOCCIOLO
☐ NOCE
☐ MANDORLO
☐ PLUOT
☐ CASTAGNO
☐ ASIMINA TRILOBA
☐ FEIJOIA MAMMOTH

Il castagno a mio avviso sarebbe papabile per la posizione nr 1.: da giovane credo sopporti discretamente l'ombra, può crescere in altezza, i frutti cadono da maturi.

La parola a voi toto-plant aperto!!
 

lisyy

Esperta in identificazione delle piante
Secondo me la zona in ombra andrebbe lasciata agli alberi che non producono fioriture degne di tale nome: castagno, noce, nocciolo. Inoltre non avresti troppi problemi anche nella raccolta dei loro frutti e potresti procedere con l'abbacchiatura.
Dovrai prestare molta attenzione al nocciolo, perché tenderà a pollonare e di conseguenza allargherà la base invadendo molto lo spazio circostante. Il mio tenuto a cespuglio con quattro ramificazioni alte, dopo 10 anni era diventato ingestibile e troppo ombreggiante, quindi l'ho eliminato.
Gli altri fruttiferi con fioriture evidenti e anche molto decorative li posizionerei in pieno sole o al sole la maggior parte della giornata.
Avrei dei dubbi sulla Feijoa che credo sia pianta da climi caldi, o mi sbaglio?
 

Picantina

Fiorin Florello
L'elenco è lungo, ho serie difficoltà a sceglierne solo 3. Perché lì vanno messe, vero?
Se penso ai frutti che mi piacciono di più direi: ciliegio albicocco, castagno. Se penso ai fiori ciliegio, pesco, melograno.

Pensavo che quello spazio azzurro fosse un laghetto....
 

Matt985

Aspirante Giardinauta
L'elenco è lungo, ho serie difficoltà a sceglierne solo 3. Perché lì vanno messe, vero?
Se penso ai frutti che mi piacciono di più direi: ciliegio albicocco, castagno. Se penso ai fiori ciliegio, pesco, melograno.

Pensavo che quello spazio azzurro fosse un laghetto....

Ciao Picantina, come dicevo ad inizio del post #111 è il toto-piante per le 3 che andranno ad occupare la posizione dietro la casa. Possibilmente dovrebbero essere: alto fusto, abbastanza tolleranti all'ombra, con frutti che cadono da soli.

Poi ci sarà sicuramente spazio anche per altri alberi da frutto e arbusti (vedi piantina al post #104).
 

Harma

Giardinauta Senior
Ti consiglio quello che ho io:
Nocciolo, ma quello contorto che è uno spettacolo quando ha perso tutte le foglie.. Io non ho problemi con polloni.
Forse è troppo basso? (circa 2,5 mtr)
Prende un po' di sole la mattina e basta.
Molto bello anche la Feijoa(io abito fra Firenze e Siena) Però anche lei circa 2,5 mtr.
 

Harma

Giardinauta Senior
Bellissimo il nocciolo contorto, ce l'ha la mia vicina e mi incanto a guardarlo. Il suo però non fa frutti.
E una pianta monoica.... I suoi fiori femminile(rossi) sono quasi invisibile a confronto di quelli maschili. Il mio fa frutti, pochi però è ci vorrebbe un altra pianta... C'è una varietà con fogliame rosso... Ci sto facendo un pensiero :sneaky:
 
Alto