1. Vi invitiamo a ridimensionare le foto alla larghezza massima di 800 x 600 pixel da Regolamento PRIMA di caricarle sul forum, visto che adesso c'è anche la possibilità di caricare le miniature nel caso qualcuno non fosse capace di ridimensionarle; siete ufficialmente avvisati che NEL CASO VENGANO CARICATE IMMAGINI DI DIMENSIONI SUPERIORI AGLI 800 PIXEL LE DISCUSSIONI VERRANNO CHIUSE. Grazie per l'attenzione.

Addio boccioli SIGH

Discussione in 'Orchidee - ibridi e botaniche' iniziata da cochy, 1 Febbraio 2007.

  1. cochy

    cochy Giardinauta Senior

    Registrato:
    27 Giugno 2005
    Messaggi:
    1.242
    Località:
    Bollate (MI)
    Ecco qua il problema il mio cymbidium quest'autunno ha messo due bei steli floreali , due puntine alte non più di 20 cm quando a novembre l'ho rititato ed ecco come si è sviluppato!
    [​IMG]
    Poi dopo natale ecco che i boccioli sono cominciati a ingiallire e cadere....morale si è salvato solo il primo in uno stelo e uno degli ultimi apicali nell'altro
    [​IMG]
    Premetto che in quel periodo bagnavo pochissimo, avete qualche idea di quale danno inconsapevole posso aver combinato e che non vorrei rifare il proximo anno?:martello:
    Aggiungo la fotina del mio ultimo acquisto
    [​IMG]
    e dei piccoli futuri riori di D. kingianum
    [​IMG]
    Ciao
     
  2. Gianni.de

    Gianni.de Maestro Giardinauta

    Registrato:
    20 Gennaio 2005
    Messaggi:
    2.044
    Località:
    Ulm (Germania)
    Ciao Cochy,
    guarda che a mio parere sei un po`grandicella (in esperienza non di statura) per seguire i consigli standard, e seguirli anche a pennello, se erano in boccio ci volevano annaffiate e fertilizzante, poi bisogna tener conto che in casa abbiamo stufe e/o termosifoni che succhiano l`umidita`sia dalle pareti e dai mobili che dalle nostre povere piante, percio`io direi che e`un danno del riscaldamento, poi si vedra`
    baci
    Gianni
     
  3. _Orchidea_Rara_

    _Orchidea_Rara_ Florello

    Registrato:
    8 Ottobre 2004
    Messaggi:
    5.921
    Località:
    Nord Italia
    Ciao cochy!!!
    Anche secondo me la colpa è stata del cambiamento di clima... il caldo secco degli ambienti casalinghi fa patire molto i Cymbidium... ti rifarai nella prossima fioritura!!!

    Bello l'ultimo acquisto :eek:k07: !!!

    :Saluto:
     
  4. lobelia

    lobelia Florello Senior

    Registrato:
    10 Maggio 2005
    Messaggi:
    7.413
    Località:
    Roma
    Località:
    Roma
    La mia collega patita di cymby non li mette in casa, d'inverno, ma sulle scale, che non sono riscaldate ma nemmeno fredde avendo il lucernario anzichè le finestre che tra l'altro d'inverno è tenuto chiuso. Il tepore delle case, poi, dà una temperatura accettabile e quando i boccioli s'ingrossano, ficca nel substrato un concime goccia a goccia. Lei mi ha detto così e vedessi che fiori (mi porta le fotine per farmi "rosicare"...)
    Io cymbidium non ne ho, quindi ti riporto solo i racconti di un'altra persona.
     
  5. cochy

    cochy Giardinauta Senior

    Registrato:
    27 Giugno 2005
    Messaggi:
    1.242
    Località:
    Bollate (MI)
    Forse non mi sono spiegata bene, scusate.
    Quando li ho ritirati erano i primi di novenbre, ed erano quelle uniche due notti che qua aveva gelato, ma gli steli erano solo abbozzati.
    Poi sono cresciuti (come si vede nella prima foto ) ed a distanza di due mesi è successo il patatrak, ma ormai si erano tranquillamente acclimatati tanto che avevano deciso di svilupparsi. Ho osservato che il problema è cominciato quando il bocciolo più anziano ha cominciato a maturare, e poichè per ogni stelo ne è sopravvissuto solo uno, ma con tempi di maturazione diversi ,mi domando se non sia dovuto alle scarse forze della pianta a sviluppare tutti i boccioli prodotti e di conseguenza ad un mio errore di fertilizzazione.
    Infatti poichè uso metà acqua del rubinetto e metà deionizzata tendo a fertilizzare molto poco.
    Ciao
     
  6. Gianni.de

    Gianni.de Maestro Giardinauta

    Registrato:
    20 Gennaio 2005
    Messaggi:
    2.044
    Località:
    Ulm (Germania)
    Forse lo sbaglio e`in questa situazione o composizione, io uso solo acqua demineralizzata tramite osmosi, e per il mio unico Cymbidio fertilizzo piu`spesso del solito, devi sapere che nella scala della compatibilita`il Cymbidio e`fra le orchidee che abbisognano e accettano le fertilizzazioni piu`abbondanti, percio`da aprile a ottobre puoi fertilizzare anche il doppio e ogni seconda annaffiata.
    baci
    Gianni
     
  7. Francesco di Torino

    Francesco di Torino Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    7 Aprile 2005
    Messaggi:
    78
    Località:
    Torino
    No!
    E' l'ambiente caldo e secco che fa cadere i boccioli al cymbidium.
    Si devono mettere in casa solo quando i fiori sono aperti in maggioranza.
    Come ho già detto in precedenti discussioni, da quando metto i miei per le scale del condominio davanti ad un finestrone a nord, mi fioriscono tutti.
    La temperatura sulle scale varia dai 10 ai 14,15 °C.
    Quindi la sequenza, almeno per me è:
    balcone sino alle prime gelate -->scale sino all'apertura della maggioranza dei fiori-->casa.
    Il cymbidium con i petali verdi è bellissimo !
    Francesco
     
  8. elima

    elima Guest

    Visto che ho un pò di esperienza con questi ossi di cymby, vi dico che possono sopportare benissimo temperature di un paio di gradi sotto zero se coperte con un pò di tessutonontessuto, per quanto riguarda i fiori, nascono e sbocciano durando anche 30 giorni se stanno al freddo, se sono aperti o in boccio e vengono trasferiti in un luogo con temperature superiore a 10/12° i boccioli cadono inevitabilmente e quelli che restano durano pochissimo.Le concimazioni andrebbero fatte nella fase vegetativa ad ogni irrigazione in piccole dosi e diradate nella fase di riposo.Se si vuole portare in casa la pianta a temp da appartamento, aspettare che più di metà boccioli sia sbocciata.Saluti Eliana:Saluto:
     
  9. cochy

    cochy Giardinauta Senior

    Registrato:
    27 Giugno 2005
    Messaggi:
    1.242
    Località:
    Bollate (MI)
    Ma io l'ho portata in casa prima che si formassero i boccioli, e poi in casa si sono sviluppati, possibile che reagiscano con due e più mesi di ritardo?
     
  10. Francesco di Torino

    Francesco di Torino Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    7 Aprile 2005
    Messaggi:
    78
    Località:
    Torino
    Cochy
    Ti confermo quel che ha detto Elima, anch'io mi son fatto le "ossa" sui cymbidium. Anche se li metti in casa con lo stelo in formazione, all'inizio, non ti garantisce affatto dalla caduta dei boccioli. Se nella stanza la temperatura è intorno ai 17-18 °C puoi tentare, se no ti rodi solo il fegato.
    forza!
    Francesco
     
    A cochy piace questo elemento.
  11. fraelucia

    fraelucia Giardinauta Senior

    Registrato:
    18 Dicembre 2004
    Messaggi:
    1.152
    Località:
    provincia di Rimini
    Con i miei Cymb. sono così arrabbiata che me li mangerei!
    Li ho ritirati nel giro scala (sta a 8°-10°) a fine novembre, quando sembrava che stesse per davvero arrivando l'inverno, avevano alla base di alcuni pseudobulbi (quelli che erano stati svasati per motivi diversi in agosto se ne sono stati in ferie) dei getti conici (interpretati come getti fiorali) che si sono completamente fermati al rientro in casa e sono tutt'ora fermi, tranne un getto che si è "trasformato" in foglie, queste sono diverse dalle altre perché hanno la punta leggerm. arrotondata.
    Beh, dove ho sbagliato non lo so, l'unica colpa che mi faccio è una restrizione delle bagnature, ma anche lì devi giostrarti tra il rischio secco e il rischio marciumi. A volte mi vien voglia di coltivare petunie... :martello2
     
  12. cochy

    cochy Giardinauta Senior

    Registrato:
    27 Giugno 2005
    Messaggi:
    1.242
    Località:
    Bollate (MI)
    Messaggio ricevuto,l'anno prossimo proverò a lasciarli fuori (e protetti si intende). Ma che rabbia, ogni anno una situazione diversa , l'anno scorso annata TROPPO fredda persi due cymbidium nella serretta fredda, quest'anno TROPPO calda .....a saperlo prima.
    Grazie a tutti
    Cochy

    X fraelucia::lol: solo che anche quelle muoiono in inverno!:lol:
     
  13. riverviolet

    riverviolet Guest

    Secondo me, ste bestiacce si abituano ad una temperatura anche alquanto bassa, quando poi, li porti anche a 10°, con steli o boccioli in formazione, ma la differenza da quando stavano fuori è troppo ampia, è un disastro.
    I primi anni succedeva anche a me, poi, m'è passata la paura, ho fatto loro un posto alquanto riparato con un minimo di crisma anti-rischio congelamento radici, ma li lascio fuori tutto l'anno e non mi hanno mai dato più problemi.
    Tra l'altro li tratto come i dendri nobili, quando fuori le temperature cominciano a scendere, notturne sotto i 10°, smetto completamente di irrigare e vanno solo di umidità nell'aria.
    Hanno trascorso -3° in esterno e preso pultroppo neve di sbiego. Ho provveduto a levar poi velocemente la neve dai boccioli e vegetazione per evitare bruciature, ma senza nemmeno copertura al vaso, hanno poi fiorito tranquillamente.
    E la fioritura dura veramente ma veramente tanto al fresco-freddo, con colori decisamente brillanti.

    L'unica accortezza è il riparo dal cielo e da terra e vasi asciutti e grandi, ormai sono al sesto anno, sono enormi e si fanno beffe del freddo.
     
  14. margherita51

    margherita51 Guest

    Anche i miei sono fuori d'estate e d'inverno li metto in veranda dove la temperatura è piuttosto bassa, mai in casa. A partire da dicembre preparano gli steli florali che cominciano a spuntare intorno a Pasqua e restano fioriti per tutta l'estate. Li tratto in modo rude rispetto a quanto leggo qua per acqua e concimazioni eppure fioriscono ogni anno. Anch'io penso che in casa patiscano.
     
  15. cochy

    cochy Giardinauta Senior

    Registrato:
    27 Giugno 2005
    Messaggi:
    1.242
    Località:
    Bollate (MI)
    Mi avete convinta, non dovevo portarli dentro anche se non c'erano ancora i boccioli.
    Grazie mille a tutti
     
  16. Francesco di Torino

    Francesco di Torino Aspirante Giardinauta

    Registrato:
    7 Aprile 2005
    Messaggi:
    78
    Località:
    Torino
    Finalmente mi godo i miei cymbidium fioriti,
    li ho tenuti per le scale circa due mesi aspettando che si aprissero quasi tutti i fiori. Una settimana fa ho rincasato il primo e sabato scorso gli altri 2. I pochi fiori non ancora aperti, 5 - 6, si sono dischiusi in un paio di giorni. Ieri ho fatto una diapo della mia camera da letto, 3 cymb e 4 phal tutte fiorite, quando riuscirò a trasformare la dia in file ve la mostrero' ma... ora mi vien voglia di cym..entarmi con una cattleya.
    Attendo fiducioso qualche consiglio generale su quest'ultime.
    Salutoni a tutti gli amici
    Francesco
     

Condividi questa Pagina