avvio attività giardinaggio

Discussione in 'Macchine - Meteorologia - Tecniche' iniziata da sheggy, 28 Gennaio 2008.

  1. sheggy

    sheggy Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    28 Gennaio 2008
    Messaggi:
    2
    Ciao a tutti!!! Vorrei avviare un'attività di giardinaggio in una comunità per disabili mentali. Avrei bisogno di un po' di idee e consigli. Grazie a tutti.
     
    A Silvio07 piace questo elemento.
  2. marco837

    marco837 Florello Senior

    Registrato:
    30 Aprile 2007
    Messaggi:
    8.460
    Località:
    South Tyrol
    Per avere consigli ti conviene dare qualche info in più...
    Prima di tutto da cosa si parte, e poi la disponibilità...
    da quella economica, a quella del tempo, a quella umana ecc...

    Inoltre ti conviene indicare la zona da cui scrivi.
     
  3. scardan123

    scardan123 Guest

    su questo forum credo ci siano varie persone che lavorano come educatori di persone piu o meno problematiche. Io non ti posso aiutare molto, ma ti posso consigliare di spiegare piu in dettaglio cosa intendi perché così non si capisce cosa vuoi fare: "attività di giaridnaggio" è vago.

    La prima cosa che mi viene in mente è: ma non si possono fare male a maneggiare forbici, motoseghe, badili, etc ???

    Forse potresti provare con i bulbi (crochi, anemoni, iris, gladioli, tulipani, fresie, anemoni, etc): lo strumento che basta per pantarli è un cucchiaio, così nessuno si fa male, mentre i risultati sono praticamente garantiti e la varietà è immensa.
    Come stagione per metterli ormai ci siamo.
     
  4. sheggy

    sheggy Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    28 Gennaio 2008
    Messaggi:
    2
    Grazie per i consigli. Noi abbiamo a disposizione circa 60 mq da usare come orto/giardinetto; circa 100 mq di prato armato e delle piccole aiuole che stanno crescendo lungo il perimetro della casa. Abbiamo il trattorino tagliaerba e il decespugliatore, ma per quanto riguarda il budget volevamo anche su questo un consiglio. I ns ragazzi sono abbastanza abili a livello motorio. Grazie
     
  5. -DAN-

    -DAN- Giardinauta Senior

    Registrato:
    28 Dicembre 2006
    Messaggi:
    1.642
    Località:
    Italy
    piante facili da coltivare come ha detto scardan sono i bulbi, tra poco venderanno quelli a fioritura estiva. anche con piante facili da seme, come i girasoli o le tagete, avrete tutti un successo garantito...io a chi vuole una pianta facile facile da coltivare, da far nascere con le proprie mani e per poi avere un fiore stupendo in estate consiglio sempre il girasole.
     
  6. Papyrus

    Papyrus Florello Senior

    Registrato:
    3 Ottobre 2006
    Messaggi:
    8.880
    Località:
    Napoli
    Tra le tante idee, potrei suggerire di far coltivare dei papiri in vaso, visto che in estate, se non si usano delle ciotole alte, c'è bisogno di annaffiarli ogni paio d'ore :)
     
  7. barbarabe

    barbarabe Giardinauta Senior

    Registrato:
    17 Gennaio 2008
    Messaggi:
    1.561
    Località:
    Val di Vara - SP
    :DIo ho visto dei disabili fare lavoretti in un vivaio seguendo un programma di inserimento (se si chiama così) e vi posso garantire una cosa:
    vengono definiti diversamente abili perché lo sono veramente:love:!!!
    Qualcuno aveva veramente il pollice verde.
    Mi sto rendendo conto frequentando un punto di "incontro" di queste persone che hanno magari deficit in determinate cose, ma quello che prendono a cuore lo fanno alla grande!!!:froggie_r
    C'è un ragazzo autistico che è un vero mago del computer!

    Sono andata un pò Ot, ma quello che volevo dire è che io non porrei limiti con il facile o difficile, se si impegnano sapranno fare qualsiasi cosa!:flower:
     
  8. Silvio07

    Silvio07 Florello

    Registrato:
    15 Dicembre 2007
    Messaggi:
    5.942
    Località:
    Milano
    A volte i diversamente abili (che è un brutto termine) sono molto più inteligenti di noi ma hanno problemi motori. O a volte sono un po' meno inteligenti ma più abili in altre cose. Quello che difetta in una cosa compensa in un altra!
     
  9. elleboro

    elleboro Florello

    Registrato:
    17 Marzo 2001
    Messaggi:
    6.397
    Località:
    milano
    io proporrei questa scaletta:

    - qualche lezione teorica per dare loro un'idea di come avviene il ciclo "seme o bulbo, pianta, fiore, seme. MATERIALE mi sembra non occorra, basta prendere idee da internet.
    - attività: far cercare dai ragazzi (come e dove, dipende dal loro livello) i semi ed i bulbi che si possono impiantare da marzo ad aprile, far disegnare ciascun fiore con i colori della realtà.
    -far disegnare le aiole che si vogliono coltivare, affidarne ciascuna a un gruppo di rgazzi. Partire con il progetto delle aiole facendo scegliere a loro i fiori ed i colori da seminare, ricordandosi di far scegliere fiori alti (da mettere dietro) e fiori bassi (da mettere sul davanti delle aiole).

    - stendere il calendario con il succedersi delle attività di preparazione della terra,impianti e semine successive, pulizia dalle erbacce e via di seguito con le innaffiature dovute e magari qualche concimazione. Completarlo man mano con le date del primo germoglio, la crescita della pianta, il fiore, i frutti, i semi...

    infine comprare bulbi o semi di tipo diverso. Far vangare due o più aiole da destinare una ai bulbi, estivi, l'altra a semi diversi da seminare in settimane successive in maniera che i ragazzi abbiano sempre cose da fare. Quindi tenerne conto negli acquisti. comprare anche il necessario per fare i cartellini con i nomi dei semi/bulbi e la data dell'impianto. MATERIALE: vanga, rastrello, palette, innaffiatoio, canna per innaffiare.

    questa è solo una traccia (buttata giù un po' frettolosamente) che tu potrai rifare come ti sembrerà più corretto per la tua attività, i costi saranno contenuti, il progetto - di anno in anno - potrà farsi più ambizioso e tu stesso ne vedrai i possibili sviluppi.
    Complimenti hai avuto un'idea bellissima e che interesserà molto i ragazzi.
    Se hai bisogno di altro, chiedi.
     
  10. guppy79

    guppy79 Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    3 Giugno 2007
    Messaggi:
    261
    Località:
    afragola (na)
    Ciao shaggy, il consiglio di elleboro è ottimo ed è più o meno quello che ho fatto io nell'ambito di un progetto di horticultural therapy per ragazzi con difficoltà psichiche dai 13 ai 16 anni. Le lezioni di teoria per esperienza personale devono essere brevi ed accattivanti....prova ad usare power point, tante immagini, video per stimolare la loro attenzione e poi tanta tanta pratica. Evita zappe e vanghe, utilizza piuttosto rastrelli, trapiantatoi, palette e possibilmente coltiva i vaso è più semplice.
    Ciao
    Andrea
     

Condividi questa Pagina