Camelia e foglie gialle - Pagina 2
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 16 di 16
  1. #11
    L'avatar di filifero
    filifero non  è collegato Giardinauta Senior
    Data Registrazione
    15-10-2006
    Località
    Ljubljana (Slovenia) e Pola (Croazia)
    Messaggi
    1,787

    Predefinito

    Citazione kiwoncello ha scritto: Visualizza Messaggio
    Basandomi sulla prima foto la pianta non mi sembra in grande sofferenza, comunque le "brutte" foglie dell'ultima e le caratteristiche degli imbrunimenti mi lasciano perplesso. Non vorrei si trattasse di un inizio di sofferenza da marciume radicale; quando hai rinvasato l'anno scorso hai predisposto un buon drenaggio? Nel dubbio, come faccio spesso, vorrei consigliarti di annaffiare il terriccio due volte con Aliette a distanza di una settimana fra le somministrazioni e controllare l'evoluzione della cascola fogliare.
    Ciao Kiwo. Ho visto le foto della camelia e mi preoccupo per la mia Nuccio. Il giallo è di quel tipo anche se non c'è il colore bruno. Mi puoi spiegare come e con cosa si effettua un buon drenaggio. Speriamo sia solo colpa del sole...
    Cos'è l'Aliette?
    Grazie!

  2. #12
    L'avatar di kiwoncello
    kiwoncello non  è collegato Guru Master Florello
    Data Registrazione
    29-01-2005
    Località
    Liguria, Golfo Tigullio
    Messaggi
    9,662

    Predefinito

    Ciao Fili, non fasciarti la testa con preoccupazioni eccessive. Comunque in genere la cascola fogliare fisiologica si manifesta con foglie più o meno uniformemente ingiallite, senza questo tipo di imbrunimenti. Un buon drenaggio sul fondo del vaso è cosa banale: puoi usare pezzetti di vasi di coccio rotti, pezzetti di polistirolo, ghiaia ecc. Io nei vasoni uso pigne intere e bark grossolano; intanto prima che si decompongano mi capiterà di sostituire il drenaggio con i successivi rinvasi. Piuttosto capita regolarmente che col tempo il terriccio torboso si compatti rendendo più asfittico il substrato della pianta: ci se ne accorge dal fatto che invariabilmente il livello della terra si abbassa di molto rispetto a quello d'origine. Allora la pianta pur essendo in condizioni teoricamente ottimali di pH ecc. può iniziare a soffrire rischiando alla fine il marciume radicale. Di qui il motivo di rinvasare ogni due anni; mai rabboccare con nuova terra, coprendo le radichette superficiali anche esterne la pianta soffrirebbe ulteriormente.
    Dubito, ergo sum
    (Cartesio-Kiwo)

  3. #13
    chipie non  è collegato Aspirante Giardinauta
    Data Registrazione
    03-04-2006
    Località
    Ariano Irpino (AV)
    Messaggi
    55

    Predefinito

    Citazione kiwoncello ha scritto: Visualizza Messaggio
    Basandomi sulla prima foto la pianta non mi sembra in grande sofferenza, comunque le "brutte" foglie dell'ultima e le caratteristiche degli imbrunimenti mi lasciano perplesso. Non vorrei si trattasse di un inizio di sofferenza da marciume radicale; quando hai rinvasato l'anno scorso hai predisposto un buon drenaggio? Nel dubbio, come faccio spesso, vorrei consigliarti di annaffiare il terriccio due volte con Aliette a distanza di una settimana fra le somministrazioni e controllare l'evoluzione della cascola fogliare.
    Sì, Kiwo, ho predisposto il drenaggio mettendo sul fondo dell'argilla espansa. Proverò con l'Aliette (spero solo di trovarlo in commercio). Intanto l'ho già cercato su internet. Speriamo bene, mi dispiacerebbe perdere la pianta. E' alta e molto bella, uno splendore sul mio terrazzo. Non so se ho esagerato con le annaffiature a giorni alterni fatte per tutta l'estate. Non è che voleva meno acqua?
    Cmq vi farò sapere.
    Grazie a tutti.

  4. #14
    L'avatar di kiwoncello
    kiwoncello non  è collegato Guru Master Florello
    Data Registrazione
    29-01-2005
    Località
    Liguria, Golfo Tigullio
    Messaggi
    9,662

    Predefinito

    Chipie, il principio di base dell'Aliette è il "Fosetyl-aluminium" che rientra nella composizione di un sacco di altri prodotti (Fosim, Epal, Aletil 80, Manaus, Contender, Ricafos, Ariel DF, Alter, Alytec, Triad, Elios, Kelly WP ecc.). Dovresti trovarlo presso qualsiasi agricola senza problemi: fatti dare una confezione piccola, quelle grosse da 1 kg sono piuttosto care... Quanto alla quantità d'acqua, d'estate io bagno (i vasi) ogni 4 giorni al minimo ma spruzzo le foglie quasi quotidianamente.
    Ultima modifica di kiwoncello; 22-10-2006 alle 17:41
    Dubito, ergo sum
    (Cartesio-Kiwo)

  5. #15
    sisco69 non  è collegato Aspirante Giardinauta
    Data Registrazione
    19-10-2005
    Località
    Milano
    Messaggi
    66

    Predefinito

    Non so se ho esagerato con le annaffiature a giorni alterni fatte per tutta l'estate. Non è che voleva meno acqua?
    Cmq vi farò sapere.
    Grazie a tutti.[/QUOTE]

    Ciao Chipie, io le camelie le ho tutte senza sottovaso e le ho appoggiate su dei reggivasi con ruote in modo che se le bagno troppo l'acqua fuoriesce subito con facilità e non ristagna nel sottovaso.

    Io d'estate le bagno più o meno ogni 3 giorni, ma sono esposte a nordest e quindi sole solo al mattino, d'inverno molto meno specialmente quando piove come in questi giorni...
    Ciao
    Sisco.

  6. #16
    L'avatar di Manu1
    Manu1 non  è collegato Maestro Giardinauta
    Data Registrazione
    23-12-2004
    Località
    Castelli Romani (RM)
    Messaggi
    2,939

    Predefinito

    Non sono esperta di camelie, ma ho avuto unproblema (che il forum mi ha risolto) con la mia. Anche lei non era riuscita a fiorire, i boccioli erano seccati e caduti prima di aprirsi, e poi via via tutte le foglie erano cadute. Mi avete detto trattarsi di clorosi (si dice così?) insomma, troppo calcio e poco ferro. Quindi ora solo acqua piovana, e non troppa, e ferro ogni tanto. Un rametto si è salvato e ha fatto timide foglie e timidi boccioli.

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •