Potatura pianta cachi - Pagina 5
Pagina 5 di 7 PrimaPrima 1234567 UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 68

Discussione: Potatura pianta cachi

  1. #41
    ninovarga non  è collegato Aspirante Giardinauta
    Data Registrazione
    02-02-2007
    Messaggi
    65

    Predefinito

    Citazione vinceco2 ha scritto: Visualizza Messaggio
    quanti anni hai?
    ....rosso di sera bel tempo si spera....
    ciao
    vincenzo
    Sessantaquattro.... quindi sperare bel tempo e altre belle cose, mi farebbe un gran bene...

    Ciao
    A Cyn 59 piace questo messaggio.

  2. #42
    vinceco2 Non registrato

    Predefinito

    Citazione ninovarga ha scritto: Visualizza Messaggio
    Sessantaquattro.... quindi sperare bel tempo e altre belle cose, mi farebbe un gran bene...

    Ciao
    avevo capito apposta non ti ho risposto prima e ti ho chiesto gli anni.
    ciao
    vincenzo

  3. #43
    Umberto Como non  è collegato Aspirante Giardinauta
    Data Registrazione
    18-01-2012
    Località
    Como
    Messaggi
    90

    Predefinito

    Citazione giancarlo64 ha scritto: Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti,
    ho un problema con la mia pianta di cachi. Non riesco più a raccogliere la maggior parte dei frutti poiché la pianta è diventata così alta (6-7m) che con la scala non mi fido più ad andare così in alto.
    Stavo pensando di tagliare tutti i rami per recuperare i frutti e pure per potarla così l'anno prossimo non sarà più così alta. Volevo sapere se la pianta di cachi possiede tante gemme latenti e quindi posso potarla radicalmente per abbassare la sua altezza di 2-3 m. Con l'ulivo l'ho fatto. Ho lasciato solo il tronco ed in pochi mesi sono rispintati i rami. Con il caco non vporrei essere così drastico ma vorrei tagliare un bel po di rami che si innalzano troppo. È fattibile o la pianta rischia di essere rovinata o peggio di morire.

    Grazie


    Saluti


    Gian Carlo
    Ciao Giancarlo,

    il Caco lo si pota in questo periodo ed ogni anno si asporta circa il 60% di legno.
    Nel tuo caso occorre fare un ridimensionamento importante.
    occorre fare dei tagli in punti particolari.
    Io la potatura del caco la conosco molto bene, l'ho praticata per anni.
    Se mi fai vedere questa pianta da 2 angolazioni ti posso indicare dove tagliare.

    Attenzione perchè i tagli possono avere due effetti, o una fruttificazione migliore o una produzione esagerata di succhioni che penalizzerebbero totalmente la fruttificazione oltre che in un anno superare ben oltre i 6 7 metri di altezza..

    Conviene tu carichi le foto qui così le possano vedere tutti poi mi mandi come messaggio personale il link di questa pagina altrimenti non la trovo più e non ti posso aiutare.

    Buona giornata,
    Umberto
    A ninovarga piace questo messaggio.

  4. #44
    L'avatar di Elysa
    Elysa non  è collegato Giardinauta Senior
    Data Registrazione
    09-02-2010
    Località
    Salento
    Messaggi
    1,188

    Predefinito

    Caro Umberto,
    visto che sei esperto vorrei anch'io sapere qualcosa. Il mio albero di kaki non lo poto mai e fa sempre tantissimi frutti che poi non porta avanti tutti ma quelli che rimangono sono sempre tanti. Sbaglio comunque a non potarlo? Vado incontro a qualche futuro problema?
    Grazie e buona giornata!
    "Go, go, go, said the bird: humankind cannot bear very much reality" T. S. Eliot

  5. #45
    vinceco2 Non registrato

    Predefinito

    Citazione Umberto Como ha scritto: Visualizza Messaggio
    Ciao Giancarlo,

    .

    Attenzione perchè i tagli possono avere due effetti, o una fruttificazione migliore o una produzione esagerata di succhioni che penalizzerebbero totalmente la fruttificazione oltre che in un anno superare ben oltre i 6 7 metri di altezza..

    Conviene tu carichi le foto qui così le possano vedere tutti poi mi mandi come messaggio personale il link di questa pagina altrimenti non la trovo più e non ti posso aiutare.

    Buona giornata,
    Umberto
    La potatura se fatta a dovere comporta solo fruttificazione e quasi sempre abbastanza abbondante nei caki,il cako è pianta pollonifera quindi la sua reazione anche se potata bene è sempre quella di produrre succhioni a bizeffe ,ma che arrivino in un anno a crescite di 6-7 metri non mi è mai capitato di vederle e poto da circa 30 anni vari alberi da frutta ed altro.
    comunque ognuno ha sue esperienze e tutte sono valide anche se a volte ognuno di noi sbaglia.
    ciao
    vicnenzo

  6. #46
    ninovarga non  è collegato Aspirante Giardinauta
    Data Registrazione
    02-02-2007
    Messaggi
    65

    Predefinito

    Citazione Elysa ha scritto: Visualizza Messaggio
    Caro Umberto,
    visto che sei esperto vorrei anch'io sapere qualcosa. Il mio albero di kaki non lo poto mai e fa sempre tantissimi frutti che poi non porta avanti tutti ma quelli che rimangono sono sempre tanti. Sbaglio comunque a non potarlo? Vado incontro a qualche futuro problema?
    Grazie e buona giornata!
    Ho fatto due disegni per dimostrare le differenza fra kaki potato e non potato. La potatura serve per ringiovanire i rami e per tenere sotto controllo la forma e le dimensioni dell'albero. La "non-potatura" crea un "effetto salice piangente".

    http://imgfrm.index.hu/imgfrm/5/2/2/...0005255229.jpg
    http://imgfrm.index.hu/imgfrm/5/2/3/...0005255234.jpg
    A Elysa e cerastium piace questo messaggio.

  7. #47
    Umberto Como non  è collegato Aspirante Giardinauta
    Data Registrazione
    18-01-2012
    Località
    Como
    Messaggi
    90

    Predefinito

    Citazione vinceco2 ha scritto: Visualizza Messaggio
    La potatura se fatta a dovere comporta solo fruttificazione e quasi sempre abbastanza abbondante nei caki,il cako è pianta pollonifera quindi la sua reazione anche se potata bene è sempre quella di produrre succhioni a bizeffe ,ma che arrivino in un anno a crescite di 6-7 metri non mi è mai capitato di vederle e poto da circa 30 anni vari alberi da frutta ed altro.
    comunque ognuno ha sue esperienze e tutte sono valide anche se a volte ognuno di noi sbaglia.
    ciao
    vicnenzo
    Gentile Vincenzo,

    la distinzione che ho fatto prima si riferisce appunto a due tipi di potature diverse.
    Una potatura di produzione è un'operazione atta a diminuire rami quindi fiori e frutti in un certo modo come tagli di ritorno con lo scopo di avere una pianta priva di alternanza e che produca il massimo in termini di quantità, ma adeguata ad una qualità quantomeno accettabile.
    Se le potature di produzione che hai operato da 30anni a questa parte hanno sempre risultato succhioni mi dispiace ma devo sfatarti la convinzione che operi correttamente.

    Il succhione (che non è il pollone) è un ramo che nasce da un ramo speronato, cresce verticalmente con vigore e come utilità ha solo lo svecchiamento di un'area spoglia o la formazione di una pianta giovane priva di palchi.
    La sua caratteristica vigoria dipende da un taglio invernale che riporta non su un ramo ma su una gemma laterale, questa durante la quiescenza accumulerà l'auxina, l'ormone che si accumula nella gemma apicale e al momento di aprirsi vi sarà una richiesta di energia che sarà a scapito di tutto il resto della pianta.

    Mi rendo conto sono concetti teoricamente complessi, ma con la pratica e la sperimentazione si possono verificare questi e tantissimi altri meccanismi.

    Tu tagli da 30 anni, io non ne ho ancora 30 ma taglio da più di 10 da quando ho iniziato a studiare frutticoltura, diventando poi agrotecnico.

    E' una delle mie grandi passioni la potatura e sono sempre alla ricerca di migliorarla, mai ripeterla se non ottengo quello che desidero.

    Se hai dubbi o hai esempi da sottopormi sarò felice di confrontarmi con te.

    Grazie,
    Umberto
    A Elysa piace questo messaggio.

  8. #48
    Umberto Como non  è collegato Aspirante Giardinauta
    Data Registrazione
    18-01-2012
    Località
    Como
    Messaggi
    90

    Predefinito

    Citazione Elysa ha scritto: Visualizza Messaggio
    Caro Umberto,
    visto che sei esperto vorrei anch'io sapere qualcosa. Il mio albero di kaki non lo poto mai e fa sempre tantissimi frutti che poi non porta avanti tutti ma quelli che rimangono sono sempre tanti. Sbaglio comunque a non potarlo? Vado incontro a qualche futuro problema?
    Grazie e buona giornata!
    Ciao elysa,

    la stagione della potatura si avvicina.
    La tua pianta produce tanti frutti senza essere potata, è normale, cresce ogni anno e ogni ramo che si moltiplica si coprirà di fiori. Uno spettacolo in primavera e anche in questo periodo.
    Sarà splendido ora, quasi senza foglie e pieno di tantissimi piccoli cachi colorati.
    Mi piacerebbe vedere una foto..

    Se dall'anno prossimo desideri mangiare dei frutti più buoni e più grandi di quelli che si trovano in commercio inizia a dotarti di forbice e segaccio, avrai un po da lavorarci.

    Il lavorno è semplice, il concetto è eliminare almeno la metà dei rami che fioriscono/fruttificano facendo poi pulizia all'interno per far girare aria.

    I tagli da fare di chiamano di ritorno o di soppressione.
    scegli i rami principali che partono dal tronco e sopprimi tutto il resto, con un taglio a filo del tronco, rispettandone il collare.
    I rami rimasti vanno alleggeriti accorciando tutto, attenzione però a fare SOLO tagli di ritorno.
    Le regole sono semplici, lasciare sempre la freccia che è il ramo che termina con una gemma e quando'ritorni' su un ramo più piccolo questo deve essere minimo di 1/3 di diametro, non meno.
    Tagli puliti e non speronature.

    Vanno tolti tutti gli eventuali succhioni e polloni (i rami che crescono verticalmente sui rami o al colletto(base) della pianta.

    Saluti,
    Umberto
    A Elysa e cerastium piace questo messaggio.

  9. #49
    Umberto Como non  è collegato Aspirante Giardinauta
    Data Registrazione
    18-01-2012
    Località
    Como
    Messaggi
    90

    Predefinito

    Citazione vinceco2 ha scritto: Visualizza Messaggio
    La potatura se fatta a dovere comporta solo fruttificazione e quasi sempre abbastanza abbondante nei caki,il cako è pianta pollonifera quindi la sua reazione anche se potata bene è sempre quella di produrre succhioni a bizeffe ,ma che arrivino in un anno a crescite di 6-7 metri non mi è mai capitato di vederle e poto da circa 30 anni vari alberi da frutta ed altro.
    comunque ognuno ha sue esperienze e tutte sono valide anche se a volte ognuno di noi sbaglia.
    ciao
    vicnenzo
    Scusa, non ho completato la risposta.
    quando dico dei 7 6m mi riferisco al caso specifico, non ho detto che produce succhioni di 7m, ma se la pianta è alta 7m e la taglia a 3m l'anno prossimo torna a 7.
    Pensa ai gelsi o ai tigli, allevati a testa di moro, fanno getti ben più lunghi di 3 4m..
    Per i getti di 7m.. la potatura corretta del kiwi lo prevede..
    Non esiste una potatura giusta ed una no, piuttosto per ogni risposta che si desidera dalla pianta ve n'è una più adeguata.
    Saluti ancora

  10. #50
    Umberto Como non  è collegato Aspirante Giardinauta
    Data Registrazione
    18-01-2012
    Località
    Como
    Messaggi
    90

    Predefinito

    Citazione vinceco2 ha scritto: Visualizza Messaggio
    La potatura se fatta a dovere comporta solo fruttificazione e quasi sempre abbastanza abbondante nei caki,il cako è pianta pollonifera quindi la sua reazione anche se potata bene è sempre quella di produrre succhioni a bizeffe ,ma che arrivino in un anno a crescite di 6-7 metri non mi è mai capitato di vederle e poto da circa 30 anni vari alberi da frutta ed altro.
    comunque ognuno ha sue esperienze e tutte sono valide anche se a volte ognuno di noi sbaglia.
    ciao
    vicnenzo
    Gentile Vincenzo,

    la distinzione che ho fatto prima si riferisce appunto a due tipi di potature diverse.
    Una potatura di produzione è un'operazione atta a diminuire rami quindi fiori e frutti in un certo modo come tagli di ritorno con lo scopo di avere una pianta priva di alternanza e che produca il massimo in termini di quantità, ma adeguata ad una qualità quantomeno accettabile.
    Se le potature di produzione che hai operato da 30anni a questa parte hanno sempre risultato succhioni mi dispiace ma devo sfatarti la convinzione che operi correttamente.

    Il succhione (che non è il pollone) è un ramo che nasce da un ramo speronato, cresce verticalmente con vigore e come utilità ha solo lo svecchiamento di un'area spoglia o la formazione di una pianta giovane priva di palchi.
    La sua caratteristica vigoria dipende da un taglio invernale che riporta non su un ramo ma su una gemma laterale, questa durante la quiescenza accumulerà l'auxina, l'ormone che si accumula nella gemma apicale e al momento di aprirsi vi sarà una richiesta di energia che sarà a scapito di tutto il resto della pianta.

    Mi rendo conto sono concetti teoricamente complessi, ma con la pratica e la sperimentazione si possono verificare questi e tantissimi altri meccanismi.

    Tu tagli da 30 anni, io non ne ho ancora 30 ma taglio da più di 10 da quando ho iniziato a studiare frutticoltura, diventando poi agrotecnico.

    E' una delle mie grandi passioni la potatura e sono sempre alla ricerca di migliorarla, mai ripeterla se non ottengo quello che desidero.

    Se hai dubbi o hai esempi da sottopormi sarò felice di confrontarmi con te.

    Grazie,
    Umberto

Pagina 5 di 7 PrimaPrima 1234567 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •